1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9327505


    TRAILER

    All'inizio volevo scrivere una recensione, ma poi mi sono reso conto che Journey, per la sua stessa natura, è difficile da recensire senza risultare soggettivi. Mi riesce difficile assegnare un voto all'opera di ThatGameCompany, e sia chiaro: non voglio dire che gli darei 11 e lode, voglio dire che davvero non saprei in base a cosa valutarlo.
    Gameplay? Mah, non è che il gioco abbia tutto 'sto gran gameplay.
    Grafica? Musica? Beh, fanno il loro sporco lavoro (e lo fanno alla grande), ma non è questo il vero punto forte di Journey.

    Emozioni. Ecco la caratteristica principale di Journey. È un'opera che, nel bene o nel male, fa provare emozioni. Come farei a dare un voto alle emozioni?

    In questo paragrafo scriverò cose che potrebbero guastare l'esperienza di chi non ha ancora giocato, quindi le spoilerizzo:
    Ti ritrovi, all'improvviso, solo, nel deserto. Senza motivo, seguendo il tuo solo istinto, cominci a camminare, finché non la vedi: una montagna, una meta. Non sai cosa troverai sulla sua cima, ma in te il desiderio di arrivarci è già così forte che, nonostante la lunga distanza, ti metti in cammino.
    Cammini, duna dopo duna, tra resti di un'antica civiltà e strane creature di stoffa. Il senso di solitudine non si è ancora affievolito del tutto, ma all'improvviso...
    Lo vedi. Un altro viaggiatore, identico a te in tutto e per tutto, tranne che per una cosa: il simbolo da lui sprigionato, che vedendolo in un altro modo altro non è che la sua anima, la parte che lo differenzia da te e da tutti gli altri.
    Emetti un suono: lui risponde. Ed è una gioia scoprire, senza neanche parlarsi, che anche lui è diretto verso la tua meta: ora è vostra, la vostra meta. Senza parlare, riprendete il viaggio...
    Tra di voi nasce un legame molto forte, eppure non sapete neanche i vostri nomi: solo alla fine del viaggio avrete la possibilità di conoscerli.

    Gli ambienti si alternano, ognuno più bello dell'altro, e la musica ipnotica fa da sfondo a quello che diventa sempre meno un gioco e sempre più una poesia.
    Perché definire Journey un gioco non è corretto: Journey è un'esperienza, che come tale può solo essere vissuta.

    Quest'esperienza mi ha regalato molto, anche se paradossalmente non sono in grado di dire cosa mi abbia regalato. Si tratta di un viaggio puramente soggettivo, un viaggio che chiunque dovrebbe fare.

    E voi? Avete comprato Journey? Com'è stata la vostra esperienza? Ho pensato che sarebbe stato bello parlarne qua.
    Grammar Nazi Inside - La Peste Nera del XIV secolo non è niente in confronto all'abuso della lettera k.
  2.     Mi trovi su: Homepage #9327507
    ascoltate anche questa intervista con jenova chen, il co-founder della thatgamecompany, sviluppatrice di journey http://www.youtube.com/watch?v=Qx_1ibPTCwc&feature=g-u-u&context=G2f7e196FUAAAAAAACAA mezz'ora spesa bene ;)
    PSN ID: Daniele-Stefano


    <3 22 IL PRINCIPE 22 <3




    Quote:





    Originally Posted by killzone97


    ma io ti lovvo
    hai fermato lo united,che poteva superarmi in classifica,invece cosi sono ancora secondo!!!






    Quote:





    Originally Posted by SteTheBest


    io mi lovvo da solo che l'ho raggiunto




  3.     Mi trovi su: Homepage #9327511
    è un bel gioco che regala molte emozioni, un viaggio da vivere, io ho visto solo 20 minuti di gameplay in internet e nn mi sembra male però secondo me è un po' monotono cioè almeno da quello che ho visto vanno compiute sempre le stesse azioni e da sopra le distese di sabbia guardando giù il paesaggio vedi già tutto quello che devi fare per poter continuare l'avventura.


    LA MIA COLLEZIONE DI SIMULATORI DI GUERRA:
    http://www.videogame.it/forum/t/460333/sempre-in-guerra.html
  4.     Mi trovi su: Homepage #9327512
    Riyos DrakeHo visto dei video di gameplay su youtube, è veramente fantastico questo gioco. Adesso costa un po' pochino(12 € per 4-5 ore di gioco mi sembra esagerato). Se e quando scende di prezzo lo prenderò :D


    un po' tantino intenderai :D

    Cmq dura anche meno di tre ore se te lo giochi senza cercare subito tutti gli extra e a mio parere la prima giocata va fatta tutta d'un fiato per goderselo veramente: fidatevi, giocherete con la bocca aperta tutto il tempo.
    Qualcosa di fenomenale. Poi il prezzo è forse un po' altino, ma non potevo aspettare sinceramente. E' stupendo, c'è un punto in cui il protagonista "scia" sulla sabbia sotto un enorme colonnato, la telecamera si sposta lateralmente e si allontana e voi vedete il protagonista che quasi da solo scende da destra verso sinistra: ma i vostri occhi saranno caturati dal sole sullo sfondo e dai ad dir poco incredibili riflessi scalatti sulla sabbia che sarà come incandescente, come se avesse preso fuoco e quasi si viene abbagliati da quel rosso tanto intenso. Giuro sono tentato di andare da mio zio che ha un televisore da 40 pollici di altissima qualità (io ho un 27' fullhd, cmq bellissimo!) e giocarmelo lì perchè sarebbe da mozzare il fiato...
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9327513
    io ho visto solo 20 minuti di gameplay in internet e nn mi sembra male però secondo me è un po' monotono cioè almeno da quello che ho visto vanno compiute sempre le stesse azioni e da sopra le distese di sabbia guardando giù il paesaggio vedi già tutto quello che devi fare per poter continuare l'avventura.[/QUOTE]

    Ovvio che non è il gioco più frenetico di questo mondo, ma ti posso assicurare che, prima di tutto, Journey non è solo "camminare", non è solo deserto e, cosa più importante, guardare un video di gameplay su Youtube non è la stessa cosa che provarlo sulla propria pelle. Io stesso prima di comprarlo ero molto scettico: i video di gameplay non gli rendono giustizia.

    [QUOTE]E' stupendo, c'è un punto in cui il protagonista "scia" sulla sabbia sotto un enorme colonnato, la telecamera si sposta lateralmente e si allontana e voi vedete il protagonista che quasi da solo scende da destra verso sinistra: ma i vostri occhi saranno caturati dal sole sullo sfondo e dai ad dir poco incredibili riflessi scalatti sulla sabbia che sarà come incandescente, come se avesse preso fuoco e quasi si viene abbagliati da quel rosso tanto intenso.

    A mio parere uno dei due passaggi meglio riusciti. L'altro è l'ultimo livello, veramente SPETTACOLARE.

    E sì, il gioco dura pochino, ma devo dire che ne vale la pena, oltre al fatto che è rigiocabile.
    Grammar Nazi Inside - La Peste Nera del XIV secolo non è niente in confronto all'abuso della lettera k.

  Parliamo di Journey

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina