1.     Mi trovi su: Homepage #9348008


    GIRONE A


    CLASSIFICA

    REP. CECA 6
    GRECIA 4
    RUSSIA 4
    POLONIA 2


    8 giu 18:00 Polonia-Grecia 1-1 (17' Lewandowski [P], 51' Salpingidis [G])
    8 giu 20:45 Russia-Rep. Ceca 4-1 (15' Dzagoev [RU], 24' Shirokov [RU], 52' Pilar [RC],79' Dzagoev [RU], 82' Pavlyuchenko [RU])

    12 giu 18:00 Grecia-Rep. Ceca 1-2 (3' Jiracek [R], 6' Pilar [R], 53' Gekas [G])
    12 giu 20:45 Polonia-Russia 1-1 (37' Dzagoev [R], 57' Blaszczykowski [P])

    16 giu 20:45 Grecia-Russia 1-0 (47' Karagounis)
    16 giu 20:45 Rep. Ceca-Polonia 1-0 (72' Jiracek)

    --------------------------------------------------------------------------------

    GIRONE B

    CLASSIFICA

    GERMANIA 9
    PORTOGALLO 6
    DANIMARCA 3
    OLANDA 0


    9 giu 18:00 Olanda-Danimarca 0-1 (24' Krohn-Dehli)
    9 giu 20:45 Germania-Portogallo 1-0 (72' Gomez)

    13 giu 18:00 Danimarca-Portogallo 2-3 (24' Pepe [P], 36' H.Postiga [P], 41' Bendtner [D], 80' Bendtner[D], 87' Varela [P])
    13 giu 20:45 Olanda-Germania 1-2 (24' Gomez [G], 38' Gomez [G], 73' Van Persie [O])

    17 giu 20:45 Portogallo-Olanda 2-1 (11' Van der Vaart [O], 28' C.Ronaldo [P], 74' C.Ronaldo [P])
    17 giu 20:45 Danimarca-Germania 1-2 (19' Podolski [G], 24' Krohn-Dehli [D], 80' Bender [G])

    --------------------------------------------------------------------------------

    GIRONE C

    CLASSIFICA

    SPAGNA 7
    ITALIA 5
    CROAZIA 4
    IRLANDA 0


    10 giu 18:00 Spagna-Italia 1-1 (61' Di Natale [I], 64' Fabregas [S])
    10 giu 20:45 Irlanda-Croazia 1-3 (3' Mandzukic [C], 19' St Ledger [I], 43' Jelavic [C],49' Mandzukic [C])

    14 giu 18:00 Italia-Croazia 1-1 (39' Pirlo [I], 72' Mandzukic [C])
    14 giu 20:45 Spagna-Irlanda 4-0 (4' Torres, 49' Silva, 70' Torres, 82' Fabregas)

    18 giu 20:45 Croazia-Spagna 0-1 (88' Navas)
    18 giu 20:45 Italia-Irlanda 2-0 (35' Cassano, 90' Balotelli)

    --------------------------------------------------------------------------------

    GIRONE D

    CLASSIFICA

    INGHILTERRA 7
    FRANCIA 4
    UCRAINA 3
    SVEZIA 3


    11 giu 18:00 Francia-Inghilterra 1-1 (30' Lescott [I], 39' Nasri [F])
    11 giu 20:45 Ucraina-Svezia 2-1 (52' Ibrahimovic [S], 55' Shevchenko [U], 61' Shevchenko [U])

    15 giu 18:00 Ucraina-Francia 0-2 (52' Menez, 55' Cabaye)
    15 giu 20:45 Svezia-Inghilterra 2-3 (23' Carroll [I], 49' Mellberg [S], 59' Mellberg [S], 64' Walcott [I], 78' Welbeck[I])

    19 giu 20:45 Svezia-Francia 2-0 (54' Ibrahimovic, 91' Larsson)
    19 giu 20:45 Inghilterra-Ucraina 1-0 (48' Rooney)

    --------------------------------------------------------------------------------

    QUARTI DI FINALE
    21 giu 20:45 Rep. Ceca - Portogallo 0-1 (79' C.Ronaldo)
    22 giu 20:45 Germania - Grecia 4-2 (39' Lahm [GE], 55' Samaras [GR], 61' Khedira [GE], 68' Klose [GE], 74' Reus [GE], 89' Salpingidis (Rig) [GR])
    23 giu 20:45 Spagna - Francia 2-0 (19' Xabi Alonso, 91' Xabi Alonso (Rig))
    24 giu 20:45 Inghilterra - Italia 2-4 dcr

    SEMIFINALI

    27 giu 20:45 Portogallo - Spagna 2-4 dcr
    28 giu 20:45 Germania - Italia 1-2 (20' Balotelli [I], 36' Balotelli [I], 92' Ozil (Rig) [G])

    FINALE

    1 lug 20:45 SPAGNA - ITALIA 4-0 (14' Silva, 41' J. Alba, 84', Torres, 88' Mata)


    Spagna, detentrice del trofeo


    Albo d'Oro
    Le città e gli stadi di Polonia-Ucraina 2012
  2.     Mi trovi su: Homepage #9348009
    EURO 2012: tutto sul girone A (Polonia, Russia, Rep. Ceca, Grecia) profilo, convocati, formazione tipo


    POLONIA


    Presidente federazione
    : Grzegorz Lato
    Anno di fondazione: 1919
    Affiliazione Fifa, 1923 Uefa, 1925
    Calciatori professionisti: 656.964
    Classifica Fifa: 65° posto
    Divisa: Maglia bianca, calzoncini rossi, calzettoni rossi
    Internet: http://www.pzpn.pl/

    La Polonia, nonostante una buona tradizione calcistica (terza ai Mondiali nel 1974 e nel 1982), ha vissuto negli ultimi tempi una crisi profonda del movimento calcistico. In coincidenza con l'assegnazione dell'organizzazione del torneo è stata invertita la rotta ed anche se non gode dei favori del pronostico, la squadra allenata da Franciszek Smuda può considerarsi un outsider soprattutto in virtù del girone abbordabile. L'ultima (ed unica) partecipazione agli Europei risale al 2008 dove non ha vinto ed ha raccolto un punto in tre gare. In questi quattro anni molti giovani sono maturati e le speranze dei padroni di casa sono almeno di superare il turno.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Łukasz Fabiański (Arsenal FC), Wojciech Szczęsny (Arsenal FC), Przemysław Tytoń (PSV Eindhoven)
    Difensori:
    Sebastian Boenisch (SV Werder Bremen), Kamil Glik (Torino FC), Tomasz Jodłowiec (KSP Polonia Warszawa), Marcin Kamiński (KKS Lech Poznań), Damien Perquis (FC Sochaux-Montbéliard), Łukasz Piszczek (Borussia Dortmund), Marcin Wasilewski (RSC Anderlecht), Jakub Wawrzyniak (Legia Warszawa), Grzegorz Wojtkowiak (KKS Lech Poznań)
    Centrocampisti:
    Jakub Błaszczykowski (Borussia Dortmund), Dariusz Dudka (AJ Auxerre), Kamil Grosicki (Sivasspor), Adam Matuszczyk (Fortuna Düsseldorf 1895), Adrian Mierzejewski (Trabzonspor AŞ), Rafal Murawski (KKS Lech Poznań), Eugen Polanski (FSV Mainz), Ludovic Obraniak (FC Girondins de Bordeaux), Maciej Rybus (FC Terek Grozny), Rafał Wolski (Legia Warszawa)
    Attaccanti:
    Paweł Brożek (Celtic FC), Michał Kucharczyk (Legia Warszawa), Robert Lewandowski (Borussia Dortmund), Artur Sobiech (Hannover 96)

    ETA' MEDIA:
    25,7
    GIOCATORI: 23 (17 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 83,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Franciszek Smuda
    63 anni
    Polonia
    In carica dal 29.10.2009

    L'UOMO CHIAVE

    Il giocatore simbolo è l'attaccante del Borussia Dortmund, campione di Germania, Robert Lewandoski, bomber della squadra tedesca con 30 in 67 partite (con cui ha vinto 2 scudetti e una coppa nazionale)ed eletto calciatore dell'anno in terra tedesca. Classe 1988, l'attaccante polacco ha firmato la sua prima rete con la propria nazionale all'età di 20
    anni. Al momento ha collezionato 41 partite con 13 reti

    ROBERT LEWANDOSKI

    21.08.1988 a Warschau
    23 anni, 1,84 cm
    Attaccante
    Piede destro
    Valore di mercato: 15 milioni di euro

    Accanto a Lewandoski sono da menzionare anche i suoi compagni di squadra Piszczek, e Błaszczykowski che compongono la spina dorsale della selezione polacca. In porta troviamo numero 1 dell’Arsenal, Wojciech Szczesny. Fuori, a sorpresa, sia il portiere Boruc (Fiorentina) che il difensore del Torino, Glik, mentre hanno destato non poche polemiche le convocazioni dei francesi naturalizzati polacchi, Perquis e Obraniak e tedeschi Polanski-Boenisch.

    MODULO DI GIOCO

    Il riferimento della Polonia sarà, come già detto, il bomber Lewandoski. Alle sue reti si affiderà il tecnico Smuda che ha creato attorno a lui la squadra che affronterà gli Europei. Un mix di giovani e di esperti per praticare un calcio offensivo e spettacolare.

    POLONIA (4-2-3-1):
    Tyton; Piszczek, Wasilewski, Perquis, Boenisch; Dudka, Polanski; Blaszczykowski, Murawski, Obraniak; Lewandowski

    -----------------------------------------------------------------------------

    RUSSIA


    Presidente federazione
    :Vitaly Mutko
    Anno di fondazione: 1912
    Affiliazione Fifa, 1912 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 846.736
    Classifica Fifa: 846.736
    Divisa: Maglia rossa, calzoncini bianchi, calzettoni blu
    Internet: http://www.rfs.ru/

    La rivelazione di Euro 2008 quando arrivò in semifinale (battuta dalla Spagna, poi campione) dopo aver eliminato l'Olanda, si ripresenta decisamente agguerrita. Si è passati da Hiddink ad Advocaat, ma sempre a guida olandese. Per caratura tecnica ed esperienza internazionale, i russi sono i favoriti del girone. Advocaat può contare su ottimo reparto avanzato basato su Arshavin, Pavlyuchenko, Pogrebnyak e Kerzhakov, sull'esperienza del portiere Akinfeev e l'affiatamento della coppia centrale Ignashevich e Berezutski. Il c.t., dopo gli Europei, lascerà la Nazionale, per tornare in patria ad allenare il PSV.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Igor Akinfeev (PFC CSKA Moskva), Vyacheslav Malafeev (FC Zenit St Petersburg), Anton Shunin (FC Dinamo Moskva).
    Difensori:
    Aleksandr Anyukov (FC Zenit St Petersburg), Aleksei Berezutski (PFC CSKA Moskva), Sergei Ignashevich (PFC CSKA Moskva), Vladimir Granat (FC Dinamo Moskva), Yuri Zhirkov (FC Anzhi Makhachkala), Dmitri Kombarov (FC Spartak Moskva), Roman Sharonov (FC Rubin Kazan), Kirill Nababkin (PFC CSKA Moskva).
    Centrocampisti:
    Igor Denisov (FC Zenit St Petersburg), Konstantin Zyryanov (FC Zenit St Petersburg), Roman Shirokov (FC Zenit St Petersburg), Denis Glushakov (FC Lokomotiv Moskva), Igor Semshov (FC Dinamo Moskva), Marat Izmailov (Sporting Clube de Portugal), Alan Dzagoev (PFC CSKA Moskva).
    Attaccanti:
    Andrey Arshavin (FC Zenit St Petersburg), Aleksandr Kerzhakov (FC Zenit St Petersburg), Aleksandr Kokorin (FC Dinamo Moskva), Roman Pavlyuchenko (FC Lokomotiv Moskva), Pavel Pogrebnyak (Fulham FC).

    ETA' MEDIA:
    28,9
    GIOCATORI: 23 (2 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 162 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Dick Advocaat
    64 anni
    Olanda
    In carica dal 17.05.2010

    L'UOMO CHIAVE

    Importante sarà l'apporto di Arshavin, tornato in patria allo Zenit, ma come possibile uomo chiave della Russia individuiamo la stellina del CSKA MOSCA, il 21enne Alan Dzagoev, già trascinatore dei russi nella fase di qualificazione (ha segnato la rete contro la Slovacchia che è valso il pass). Il talentuoso trequartista fin da giovanissimo (all'età di 18 anni esordisce nel campionato russo) si impone come speranza del calcio russo disponendo di un'ottima tecnica di base abbinata ad un buon senso dal goal e in particolare all'abilità di mandare in rete i propri compagni con enorme facilità. Advocaat lo schiererà come trequartista dietro le due punte Arshavin e Kerzhakov o come mezza punta nel 4-3-2-1

    ALAN DZAGOEV

    17.06.1990 a Beslan
    21 anni, 1,79 cm x 70 kg
    Centrocampista, trequartista
    Ambidestro
    Presenze in Nazionale: 18
    Esordio in Nazionale: 11-10-2008
    Valore di mercato: 16 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Con l'Italia ha giocato con un 4-3-3 sfoderando le solite caratteristiche: abili palla a terra, difesa da rivedere, trequartisti veloci e tecnici. Manca un bomber, ma se Kerzhakov o Pavlyuchenko (gia protagonista da Euro 2008) sono in stato di grazia, tutto è possibile.

    RUSSIA (4-3-2-1)
    : Malafeev; Anyukov, Berezutski, Ignashevich, Zhirkov; Shirokov, Denisov, Zyryanov; Dzagoev, Arshavin; Kerzhakov

    -----------------------------------------------------------------------------

    GRECIA


    Presidente federazione
    : Sofoklis Pilavios
    Anno di fondazione: 1926
    Affiliazione Fifa: 1927, Uefa 1954
    Calciatori professionisti: 359.221
    Classifica Fifa: 14° posto
    Divisa: Maglia, calzoncini e calzettoni bianchi
    Internet: http://www.epo.gr/

    I campioni, a sorpresa, di Euro 2004 sperano almeno nel passaggio del turno, ma anche in un girone abbordabile come questo, rischiano di fare la figura della comparsa. Il livello tecnico medio dei greci si è abbassato (anche se, a parte il Mondiale 2006, si sono qualificati per tutte le manifestazioni più importanti e nel girone di qualificazione è
    arrivata prima senza perdere nemmeno un incontro) e di quel miracolo del 2004 sono rimasti sono giocatori ormai attempati come Katsouranis e Karagounis. In attacco spazio a Gekas e Samaras, discreti finalizzatori, mentre in difesa uno dei titolari sarà una vecchia conoscenza di Genoa e Milan, Sokratis Papastathopoulos accanto al giocatore dello Schalke 04 Kyriakos Papadopoulos. In rampa di lancio un futuro giocatore del Parma, Sotiris Ninis, esterno offensivo dotato di buona tecnica, ma ancora acerbo e discontinuo. Non vince da agosto 2011 e solo in 3
    partite sulle ultime 14 disputate ha segnato più di una rete.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Kostas Chalkias (PAOK FC), Michalis Sifakis (Aris Thessaloniki FC), Alexandros Tzorvas (US Città di Palermo).
    Difensori:
    Vassilis Torossidis (Olympiacos FC), Kyriakos Papadopoulos (FC Schalke 04), Sokratis Papastathopoulos (SV Werder Bremen), Avraam Papadopoulos (Olympiacos FC), José Holebas (Olympiacos FC), Giorgos Tzavellas (AS Monaco FC), Stelios Malezas (PAOK FC).
    Centrocampisti:
    Kostas Katsouranis (Panathinaikos FC), Giorgos Karagounis (Panathinaikos FC), Giannis Maniatis (Olympiacos FC), Giorgos Fotakis (PAOK FC), Grigoris Makos (AEK Athens FC), Giannis Fetfatzidis (Olympiacos FC), Sotiris Ninis (Panathinaikos FC), Kostas Fortounis (1. FC Kaiserslautern).
    Attaccanti:
    Dimitris Salpingidis (PAOK FC), Giorgos Samaras (Celtic FC), Fanis Gekas (Samsunspor), Nikos Liberopoulos (AEK Athens FC), Kostas Mitroglou (Atromitos FC).

    ETA' MEDIA
    : 27,8
    GIOCATORI: 23 (7 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 83,7 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Fernando Santos
    57 anni
    Portogallo
    In carica dal 01.07.2010

    L'UOMO CHIAVE

    La squadra di Santos punterà molto sul vecchio catenaccio con difesa e rapido contropiede. L'uomo chiave della squadra non poteva quindi essere che un difensore: Kyriakos Papadopoulos ha solo 20 anni, ma già si è
    imposto come titolare in un campionato difficile e logorante come la Bundesliga. Non arriva all'Europeo in perfette condizioni fisiche per via di uno strappo muscolare, ma per tecnica e senso tattico è il giocatore più importante della selezione greca. All'occorrenza può giocare davanti alla difesa.

    KYRIAKOS PAPADOPOULOS

    23.02.1992 a Katerini
    22 anni, 183 cm x 85 kg
    Difensore centrale, mediano
    Piede destro
    Presenze in Nazionale: 7
    Esordio in Nazionale: 04-06-2011
    Valore di mercato: 9 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Il modulo greco sarà molto compatto con Gekas centravanti e Samaras e Ninis sulle fasce. In mediana spazio al dinamismo di Tziolis (un passaggio anche al Siena) e all'estro di Karagounis. In difesa coppia centrale Papadopoulos-Papastathopoulos con Torosidis e Holebas terzini. Modulo all'apparenza spregiudicato, ma molto accorto e solido.

    GRECIA (4-2-3-1):
    Sifakis; Torosidis, Sokratis, Papadopoulos, Tzavellas; Katsouranis, Maniatis; Salpingidis, Karagounis, Samaras; Gekas

    -----------------------------------------------------------------------------

    REPUBBLICA CECA


    Presidente federazione:
    Miroslav Pelta
    Anno di fondazione: 1901
    Affiliazione Fifa, 1907 Uefa, 1954
    Giocatori professionisti: 686.257
    Classifica Fifa: 26°posto
    Divisa: Maglia bianca, calzoncini rossi, calzettoni blu
    Internet: http://www.fotbal.cz/

    Nel 2004 i cechi avevano la grande occasione di vincere la competizione (sono sempre andati bene all'Europeo con 5 volte tra le prime quattro e vincitrice nel 1976), ma andarono a sbattere contro il miracolo Grecia. Da lì inizio un lento declino con prestazioni al di sotto del loro standard. Fuori al primo turno sia ai Mondiale 2006 che ad Euro 2008, nel Mondiale 2010 non si è nemmeno qualificata per la fase finale. Dopo il fallimento in Sudafrica spazio al nuovo tecnico Bilek con la vecchia gloria Smicer in qualità di team manager. In questo Europeo, in un girone non complicato, potrebbe giocarsela, per il passaggio del turno, con i padroni di casa della Polonia. E' un compagine discreta, un po' stagionata, forte soprattutto a centrocampo grazie alla corsa e all'estro di Plasil e Pilar, ma debole in difesa eccetto in porta con uno dei migliori nel suo ruolo: Petr Cech, fresco campione d'Europa con il Chelsea. In avanti la classe di Rosicky dovrà servire per far segnare l'attaccante titolare Pekhart (con Baros e Necid in panchina pronti a subentrare).

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Petr Čech (Chelsea FC), Jan Laštůvka (FC Dnipro Dnipropetrovsk), Tomáš Grigar (FK Teplice).
    Difensori:
    Roman Hubník (Hertha BSC Berlin), Michal Kadlec (Bayer 04 Leverkusen), Tomáš Sivok (Beşiktaş JK), Daniel Pudil (AC Cesena), David Limberský (FC Viktoria Plzeň), František Rajtoral (FC Viktoria Plzeň), Theo Gebre Selassie (FC Slovan Liberec), Marek Suchý (FC Spartak Moskva).
    Centrocampisti:
    Tomáš Rosický (Arsenal FC), Petr Jiráček (VfL Wolfsburg), Daniel Kolář (FC Viktoria Plzeň), Václav Pilař (FC Viktoria Plzeň), Jan Rezek (Anorthosis Famagusta FC), Jaroslav Plašil (FC Girondins de Bordeaux), Milan Petržela (FC Viktoria Plzeň), Tomáš Hübschman (FC Shakhtar Donetsk).
    Attaccanti:
    Milan Baroš (Galatasaray AŞ), Tomáš Pekhart (1. FC Nürnberg), David Lafata (FK Jablonec), Tomáš Necid (PFC CSKA Moskva).

    ETA' MEDIA:
    25,7
    GIOCATORI: 23 (17 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 83,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Franciszek Smuda
    63 anni
    Polonia
    In carica dal 29.10.2009

    L'UOMO CHIAVE

    In una squadra con poco estro, il giocatore più importante è il portiere Cech, protagonista della cavalcata europea del Chelsea. Arriva alla manifestazione continentale in uno stato psicofisico ideale e potrà dare un valido supporto alla propria nazionale per aspirare a confermarsi uno dei migliori portieri del mondo.

    PETR CECH

    20.05.1982 a Plzen
    30 anni, 196 cm x 91 kg
    Portiere
    Ambidestro
    Presenze in Nazionale: 89
    Esordio in Nazionale: 12-02-2002
    Valore di mercato: 25 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Lo schema tattico scelto dal c.t. Bilek sarà improntato per esaltare l'estro di Rosicky. Il giocatore dell'Arsenal sarà il trequartista che detterà l'ultimo passaggio alla punta (Pekhart o Baros). A centrocampo gli esterni Pilar o Rezak avanzeranno fino a trasformare il modulo in un 4-2-3-1. In difesa occhio al terzino Kadlec (Bayer Leverkusen) bomber delle qualificazioni con 4 reti

    REPUBBLICA CECA (4-2-3-1):
    Cech, Selassie, Sivok, Kadlec, Limbersky; Huebschman, Plasil; Jiracek, Rosicky, Pilar; Baros


    http://www.tuttomercatoweb.com/catania/?action=read&idnet=aXRhc3BvcnRwcmVzcy5pdC04OTIyMw
  3.     Mi trovi su: Homepage #9348010
    EURO 2012: tutto sul girone B (Germania, Olanda, Portogallo, Danimarca) profilo, convocati, formazioni tipo


    OLANDA


    Presidente federazione
    : Jeu Sprengers
    Anno di fondazione: 1889
    Affiliazione Fifa, 1904 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 1.138.860
    Classifica Fifa: 4° posto
    Divisa: Maglia arancio, pantaloncini e calzettoni neri
    Internet: http://www.knvb.nl/

    L'Olanda vuole dimenticare l'atroce finale del Mondiale quando perse solo nei minuti conclusivi contro la Spagna. I luoghi comuni sulla squadra olandese dicono sempre che sia bella, ma perdente, alla ricerca più dello spettacolo che del risultato. La formazione che si presenta agli Europei ricalca quelle delle passate edizioni con Robben e Sneijder
    pronti ad inventare per Van Persie, cannoniere dell'Arsenal. Nel girone di qualificazione gli orange hanno totalizzato 27 punti, frutto di 9 vittorie e una sola sconfitta.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Maarten Stekelenburg (AS Roma), Michel Vorm (Swansea City), Tim Krul (Newcastle United)
    Difensori:
    Kahlid Boulahrouz (VfB Stuttgart), Wilfred Bouma (PSV), John Heitinga (Everton), Joris Mathijsen (Malaga), Ron Vlaar (Feyenoord), Gregory van der Wiel (Ajax), Jetro Willems (PSV)
    Centrocampisti:
    Ibrahim Afellay (Barcelona), Mark van Bommel (AC Milan), Nigel de Jong (Manchester City), Stijn Schaars (Sporting), Wesley Sneijder (Inter), Kevin Strootman (PSV), Rafael van der Vaart (Tottenham Hotspur)
    Attaccanti:
    Luciano Narsingh (sc Heerenveen), Klaas Jan Huntelaar (Schalke 04), Luuk de Jong (FC Twente), Robin van Persie (Arsenal), Dirk Kuijt (Liverpool), Arjen Robben (Bayern München)

    ETA' MEDIA:
    27,7
    GIOCATORI: 23 (16 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 277,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Bert Van Marwijk
    60 anni
    Olanda
    In carica dal 01.07.2008

    L'UOMO CHIAVE

    Quest'anno Robin Van Persie ha stupito tutti riuscendo a conquistare il titolo di capocannoniere della Premier League con ben 30 reti. In scadenza di contratto, Van Persie farà di tutto per mettersi in mostra e scatenerà sicuramente un'asta attorno al suo nome. Dovrà stare attento alla concorrenza di Huntelaar, vecchia conoscenza del Milan, reduce da una stagione ad altissimo livello con lo Schalke 04.

    ROBIN VAN PERSIE

    06.08.1983 a Rotterdam
    29 anni, 186 cm x 72 cm
    Piede: sinistro
    Presenze in Nazionale: 63
    Esordio in Nazionale: 04-06-2005
    Valore di mercato: 45 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Il modulo di Van Marwijk sarà speculare a quello del collega Low. Difesa a quattro con esterni molto offensivi come Van der Wiel e Anita (o il più difensivo Bouma). Il centrocampo con Van Bommel e De Jong garantisce tanta quantità e servirà a coprire le spalle al terzetto di trequartisti liberi da compiti difensivi: Afellay (che ha superato
    Kuyt), Sneijder (reduce da una stagione negativa con l'Inter) e Robben (splendida ala, ma poco concreta). In avanti Van Persie con Huntelaar pronto a subentrare in gara in corso.

    OLANDA (4-2-3-1)
    Stekelenburg; Van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, Willems; Van Bommel, De Jong; Robben, Sneijder, Afellay; Van Persie

    ---------------------------------------------------------------------------------

    GERMANIA


    Presidente federazione:
    Theo Zwanziger
    Anno di fondazione: 1900
    Affiliazione Fifa, 1904 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 6.308.946
    Classifica Fifa: 2° posto
    Divisa: Maglia bianca, calzoncini neri, calzettoni bianchi
    Internet: http://www.dfb.de/

    La squadra di Low è tra le migliori del mondo. E' completa in ogni reparto: dal portiere Neuer, al terzino destro Lahm, alla cerniera di centrocampo formata da Schweinsteiger e Khedira fino al quadrilatero d'attacco con Muller, Ozil e Podolski sulla trequarti ad innescare il bomber Gomez(o l'alternativa di lusso, Klose). Nel girone di qualificazione hanno letteralmente passeggiato con 30 punti, frutto di 10 vittorie con 34 reti fatte.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Manuel Neuer (FC Bayern München), Tim Wiese (SV Werder Bremen), Ron-Robert Zieler (Hannover 96).
    Difensori:
    Holger Badstuber (FC Bayern München), Jérôme Boateng (FC Bayern München), Benedikt Höwedes (FC Schalke 04), Mats Hummels (Borussia Dortmund), Marcel Schmelzer (Borussia Dortmund), Philipp Lahm (FC Bayern München), Per Mertesacker (Arsenal FC).
    Centrocampisti:
    Lars Bender (Bayer 04 Leverkusen), Toni Kroos (FC Bayern München), Thomas Müller (FC Bayern München), Mesut Özil (Real Madrid CF), Sami Khedira (Real Madrid CF), Marco Reus (VfL Borussia Mönchengladbach), André Schürrle (Bayer 04 Leverkusen), Bastian Schweinsteiger (FC Bayern München), Mario Götze (Borussia Dortmund), İlkay Gündoğan (Borussia Dortmund).
    Attaccanti:
    Miroslav Klose (S.S. Lazio), Mario Gomez (FC Bayern München), Lukas Podolski (1. FC Köln)

    ETA' MEDIA
    : 25,0
    GIOCATORI: 23 (4 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 459,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Joachim Low
    52 anni
    Germania
    In carica dal 01.07.2006

    L'UOMO CHIAVE

    Il trequartista d'origine turca, reduce da una stagione altalenante con il Real Madrid, è atteso alla definitiva consacrazione. Il Mondiale del 2010 lo ha portato sulle copertine dei giornali di tutto il mondo, adesso l'Europeo servirà per consacrarlo tra i migliori in assoluto. Ozil è un trequartista che può giocare sulla fascia. Elegante e tecnico, Ozil deve trascinare, con la sua abilità nell'ultimo passaggio, la Germania all'alloro continentale.

    MESUT OZIL

    15-10-1988 a Gelsenkirchen
    24 anni, 182 cm x 70 kg
    Centrocampista, trequartista
    Piede: sinistro
    Esordio in nazionale: 11.02.2009
    Presenze in nazionale: 32
    Valore di mercato: 32 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Lo schema di gioco in grado di esaltare il parco attaccanti prevede due mediani davanti alla difesa a quattro e tre trequartisti che serviranno a variare la tattica di gioco, ma soprattutto ad innescare il bomber Gomez, uno degli attaccanti più in voga. In difesa Hummels è in ballottaggio con Boateng, mentre Lahm può giocare indistintamente sia a destra che a sinistra. In rampa di lancio giovani come Kroos, Reus o Schurrle. Muller o Podolski potrebbero essere insidiati da Gotze, protagonista della stagione magica del Borussia Dortmund ed uno dei profili più interessanti del panorama internazionale.

    GERMANIA (4-2-3-1):
    Neuer; Boateng, Hummels, Badstuber, Lahm; Khedira, Schweinsteiger; Muller, Ozil, Podolski, Gomez

    ---------------------------------------------------------------------------------

    DANIMARCA


    Presidente federazione:
    Allan Hansen
    Anno di fondazione: 1889
    Affiliazione Fifa, 1904 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 301.333
    Classifica Fifa: 10° posto
    Maglia: Maglia rossa con bordi bianchi, calzoncini bianchi, calzettoni rossi
    Internet: http://www.dbu.dk/

    Sulla carta la Danimarca rischia di essere la Cenerentola del girone B. Troppo forti Olanda e Germania, mentre con il Portogallo sarà un bella battaglia. Se peccano dal punto di vista qualitativo, non mancano da quello quantitativo con gran dinamismo e corsa. Il prodotto più interessante di questa generazione è Christian Eriksen, plasmato nella grande scuola Ajax, che può mettersi in mostra in questa competizione per poi spiccare il volo in uno dei top club continentali. Nel girone di qualificazione si è classificata al primo posto, proprio davanti al Portogallo, con 19 punti frutto di 6 vittorie e 1 pareggio.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Stephan Andersen (Évian Thonon Gaillard FC), Anders Lindegaard (Manchester United FC), Kasper Schmeichel (Leicester City FC).
    Difensori:
    Lars Jacobsen (FC København), Daniel Wass (Évian Thonon Gaillard FC), Daniel Agger (Liverpool FC), Simon Kjær (AS Roma), Andreas Bjelland (FC Nordsjælland), Simon Poulsen (AZ Alkmaar), Jores Okore (FC Nordsjælland).
    Centrocampisti:
    Christian Poulsen (Évian Thonon Gaillard FC), Jakob Poulsen (FC Midtjylland), William Kvist (1. FC Nürnberg), Niki Zimling (Club Brugge KV), Thomas Kahlenberg (Évian Thonon Gaillard FC), Christian Eriksen (AFC Ajax), Michael Silberbauer (BSC Young Boys), Lasse Schøne (NEC Nijmegen).
    Attaccanti:
    Dennis Rommedahl (Brøndby IF), Nicklas Bendtner (Arsenal FC), Michael Krohn-Dehli (Brøndby IF), Tobias Mikkelsen (FC Nordsjælland), Nicklas Pedersen

    ETA' MEDIA:
    25,7
    GIOCATORI: 23 (17 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 83,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Morten Olsen
    62 anni
    Portogallo
    In carica dal 01.07.2000

    L'UOMO CHIAVE

    Il miglior prodotto danese è sicuramente Christian Eriksen. Fisico longilineo, sa fare tutto: difendere, rifinire e concludere sempre ad alta velocità con ottima visione di gioco. Un predestinato, degno erede di Michael Laudrup. Nato nell'anno in cui la Danimarca stupì tutti e vinse l'Europeo, Eriksen è già preda appetitosa dei migliori club europei con il Milan tra le squadre più affascinanti

    CHRISTIAN ERIKSEN

    14.02.1992 a Middelfart
    20 anni, 177 cm x 65 kg
    Centrocampista
    Piede: entrambi
    Esordio in nazionale: 03-03-2010
    Presenze in nazionale: 20
    Valore di mercato: 13 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    La squadra di Olsen giocherà con un 4-2-3-1 molto solido con Kvist e Zimling che avranno il compito di raccordo tra le due fasi. In difesa Agger e Kjaer sono forti di testa, ma macchinosi se presi in velocità. In avanti il vecchio Rommedahl e il talento Eriksen dovranno servire assist per Bendtner, promessa che si è un po' persa per strada.

    DANIMARCA (4-2-3-1)
    Andersen; Jacobsen, Kjaer, Agger, S. Poulsen; Kvist, Zimling; Rommedahl, Eriksen, Krohn-Dehli; Bendtner

    ---------------------------------------------------------------------------------

    PORTOGALLO


    Presidente federazione:
    Fernando Gomes
    Anno di fondazione: 1914
    Affiliazione Fifa, 1923 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 132.734
    Classifica Fifa: 5° posto
    Divisa: Maglia rossa, calzoncini verdi, calzettoni rossi
    Internet: http://www.fpf.pt/

    Dietro al fenomeno Ronaldo, la solita buona squadra più di qualità che di quantità. Il miglior risultato della formazione lusitana è stata il secondo posto nel torneo tenuto in casa nel 2004 (superato in finale dalla Grecia). L'avvicinamento all'Europeo è stato un po' accidentato e soprattutto le ultime uscite (rovescio 1-3 contro la Turchia) non vanno
    dormire sogni tranquilli. La nazionale di Ronaldo rischia di essere schiacciata da Germania ed Olanda se non riuscirà a trovare compattezza e un pizzico di fortuna. Nel girone di qualificazione ha faticato non poco arrivando seconda dietro la Danimarca (che ironia della sorte incontrerà anche qui) con 16 punti frutto di 5 vittorie e 1 pareggio. Nello spareggio ha superato agevolmente la Bosnia di Dzeko e Pjanic.

    I CONVOCATI

    Portieri
    : Eduardo (SL Benfica), Rui Patrício (Sporting Clube de Portugal), Beto (CFR 1907 Cluj).
    Difensori:
    João Pereira (Sporting Clube de Portugal), Fábio Coentrão (Real Madrid CF), Bruno Alves (FC Zenit St Petersburg), Rolando (FC Porto), Ricardo Costa (Valencia CF), Pepe (Real Madrid CF), Miguel Lopes (SC Braga).
    Centrocampisti:
    Raúl Meireles (Chelsea FC), Miguel Veloso (Genoa CFC), João Moutinho (FC Porto), Rúben Micael (Real Zaragoza), Hugo Viana (SC Braga), Custódio (SC Braga).
    Attaccanti:
    Nani (Manchester United FC), Cristiano Ronaldo (Real Madrid CF), Hugo Almeida (Beşiktaş JK), Ricardo Quaresma (Beşiktaş JK), Silvestre Varela (FC Porto), Hélder Postiga (Real Zaragoza), Nélson Oliveira (SL Benfica).

    ETA' MEDIA
    : 25,7
    GIOCATORI: 23 (17 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 83,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Paulo Bento
    42 anni
    Portogallo
    In carica dal 01.09.2010

    L'UOMO CHIAVE

    Chi, sennò lui, Cristiano Ronaldo? Il miglior giocatore del mondo dopo Messi, l'attaccante più letale del momento (anche se le difese della Liga non brillano per solidità). CR7 non è solo gol, ma anche un mix micidiale di tecnica e potenza atletica. Velocissimo nel breve e straordinario sul piano fisico, Cristiano Ronaldo dovrà trascinare il Portogallo (dove non ha mai brillato particolarmente) lungo una salita impervia: superare le più organizzate Germania ed Olanda sarà quasi impossibile, ma con la sua classe tutto è possibile.

    CRISTIANO RONALDO

    05.02.1985 a Madeira
    27 anni, 186 cm x 84 kg
    Attaccante
    Piede:sinistro
    Esordio in nazionale: 20-08-2003
    Presenze in nazionale: 89
    Valore di mercato: 90 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    La formazione di Paulo Bento sarà schierata con un offensivo 4-3-3: Pereira e Coentrao dovranno spingere e ripiegare in modo efficace. Veloso dovrà innescare gli esterni d'attacco, mentre Moutinho e Meireles dovrà garantire quantità e presenza in fase offensiva. Nani e Cristiano dovranno inventare per la punta che dovrebbe essere Helder Postiga.

    PORTOGALLO (4-3-3):
    Rui Patrício; João Pereira, Bruno Alves, Pepe, Fábio Coentrão; Raúl Meireles, Miguel Veloso, João Moutinho; Nani, Hélder Postiga, C. Ronaldo


    http://www.tuttomercatoweb.com/catania/?action=read&idnet=aXRhc3BvcnRwcmVzcy5pdC04OTMyMA
  4.     Mi trovi su: Homepage #9348011
    Spagna, i convocati di Del Bosque

    Questi i 23 convocati della Spagna in visto del prossimo europeo. Pedro e Negredo preferiti a Soldado in attacco. Nessuna sorpresa in mezzo al campo e in difesa. Pesa l'assenza di Villa che non ha recuperato dal brutto infortunio.

    Del Bosque ha dichiarato: "Dobbiamo adeguarci alle circostanze e ottenere il massimo da questo gruppo per arrivare alla fase finale nelle migliori condizioni possibili. Abbiamo selezionato giocatori che hanno disputato una buona stagione e che potrebbero rivelarsi preziosi in futuro”.

    L'ultima partita di preparazione della Spagna è in programma il 2 giugno a Siviglia contro la Cina. La Spagna, campione d'Europa in carica, esordirà a Danzica contro l'Italia otto giorni più tardi. Sempre a Danzica, affronterà più avanti Irlanda e Croazia nel Gruppo A.

    I convocati della Spagna:

    Portieri:
    Iker Casillas (Real Madrid CF), Víctor Valdés (FC Barcelona), Pepe Reina (Liverpool FC)
    Difensori:
    Sergio Ramos (Real Madrid CF), Gerard Piqué (FC Barcelona), Jordi Alba (Valencia CF), Álvaro Arbeloa (Real Madrid CF), Raúl Albiol (Real Madrid CF), Juanfran (Club Atlético de Madrid), Javi Martínez (Athletic Club)
    Centrocampisti:
    Xavi Hernández (FC Barcelona), Sergio Busquets (FC Barcelona), Xabi Alonso (Real Madrid CF), David Silva (Manchester City FC), Santi Cazorla (Málaga CF), Jesús Navas (Sevilla FC), Cesc Fàbregas (FC Barcelona), Andrés Iniesta (FC Barcelona)
    Attaccanti:
    Fernando Llorente (Athletic Club), Juan Mata (Chelsea FC), Fernando Torres (Chelsea FC), Pedro Rodríguez (FC Barcelona), Álvaro Negredo (Sevilla FC)

    SPAGNA (4-3-2-1)
    Casillas; Arbeloa, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Busquets, Xabi Alonso, Xavi; Silva, Iniesta; Torres

    ------------------------------------------------------------------------------------

    Italia, ecco i 23 di Prandelli

    Prandelli scioglie le ultime riserve e vara la lista dei 23 per l'Europeo: Borini e Bonucci vincono i ballottaggi, mentre Ranocchia e Destro sono le prime riserve.

    Come previsto, restano fuori Ranocchia e Destro dalla lista dei 23 giocatori che Cesare Prandelli ha consegnato poco fa all’Uefa per l’Europeo2012. Il ct ha rivisto la sua decisione iniziale di portare sei attaccanti e ha tagliato l’ultimo arrivato. Ma non è solo per la convocazione in più del compagno che Borini ha vinto il ballottaggio. A favore del romanista vanno la grande stima di Prandelli e i buoni risultati dei test di Coverciano. Il ‘taglio’ di Ranocchia era quasi inevitabile: una volta recuperato Chiellini, l’interista era il centrale meno affidabile come condizione e, a differenza dello juventino, può ricoprire un solo ruolo in difesa. Tornerà nel gruppo per l’amichevole di Ferragosto cion l’Inghilterra, così come Destro e una parte dei giocatori tagliati qualche giorno fa, a cominciare da Viviano.

    Il promosso è Giaccherini, l’uomo nuovo del gruppo prandelliano. Il ct lo ha scelto perché a Coverciano ha mostrato una condizione straripante. L’interno-esterno della Juve entra nel gruppo europeo anche per altre due ragioni: è una alternativa a Montolivo (che ha recuperato bene, ma non è ancora al cento per cento dopo il problema muscolare) e
    potrebbe giocare anche da ala pura se il ct decidesse di cambiare tipo di gioco. Con la conferma di Giaccherini nel gruppo per l’Europeo, l’Italia di Prandelli è sempre più juventina: i bianconeri impegnati in Polonia&Ucraina saranno 7. Un terzo della Nazionale è timbrata Juve.

    Questa la lista dei 23 azzurri scelti dal ct Cesare Prandelli per gli Europei di Polonia e Ucraina.

    Portieri:
    Gianluigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain)
    Difensori:
    Ignazio Abate (Milan), Federico Balzaretti (Palermo), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Christian Maggio (Napoli), Angelo Obinze Ogbonna (Torino)
    Centrocampisti:
    Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Emanuele Giaccherini (Juventus), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris Saint Germain), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Pirlo (Juventus)
    Attaccanti:
    Mario Balotelli (Manchester City), Fabio Borini (Roma), Antonio Cassano (Milan), Antonio Di Natale (Udinese), Sebastian Giovinco (Parma)

    ITALIA (4-3-1-2)
    Buffon; Abate, Barzagli, Chiellini, Balzaretti; Marchisio, Pirlo, De Rossi; Thiago Motta; Cassano Balotelli

    ------------------------------------------------------------------------------------

    Croazia, ecco i 23 di Bilic

    "Questo è il mio ultimo campionato alla guida della Croazia". Dopo aver diramato la lista definitiva dei convocati per EURO, Slaven Bilić ha annunciato la decisione di lasciare la panchina croata dopo il torneo di quest'estate.

    "Questo è il mio ultimo campionato alla guida della Croazia," ha affermato il 44enne. "Ho sempre fatto del mio meglio e, ora, sono totalmente concentrato su EURO 2012. Poi sarò il più grande sostenitore della Croazia - ho fatto parte della squadra nazionale per tutta la vita".

    Bilić ha sostenuto di voler chiudere nel migliore dei modi il suo percorso di sei anni al timone della Croazia e il proibitivo girone insieme a Spagna, Italia e Repubblica d'Irlanda non spegne in nessun modo il suo desiderio di arrivare fino in fondo nella competizione.

    "Abbiamo dimostrato nel 2008 di saper giocare e siamo ancora una volta pronti", ha aggiunto Bilić.

    "Non posso dire che questa squadra sia migliore rispetto a quella del 2008, ma posso affermare di essere io migliorato. Siamo andati in Austria e Svizzera per vincere gli europei e ora andiamo in Polonia e Ucraina con la stessa ambizione.

    "Nelle gare qualificatorie oltre il 30% dei nostri giocatori non ha avuto molto spazio con i rispettivi club. Ma agli europei avremo una migliore preparazione e staremo insieme più a lungo".

    La Croazia affronterà l'Estonia il 25 maggio prima di volare in Norvegia per l'ultima amichevole prima di EURO 2012, dove la squadra di Bilić esordirà con la Repubblica d'Irlanda il 10 giugno al Municipal Stadium di Poznan.

    Ecco la lista completa:

    Portieri:
    Stipe Pletikosa (Rostov), Danijel Subasic (Monaco), Ivan Kelava (Dinamo Zagabria)
    Difensori:
    Vedran Corluka (Bayer Leverkusen), Jurica Buljat (Maccabi Haifa), Domagoj Vida (Dinamo Zagabria), Josip Simunic (Dinamo Zagabria), Ivan Strinic (Dnipropetrovsk), Gordon Schildenfeld (Eintracht Francoforte)
    Centrocampisti:
    Danijel Pranjic (Bayern Monaco), Tomislav Dujmovic (Real Saragozza), Niko Kranjcar (Tottenham Hotspur), Luka Modric (Tottenham Hotspur), Milan Badelj (Dinamo Zagabria), Darijo Srna (Shakhtar Donetsk), Ivo Ilicevic (Amburgo), Ivan Perisic (Borussia Dortmund), Ognjen Vukojevic (Dynamo Kiev), Ivan Rakitic (Siviglia)
    Attaccanti:
    Mario Mandzukic (Wolfsburg), Ivica Olic (Bayern Monaco), Eduardo (Shakhtar Donetsk), Nikica Jelavic (Everton)

    CROAZIA (4-1-3-2)
    Pletikosa; Srna, Corluka, Schildenfeld, Strinic; Vukojevic; Rakitic, Modric, Perisic; Jelavic,
    Mandzukic

    ------------------------------------------------------------------------------------

    Irlanda, le scelte di Trapattoni

    Giovanni Trapattoni ha diramato la lista dei 23 convocati dell'Irlanda per EURO 2012.

    Il Ct ha selezionato 23 giocatori per l'amichevole contro la Bosnia-Erzegovina del 26 maggio a Dublino e, salvo infortuni, dovrebbe confermarli per il torneo in Polonia e Ucraina. "Non è stato facile scegliere solo 23 giocatori, perché tanti altri meritavano di essere qui, ma ne terrò conto per il futuro", ha commentato Trapattoni.

    "UEFA EURO 2012 è vicino, ma saremo pronti - ha aggiunto -. Anche se riconosciamo i nostri limiti, cercheremo di migliorare con le partite di preparazione".

    Non si unirà alla spedizione James McCarthy del Wigan Athletic FC, che ha chiesto di essere esonerato dagli impegni con la nazionale per stare vicino al padre affetto da cancro.

    "La scorsa settimana, James mi ha chiamato e mi ha spiegato la sua situazione familiare, quindi ha deciso di rimanere a casa - ha aggiunto Trapattoni -. Mi ha detto che non era pronto a seguirci e rispetto la sua scelta".

    James McClean del Sunderland AFC, che ha esordito in nazionale a febbraio contro la Repubblica Ceca, è stato invece preferito a Paul Green e Andy Keogh, i quali figurano in lista d'attesa.

    Dopo l'amichevole contro la Bosnia-Erzegovina, l'Irlanda ne disputerà un'altra contro l'Ungheria il 4 giugno prima di affrontare Croazia, Spagna e Italia nel Gruppo C di UEFA EURO 2012.

    Il c.t. dell'Irlanda ha diramato la lista definitiva dei 23 convocati per i campionati europei. Ecco i nomi:

    Portieri:
    Shay Given (Aston Villa), Keiren Westwood (Sunderland), David Forde (Millwall)
    Difensori:
    John O’Shea (Sunderland), Richard Dunne (Aston Villa), Sean St Ledger (Leicester City), Stephen Ward
    (Wolverhampton Wanderers), Paul McShane (Hull City), Stephen Kelly (Fulham), Darren O’Dea (Celtic)
    Centrocampisti:
    Keith Andrews (West Bromwich Albion), Glenn Whelan (Stoke City), Darron Gibson (Everton), Damien Duff (Fulham), Aiden McGeady (Spartak Moscow), Stephen Hunt (Wolverhampton Wanderers), Paul Green (Derby County) James McClean (Sunderland)
    Attaccanti:
    Robbie Keane (LA Galaxy), Kevin Doyle (Wolverhampton Wanderers), Simon Cox (West Bromwich Albion), Jonathan Walters (Stoke City), Shane Long (West Bromwich Albion)

    IRLANDA (4-4-2)
    Given; O’Shea, St. Ledger, Dunne, Ward; Duff, Andrews, Whelan, Mc Geady; Keane, Doyle
  5.     Mi trovi su: Homepage #9348012
    UCRAINA

    Presidente federazione:
    Grigoriy Surkis
    Anno di fondazione: 1991
    Affiliazione Fifa, 1992 Uefa, 1992
    Calciatori professionisti: 692.317
    Classifica Fifa: 50°posto
    Divisa: Maglia, calzoncini e calzettoni gialli
    Internet: http://www.ffu.org.ua/

    Come ultima squadra da presentare ecco la seconda nazione organizzatrice, l'Ucraina alla prima partecipazione alla fase finale continentale. Inserita in un girone più complicato rispetto alla Polonia, gli ucraini punteranno sull'entusiasmo e la volontà di voler onorare al meglio il ruolo di organizzatore del torneo. La formazione non è fortissima con un'età media molto alta. In avanti accanto al vecchio Shevchenko ecco Milevskiy, giovane mai pienamente sbocciato. Non dovrebbe avere grandi chance di passare il turno, ma, come già detto, il fatto di giocare in casa, davanti al proprio pubblico, potrebbe essere una spinta ulteriore verso i quarti.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Oleksandr Goryainov (FC Metalist Kharkiv), Maxym Koval (FC Dynamo Kyiv), Andriy Pyatov (FC Shakhtar Donetsk)
    Difensori:
    Bohdan Butko (FC Illychivets Mariupil), Olexandr Kucher (FC Shakhtar Donetsk), Taras Mikhalik (FC Dynamo Kyiv), Yaroslav Rakitskiy (FC Shakhtar Donetsk), Yevhen Selin (FC Vorskla Poltava), Yevhen Khacheridi (FC Dynamo Kyiv), Vyacheslav Shevchuk (FC Shakhtar Donetsk)
    Centrocampisti:
    Olexandr Aliyev (FC Dynamo Kyiv), Denys Garmash (FC Dynamo Kyiv), Oleh Gusev (FC Dynamo Kyiv), Yevhen Konoplyanka (FC Dnipro Dnipropetrovsk), Serhiy Nazarenko (SC Tavriya Simferopol), Ruslan Rotan (FC Dnipro Dnipropetrovsk), Anatoliy Tymoshchuk (FC Bayern München), Andriy Yarmolenko (FC Dynamo Kyiv)
    Attaccanti:
    Andriy Voronin (FC Dinamo Moskva), Marko Dević (FC Metalist Kharkiv), Artem Milevskiy (FC Dynamo Kyiv), Yevhen Seleznyov (FC Shakhtar Donetsk), Andriy Shevchenko (FC Dynamo Kyiv)

    ETA' MEDIA:
    27,90
    GIOCATORI: 23 (2 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 107,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Oleg Blokhin
    59 anni
    Ucraina
    In carica dal 01.04.2011

    L'UOMO CHIAVE

    Il giocatore più rappresentativo dell'Ucraina contemporanea è l'ex attaccante di Milan e Chelsea, Andriy Shevchenko. All'età di 35 anni, all'ultima grande manifestazione con la nazionale, l'attaccante ucraino dovrà con Milevskiy, trascinare la propria squadra povera dal punto di vista tecnico, ma sicuramente con grandi motivazioni.

    ANDRIY SHEVCHENKO

    29.09.1976 a Dvirkivschyna
    36 anni, 182 cm x 73 kg
    Attaccante
    Piede: ambidestro
    Presenze in Nazionale: 105
    Esordio in Nazionale: 25-03-1995
    Valore di mercato: 5 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Blokhin si affida ad un 4-4-2 con Tymoshchuk davanti alla difesa. Attacco sulle spalle di Sheva e Milevskiy con Voronin in alternativa.

    UCRAINA (4-2-3-1):
    Pyatov; Gusev, Khacheridi, Mikhailik, Selin; Tymoschuk, Nazarenko; Yarmolenko, Voronin, Konoplayanka; Shevchenko

    ------------------------------------------------------------------

    INGHILTERRA


    Presidente federazione
    : principe William del Galles
    Anno di fondazione: 1863
    Affiliazione Fifa, 1905 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 1.513.596
    Classifica Fifa: 12° posto
    Divisa: Maglia bianca, calzoncini bianchi, calzettoni bianchi
    Internet: http://www.thefa.com/

    L'addio di Fabio Capello e il breve interregno del c.t. dell'Under 21, Stuart Pierce, non hanno aiutato la selezione inglese a svolgere un sereno avvicinamento all'evento. Complice anche la squalifica di Rooney (pesantissima nel big match contro la Francia), gli infortuni di Lampard e Cahill, gli inglesi rischiano di essere la sorpresa, in negativo, di
    Euro 2012. Troppe le incognite con un allenatore che non riuscirà in toto a trasmettere le proprie idee ad una squadra anche in deficit qualitativo. Walcott e Young sono buonissime ali, ma con molte pause, Gerrard è uno dei migliori centrocampisti europei, ma difetta in personalità. In difesa si rischia qualcosa soprattutto dopo il forfait
    di Cahill. In attacco si sentirà la mancanza di Rooney con Welbeck e Carroll con poca esperienza internazionale. Nel girone di qualificazione è arrivata prima con 18 punti (e tre sconfitte).

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Joe Hart (Man City), Rob Green (West Ham), Jack Butland (Birmingham)
    Difensori:
    Glen Johnson (Liverpool), Phil Jones (Man United), John Terry (Chelsea), Joleon Lescott (Man City), Martin Kelly (Everton), Ashley Cole (Chelsea), Leighton Baines (Everton), Phil Jagielka (Everton)
    Centrocampisti:
    Theo Walcott (Arsenal), Stewart Downing (Liverpool), Alex Oxlade-Chamberlain (Arsenal), Steven Gerrard (Liverpool), Jordan Henderson (Liverpool), Scott Parker (Tottenham), Ashley Young (Man United), James Milner (Man City)
    Attaccanti
    : Wayne Rooney (Man United), Danny Welbeck (Man United), Andy Carroll (Liverpool), Jermain Defoe (Tottenham)

    ETA' MEDIA:
    26,4
    GIOCATORI: 23 (0 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 392,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Roy Hodgson
    64 anni
    Italia
    In carica dal 01.05.2012

    L'UOMO CHIAVE

    Potrebbe essere Rooney, ma la squalifica di due giornate potrebbe addirittura rendere ininfluente il suo contributo nell'ultima partita del girone di qualificazione. L'uomo che dovrà trascinare l'Inghilterra con la sua qualità e forza fisica sarà Steven Gerrard, il capitano del Liverpool. L'età avanza (32 anni) e probabilmente sarà l'ultimo Europeo,
    per uno dei migliori interpreti del suo ruolo degli anni Duemila. Oltre ad essere il capitano dei Leoni, Gerrard avrà il compito di essere lucido in fase d'impostazione e abile in fase di contenimento.

    STEVEN GERRARD

    30.05.1980
    32 anni, 183 cm x 83 kg
    Centrocampista
    Piede: destro
    Esordio in nazionale: 31.05.2000
    Presenze in nazionale: 90
    Valore di mercato: 21 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Ha stentato, non poco, contro le avversarie in amichevole, polemiche già roventi per l'esclusione di Rio Ferdinand dai convocati. Per Hodgson non sarà facile. Dovrebbe optare per un 4-2-3-1, ma non è escluso l'impiego di Parker come trequartista con due punte di ruolo. Accanto a Tery dovrebbe essere ballottaggio tra Baines e Lescott. A centrocampo spazio a Parker e Lampard con Barry mentre in avanti Young e Walcott (ma attenzione a Oxlade-Chamberlain) avranno il compito di innescare la punta che per due partite dovrebbe essere Carroll, poi sarà Rooney,
    l'attaccante più talentuoso degli ultimi anni in Inghilterra.

    INGHILTERRA
    (4-4-1-1): Hart; Johnson, Terry, Lescott, Cole; Milner, Gerrard, Parker, Oxlade-Chamberlain; Young; Welbeck

    ------------------------------------------------------------------

    SVEZIA


    Presidente federazione:
    Karl-Erik Nilsson
    Anno di fondazione: 1904
    Affiliazione Fifa, 1904 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 552.939
    Classifica Fifa: 17° posto
    Divisa: Maglia gialla, calzoncini blu, calzettoni gialli
    Internet: http://www.svenskfotboll.se/


    Tutto ruota attorno all'estro di Zlatan Ibrahimovic, il più grande talento svedese degli ultimi 30 anni. Ibra, malgrado le trattative di mercato, si candida ad essere uno dei protagonisti del torneo. Da lui si aspetta la giocata geniale, l'invenzione che cambia il corso della partita. Per la nazionale, in realtà, non è stato sempre molto convincente (così come Cristiano Ronaldo nel Portogallo), ma dopo una stagione prolifica dal punto di vista realizzativo e, in particolare, la conquista della fascia di capitano, dovrà dimostrare di essere decisivo anche in questa competizione. Dietro Ibra, una buona squadra senza grandi individualità. In difesa spazio alla coppia "italiana" Granqvist-Antonsson (con Mellberg alternativa). A centrocampo muscoli e tecnica con Svensson e Kallstrom. In avanti dietro al totem Ibra, spazio a Larsson, Elmander e Bajrami. Attenzione ad Elm, talentuoso mediano dell'Az Alkmaar, reduce da una buona stagione con gli olandesi. La qualificazione ai quarti sembra difficile, ma se Ibra fa il fenomeno, la Svezia potrebbe contendere all'Inghilterra il posto ai quarti.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Andreas Isaksson (PSV Eindhoven), Johan Wiland (FC København), Pär Hansson (Helsingborgs IF)
    Difensori:
    Mikael Antonsson (Bologna FC), Andreas Granqvist (Genoa CFC), Olof Mellberg (Olympiacos FC), Jonas Olsson (West Bromwich Albion FC), Martin Olsson (Blackburn Rovers FC), Behrang Safari (RSC Anderlecht), Mikael Lustig (Celtic FC)
    Centrocampisti:
    Emir Bajrami (FC Twente), Rasmus Elm (AZ Alkmaar), Samuel Holmén (İstanbul BB SK), Kim Källström (Olympique Lyonnais), Sebastian Larsson (Sunderland AFC), Anders Svensson (IF Elfsborg), Pontus Wernbloom (PFC CSKA Moskva), Christian Wilhelmsson (Al-Hilal FC)
    Attaccanti:
    Johan Elmander (Galatasaray AŞ), Tobias Hysén (IFK Göteborg), Zlatan Ibrahimović (AC Milan), Markus Rosenberg (SV Werder Bremen), Ola Toivonen (PSV Eindhoven)

    ETA' MEDIA
    : 27,9
    GIOCATORI: 23 (2 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 107,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Erik Hamren
    54 anni
    Svezia
    In carica dal 01.11.2009

    L'UOMO CHIAVE

    Chi, se non, Zlatan Ibrahimovic? Ogni parola sarebbe superflua. Dovrà dimostrare che a livello internazionale è decisivo così come in campionato.

    ZLATAN IBRAHIMOVIC

    03.10.1981a Malmoe
    31 anni, 195 kg x 95 cm
    Attaccante
    Piede: ambidestro
    Esordio in nazionale: 31-01-2001
    Presenze in nazionale: 75
    Valore di mercato: 38 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    La formazione scelta da Hamren sarà incentrata per esaltare le qualità del suo campione. Sarà un 4-2-3-1 con coppia centrale molto fisica, ma lenta con centrocampo di piedi buoni ed esterni ficcanti per supportare la vena realizzativa di Ibra.

    SVEZIA (4-2-3-1):
    Isaksson; Lustig, Mellberg, Granqvist, Olsson; Elm, Kallstrom; S. Larsson, Ibrahimovic, Toivonen; Rosenberg

    ------------------------------------------------------------------

    FRANCIA


    Presidente federazione:
    Noel Le Graet
    Anno di fondazione: 1919
    Affiliazione Fifa, 1904 Uefa, 1954
    Calciatori professionisti: 1.794.940
    Classifica Fifa: 16° posto
    Divisa: Maglia blu, calzonicini blu, calzettoni blu
    Internet: http://www.fff.fr/

    La squadra di Blanc si presenta con l'obbligo di rimediare alle pessime prestazioni delle ultime grandi manifestazioni. Dopo il Mondiale in Sudafrica è arrivato il nuovo tecnico, uno dei grandi leader della generazione anni '90. Ha portato grinta e risultati. La Francia non perde da due anni e può puntare su alcune stelle come Ribery e Benzema
    rilanciate dopo alcune stagioni non all'altezza della loro fama, oltre a Nasri e all'esperto Malouda. A centrocampo spazio al vigore fisico di Cabaye (bella stagione a Newcastle) e M'Vila (anche se malconcio, pronto A. Diarra), con Matuidi e Martin in rampa di lancio. La difesa punta sull'esperienza di Mexes che farà coppia con Rami. Sulle fasce
    spazio a Revelliere o Debuchy ed Evra con Lloris titolare indiscusso in porta. Ha destato scalpore l'esclusione di Gourcuff dai 23 convocati. Nel girone di qualificazione ha conquistato 21 punti con 6 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta.

    I CONVOCATI

    Portieri:
    Cédric Carrasso (Burdeos), Hugo Lloris (Lyon), Steve Mandanda (Marsella)
    Difensori:
    Gaël Clichy (Manchester City), Mathieu Debuchy (Lille), Patrice Evra (Manchester United), Laurent Koscielny (Arsenal), Philippe Mexès (AC Milan), Adil Rami (Valencia), Anthony Réveillère (Lyon)
    Centrocampisti:
    Yohan Cabaye (Newcastle), Alou Diarra (Marsella), Florent Malouda (Chelsea), Marvin Martin (Sochaux), Blaise Matuidi (PSG), Yann Mvila (Rennes), Samir Nasri (Manchester City)
    Attaccanti:
    Hatem Ben Arfa (Newcastle), Karim Benzema (Real Madrid), Olivier Giroud (Montpellier), Jérémy Ménez (PSG), Franck Ribéry (Bayern Munich), Mathieu Valbuena (Marseille).

    ETA' MEDIA:
    27,3
    GIOCATORI: 23 (11 giocano all'estero)
    VALORE DI MERCATO: 340,5 milioni di euro

    IL COMMISSARIO TECNICO

    Laurent Blanc
    46 anni
    Francia
    In carica dal 01.07.2010

    L'UOMO CHIAVE

    Frank Ribery è uno dei punti di riferimento della Francia di Blanc. Con Benzema e Nasri dovranno trascinare i Blues verso la conquista dell'alloro continentale. Le sue accelerazioni possono far male alle difese avversarie. Dopo aver fallito nel 2008, Ribery deve dimostrare di essere lo stesso del Bayern dove quest'anno ha segnato 12 reti ed è
    arrivato in finale di Champions.

    FRANK RIBERY

    07.04.1983,
    29 anni, 170 cm x 72 kg
    Attaccante
    Piede: destro
    Presenze in Nazionale: 57
    Esordio in Nazionale: 27-05-2006
    Valore di mercato: 42 milioni di euro

    MODULO DI GIOCO

    Blanc adotta un pragmatico 4-2-3-1 con due mediani forti in fase di contenimento come Mvila e Cabaye. Sulla trequarti spazio al genio di Ribery e Nasri con Malouda, Menez e Valbuena pronti a dare il loro apporto. Benzema, rilanciato dalla cura Mou nel Real, sarà l'ariete pronto a concretizzare la mole di gioco offensiva. In alternativa ecco
    Giroud, capocannoniere del Montpellier, campione di Francia.

    FRANCIA
    (4-2-3-1) Lloris; Debuchy, Rami, Mexes, Evra; Cabaye, A.Diarra; Ribéry, Nasri, Malouda; Benzema


    http://www.tuttomercatoweb.com/catania/?action=read&idnet=aXRhc3BvcnRwcmVzcy5pdC04OTUxNg
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9348028
  7.     Mi trovi su: Homepage #9348035
    KaisernikyOttimo lavoro pezz :)

    Ne approfitto per segnalare che
    1)è stata aperta pure una sezione del blog:
    http://scudettowebblog.altervista.org/category/speciali/speciale-europei-2012/ (nel caso ti posto pure io contributi :asd: )
    2)rinnovata la grafica del blog ad hoc per gli europei
    Stasera completo il tutto ;)
  8.     Mi trovi su: Homepage #9348154
    Prandelli: «Chiellini ci sarà, nei 23 nessun infortunato»

    Il ct: «Neanche Cassano è sicuro del posto, sono stato chiaro con tutti. Balotelli? Deve far parlare il campo. L'Italia non parte per vincere l'Europeo ma possiamo sorprendere»

    FIRENZE - Operazione recupero per Giorgio Chiellini e Riccardo Montolivo. Cesare Prandelli ha ammesso, al primo giorno di raduno azzurro per gli Europei, di "avere in mente i miei 23 per la Polonia". Ma ha anche rivelato qualche ansia per la situazione infortunati. Prima di diramare la lista dei 32 - ampliata anche in considerazione dei ritardi di juventini, napoletani e 'francesi' -, il commissario tecnico era preoccupato dai postumi degli infortuni di Abate e Balzaretti, ma soprattutto dalle condizioni di Montolivo. Il centrocampista viola, ora passato al Milan, aveva riportato un leggero stiramento all'adduttore a Lecce, il 5 maggio. Lo stesso infortunio di Chiellini, fermatosi però otto giorni più tardi, in Juve-Atalanta ultima di campionato. "Venti giorni per recuperare da questo infortunio sono i tempi accademici: molto dipende dalle circostanze", ha spiegato il professor Castellacci, medico della nazionale. Oggi per i due azzurri nuova risonanza magnetica, e su quella base si è apprestato il programma di lavoro. "I tempi per recuperarli ci sono, vediamo". Prandelli ha anche chiarito che non vuole partire per la Polonia, il prossimo 5 giugno, con troppi dubbi. In una competizione così stretta - si gioca ogni tre giorni - e con qualche certezza della rosa venuta meno (specie in attacco) i margini di errore nella scelta definitiva dei 23 non ci sono. "Chi viene deve essere pronto già per la prima con la Spagna: se non al 100, al 90 per cento: diverso poi è se scelgo di tenerlo a riposo per precauzione", ha spiegato il ct.

    CHIELLINI E MONTOLIVO I DUBBI - Recuperato Giovinco, in un paio di giorni di nuovo nel gruppo, i due infortunati lasciano lo spazio al dubbio proprio per l'importanza dei loro ruoli nei rispettivi reparti. Chiellini fa coppia consolidata con Barzagli alla Juve, e quindi in nazionale, e offre la possibilità di uno spostamento a sinistra. Montolivo, tra i quattro centrocampisti del 'rombo' caro a Prandelli, è il più adatto a giocare dietro le punte. Per questo dalla sua piena disponibilità o meno dipende anche il numero di centrocampisti da portare. Cigarini è sul serio sotto esame, così come Diamanti può essere il jolly tra centrocampo e attacco (stessa funzione di Giaccherini, ala o interno di centrocampo, che però parte come outsider). Sul modulo, ancora oggi Prandelli ha ribadito di ritener rischioso "stravolgere" in corsa l'assetto, ad esempio per la difesa a tre di Conte. "Preferisco avere un centrocampista in piu", la sua convinzione. D'altra parte, giovani come Schelotto o Verratti (con Ogbonna, sarà in ritiro tra domani e mercoledì) sono una porta aperta sul futuro. Ma quei piccoli dubbi sugli infortuni rendono la corsa ancora aperta: "Anche Cassano (doppietta per lui come per Balotelli nella partitella d'allenamento ndr) si sente in discussione, mi ha detto di non essere certo del posto. In questo senso, sono stato chiaro con tutti"

    BALOTELLI? PARLI SUL CAMPO - Parte l'avventura azzurra verso Euro 2012, e Cesare Prandelli ha un messaggio da inviare a Mario Balotelli. "Non so se gli parlerò - ha detto il commissario tecnico azzurro alla prima conferenza stampa del raduno - e se sarà credo che sarà lui a dovermi dire qualcosa. Per me, può pensare che questa è un'occasione straordinaria per se e per la Nazionale. Per far parlare di se solo sul campo. La Nazionale non parte strutturalmente per vincere l'Europeo ma mi piace dire che gli italiani sanno sorprendere".

    PRANDELLI SU DEL PIERO - Anche Cesare Prandelli saluta Alessandro Del Piero, all'indomani della sua ultima partita in maglia Juve. "In questi anni si sono sprecati aggettivi per lui - ha detto dal ritiro di Coverciano il commissario tecnico della nazionale -. È stato un campione esemplare, di quelli che non smetteranno mai. È un testimonial di un calcio di alta qualità e senza polemiche. A qualsiasi latitudine, renderà onore all'Italia". Alla domanda se è ipotizzabile una partita azzurra d'addio per il 10 bianconero, Prandelli ha risposto chiaramente: "Personalmente, l'avrei fatta anche per Zambrotta, e per altri, poi però si dice "i soliti raccomandati". Noi - ha concluso il ct - siamo disponibili, purchè non si rompano i delicati equilibri geopolitici del nostro calcio...".

    SUI FISCHI DELL'OLIMPICO - "Quella di ieri a Roma è un pagina brutta". Cesare Prandelli, commissario tecnico della Nazionale, era ieri sera in tribuna all'Olimpico quando una parte del pubblico ha fischiato l'Inno di Mameli. "Qualsiasi inno va rispettato - ha aggiunto il tecnico alla prima conferenza del raduno di Coverciano -. Ieri è stata una brutta serata. Dovremmo imparare il rispetto anche durante il minuto di silenzio. Rimanendo davvero tutti zitti. Quando senti cose del genere hai un senso di indignazione forte".

    SULLE SCOMMESSE - "Sono d'accordo con Platini: chi ha venduto una partita non deve più metter piede su un campo di calcio": Cesare Prandelli, nel primo giorno di raduno della Nazionale, verso Euro 2012, parla anche del processo sul calcioscommesse al via tra 10 giorni. "La concomitanza con il nostro torneo non peserà su di noi. Non disturberà, perchè abbiamo tutti voglia di pulizia".

    LE PAROLE DI SCHELOTTO - "Io mi sento italiano, ho il passaporto, il mio bisnonno era di Cogoleto, questo paese ha accolto benissimo me e la mia famiglia: a chi dice che occupo questa maglia non rispondo, se non che io la difenderò sempre". Così Matias Ezequiel Schelotto nel suo primo giorno in Azzurro, a Coverciano, tra i 32 pre-convocati da Cesare Prandelli per l'imminente Europeo. "L'Inno di Mameli lo conosco, lo canto, anzi l'ho già fatto dua anni fa in under 21 - ha continuato il giovane esterno dell'Atalanta - sono nato in Argentina e non dimentico il mio paese, ma l'Italia ha dato e aiutato tanto me e la mia famiglia. A me piace vivere qui, figurarsi che in Argentina, dove non vado da 4 anni, hanno scoperto che ero nato lì quando mi hanno convocato nell'under 21 Azzurra. Il mio sogno è debuttare e giocare con la Nazionale dei grandi, intanto questa convocazione la dedico alla mia famiglia, ai ragazzi dell'Atalanta e al mio bisnonno, non l'ho conosciuto ma se non fosse stato per lui io non avrei il passaporto e la maglia italiani".
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9348170
  10.     Mi trovi su: Homepage #9348428
    Villa: "Non ci sarò, auguro il meglio alla Spagna"

    Il giocatore conferma l'addio ad Euro 2012

    L'attaccante della Spagna David Villa con un messaggio sul proprio profilo Twitter ha annunciato ufficialmente la propria defezione per i prossimi europei: "Ho provato fino alla fine, ma dopo gli ultimi test ho constatato che non potrei essere al 100% per l'europeo. Ho chiamato l'allenatore Vicente Del Bosque nel pomeriggio per comunicarglielo. E' la cosa più giusta da fare. - continua Villa rivolto ai compagni - Auguro il meglio alla Spagna per questo torneo e continuerò a lavorare duramente per tornare presto a giocare".
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9348519
  12.     Mi trovi su: Homepage #9348682
    Italia, 6-0 in amichevole: Di Natale protagonista

    La Nazionale azzurra travolge la Virtus Vecomp grazie ad una doppietta dell'attaccante dell'Udinese e alle reti di Cassano, Giovinco, Nocerino e Borini

    FIRENZE - Doppietta di Di Natale, gol e assist di Cassano, rete di Giovinco nel primo tempo a segno Nocerino e Borini nella ripresa: è finita 6-0 l'amichevole della Nazionale oggi a Coverciano contro la formazione veneta della Virtus Vecomp, vincitrice della Coppa disciplina in serie D. Cesare Prandelli, privo di Balotelli e Cigarini reduci da una botta in allenamento oltre che degli infortunati Chiellini e Montolivo, ha schierato un 4-3-3 con Viviano, Abate, Ranocchia, Astori e Balzaretti in difesa, a centrocampo Nocerino, De Rossi e Diamanti, in avanti Giovinco, Di Natale e Cassano. Un tridente che da subito ha strappato applausi sul nuovissimo Campo 2 in erba naturale rinforzata, a Coverciano.

    DI NATALE SHOW - Già al sesto Di Natale ha colpito il palo su apertura di Cassano; proprio l'attaccante del Milan apparso in buona forma all'ottavo è andato a segno su assist di Nocerino, sette minuti dopo è stato lo stesso Cassano a ispirare Di Natale per il raddoppio. Applausi anche per Giovinco che al ventunesimo su azione personale ha realizzato il 3-0, quindi due minuti dopo De Rossi ha servito Di Natale per il 4-0 con lo stesso bomber dell'Udinese che poco dopo ha colpito il secondo palo personale. I tre davanti si sono mossi con vivacità , scambiandosi spesso di posizione, soddisfacendo Prandelli.

    RIPRESA, RITMI PIU' LENTI - Nella ripresa, anch'essa durata 35 minuti, il ct ha inserito tra i pali il giovane portiere del Milan Piscitelli, ha inserito Bocchetti e Criscito al posto di Astori e Balzaretti, a centrocampo ha impiegato il giovane Verratti spostando De Rossi a destra e Nocerino a sinistra, quindi in attacco l'inedito e giovanissimo tridente Schelotto-Destro-Borini. Ritmi più blandi ma gli Azzurri in campo hanno mostrato voglia di fare bene: Nocerino al settimo ha firmato il 5-0, due minuti dopo Borini a cui è stato annullato anche un gol per fuorigioco, ha centrato il 6-0. Nel finale Prandelli ha inserito i 4 primavere Viola chiamati a rimpolpare la rosa, ovvero il portiere Lezzerini, seguito da Bittante per Abate, Nocerino per Panatti, Baccarin per De Rossi. Alla fine applausi per tutti, sugli spalti gremiti anche tanti campioni del mondo 2006 tra i quali Gattuso, un campione del mondo '82 quale Antognoni, il tecnico dell'Under 21 Ciro Ferrara e il sindaco di Firenze Matteo Renzi venuto a portare i saluti e gli auguri della città a Prandelli e alla Nazionale.

    PORTIERI DOMANI IN RITIRO - Il loro arrivo a Coverciano (dove è in corso la preparazione della Nazionale italiana di Cesare Prandelli in vista di Euro 2012), era atteso per sabato, invece i tre portieri, Gigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli) e Salvatore Sirigu (Psg) già domani si aggregheranno agli azzurri e saranno a disposizione del ct con un giorno di anticipo. Ai tre giocatori era stato concesso qualche giorno in più di riposo dopo i recenti impegni ufficiali con i rispettivi club.
  13.     Mi trovi su: Homepage #9349262
    La Danimarca inizia male

    E' partita male l'avventura verso gli Europei di Polonia e Ucraina per la Danimarca, che ad Amburgo ha perso 3-1 contro il Brasile Olimpico. A guidare la selezione verdeoro è stato Hulk autore di una doppietta inframezzata dall'autorete di Zimling. Solo al 70° la Danimarca ha trovato il gol della bandiera con il centravanti Bendtner che ha reso un pò meno amara la sconfitta.

    ----------------------------------------------------------------------------------

    Germania crack, Spagna Ok, si inceppa il Portogallo

    Dalle prime amichevoli pre Europei arrivano segnali contraddittori per le grandi favorite della competizione. La Spagna infatti vince, nonostante le assenze dei giocatori di Barcellona, Chelsea e Athletic Bilbao, contro una buona Serbia con due reti nella ripresa firmate da Adrian di testa e Cazorla su calcio di rigore. Crolla sorprendentemente invece la Germania contro la Svizzera in un match ricco di gol. Gli elvetici trascinati da Derdiyok, tre gol, vincono per 5-3. Oltre ai tre gol dell'attaccante dell'Hoffenheim vanno a segno per i rossocrociati Lichtsteiner e Mehmedi. Per la Germania in rete vanno invece Hummels. Schurrle e Reus. L'altra grande impegnata nel pomeriggio, il Portogallo, non va invece oltre lo 0-0 contro la Macedonia nonostante la presenza di Cristiano Ronaldo nell'undici iniziale.

    Spagna-Serbia 2-0 (64' Adrian, 74' rig. Cazorla)

    Portogallo-Macedonia 0-0

    Svizzera-Germania 5-3 (21', 23' 50' Derdiyok, 67' Lichtsteiner, 77' Mehmedi; 45' Hummels, 64' Schurrle, 72' Reus)

    ----------------------------------------------------------------------------

    Cade l'Olanda, vincono Inghilterra e Rep. Ceca

    Altre quattro amichevoli si sono giocate questa sera in giro per l'Europa. Sorprende la sconfitta dell'Olanda contro la Bulgaria. La squadra di van Marwijk parte bene passando in vantaggio con van Persie allo scadere del primo tempo per poi subire la rimonta dei bulgari con Popov e Micanski, che segna il gol vittoria nel recupero. Pareggia invece la Grecia contro la Slovenia. Gli ellenici passano in vantaggio dopo appena 8 minuti con Torossidis e reggono l'urto fino ai minuti finali quando Kurtic pareggia i conti. Espulso nel finale il bolognese Kone. Vincono di misura invece la Repubblica Ceca e l'Inghilterra. I primi grazie a Baros e Lafata hanno la meglio su Israele, mentre la nazionale di Hodgson ringrazia Young per il gol che vale la vittoria sulla Norvegia.


    Olanda-Bulgaria 1-2
    (45' van Persie, 50' rig. Popov, 90' Micanski)

    Rep. Ceca-Israele 2-1
    (17' Baros, 45' Shechter, 90' Lafata)

    Grecia-Slovenia 1-1
    (8' Torossidis, 87' Kurtic)

    Norvegia-Inghilterra 0-1
    (9' Young)

    --------------------------------------------------------------------------

    La Francia vince in rimonta contro l'Islanda

    Inizia bene la preparazione della Francia in vista di Euro 2012, anche se la squadra di Blanc ha dovuto impegnarsi fino in fondo per avere la meglio sull'Islanda.

    Al 28' Bjarnason su sponda di Sigthórsson porta in vantaggio gli ospiti, sei minuti dopo lo stesso Sigthórsson raddoppia. In casa - l'amichevole si è disputata a Valenciennes - e sotto di due reti i Bleus cominciano a giocare e accorciano con Debuchy. Nella ripresa i neoentrati Giroud e Ribery confezionano il pareggio: su servizio del giocatore del Montpellier l'esterno del Bayern insacca con una pregevole conclusione. Il gol vittoria per i francesi è siglato dal difensore Rami. Giovedì a Reims verrà disputato il secondo match amichevole del Bleus contro la Serbia.
  14.     Mi trovi su: Homepage #9349287
    Albertini: «Ecco perché Criscito resta a casa»

    «Dobbiamo ricostruire i fatti e stare vicino al nostro giocatore. Provo il dispiacere per tutti gli amanti di questo sport per quanto successo»

    FIRENZE - Domenico Criscito non andrà agli Europei. L’annuncio è stato dato da Demetrio Albertini, vice presidente della federcalcio e capodelegazione della Nazionale per Euro2012, che ha iniziato a parlare poco dopo le 13 nell’aula magna di Coverciano. «Dobbiamo ricostruire i fatti e stare vicino al nostro giocatore Criscito. Provo il dispiacere per tutti gli amanti di questo sport per quanto successo, con gli arresti dei giocatori. Fino a prova contraria stiamo parlando di persone innocenti, anche se possono esserci sospetti come ha detto Di Martino».

    Ecco il racconto della mattinata di Coverciano: «Stamattina ho ricevuto una telefonata alle 6,20 dal nostro segretario Mauro Vladovich. Mi ha detto che erano arrivate a Coverciano due macchine con sei persone per consegnare un avviso di garanzia a un nostro giocatore. Hanno svegliato il ragazzo. Come potete immaginare, non è questo un luogo dove accadono queste cose. Non avrei mai voluto vivere questa giornata. Innanzitutto per il dispiacere della famiglia, ha un bambino piccolo. Ho visto la sua increduilità. Alle 9,15 hanno terminato la procedura e quindi si è cominciato a fare tutte le valutazioni del caso, partendo da un avviso di garanzia. Per noi è un ragazzo straordinario. Questa è una tempistica un po’ anomala per noi, ravvicinata alla partenza per gli Europei, ma l’avviso di garanzia gli permette di precisare tutto. Ha chiamato i suoi legali ed è stato in contatto col suo procuratore. Mimmo l’ho trovato abbastanza provato, però sereno per quanto potrà discutere col pm. Ha fatto visita alla squadra, è sceso negli spogliatoi, dopo che aveva parlato con gli avvocati. C’erano affetto e disappunto nel condividere un momento di amarezza».

    Verrà agli Europei?
    «Mimmo non sarà della spedizione azzurra. Adesso deve pensare a mettersi nelle condizioni e più serene possibili un giiocatore, lui ha tanta fretta di concludere, è questo il suo obiettivo principale. Ha detto: “anche se non c’entro niente mi dispiace aver creato questa situazione a figc e prandelli»

    E’ stato lui a chiedere di non andare?
    «No. Abbiamo fatto tutti delle valutazioni. La magistratura deve fare il suo corso che in questo momento non si è...abbracciato al percorso dell’Europeo. Tutto il rispetto ai magistrati e al nostro giocatore». C’è stato il rispetto del codice etico «Non devo parlare delle convocazioni, lo farà Prandelli. Ne porterà un paio in più. Domani la lista definitiva»

    Criscito ha parlato con Prandelli?
    «Cesare ha parlato stamattima col ragazzo, poi ha incontrato i legali. Vedere un ragazzo così affranto era un dispiacere enorme. Fra l’altro era fissato da tempo l’incontro qui a Coverciano con Farina e Pisacane».

    Quando va via?
    «Vediamo un attimo»

    Il presidente del Coni ha detto che il calcio è ostaggio dei malfattori
    «Il nostro mondo, sportivo e calcistico, è stato superficiale nella valutazione delll’introduzione delle scommesse. Al nostro mondo porta veramente poco, anche sul piano economico, e alcune persone sono rimaste coinvolte in meccanismo molto più grandi di loro».

    Ci sarà passo indietro in fatto di scommesse?
    «Se ne sta parlando tanto. In una commissione del Cio si parlava soprattutto delle negatività che le scommesse hanno portato anche negli altri sport, come il cricket e il tennis».

    Lasciare fuori Criscito, è una scelta di Prandelli o della federazione?

    «E’ una scelta condivisa. Io credo a quello che lui mi ha detto».

    Siete preoccupati per le indagini di altre procure su altri azzurri? Riferimento a Bonucci.
    «Non lo ero e non sono preoccupato. Ho vissuto il 2006 e sono uscito dallo spogliatoio non tanto tempo fa, speriamo che ci porti bene come allora. Non sono preoccupato per l’Europeo, è una squadra molto unita, molto solida, di persone vere con giocatori che sapranno gestire bene anche questi momenti. Ora partiamo per l’Europeo, poi quando torniamo avremo tutto il tempo per fare le cose bene. Consegnare un avviso di garanzia a un giocatore della Nazionale a Coverciano è perché vogliono ascoltarlo in tempi brevi».

    Avete arlato anche di Mauri, un altro nazionale?
    «Personalmente no. Non abbiamo parlato degli altri. Il dispiacere non è solo per i giocatori di prima pagina. E’ un dispiacere per Mauri per quello che sta vivendo, anche lui avrà la possibilità di difendersi».

    Lei crede nella versione di Criscito?

    «Non deve essere convincente con me, la sua versione è credibile e mi ha convinto, abbiamo accennato anche alla storia della foto, ma lui non sa ancora i capi d’imputazione. Ha la serenità per dimostrare tutta la sua innocenza».

    Non si esclude un blitz a Coverciano, aveva detto ieri sera il TG5. Sorpreso?
    «Io ho dormito con il telefono acceso, di solito lo spengo. La mamma di Criscito è venuto a saperlo da una notizia tv».

    Prandelli, parlando delle scommesse, aveva detto: “Se uno ha sbagliato e riconosciuto colpevole, deve uscirne”.

    «Mi auguro che sia così e mi batterò per questo. Ma credo nell’innocenza di Criscito e Mauri e non si dovrà fare un processo sommario».

    http://www.corrieredellosport.it/calcio/euro_2012/2012/05/28-242284/Albertini%3A+%C2%ABEcco+perch%C3%A9+Criscito+resta+a+casa%C2%BB
  15.     Mi trovi su: Homepage #9349303
    Italia, ecco i convocati: ci sono Borini e Giaccherini

    Diramata la pre-lista di 25 giocatori in vista dell'amichevole col Lussemburgo. Tornano a casa, oltre a Criscito, Viviano, Bocchetti, Astori, Cigarini, Verratti e Schelotto

    FIRENZE - Venticinque azzurri rimangono con la nazionale per l'amichevole di domani Italia-Lussemburgo, ma la lista definitiva dei 23 sarà ufficializzata domani. Tornano a casa, oltre a Criscito, Viviano, Bocchetti, Astori, Cigarini, Verratti e Schelotto. Restano in gruppo Giaccherini, Destro e Borini.

    L'ELENCO - Ecco l'elenco dei 25 convocati per l'amichevole Italia-Lussemburgo. Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Salvatore Sirigu (Paris St.Germain); Difensori: Ignazio Abate (Milan), Federico Balzaretti (Palermo), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Christian Maggio (Napoli), Angelo Obinze Ogbonna (Torino), Andrea Ranocchia (Inter); Centrocampisti: Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Emanuele Giaccherini (Juventus), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris St. Germain), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Pirlo (Juventus); Attaccanti: Mario Barwuah Balotelli (Manchester City), Fabio Borini (Roma), Antonio Cassano (Milan), Mattia Destro (Siena), Antonio Di Natale (Udinese), Sebastian Giovinco (Parma).

  Speciale Euro 2012

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina