1. accademia  
        Mi trovi su: Homepage #9360954
    Considerando come la passata dirigenza e l'attuale dirigenza abbia buttato al cesso le ip che meritavano di essere valorizzate (shinobi, street of rage, beyond oasis, wonder boy e soprattutto shenmue) e speso soldi per licenze e ciofeche tipo i due iron man o golden axe beast rider, la vedo dura che questa mossa possa risollevarli. Se una azienda che produce macchine fa macchine di merda non è che si risolleva chiudendo stabilimenti... vero Sega? ps. secondo me tra i dirigenti ci deve essere qualcuno che a suo tempo ha affondato la acclaim e azzarderei pure qualche dirigente che ha affondato la parmalat e l'alitalia -.-
  2. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #9361333
    Se non fosse invece, caro Kalice, che SEGA in questi anni abbia prodotto invece alcuni dei migliori giochi di questa generazione. Penso a Valkyria Chronicles, penso alla saga di Yakuza, penso a Virtua Tennis, penso a Bayonetta, Condemned, Viking, House of Dead Overkill, Sonic Generations, Phantasy Star Universe e probabilmente anche Phantasy Star Online 2, Virtua Fighter 5, SEGA Rally Revo, Sonic & SEGA All-Stars Racing, la prima Dreamcast Collection e altri ancora (non cito i portatili altrimenti facciamo notte).

    Purtroppo da troppi anni, forse da sempre, è MODA buttar fango addosso a SEGA, anche quando le sue colpe (perchè ne ha avute) sono nel passato ormai quasi remoto. Ma del resto SEGA è quella software house che pure quando sfornava i più grandi capolavori della storia videoludica (e ne ha fatti in quantità industriale) veniva criticata cercando, quando non inventando, il pelo nell'uovo. E' così da sempre, dai primi anni novanta. Virtua Fighter 2, forse il miglior picchiaduro 3D a incontri mai fatto, venne criticato per gli eccelsi sfondi fatti in finto 3D, come se uno comprasse un picchiaduro per vedere poveri sfondi 3D in bassa definizione (come erano su PS1) invece di begli sfondi 2D in altissima definizione.

    Spiace vedere una delle più importanti software house della storia umana, una di quelle che ha contribuito fortemente alla creazione e allo sviluppo del mondo dei videogame, chiudere sue filiali in Europa.

    Spero possano trovare al più presto la quadra, possibilmente lontano da quel digital delivery che rappresenta più la fine che il rilancio del mondo videoludico, specialmente se si tratta di digital delivery in stile Steam, quindi pieno zeppo di DRM vessatori.

  ► Notizia Sega: SEGA chiude in Spagna, Germania e Francia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina