1.     Mi trovi su: Homepage #9231038
    Prologo – Perché un titolo originale che non sia questo non mi viene in mente.

    C’era una volta, tanto e tanto tempo fa…
    No. ‘sto inizio non è che mi piace tanto. Ritentiamo.
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAASVEGNAAAAAAAAAAAAAAA (?)
    Ok, no è già stato usato..
    Forse dovrei tentare con qualcosa di più originale, ma avrete intuito già dal titolo che non ho molta fantasia.
    Ok, forse dovrei iniziare col presentarmi, che ne dite? Piacere, il mio nome è Bj. Vi prego di chiamarmi esclusivamente in tale nome.
    Se proprio volete, nonnina va bene.
    Volevo scrivere un qualcosa di poetico, un inizio di gloria, o magari d’un periodo oscurato da un signore del Male.. ma, scrivendolo, aveva un sapore talmente scialbo che mi sono venuti i conati.
    Quindi, scriverò di personaggi non miei, in situazioni assurdamente demenziali e totalmente noiose. Cioè, nella loro vita quotidiana.



    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    La bisbetica guastafeste colpisce ancora!





    Quote:





    Originally Posted by giannj


    Così mi piaci bambola





    Quote:





    Originally Posted by daniel10000


    la mia grammatica e pulita!





    Ammiraglio fapslashes on me.
  2.     Mi trovi su: Homepage #9231039
    _CielPrologo – Perché un titolo originale che non sia questo non mi viene in mente.

    C’era una volta, tanto e tanto tempo fa…
    No. ‘sto inizio non è che mi piace tanto. Ritentiamo.
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAASVEGNAAAAAAAAAAAAAAA (?)
    Ok, no è già stato usato..
    Forse dovrei tentare con qualcosa di più originale, ma avrete intuito già dal titolo che non ho molta fantasia.
    Ok, forse dovrei iniziare col presentarmi, che ne dite? Piacere, il mio nome è Bj. Vi prego di chiamarmi esclusivamente in tale nome.
    Se proprio volete, nonnina va bene.
    Volevo scrivere un qualcosa di poetico, un inizio di gloria, o magari d’un periodo oscurato da un signore del Male.. ma, scrivendolo, aveva un sapore talmente scialbo che mi sono venuti i conati.
    Quindi, scriverò di personaggi non miei, in situazioni assurdamente demenziali e totalmente noiose. Cioè, nella loro vita quotidiana.


    Zia Lesby, stai bene? :winkie2:

    Ringrazio Krona per la fantastica firma!


    La mia collezione!
    Fan Fiction [Fallout]

    "Tra poco esce il nuovo iPhone, mi scommetto il Pancreas che è una figata!" [Cit. Steve Jobs]
  3.     Mi trovi su: Homepage #9231040
    _CielPrologo – Perché un titolo originale che non sia questo non mi viene in mente.

    C’era una volta, tanto e tanto tempo fa…
    No. ‘sto inizio non è che mi piace tanto. Ritentiamo.
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAASVEGNAAAAAAAAAAAAAAA (?)
    Ok, no è già stato usato..
    Forse dovrei tentare con qualcosa di più originale, ma avrete intuito già dal titolo che non ho molta fantasia.
    Ok, forse dovrei iniziare col presentarmi, che ne dite? Piacere, il mio nome è Bj. Vi prego di chiamarmi esclusivamente in tale nome.
    Se proprio volete, nonnina va bene.
    Volevo scrivere un qualcosa di poetico, un inizio di gloria, o magari d’un periodo oscurato da un signore del Male.. ma, scrivendolo, aveva un sapore talmente scialbo che mi sono venuti i conati.
    Quindi, scriverò di personaggi non miei, in situazioni assurdamente demenziali e totalmente noiose. Cioè, nella loro vita quotidiana.


    è una fan fiction quindi ? .-.
    http://www.playgen.it/showthread.php?t=40562

    qual' è il significato della vita?
    non lo so,forse continuare a vivere senza farsi domande.
    [auto.cit]
  4.     Mi trovi su: Homepage #9231041
    _CielPrologo – Perché un titolo originale che non sia questo non mi viene in mente.

    C’era una volta, tanto e tanto tempo fa…
    No. ‘sto inizio non è che mi piace tanto. Ritentiamo.
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAASVEGNAAAAAAAAAAAAAAA (?)
    Ok, no è già stato usato..
    Forse dovrei tentare con qualcosa di più originale, ma avrete intuito già dal titolo che non ho molta fantasia.
    Ok, forse dovrei iniziare col presentarmi, che ne dite? Piacere, il mio nome è Bj. Vi prego di chiamarmi esclusivamente in tale nome.
    Se proprio volete, nonnina va bene.
    Volevo scrivere un qualcosa di poetico, un inizio di gloria, o magari d’un periodo oscurato da un signore del Male.. ma, scrivendolo, aveva un sapore talmente scialbo che mi sono venuti i conati.
    Quindi, scriverò di personaggi non miei, in situazioni assurdamente demenziali e totalmente noiose. Cioè, nella loro vita quotidiana.


    wow :nosmile: ahaha

    VOGLIAMO PG NON VG!!!
  5.     Mi trovi su: Homepage #9231042
    basè una fan fiction quindi ? .-.


    Più o meno.



    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    La bisbetica guastafeste colpisce ancora!





    Quote:





    Originally Posted by giannj


    Così mi piaci bambola





    Quote:





    Originally Posted by daniel10000


    la mia grammatica e pulita!





    Ammiraglio fapslashes on me.
  6.     Mi trovi su: Homepage #9231045
    Marco1999Io speravo in wikipedia su assassin's creed :crying:


    Potrei farlo, ma risulterebbe noioso.



    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    La bisbetica guastafeste colpisce ancora!





    Quote:





    Originally Posted by giannj


    Così mi piaci bambola





    Quote:





    Originally Posted by daniel10000


    la mia grammatica e pulita!





    Ammiraglio fapslashes on me.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9231047
    Capitolo 1 – Due, semplici, piccole paroline.

    >
    >
    > era da più di un’ora che i coniugi Al-Sayf discutevano e nessuno dei due era disposto a cedere. Malik si era fin troppe volte abbassato al livello di sua moglie e non aveva intenzione, di nuovo, di umiliarsi .
    Nur, dal canto suo, ci teneva troppo che il suo amato Malik dicesse quelle due paroline: così, solo per lei.
    > Nur mise in atto la tecnica del “per favore”.
    > sospirò il marito > Malik si impegnò per resisterle e dovette evitare di scontrarsi con i pozzi color ciliegia della moglie per dare alla sua voce un timbro vagamente virile.
    > moglie che, a quel punto, non esitò a strusciarglisi addosso facendo attenzione a premere il suo seno contro il petto del sempre serio Rafiq.
    > Malik aveva ormai perso: domato dalle demenziali quanto sadiche voglie della consorte; si stava proprio rammollendo.
    > chiese Nur con gli occhi a cuoricino per la contentezza.
    > mormorò, tentando di recuperare un po’ della dignità perduta, il siriano dallo sguardo ammaliante. Egli non sapeva ancora che non l’avrebbe mai più riacquistata e che del precedente Malik Al-Sayf, da quel momento in poi, sarebbe rimasto solo un pallido riflesso.
    > gridò esultante lei.
    > tentò, invano di raccomandarle lui.
    > Nur allora prese con la mano destra le guancie del siriano e strinse un poco creando così, le tipiche labbra da pesce sul viso per niente divertito del marito.
    > proferì seria e al contempo eccitata, smaniosa di sentire quelle due paroline uscire dalla bocca dell’amante almeno per una volta , conscia del fatto che anche solo pensarle per lui sarebbe stato umiliante e per lei divertente.
    Malik a quel punto sospirò forte e si preparò al peggio; poi parlò, sapendo benissimo che quelle due parole gli sarebbero state rinfacciate per tutta la via anche da chi, secondo quanto diceva Nur, non ne sapeva niente. Sapeva che dicendole, avrebbe calpestato il suo orgoglio di Rafiq, di Assassino, di uomo.
    >



    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    La bisbetica guastafeste colpisce ancora!





    Quote:





    Originally Posted by giannj


    Così mi piaci bambola





    Quote:





    Originally Posted by daniel10000


    la mia grammatica e pulita!





    Ammiraglio fapslashes on me.
  8. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #9231048
    _CielCapitolo 1 – Due, semplici, piccole paroline.

    >
    >
    > era da più di un’ora che i coniugi Al-Sayf discutevano e nessuno dei due era disposto a cedere. Malik si era fin troppe volte abbassato al livello di sua moglie e non aveva intenzione, di nuovo, di umiliarsi .
    Nur, dal canto suo, ci teneva troppo che il suo amato Malik dicesse quelle due paroline: così, solo per lei.
    > Nur mise in atto la tecnica del “per favore”.
    > sospirò il marito > Malik si impegnò per resisterle e dovette evitare di scontrarsi con i pozzi color ciliegia della moglie per dare alla sua voce un timbro vagamente virile.
    > moglie che, a quel punto, non esitò a strusciarglisi addosso facendo attenzione a premere il suo seno contro il petto del sempre serio Rafiq.
    > Malik aveva ormai perso: domato dalle demenziali quanto sadiche voglie della consorte; si stava proprio rammollendo.
    > chiese Nur con gli occhi a cuoricino per la contentezza.
    > mormorò, tentando di recuperare un po’ della dignità perduta, il siriano dallo sguardo ammaliante. Egli non sapeva ancora che non l’avrebbe mai più riacquistata e che del precedente Malik Al-Sayf, da quel momento in poi, sarebbe rimasto solo un pallido riflesso.
    > gridò esultante lei.
    > tentò, invano di raccomandarle lui.
    > Nur allora prese con la mano destra le guancie del siriano e strinse un poco creando così, le tipiche labbra da pesce sul viso per niente divertito del marito.
    > proferì seria e al contempo eccitata, smaniosa di sentire quelle due paroline uscire dalla bocca dell’amante almeno per una volta , conscia del fatto che anche solo pensarle per lui sarebbe stato umiliante e per lei divertente.
    Malik a quel punto sospirò forte e si preparò al peggio; poi parlò, sapendo benissimo che quelle due parole gli sarebbero state rinfacciate per tutta la via anche da chi, secondo quanto diceva Nur, non ne sapeva niente. Sapeva che dicendole, avrebbe calpestato il suo orgoglio di Rafiq, di Assassino, di uomo.
    >

    Ti giuro, son caduto dalla sedia dal ridere.
  9.     Mi trovi su: Homepage #9231049
    _CielCapitolo 1 – Due, semplici, piccole paroline.

    >
    >
    > era da più di un’ora che i coniugi Al-Sayf discutevano e nessuno dei due era disposto a cedere. Malik si era fin troppe volte abbassato al livello di sua moglie e non aveva intenzione, di nuovo, di umiliarsi .
    Nur, dal canto suo, ci teneva troppo che il suo amato Malik dicesse quelle due paroline: così, solo per lei.
    > Nur mise in atto la tecnica del “per favore”.
    > sospirò il marito > Malik si impegnò per resisterle e dovette evitare di scontrarsi con i pozzi color ciliegia della moglie per dare alla sua voce un timbro vagamente virile.
    > moglie che, a quel punto, non esitò a strusciarglisi addosso facendo attenzione a premere il suo seno contro il petto del sempre serio Rafiq.
    > Malik aveva ormai perso: domato dalle demenziali quanto sadiche voglie della consorte; si stava proprio rammollendo.
    > chiese Nur con gli occhi a cuoricino per la contentezza.
    > mormorò, tentando di recuperare un po’ della dignità perduta, il siriano dallo sguardo ammaliante. Egli non sapeva ancora che non l’avrebbe mai più riacquistata e che del precedente Malik Al-Sayf, da quel momento in poi, sarebbe rimasto solo un pallido riflesso.
    > gridò esultante lei.
    > tentò, invano di raccomandarle lui.
    > Nur allora prese con la mano destra le guancie del siriano e strinse un poco creando così, le tipiche labbra da pesce sul viso per niente divertito del marito.
    > proferì seria e al contempo eccitata, smaniosa di sentire quelle due paroline uscire dalla bocca dell’amante almeno per una volta , conscia del fatto che anche solo pensarle per lui sarebbe stato umiliante e per lei divertente.
    Malik a quel punto sospirò forte e si preparò al peggio; poi parlò, sapendo benissimo che quelle due parole gli sarebbero state rinfacciate per tutta la via anche da chi, secondo quanto diceva Nur, non ne sapeva niente. Sapeva che dicendole, avrebbe calpestato il suo orgoglio di Rafiq, di Assassino, di uomo.
    >


    hahahah..ma te sei pazza!!!
    ma fa morire dal ridere!:D

    Grazie Krona
  10. L, lo sai che gli shinigami mangiano solo mele?  
        Mi trovi su: Homepage #9231050
    _CielCapitolo 1 – Due, semplici, piccole paroline.

    >
    >
    > era da più di un’ora che i coniugi Al-Sayf discutevano e nessuno dei due era disposto a cedere. Malik si era fin troppe volte abbassato al livello di sua moglie e non aveva intenzione, di nuovo, di umiliarsi .
    Nur, dal canto suo, ci teneva troppo che il suo amato Malik dicesse quelle due paroline: così, solo per lei.
    > Nur mise in atto la tecnica del “per favore”.
    > sospirò il marito > Malik si impegnò per resisterle e dovette evitare di scontrarsi con i pozzi color ciliegia della moglie per dare alla sua voce un timbro vagamente virile.
    > moglie che, a quel punto, non esitò a strusciarglisi addosso facendo attenzione a premere il suo seno contro il petto del sempre serio Rafiq.
    > Malik aveva ormai perso: domato dalle demenziali quanto sadiche voglie della consorte; si stava proprio rammollendo.
    > chiese Nur con gli occhi a cuoricino per la contentezza.
    > mormorò, tentando di recuperare un po’ della dignità perduta, il siriano dallo sguardo ammaliante. Egli non sapeva ancora che non l’avrebbe mai più riacquistata e che del precedente Malik Al-Sayf, da quel momento in poi, sarebbe rimasto solo un pallido riflesso.
    > gridò esultante lei.
    > tentò, invano di raccomandarle lui.
    > Nur allora prese con la mano destra le guancie del siriano e strinse un poco creando così, le tipiche labbra da pesce sul viso per niente divertito del marito.
    > proferì seria e al contempo eccitata, smaniosa di sentire quelle due paroline uscire dalla bocca dell’amante almeno per una volta , conscia del fatto che anche solo pensarle per lui sarebbe stato umiliante e per lei divertente.
    Malik a quel punto sospirò forte e si preparò al peggio; poi parlò, sapendo benissimo che quelle due parole gli sarebbero state rinfacciate per tutta la via anche da chi, secondo quanto diceva Nur, non ne sapeva niente. Sapeva che dicendole, avrebbe calpestato il suo orgoglio di Rafiq, di Assassino, di uomo.
    >

    :nosmile:




    By Lampo
  11.     Mi trovi su: Homepage #9231051
    _CielCapitolo 1 – Due, semplici, piccole paroline.

    >
    >
    > era da più di un’ora che i coniugi Al-Sayf discutevano e nessuno dei due era disposto a cedere. Malik si era fin troppe volte abbassato al livello di sua moglie e non aveva intenzione, di nuovo, di umiliarsi .
    Nur, dal canto suo, ci teneva troppo che il suo amato Malik dicesse quelle due paroline: così, solo per lei.
    > Nur mise in atto la tecnica del “per favore”.
    > sospirò il marito > Malik si impegnò per resisterle e dovette evitare di scontrarsi con i pozzi color ciliegia della moglie per dare alla sua voce un timbro vagamente virile.
    > moglie che, a quel punto, non esitò a strusciarglisi addosso facendo attenzione a premere il suo seno contro il petto del sempre serio Rafiq.
    > Malik aveva ormai perso: domato dalle demenziali quanto sadiche voglie della consorte; si stava proprio rammollendo.
    > chiese Nur con gli occhi a cuoricino per la contentezza.
    > mormorò, tentando di recuperare un po’ della dignità perduta, il siriano dallo sguardo ammaliante. Egli non sapeva ancora che non l’avrebbe mai più riacquistata e che del precedente Malik Al-Sayf, da quel momento in poi, sarebbe rimasto solo un pallido riflesso.
    > gridò esultante lei.
    > tentò, invano di raccomandarle lui.
    > Nur allora prese con la mano destra le guancie del siriano e strinse un poco creando così, le tipiche labbra da pesce sul viso per niente divertito del marito.
    > proferì seria e al contempo eccitata, smaniosa di sentire quelle due paroline uscire dalla bocca dell’amante almeno per una volta , conscia del fatto che anche solo pensarle per lui sarebbe stato umiliante e per lei divertente.
    Malik a quel punto sospirò forte e si preparò al peggio; poi parlò, sapendo benissimo che quelle due parole gli sarebbero state rinfacciate per tutta la via anche da chi, secondo quanto diceva Nur, non ne sapeva niente. Sapeva che dicendole, avrebbe calpestato il suo orgoglio di Rafiq, di Assassino, di uomo.
    >



    /Muore......
    My collectionIl torneo per decidere chi è il miglior calciatore al mondo

    Quote:





    Originally Posted by Kurosaki_Ichigo


    Ok, sei il re delle immagini Onizukiane...





    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    Era il perfetto connubio tra uno stupratore e un prof.
    Lo chiamavano...
    LO STUPROF





    Quote:





    Originally Posted by Dragon90


    già tu sei il professore onnipresente, con la f*ga sempre in mente .-.





    Quote:





    Originally Posted by K2Andreas


    Ti nomino primo padre fondatore degli stupratori




  12.     Mi trovi su: Homepage #9231052
    Manu the bestTi giuro, son caduto dalla sedia dal ridere.


    Ahahahaha XD Grazie, adesso si che mi sento figa XD



    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    La bisbetica guastafeste colpisce ancora!





    Quote:





    Originally Posted by giannj


    Così mi piaci bambola





    Quote:





    Originally Posted by daniel10000


    la mia grammatica e pulita!





    Ammiraglio fapslashes on me.

  Tutto ciò che volevate sapere su Assassin's Creed (e non avete mai osato chiedere)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina