1.     Mi trovi su: Homepage #9381778
    L'annuncio di apportare una modalità facile per Dark Souls (gioco rinomato per la la sua osticità) emesso da uno degli sviluppatori del gioco ha sollevato un polverone. Pur se la dichiarazione è stata prontamente smentita dicendo che si è trattato di un "fraintendimento", e i fan del gioco sono stati rassicurati, il popolo del web si è diviso in due fazioni: tra chi sostiene che sia giusto mantenere un unico e arduo grado di difficoltà, difendendosi dalla "casualizzazione" (una vera e propria piaga per molti), e chi invece pensa che sia un bene affiancare una modalità facile, per rendere il gioco più accessibile ma mantenendo anche il livello "hard", s'intende, in modo da avere l'opzione di decidere da sé a quale livello di sfida sottoporsi.

    Personalmente mi schiero a favore dei "puristi". Per come la vedo un gioco non deve essere necessariamente accessibile a chiunque. Una volta ti sentivi soddisfatto al termine di un videogioco perché, appunto, i giochi erano difficili e basta. Mentre ciò ora avviene raramente.
    Inoltre trovo spesso disarmante il fatto che la maggior parte delle volte, all'inizio di un gioco, mi debba trovare nella situazione di scegliere il grado di difficoltà: perché se scelgo il livello normale spesso la sfida non è all'altezza; mentre se scelgo quello difficile e poi mi blocco è sconfortante, perché la logica impone di ricominciare il gioco al livello inferiore mentre se invece fosse stato direttamente difficile senza troppi fronzoli avrei tentato e ritentato fino al raggiungimento dell'obiettivo.
    Ovviamente è anche giusto che ci siano giochi "soft", ma veder sparire l'elevata difficoltà in quei videogiochi che una volta erano "tosti" da portare a termine (nella carriera, campagna o storia principale, intendo) mi manda davvero a male.


    Qual è la vostra opinione?
  2.     Mi trovi su: Homepage #9381784
    Io la penso esattamente come te. Se un gioco è nato e cresciuto con una difficoltà "alta", non deve gettare le sue fondamenta solo per accontentare i "nabbi". Se non sei buono, non giochi. Se vuoi giocare e non riesci perché il massimo livello di sfida che hai provato è il Facile, allora non ti lamenti che sia troppo difficile. Che poi a pensarci bene, non è così difficile questo Dark Souls. È solo questione di imparare le strategie dei nemici, le potenzialità di armi e magie, conoscere i pericoli dell'ambiente circostante. Insomma, per imparare a giocare bisogna giocare. Come dovrebbe essere ogni videogioco, o come lo erano quelli "old school". Che giochino ad altro a questo punto.
    21/06/2012 - Best Troll Evah

    Grazie Krona


    eziokratosDopo questa chicca......

    TI NOMINO UFFICIALMENTE SPARA TROLLATE DELIRANTI SU SKYRIM
  3. Essendo Ranma sia maschio che femmina, può rimanere incinto di se stesso?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9381788
    Per quanto mi riguarda, l'abbassare il livello di difficoltà di un gioco che di per se è difficile può essere solo una miglioria per le vendite di gioco ma non necessariamente per il giocatore.
    Insomma, oramai se un gioco è troppo ostico diventa automaticamente un gioco da buttare. Quanto mi mancano i tempi della PsOne e PS2.



    La Scelta [FINALISSIMA]

    RachetE' arrivato il momento:
    ale_CL-25 ti nomino ufficialmente pr0 di Skyrim nonchè jarl del feudo di playgeneration.

    Diablos1996Il 95% dei cittadini italiani è convinto, al giorno d'oggi, che il congiuntivo sia un gruppo musicale dell'Armenia centrale. Se anche tu, come me, fai parte di quel restante 5%, per favore, manda anche tu Olympus a cagare e metti questa frase in firma

    VINCITORE DEL 3° E 4° ROUND DEL DEATH NOTE GAME
  4.     Mi trovi su: Homepage #9381789
    Direi che la maggior parte delle persone la pensa come te. Se dovessero mettere una eventuale difficoltà facile lo farebbero solo per fare più soldi, per far vendere più copie del gioco, non lo farebbero per i nabbi che non sono capaci di giocarci. Sappiamo tutti che Darks Souls è apprezzato perchè ha un'elevata difficoltà, ed era da tempo che mancava un gioco simile. Poi al giorno d'oggi ci sono troppi giochi facili, ma talmente tanti da portarti alla nausea. Se alcuni giocatori non sono capaci di giocarci si attaccano al tram e non lo comprano, fine della storia; il gioco ha comunque venduto bene. A mio parere sarebbe la cavolata più grande dell'universo accontentare queste persone, che si cimentino con altri giochi se non sono bravi abbastanza da poterci giocare.
    Qualunque cosa la vita abbia in serbo per me, non dimenticherò mai queste parole: "Da un grande potere derivano grandi responsabilità". È il mio talento, e la mia maledizione. Chi sono io? Sono Spider-Man!
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9381902
    Valerio95L'annuncio di apportare una modalità facile per Dark Souls (gioco rinomato per la la sua osticità) emesso da uno degli sviluppatori del gioco ha sollevato un polverone. Pur se la dichiarazione è stata prontamente smentita dicendo che si è trattato di un "fraintendimento", e i fan del gioco sono stati rassicurati, il popolo del web si è diviso in due fazioni: tra chi sostiene che sia giusto mantenere un unico e arduo grado di difficoltà, difendendosi dalla "casualizzazione" (una vera e propria piaga per molti), e chi invece pensa che sia un bene affiancare una modalità facile, per rendere il gioco più accessibile ma mantenendo anche il livello "hard", s'intende, in modo da avere l'opzione di decidere da sé a quale livello di sfida sottoporsi.

    Personalmente mi schiero a favore dei "puristi". Per come la vedo un gioco non deve essere necessariamente accessibile a chiunque. Una volta ti sentivi soddisfatto al termine di un videogioco perché, appunto, i giochi erano difficili e basta. Mentre ciò ora avviene raramente.
    Inoltre trovo spesso disarmante il fatto che la maggior parte delle volte, all'inizio di un gioco, mi debba trovare nella situazione di scegliere il grado di difficoltà: perché se scelgo il livello normale spesso la sfida non è all'altezza; mentre se scelgo quello difficile e poi mi blocco è sconfortante, perché la logica impone di ricominciare il gioco al livello inferiore mentre se invece fosse stato direttamente difficile senza troppi fronzoli avrei tentato e ritentato fino al raggiungimento dell'obiettivo.
    Ovviamente è anche giusto che ci siano giochi "soft", ma veder sparire l'elevata difficoltà in quei videogiochi che una volta erano "tosti" da portare a termine (nella carriera, campagna o storia principale, intendo) mi manda davvero a male.


    Qual è la vostra opinione?
    Se è vero lo compro subito :felix: ,considerando che da "super nabbo" ho venduto il suo predecessore demon souls dopo la prima missione perchè mi stressava troppo :nosmile: :Il problema poi nn sta tanto nella difficoltà(i nemici nn sono puoi così imbattibili )ma nella mancanza dei checkpoint.Nn è possibile che se ammazzo 20 nemici e poi muoio devo rifarmi di nuovo tutto daccapo,è troppo stressante,E comunque nn sarebbe la prima "correzione" di difficoltà(se così vogliamo chiamarla) che fanno ,era già successo con devil my cry 3 ai tempi di ps2.

    Firma by Krona

    Mercatino
    SIAMO PG ,NON VG ID PSN:RHCP-ITALY
  6.     Mi trovi su: Homepage #9381972
    Il fatto è che siamo una nettissima minoranza a pensarla così perché purtroppo le tendenze stanno cambiando e sempre più gente si cimenta in videogiochi che non porterà mai a termine (notizia spaventosa di qualche tempo fa è che 9 giocatori su 10 non finiscono i giochi che iniziano, il ché lascia parecchio da pensare) e un livello di difficoltà alto di certo non aiuta sotto questo punto di vista. D'altronde gli sviluppatori si adattano a ciò che chiede il mercato, un mercato che sempre più si allarga in termini d'utenza (e mi riferisco pure a mobile gaming su smartphone e minigiochi su facebook) ma sempre più si abbassa in termini di qualità.

    junglemanSe è vero lo compro subito :felix: ,considerando che da "super nabbo" ho venduto il suo predecessore demon souls dopo la prima missione perchè mi stressava troppo :nosmile: :Il problema poi nn sta tanto nella difficoltà(i nemici nn sono puoi così imbattibili )ma nella mancanza dei checkpoint.Nn è possibile che se ammazzo 20 nemici e poi muoio devo rifarmi di nuovo tutto daccapo,è troppo stressante,E comunque nn sarebbe la prima "correzione" di difficoltà(se così vogliamo chiamarla) che fanno ,era già successo con devil my cry 3 ai tempi di ps2.

    Io il gioco in questione non l'ho provato e non so dire se faccia salire o meno la frustrazione alle stelle (anche se dai vari commenti che ho visto mi pare di aver capito che basta un minimo d'impegno).

    Ovviamente gli sviluppatori devono essere abili per offrire un gioco con un livello di difficoltà ben calibrato. Ovvero, devono saper sì creare situazioni che richiedano una certa "bravura al pad", ma al contempo superabili anche ragionando con diversi approcci. Ad esempio, in un gioco di guida ben realizzato (magari un simulativo che richiede una certa pratica) la sfida non sta esclusivamente nel vincere le sfide a tempo, che richiedono solamente l'abilità nuda e cruda al volante, bensì sta anche nel portare a termine la carriera avendo scelto quale auto e quali potenziamenti adottare per riuscire a vincere. Altrimenti se tutta la difficoltà si riduce soltanto a qualche decimo sul giro irrecuperabile allora sì che diventa frustrante. O volendo fare un altro esempio, in un gioco d'avventura non bisogna solo essere bravi a sparare ai nemici, ma anche gestire munizioni, trovare vie alternative, capire come destreggiarsi per passare inosservati e via discorrendo...
  7.     Mi trovi su: Homepage #9381983
    Nonostante sia un giocatore di vecchia data non sono poi un grande fanatico dei giochi old school, alla fine anche un titolo facile può risultare divertente (AC docet). Riguardo a Dark Souls concordo sul fatto che sarebbe un suicidio da parte degli sviluppatori abbassarne il livello di difficoltà, perchè in questo modo verrebbe a mancare l'elemento caratterizzante che lo ha reso un titolo di successo.
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9381987
    DesertEagleNonostante sia un giocatore di vecchia data non sono poi un grande fanatico dei giochi old school, alla fine anche un titolo facile può risultare divertente (AC docet). Riguardo a Dark Souls concordo sul fatto che sarebbe un suicidio da parte degli sviluppatori abbassarne il livello di difficoltà, perchè in questo modo verrebbe a mancare l'elemento caratterizzante che lo ha reso un titolo di successo.
    Secondo me qualche checkpoint in più nn dispiacerebbe neanche ai fanatici dei giochi difficili :asd: .

    Firma by Krona

    Mercatino
    SIAMO PG ,NON VG ID PSN:RHCP-ITALY
  9.     Mi trovi su: Homepage #9381993
    Io demons souls son riuscito a finirlo per miracolo, ma non tanto perché fosse difficile (che difficile è difficile) ma perché devi ripetere tipo 100 volte ogni livello per raccogliere più anime da poter spendere per i potenziamenti. E sinceramente trovo abbastanza stupido creare un gioco dove devi ripetere mille volte un lv per diventare più forte, perché diventa presto ripetitivo.
    Mettere una modalità più facile a questo gioco, significa solamente diminuire notevolmente le ore di gioco (perché non passerai 100 volte per lo stesso lv).
    Inoltre non riesco a capire il paragone con i giochi vecchia scuola. Quelli sì che erano facili facili. Almeno per quanto mi riguarda...

  10.     Mi trovi su: Homepage #9381998
    ale_CL-25Per quanto mi riguarda, l'abbassare il livello di difficoltà di un gioco che di per se è difficile può essere solo una miglioria per le vendite di gioco ma non necessariamente per il giocatore.
    Insomma, oramai se un gioco è troppo ostico diventa automaticamente un gioco da buttare. Quanto mi mancano i tempi della PsOne e PS2.
    si ma tieni anche presente questo: i giochi servono a farti divertire, a farti passare il tempo, ma se poi ti mettono livelli di difficoltà da infarto per l'elevata difficoltà che divertimento c'è ? alla fine non fai altro che incazzarti e incominciare a cercare tutte le divinità/santi delle diverse religioni della terra ....


    (più o meno il discorso che ha fatto farenz su ninja gaiden sigma 2 LOL)
  11. Essendo Ranma sia maschio che femmina, può rimanere incinto di se stesso?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9382022
    K2Andreassi ma tieni anche presente questo: i giochi servono a farti divertire, a farti passare il tempo, ma se poi ti mettono livelli di difficoltà da infarto per l'elevata difficoltà che divertimento c'è ? alla fine non fai altro che incazzarti e incominciare a cercare tutte le divinità/santi delle diverse religioni della terra ....


    (più o meno il discorso che ha fatto farenz su ninja gaiden sigma 2 LOL)

    Sono pienamente d'accordo con te, ma quello che volevo dire io è che spesso e volentieri il livello di difficoltà dei giochi di questa gen è troppo basso facendo risultare, così facendo, i giochi un po' più complessi, dei giochi impossibili.



    La Scelta [FINALISSIMA]

    RachetE' arrivato il momento:
    ale_CL-25 ti nomino ufficialmente pr0 di Skyrim nonchè jarl del feudo di playgeneration.

    Diablos1996Il 95% dei cittadini italiani è convinto, al giorno d'oggi, che il congiuntivo sia un gruppo musicale dell'Armenia centrale. Se anche tu, come me, fai parte di quel restante 5%, per favore, manda anche tu Olympus a cagare e metti questa frase in firma

    VINCITORE DEL 3° E 4° ROUND DEL DEATH NOTE GAME
  12.     Mi trovi su: Homepage #9382041
    RachetNon ne vedo il problema,chi vuole lo gioca alla classica difficoltà e gli altri al livello più basso.Non rovina mica il gioco agli altri.

    Invece io detesto la difficoltà selezionabile. Perché, oltre al motivo che ho già detto, toglie in parte il senso di competizione. Vuoi vedere il finale del gioco? Allora è giusto che almeno un minimo tu debba impegnarti. Non ci riesci? Beh evidentemente il gioco non fa per te.

    K2Andreassi ma tieni anche presente questo: i giochi servono a farti divertire, a farti passare il tempo, ma se poi ti mettono livelli di difficoltà da infarto per l'elevata difficoltà che divertimento c'è ? alla fine non fai altro che incazzarti e incominciare a cercare tutte le divinità/santi delle diverse religioni della terra ....


    (più o meno il discorso che ha fatto farenz su ninja gaiden sigma 2 LOL)

    Ma NGS (che non ho mai giocato ma conosco per fama) è un caso estremo. E' uno di quei giochi che deve venire acquistato solo da chi è armato di forte pazienza ed è attratto in maniera elevata dal gioco.
    Qui però non si sta dicendo che un gioco debba essere di difficoltà disumana, bensì che il livello di difficoltà generale va via via scemando, togliendo (ribadisco) così una qualità importante al videogame: la competizione, che è una parte intrinseca del divertimento di un videogioco.
  13.     Mi trovi su: Homepage #9382049
    Valerio95Invece io detesto la difficoltà selezionabile. Perché, oltre al motivo che ho già detto, toglie in parte il senso di competizione. Vuoi vedere il finale del gioco? Allora è giusto che almeno un minimo tu debba impegnarti. Non ci riesci? Beh evidentemente il gioco non fa per te.
    Valerio95Ma NGS (che non ho mai giocato ma conosco per fama) è un caso estremo. E' uno di quei giochi che deve venire acquistato solo da chi è armato di forte pazienza ed è attratto in maniera elevata dal gioco.
    Qui però non si sta dicendo che un gioco debba essere di difficoltà disumana, bensì che il livello di difficoltà generale va via via scemando, togliendo (ribadisco) così una qualità importante al videogame: la competizione, che è una parte intrinseca del divertimento di un videogioco.
    Ma se vuoi giocarlo a massima difficoltà lo fai,non ti dicono di non sudartelo il finale.Ma visto che si chiamano videoGIOCHI,si giocano,e quando qualcuno gioca lo fa per divertirsi.Io penso che un livello di difficoltà molto elevato non raggirabile sia fastidioso,magari per chi accende la play la sera dopo una giornata di studio/lavoro.

  Il livello di difficoltà e il sopravvento del casual

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina