1. Diventate fan della mia "Rubrica cinema"  
        Mi trovi su: Homepage #9364198
    Molto da Teenager e poco "horror macabre". Non è una versione alternativa di Dead Rising, ma c'è da dire che la giovane cheerleader protagonista, Juliet, molto procace e avvenente, lo rende un titolo molto trash con sprazzi di humor nero, e ovviamente, con orde di zombie da sterminare. Queste sono i caratteri esaltanti di "Lollipop Chainsaw", nuovo platform pubblicato da Warner Bros, forte di un buon revival dell' "horror all'americana", con tanti riferimenti a film, serie tv e saghe horror. Ma se da un lato la storia molto comica e ammiccante stuzzica, dall'altro bisogna fare i conti con il sistema di gioco che (ahimé) fa da ghigliottina a questo titolo. La definizione immagine è accettabile, così come le sequenze video. Purtroppo cede molto nel gameplay: esplosioni di stelle e cuoricini, che danno troppa l'aria da gioco poppante, trascurano molto gli effetti splatter, che certamente non possono essere paragonati a Dead Island e il già citato Dead Rising, e diventa un comune titolo d'azione, fatto più per una storia demenziale da raccontare che non un videogioco da giocare.

    Non sembra essere destinato ad un successo di massa, ma senz'altro diventerà un cult del genere "divertiti e ammazza". Il personaggio di Juliet, in top, pompon, trecce, testa al bacino e motosega è destinato al successo e imitazione di massa (roba da cosplayers).

    "Lollipop Chainsaw" è un gioco che sprona vivacemente l'azione in una giovane, sexy e accattivante baby.




    GRAFICA: 77, purtroppo cede nei particolari, ma in linea generale è positivo

    SONORO: 87, i dialoghi e le citazioni sono notevoli e l'audio è ben curato

    DIVERTIMENTO: 77, non paragonabile ad horror più accesi

    LONGEVITA': 74, non è lunghissimo, ma basta per apprezzarlo





    TOTALE: 79

    Un titolo che per storia, citazioni e divertimento può diventare un classico, tenendo da parte sua anche una certa originalità. Peccato perchè poteva essere perfezionato
    :E.t.R:
  2.     Mi trovi su: Homepage #9369454
    Beh non è solo dialoghi e batute. Il gameplay essenziale ma divertente alla Dynasty Warriors sprona a rigiocare i capitoli per accumulare i collezionabili e sbloccare i vestitini della protagonista. Certo per molti non è certo la massima apirazione ma io l'ho apprezzato. Poi certo è un gioco che dopo una settimana o poco più perde buona parte dell'appeal.


  Lollipop Chainsaw: cronache di una sexy cheerleader

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina