1.     Mi trovi su: Homepage #9360517
    "Un team di sviluppo così ampio non ha potuto che causare problemi di comunicazione e organizzativi. "Non abbiamo usato bene il tempo a nostra disposizione," spiega ancora Toriyama."

    Traduzione:
    "Siamo degli incapaci a organizzarci,ridistribuendo male il lavoro che per rientrare nei tempi massimi di sviluppo viene svolto dal doppio del personale quando normalmente ne basterebbe la metà e con minor spesa!"

    Complimenti :/
  2. accademia  
        Mi trovi su: Homepage #9360530
    Mi ricordo una chiacchierata che feci con il programmatore italiano che convertì final fantasy 7 e 8 per pc; i giapponesi non hanno la minima idea della programmazione strutturata (ie scrivere il codice con in mente il riutilizzo, la semplicità di lettura e commentare le varie procedure in modo tale da permettere la comprensione veloce del codice anche ai programmatori che non hanno direttamente scritto tale porzione); mettiamoci pure che sono poco ricettivi ai cambiamenti fino a quando non ci sbattono con il loro musone sopra.

    ps. esternalizzando il lavoro non riuscirebbero a fare un cavolo perchè a monte c'è comunque l'assenza della programmazione strutturata.
  3. Pappapishu  
        Mi trovi su: Homepage #9360608
    Sì ma la cosa più incredibile sono i 36 game designer che probabilmente passavano il tempo a giocare a ping pong e a bere caffè.

    Di game designer ne basta UNO ma che abbia gli attributi, poi gli altri possono essere battle planner, level designer e gli scrittori dei testi.

    Mi perplime che in ben 36 sono riusciti a partorire un gioco scialbo, lineare e senza un minimo di spessore come Final Fantasy XIII.

  ► Notizia Square Enix: Basta progetti in larga scala per Square?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina