1.     Mi trovi su: Homepage #9289777
    La zona OT é scaduta, direi. Non che la cosa mi stupisca più di tanto, ma sarebbe bello, ogni tanto, parlare e discutere civilmente di argomenti più seri.

    Allora. Pare che Andy Warhol, nel corso della sua vita, sia giunto alla conclusione che, prima o poi, ognuno di noi, nella sua esistenza, avrà un quarto d'ora di notorietà o celebrità, chiamatela come volete. Questo grazie, appunto, ai mezzi di comunicazione di cui disponiamo largamente oggi.
    Ricollegandomi a questa curiosità, voglio aprire tale argomento: l'uomo medio del nostro oggi cosa é disposto a fare pur di ottenere quel minuscolo spazio di "fama/gloria/popolarità"?
    Posta dinanzi agli avvenimenti di tutti i giorni, mi rendo sempre più conto che viviamo in una società veramente malata, in cui vivono altrettanti individui malati. Non intendo per forza che si tratti di persone con problemi psichici, ma si tratta, nella maggior parte dei casi, di persone normalissime, che conducono una vita normalissima. Ma queste possono essere, a volte, guidate da uno strano senso della vita, da un poco chiaro concetto dell'essere e dell'esistere. E' parte di loro l'essere "disposti a tutto" pur di apparire, che so, in tv o, perché no, su un giornale, visto che ci troviamo in tale ambito.
    Tempo fa si é sentita ai TG la notizia di un tizio che, non essendo stato preso al Grande Fratello, si é dato fuoco. Ma scherziamo?
    Allora é questa la domanda che mi pongo. Ma perché? Perché sentire questo insoddisfabile bisogno di avere l'attenzione posta su di sé? Perché dover ottenere a tutti i costi uno spazio nello scenario malato che ci circonda?
    Sarà che io uso abbastanza bene la mia testa, sinceramente non lo capisco. Non riesco neanche a concepire una tale necessità, considerando il tutto veramente patetico. Quale dovrebbe essere lo scopo di queste azioni? Sentirsi migliori, sentirsi importanti, sentirsi più realizzati di qualcun'altro, tipo di uno che ha studiato per una vita intera, senza neanche essere minimamente sfiorato dal desiderio di celebrità?
    Io non lo capisco, davvero. E questo disgustoso senso della morbosità mi fa addirittura paura. Ma é tanto difficile essere con un pò più di sale in testa e dare valore ai veri aspetti importanti delle proprie vite? Senza starsi ad attaccare a queste cose piccole, grette e di un vuoto incolmabile?
    Io non so più che pensare, sinceramente. L'unica cosa di cui mi ritengo fortunata é di non sentirmi minimamente parte di questa massa che l'umanità é arrivata ad essere.




    Giocando: Castlevania LOS, Uncharted 4, TR Trilogy, POP Trilogy
    Platinando: 'Sta minchia .__.
    Platini: Assassin's Creed II
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #9289779
    Bè, a mio parere questi tizi che sono disposti a farsi del male o a far del male ad altri per avere fama sono solo dei pazzi, o delle persone talmente deboli da perdere considerazione del proprio ego. Il fatto di voler avere i quindici minuti di notorietà invece lo comprendo. Credo che la motivazione sia quella di volersi distinguere dalla massa, dimostrare doti che gli altri non hanno. E' la ricerca disperata di volere dimostrare al mondo (e soprattutto a sè stessi) quanto valiamo. Ripeto, lo comprendo, ma non mi piace, soprattutto se per dimostrarlo è necessario fare gesta che possono essere pericolose. ù_ù
    Citazione del mese:
    MANNAI_97Momento, momento, momento...ho scritto "e" congiunzione con l'accento.

    Un attacco di Ammiraglite, NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO


  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9289780
    Joker4everLa zona OT é scaduta, direi. Non che la cosa mi stupisca più di tanto, ma sarebbe bello, ogni tanto, parlare e discutere civilmente di argomenti più seri.

    Allora. Pare che Andy Warhol, nel corso della sua vita, sia giunto alla conclusione che, prima o poi, ognuno di noi, nella sua esistenza, avrà un quarto d'ora di notorietà o celebrità, chiamatela come volete. Questo grazie, appunto, ai mezzi di comunicazione di cui disponiamo largamente oggi.
    Ricollegandomi a questa curiosità, voglio aprire tale argomento: l'uomo medio del nostro oggi cosa é disposto a fare pur di ottenere quel minuscolo spazio di "fama/gloria/popolarità"?
    Posta dinanzi agli avvenimenti di tutti i giorni, mi rendo sempre più conto che viviamo in una società veramente malata, in cui vivono altrettanti individui malati. Non intendo per forza che si tratti di persone con problemi psichici, ma si tratta, nella maggior parte dei casi, di persone normalissime, che conducono una vita normalissima. Ma queste possono essere, a volte, guidate da uno strano senso della vita, da un poco chiaro concetto dell'essere e dell'esistere. E' parte di loro l'essere "disposti a tutto" pur di apparire, che so, in tv o, perché no, su un giornale, visto che ci troviamo in tale ambito.
    Tempo fa si é sentita ai TG la notizia di un tizio che, non essendo stato preso al Grande Fratello, si é dato fuoco. Ma scherziamo?
    Allora é questa la domanda che mi pongo. Ma perché? Perché sentire questo insoddisfabile bisogno di avere l'attenzione posta su di sé? Perché dover ottenere a tutti i costi uno spazio nello scenario malato che ci circonda?
    Sarà che io uso abbastanza bene la mia testa, sinceramente non lo capisco. Non riesco neanche a concepire una tale necessità, considerando il tutto veramente patetico. Quale dovrebbe essere lo scopo di queste azioni? Sentirsi migliori, sentirsi importanti, sentirsi più realizzati di qualcun'altro, tipo di uno che ha studiato per una vita intera, senza neanche essere minimamente sfiorato dal desiderio di celebrità?
    Io non lo capisco, davvero. E questo disgustoso senso della morbosità mi fa addirittura paura. Ma é tanto difficile essere con un pò più di sale in testa e dare valore ai veri aspetti importanti delle proprie vite? Senza starsi ad attaccare a queste cose piccole, grette e di un vuoto incolmabile?
    Io non so più che pensare, sinceramente. L'unica cosa di cui mi ritengo fortunata é di non sentirmi minimamente parte di questa massa che l'umanità é arrivata ad essere.

    Mmm arrivati alla mia età ci si rende conto che si può diventare famosi per 15 minuti e essere dimenticati in 30 secondi:closedeyes:

    Firma by Krona

    Mercatino
    SIAMO PG ,NON VG ID PSN:RHCP-ITALY
  4.     Mi trovi su: Homepage #9289781
    Tristezza assoluta, ma in questa società malata questa "fama a tutti i costi" non è altro che il minore dei mali...

    Nasce tutto dall' idea che sia ha dell' essere famosi, o almeno dell' idea che i media lasciano intendere, intendificando certa gente come realizzata e di successo, come modelli da seguire. Gente che sta sempre sulla bocca di tutti (e mi viene una battutaccia, ma taccio), ricchi sfondati, che trombano quando dei conigli, ma soprattutto... "in". Eccerto, perchè se non sei ,"in!11", dove vuoi andare nella vita? Prendete anche solo soldi e sesso... rappresentano l' aspirazione massima dell' essere umano medio. Poi ecco che ti spuntano programmi come il gf, che promettono di offrirti il pacchetto completo, e ualà... madrie di pèori che corrono a fare i provini, completamente imbambolati da questo falso messaggio.
    ---------------------------------------
    Playing: The Sims 3
  5. Essendo Ranma sia maschio che femmina, può rimanere incinto di se stesso?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9289782
    Ciao a tutti.
    Volevo cominciare col ringraziare Joker4ever per aver aperto questo thread (purtroppo di sti tempi di thread seri non è che se ne vedano molti) e vi volevo anche dire che ho letto da capo a fondo tutti i post finora messi e che sono realmente e profondamente d'accordo con tutto quello che finora ho letto. Sono un tipo di poche parole ma se mi mettessi a dire tutto quello che ho da dire...beh, essenzialmente ripeterei quello che già è stato detto.
    Detto ciò, vi volevo dire che avete trovato un altro che la pensa come voi



    La Scelta [FINALISSIMA]

    RachetE' arrivato il momento:
    ale_CL-25 ti nomino ufficialmente pr0 di Skyrim nonchè jarl del feudo di playgeneration.

    Diablos1996Il 95% dei cittadini italiani è convinto, al giorno d'oggi, che il congiuntivo sia un gruppo musicale dell'Armenia centrale. Se anche tu, come me, fai parte di quel restante 5%, per favore, manda anche tu Olympus a cagare e metti questa frase in firma

    VINCITORE DEL 3° E 4° ROUND DEL DEATH NOTE GAME
  6.     Mi trovi su: Homepage #9289783
    Azaz92Bhà.... E' una tesi opinabile non condivido quello che dice Warhol, scommetto che per esempio che io quel quarto d'ora di notorietà non l'avrò mai! XD

    Non che m'interessi più di tanto, ma per me non è vero, ecco....


    Non so se magari hai utilizzato il tuo tempo per leggere anche il resto (e da quello che hai scritto quasi ne dubito :nosmile: ), ma la mia discussione non verteva sulla veridicità o falsità delle parole di Warhol. Era un punto di partenza.




    Giocando: Castlevania LOS, Uncharted 4, TR Trilogy, POP Trilogy
    Platinando: 'Sta minchia .__.
    Platini: Assassin's Creed II
  7.     Mi trovi su: Homepage #9289785
    Era il tema degli esami di quest'anno questo, uno tra i più scelti tra l'altro, ma non da me :laugh:

    Comunque quello che dici è vero, la nostra società è malata, e di brutto pure. Batsa sentire che, di fronte alla morte o a un incidente, prima si filma per poi mettere il video su youtube, poi si vede di aiutare il malcapitato.
    Sinceramente nemmeno io capisco questo bisogni di notorietà, alla fine che ci si guadagna? Anzi, secondo me si vivrebbe meglio senza essere tutti i giorni sotto gli occhi dei riflettori.

    Come vedi, purtroppo, su questo forum argomenti idioti ottengono centinaia di post, quelli seri come questi no. Anche questo è sintomo della società malata.
    Parla dei tuoi libri preferiti, informati sui libri che ti possono interessare, leggi e scrivi le recensioni per dare un'impressione completa del titolo! Vai QUI!


    Di fronte ad una situazione anormale
    ci può solo un Napolitano
    che avvolto da un mare di tonti
    è finalmente giunto ai giusti Monti!
  8. Standbyeme  
        Mi trovi su: Homepage #9289787
    wewishEra il tema degli esami di quest'anno questo, uno tra i più scelti tra l'altro, ma non da me :laugh:

    Comunque quello che dici è vero, la nostra società è malata, e di brutto pure. Batsa sentire che, di fronte alla morte o a un incidente, prima si filma per poi mettere il video su youtube, poi si vede di aiutare il malcapitato.
    Sinceramente nemmeno io capisco questo bisogni di notorietà, alla fine che ci si guadagna? Anzi, secondo me si vivrebbe meglio senza essere tutti i giorni sotto gli occhi dei riflettori.

    Come vedi, purtroppo, su questo forum argomenti idioti ottengono centinaia di post, quelli seri come questi no. Anche questo è sintomo della società malata.

    Si potrebbe dire che siamo tutti malati,solamente che non ci accorgiamo

    Thank Lampo1988

    The Best of Manuelrallydirt
    Death note game edizione 3
    Primo Round. Vincitore: Manuelrallydirt
  9.     Mi trovi su: Homepage #9289788
    Non intendo sminuire l'importanza dell'argomento, ma se volessimo parlare di ciò che rende questa società veramente "malata" io credo che questo della notorietà sia uno degli ultimi problemi.

    Per rispondere alla domanda, io non vedo assolutamente nulla di male se qualcuno cerca di avere, almeno una volta nella vita, un piccolo momento di "gloria". Così, per soddisfazione personale. Che male c'è?
    Penso anch'io comunque che il desiderio estremo di notorietà (o anche solo un principio di esagerazione) sia del tutto inutile ed insensato.
  10. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9289789
    Sinceramente mi fanno pena. Non a caso non guardo il Grande Fratello e simili, quelle poche volte che è capitato ho avuto la sensazione di trovarmi allo zoo, senza offesa per gli animali.
    Non so perchè c'è questa corsa per apparire a tutti i costi, forse è un modo per sentirsi importanti, per gridare al mondo di esserci come e piu' degli altri, o piu' probabilmente succede solo perchè alcuni pensano che apparire sia piu' importante di essere. Comunque resta il fatto che alla lunga l'unico pubblico con il quale dobbiamo fare il conto è la nostra coscienza.
  11.     Mi trovi su: Homepage #9289790
    allora,ragazzi,diciamo che io ho piu "esperienza",perchè fino a 2 anni fa apparivo sui giornali della provincia,perchè,giocando a calcetto,ero spesso tra i marcatori,quando ti ritrovi sulla pagina sportiva il tuo nome scritto in grande,ti senti realizzato,perchè credi che hai raggiunto una meta,però,dopo quell'attimo,tutto finisce,non ci pensi piu,io,quando la mattina compravo il giornale,trovavo,il lunedi,se non tutte le settimane,quasi,il mio nome sul giornale,dopo quell'attimo che leggi sul giornale il tuo nome,e che sei ultramegafelice,poi dentro ti senti vuoto,come se non avessi nulla... secondo me è esagerato farsi del male o fare del male agli altri per raggiungere fama o cose del genere,perchè poi,dopo il momento di notorietà,tutto torna come prima,come se non fosse successo nulla...


    By eziokratos: kill il matelatico del forum :troll:
  12.     Mi trovi su: Homepage #9289791
    Quella del tizio del GF che si è bruciato non l'avevo sentita. Mi dispiace per lui, ma io di sicuro non l'avrei mai fatto per quel programma insulso, che è caduto così in basso nel giro di pochi anni. :closedeyes:

    Io cosa farei? Nulla. al massimo se ci sono dei provini per un film potrei presentarmici ma escluderei di vincere. :001_tongue:
    Tanto ho gia molti amici, la ragazza, una bella vita perciò non so cos'altro fare.

  Quel quarto d'ora di notorietà.

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina