1.     Mi trovi su: Homepage #9343903
    ovviamente non ho letto i proclami del presunto "movimento" ma, ad occhio, direi bella Cretinata
    .
    come sputtanare una ideologia politica gettandola nella melma
    la cosa più normale che potrebbe far nascere questo presunto movimento (fortunatamente solo presunto) sarebbe indurre automaticamente tutte le altre tifoserie verso correnti politiche contrarie
    .
    altra bandiera buona per il movimento potrebbe essere: il Generalissimo Trochetti


    .
    e ci manca anche quella del Leader : "Maximo Moratti"
  2.     Mi trovi su: Homepage #9343909
    commonovviamente non ho letto i proclami del presunto "movimento" ma, ad occhio, direi bella Cretinata
    .
    come sputtanare una ideologia politica gettandola nella melma
    la cosa più normale che potrebbe far nascere questo presunto movimento (fortunatamente solo presunto) sarebbe indurre automaticamente tutte le altre tifoserie verso correnti politiche contrarie
    .
    altra bandiera buona per il movimento potrebbe essere: il Generalissimo Trochetti


    .
    e ci manca anche quella del Leader : "Maximo Moratti"
    Common, ne ho conosciuto uno al Planet Bhaktapur, m'ha regalato anche la maglietta.
    Sono stracompagni, ma stra-autoironici. Puoi credermi (Io ne ho conosciuto uno solo, di provata fede...molto alla sinistra del Pd, per intenderci).
  3.     Mi trovi su: Homepage #9343912
    Luigi Cavallaro
    Interismo leninismo
    La concezione materialistica della zona: breve corso

    2010 pp.144 15,00 €

    Si può spiegare oggi cosa sia il comunismo al di là delle burocrazie e dei gulag? Questo libro risponde di sì e lo fa parlando non di politica, ma di calcio: raccontando come si è evoluto il calcio dal gioco “a uomo” al gioco “a zona”. E raccontando la storia dell’Inter: non per farne l’apologia, ma per spiegare in che modo questa storia, da Herrera a Mourinho, si sia intrecciata alla “rivoluzione collettivistica” della zona. Un racconto semiserio ma rigoroso, ispirato alla concezione materialistica della storia di Marx e Engels, e che guarda attraverso lo specchio del calcio moderno per cogliere la realtà di un mondo che funziona solo quando i suoi protagonisti – sempre più internazionali – sono capaci di pensarsi e agire come un collettivo. Insomma, un libro profondamente politico: scritto da un interista (e leninista) convinto, ma per discutere con tutti gli appassionati di calcio e di politica.

    http://www.manifestolibri.it


    http://www.interistileninisti.org/links.htm
  4.     Mi trovi su: Homepage #9343914
    superpadrepioCommon, ne ho conosciuto uno al Planet Bhaktapur, m'ha regalato anche la maglietta.
    Sono stracompagni, ma stra-autoironici. Puoi credermi (Io ne ho conosciuto uno solo, di provata fede...molto alla sinistra del Pd, per intenderci).
    massì, ma non discuto nemmeno la Buonafede (e del resto che mportanza avrebbe, se lo facessi) degli ideatori e l'autoironia che li guida, penso solamente che agli occhi del 99,99% di tutta la popolazione italiana, il solo proclama sputtanerebbe alla grande, in un sol colpo, sia l'essere interista che soprattutto l'essere leninista, che per proprietà transitiva si tradurrebbe nell'essere di sinistra.
    .
    intendiamoci, non drammatizzo certo una roba che rimarrà sicuramente nella sua nicchia, esprimo solo un giudizio personale sulla "ETICHETTA", che nel nefasto caso assurgesse agni onori delle cronache, ghettizzerebbe alla grande una ideologia, per il semplice accostamento alla tifoseria calcistica, e perché no, ghettizzerebbe una tifoseria, per il semplice accostamento ad una ideologia politica
    .
    immagino i celerini rossoneri e bianconeri che picchiano manifestanti con la bandiera dell'Inter ......
    e rabbrividisco :lol:
  5.     Mi trovi su: Homepage #9343917
    commonmassì, ma non discuto nemmeno la Buonafede (e del resto che mportanza avrebbe, se lo facessi) degli ideatori e l'autoironia che li guida, penso solamente che agli occhi del 99,99% di tutta la popolazione italiana, il solo proclama sputtanerebbe alla grande, in un sol colpo, sia l'essere interista che soprattutto l'essere leninista, che per proprietà transitiva si tradurrebbe nell'essere di sinistra.
    .
    intendiamoci, non drammatizzo certo una roba che rimarrà sicuramente nella sua nicchia, esprimo solo un giudizio personale sulla "ETICHETTA", che nel nefasto caso assurgesse agni onori delle cronache, ghettizzerebbe alla grande una ideologia, per il semplice accostamento alla tifoseria calcistica, e perché no, ghettizzerebbe una tifoseria, per il semplice accostamento ad una ideologia politica
    .
    immagino i celerini rossoneri e bianconeri che picchiano manifestanti con la bandiera dell'Inter ......
    e rabbrividisco :lol:
    Guarda che è gruppone straconosciuto....E sono più autoironici nei confronti della Beneamata che di lenin, questo è sicuro. Se vai sul link fra l'altro trovi i libri di Massimo Recchioni (nessun referemento ironico, anche se parrebbe) su storie di partigaini comunisti....Davvero rossi rossi rossi... :cool:
    Fidati....Il libro sull'interismo-leninista è di Manifesto libri, Paolo Rossi è uno dei "Personaggi" del simpatico Club...

    Iscriviti !!!
  6.     Mi trovi su: Homepage #9343927
    superpadrepioGuarda che è gruppone straconosciuto....E sono più autoironici nei confronti della Beneamata che di lenin, questo è sicuro. Se vai sul link fra l'altro trovi i libri di Massimo Recchioni (nessun referemento ironico, anche se parrebbe) su storie di partigaini comunisti....Davvero rossi rossi rossi... :cool:
    Fidati....Il libro sull'interismo-leninista è di Manifesto libri, Paolo Rossi è uno dei "Personaggi" del simpatico Club...

    Iscriviti !!!
    è evidente che non riesco a spiegarmi: partendo dal presupposto che saranno conosciutissimi a casa loro, le mie considerazioni (postate tanto per discuterne, non peché ritenessi veramente imminente il presunto pericolo) NON sono sulle loro motivazioni o sulla loro consapevolezza, ma sulla percezione che avrebbe il mondo esterno se questo presunto movimento fosse più conosciuto; ironia o serietà conterebbero niente.
    .
    Infine, ironicamente: è da dimostrare che io sia leninista, di sicuro NON sono interista :nono:
  7.     Mi trovi su: Homepage #9343999
    commonè evidente che non riesco a spiegarmi: partendo dal presupposto che saranno conosciutissimi a casa loro, le mie considerazioni (postate tanto per discuterne, non peché ritenessi veramente imminente il presunto pericolo) NON sono sulle loro motivazioni o sulla loro consapevolezza, ma sulla percezione che avrebbe il mondo esterno se questo presunto movimento fosse più conosciuto; ironia o serietà conterebbero niente.
    .
    Infine, ironicamente: è da dimostrare che io sia leninista, di sicuro NON sono interista :nono:
    Quasi nessuno è perfetto :D

  L'Internazionale

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina