1.     Mi trovi su: Homepage #9382222
    Pellafnuta@cozmo: Il livello di difficoltà è per lo più abbastanza democratico (a parte la discutibile scelta di alcuni producer di sbloccarlo solo al new game plus) ma in un gioco come DarkSouls, strutturato per punire le distrazioni dei giocatori, è uno dei pochi casi in cui avrebbe poco senso.
    Se, per esempio, sei tanto sbadato da farti travolgere da uno dei massi posti come trappola e l'impatto non ti uccide in un colpo solo, la trappola in questione (e l'essenza stessa del gioco) finirebbe per perdere di ogni valore.
    Quello che dici è vero e infatti io proprio non affronto DS come filosofia. Non voglio essere "punito" :D
    E come giustamente hanno capito quelli della From Software per punire realmente un giocatore il modo migliore è quello di fargli perdere ore di gioco. Che è proprio quello che mi genera più frustrazione, molto più che tentare e ritentare un boss a Ninja Gaiden dove però mi evito di rifare tutta la strada per arrivarci. Insomma in effetti inserire una modalità easy (anzi casual perché suona meglio) in DS non avrebbe molto senso, semplicemente chi la pensa come me farà altro. Con grande rimpianto perché invece come ambientazione e atmsfera è una gioco che mi piace molto.


  2.     Mi trovi su: Homepage #9382233
    Dave_CozmoQuello che dici è vero e infatti io proprio non affronto DS come filosofia. Non voglio essere "punito" :D
    E come giustamente hanno capito quelli della From Software per punire realmente un giocatore il modo migliore è quello di fargli perdere ore di gioco. Che è proprio quello che mi genera più frustrazione, molto più che tentare e ritentare un boss a Ninja Gaiden dove però mi evito di rifare tutta la strada per arrivarci. Insomma in effetti inserire una modalità easy (anzi casual perché suona meglio) in DS non avrebbe molto senso, semplicemente chi la pensa come me farà altro. Con grande rimpianto perché invece come ambientazione e atmsfera è una gioco che mi piace molto.

    Daccordissimo sulla scelta di fondo, anche se capirai che, per i miei gusti, giocare (e morire) a Dark Souls non rappresenta una perdita di ore di gioco.. ma divertimento.
    Ninja Gaiden, poi, meriterebbe un discorso a parte.. lì si che il multilivello di difficoltà ha senso.
    Dea dei Videogiocatori formatta tutti gli eretici e riportali sulla retta via.
  3.     Mi trovi su: Homepage #9382239
    Pellafnuta@dave_cozmo:
    Come c'è gente a cui piace giocare per svagarsi o semplicemente per godersi un film interattivo, ci sono anche persone che trovano gusto a ingegnarsi nel superare situazioni al limite.
    Non c'è un modo giusto di giocare: ognuno ha le sue esigenze e nel mondo videoludico c'è spazio per tutti (anche se i casual stanno prendendo piede).
    Ma come io non do dei cialtroni a EA per aver creato un gioco come Assassin's Creed che si finisce anche bendati con le mani legate dietro la schiena, occorrerebbe essere un minimo di larghe vedute e non sparare a zero contro From Software e chi la pensa diversamente tacciandoli come aguzzini e masochisti.
    PellafnutaScusa, ma se la prerogativa di Dark Souls è quella di essere uno strategico esigente come si fa a dire che il gioco piace? Se uno vuol fare il figo in armatura di giochi simili (Dinasty Warrior per esempio) ne esistono millemila.
    I generi dei giochi sono di solito:Action,Fps,Adventure,P&C ecc...


    Non ho mai visto esistere un genere di gioco denominato difficile/esigente.Al massimo io esigo una buona realizzazione del gioco.
  4.     Mi trovi su: Homepage #9382254
    RachetI generi dei giochi sono di solito:Action,Fps,Adventure,P&C ecc...


    Non ho mai visto esistere un genere di gioco denominato difficile/esigente.Al massimo io esigo una buona realizzazione del gioco.

    Personalmente non amo etichettare i giochi perchè lo trovo ormai limitativo (etichettami Darksiders 2 se riesci), ma Miyazaki definisce il suo gioco uno "strategic swordplay".
    By the way, si può forse etichettare un genere ma non lo spirito di un gioco: forse che Gran Turismo e Burnout, pur essendo giochi di corse automobilistiche, condividono lo stesso approccio?
    Dark Souls è uguale a sé stesso, punto.
    Dea dei Videogiocatori formatta tutti gli eretici e riportali sulla retta via.
  5.     Mi trovi su: Homepage #9382304
    PellafnutaPersonalmente non amo etichettare i giochi perchè lo trovo ormai limitativo (etichettami Darksiders 2 se riesci), ma Miyazaki definisce il suo gioco uno "strategic swordplay".
    By the way, si può forse etichettare un genere ma non lo spirito di un gioco: forse che Gran Turismo e Burnout, pur essendo giochi di corse automobilistiche, condividono lo stesso approccio?
    Dark Souls è uguale a sé stesso, punto.
    Darksiders 2 è un Action/Gdr,semplicemente.

    Il fatto è che se lo "spirito" del gioco è farlo diventare frustrante non credo che una modalità più semplice possa rovinare l'esperienza agli altri.


    E' facile dire che GT è un gioco di corse simulativo e Burnout arcade,esistono anche i sottogeneri.
  6.     Mi trovi su: Homepage #9382336
    RachetDarksiders 2 è un Action/Gdr,semplicemente.
    Il fatto è che se lo "spirito" del gioco è farlo diventare frustrante non credo che una modalità più semplice possa rovinare l'esperienza agli altri.


    E' facile dire che GT è un gioco di corse simulativo e Burnout arcade,esistono anche i sottogeneri.

    Non poi così semplicemente. Ci aggiungerei anche delle buone dosi di avventura, fulcro della "serie".


    Comunque, come già detto, la difficoltà nei titoli FS è unica. Sono giochi per esperti, di conseguenza vanno presi con le pinze. Uno non si può permettere di imprecare contro il gioco se non ne è in grado e per giunta lo sa. Non ha senso. Io Ninja Gaiden Sigma l'ho dovuto abbandonare perché per me era troppo. Nonostante io riesca a completare un buon 90% di giochi alla massima difficoltà. Di fatto il secondo l'ho evitato. Ma non per questo significa che sia osceno. Non sono capace o troppo impaziente, pace, cambio titolo. È come pretendere di arrivare primi in una gara di corsa, senza nemmeno allenarsi.




    Tornando al discorso "old school". Vi ricordo che in certi giochi, se finivi le vite o la vita, altro che "checkpoint". Si partiva totalmente da capo. Voglio vedervi all'ultimo livello, se vi dovesse succedere una roba del genere. Andreste a strisciare dietro a Dark Souls :lol:
    21/06/2012 - Best Troll Evah

    Grazie Krona


    eziokratosDopo questa chicca......

    TI NOMINO UFFICIALMENTE SPARA TROLLATE DELIRANTI SU SKYRIM
  7. "I'M BACK IN TOWN BABY!"  
        Mi trovi su: Homepage #9382342
    In Max Payne alcuni checkpoint erano lunghissimi e frustranti negli ultimi capitoli, a difficoltà normale mi amrmavo di pazienza e ripetevo finché non mi riusciva, sono pochi i giochi che mi hanno frustrato nel vero senso del termine, di solito quelli che inizio li porto a termine anche se tosti.
    SET by LAMPO

  8.     Mi trovi su: Homepage #9382541
    ale_CL-25Ma perchè rinunciare ad un determinato gioco quando con vari livelli di difficoltà si risolverebbe il problema?

    Ragazzi, poi le storie "il finale te lo devi sudare" non sta ne in cielo ne in terra.
    Io non sto dicendo di rinunciare ad un determinato gioco,ma ho semplicemente detto,e forse mi sono espresso male,che il livello di difficoltà dei giochi rispetto ai tempi di Ps1/Ps2 si è notevolmente abbassato.
    Inoltre non in tutti i giochi secondo me sono "corrisposti" ad una difficoltà multipla,e nel caso ce l'abbiano che sia almeno ben calibrata,come ad esempio nei vari MGS.
  9. Essendo Ranma sia maschio che femmina, può rimanere incinto di se stesso?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #9382545
    Sav29Io non sto dicendo di rinunciare ad un determinato gioco,ma ho semplicemente detto,e forse mi sono espresso male,che il livello di difficoltà dei giochi rispetto ai tempi di Ps1/Ps2 si è notevolmente abbassato.
    Inoltre non in tutti i giochi secondo me sono "corrisposti" ad una difficoltà multipla,e nel caso ce l'abbiano che sia almeno ben calibrata,come ad esempio nei vari MGS.

    Allora la pensiamo allo stesso modo.



    La Scelta [FINALISSIMA]

    RachetE' arrivato il momento:
    ale_CL-25 ti nomino ufficialmente pr0 di Skyrim nonchè jarl del feudo di playgeneration.

    Diablos1996Il 95% dei cittadini italiani è convinto, al giorno d'oggi, che il congiuntivo sia un gruppo musicale dell'Armenia centrale. Se anche tu, come me, fai parte di quel restante 5%, per favore, manda anche tu Olympus a cagare e metti questa frase in firma

    VINCITORE DEL 3° E 4° ROUND DEL DEATH NOTE GAME
  10.     Mi trovi su: Homepage #9382561
    Sono un veterano di Demon's/Dark Souls: li ho platinanti entrambi e, nel primo, sono un top player del multi competitivo.
    Questo non lo dico per vantarmi (anche se, con questi giochi, ammetto che fa piacere :shame:) ma per farvi capire che, per quanto io purista sia, non trovo nulla di male nella difficoltà selezionabile... O meglio: non sarei d'accordo ma approvo la scelta degli sviluppatori.
    Dark Souls è un gioco che regala grandissime soddisfazioni; questo perché non hai scappatoie (ovvero non puoi abbassare la difficoltà, o sei abbastanza abile o ti arrangi)... Ed è anche questo che lo caratterizza.
    Non sarebbe più lo stesso dire "ho finito DS", quando poi lo puoi mettere a facile a fartelo ad occhi chiusi. Perderebbe la fama che si è, meritatamente, guadagnato.

    D'altro canto, però, è pure giusto accontentare tutti: per alcuni, come me, i videogiochi sono una passione ed una sfida dove farsi valere... Per altri un semplice passatempo.
    E rendere il gioco una filosofia o dire "se sei nabbo, cambia gioco" è fanatismo... E si sa che è sbagliato.
    Non abbiamo nessun diritto di privare, a chi non la pensa come noi, di questo magnifico gioco.
    Inoltre "il nostro DS" rimarrà intaccato e, per questo, allargare il mercato potrà solo portare del bene: più soldi per gli sviluppatori = un seguito migliore (si spera).

    Ribadisco il concetto: per quanto vada contro ai "nostri principii", in realtà, potremo giocare esattamente come prima... Sul concreto, non cambierebbe nulla.
    [IMG]http://img99.imageshack.us/img99/1547/senzaolo1.png[\IGM]
  11.     Mi trovi su: Homepage #9382671
    Light11Sono un veterano di Demon's/Dark Souls: li ho platinanti entrambi e, nel primo, sono un top player del multi competitivo.
    Questo non lo dico per vantarmi (anche se, con questi giochi, ammetto che fa piacere :shame:) ma per farvi capire che, per quanto io purista sia, non trovo nulla di male nella difficoltà selezionabile... O meglio: non sarei d'accordo ma approvo la scelta degli sviluppatori.
    Dark Souls è un gioco che regala grandissime soddisfazioni; questo perché non hai scappatoie (ovvero non puoi abbassare la difficoltà, o sei abbastanza abile o ti arrangi)... Ed è anche questo che lo caratterizza.
    Non sarebbe più lo stesso dire "ho finito DS", quando poi lo puoi mettere a facile a fartelo ad occhi chiusi. Perderebbe la fama che si è, meritatamente, guadagnato.

    D'altro canto, però, è pure giusto accontentare tutti: per alcuni, come me, i videogiochi sono una passione ed una sfida dove farsi valere... Per altri un semplice passatempo.
    E rendere il gioco una filosofia o dire "se sei nabbo, cambia gioco" è fanatismo... E si sa che è sbagliato.
    Non abbiamo nessun diritto di privare, a chi non la pensa come noi, di questo magnifico gioco.
    Inoltre "il nostro DS" rimarrà intaccato e, per questo, allargare il mercato potrà solo portare del bene: più soldi per gli sviluppatori = un seguito migliore (si spera).

    Ribadisco il concetto: per quanto vada contro ai "nostri principii", in realtà, potremo giocare esattamente come prima... Sul concreto, non cambierebbe nulla.

    Continuo a scrivere post ma vedo che tutti ignorano quello che dico. Magari non mi esprimo bene, ci riprovo.


    Facciamo un'analogia. Come nel mondo del cinema, esiste materiale adatto per certi tipi d'utenza e materiale non adatto. Nei film questo "materiale non adatto" può essere rappresentato, ad esempio, dal genere dei film horror, oppure da film che possono avere un forte impatto emotivo e via discorrendo; nel caso dei videogiochi valgono gran parte delle stesse tematiche, ma in più c'è anche il "fattore difficoltà" su cui stiamo dibattendo.

    Quindi, come perlomeno io credo, il discorso "tanti gradi di difficoltà per accontentare tutti" non è fondato, perché sarebbe come aggiungere una musichetta allegra ad un film horror, per poterlo far vedere a tutti i tipi d'utenza. Se un gioco ha raggiunto il successo per il suo livello di difficoltà proibitivo è evidentemente perché il "livello di difficoltà" non è solo una sorta di pedaggio da dover pagare per andare avanti, bensì è una parte integrante e importante del videogioco stesso. Non è un discorso di "superiorità", in cui godo a vedere i "nabboni" umiliati...
  12.     Mi trovi su: Homepage #9382696
    Light11Sono un veterano di Demon's/Dark Souls: li ho platinanti entrambi e, nel primo, sono un top player del multi competitivo.
    Questo non lo dico per vantarmi (anche se, con questi giochi, ammetto che fa piacere :shame:) ma per farvi capire che, per quanto io purista sia, non trovo nulla di male nella difficoltà selezionabile... O meglio: non sarei d'accordo ma approvo la scelta degli sviluppatori.
    Dark Souls è un gioco che regala grandissime soddisfazioni; questo perché non hai scappatoie (ovvero non puoi abbassare la difficoltà, o sei abbastanza abile o ti arrangi)... Ed è anche questo che lo caratterizza.
    Non sarebbe più lo stesso dire "ho finito DS", quando poi lo puoi mettere a facile a fartelo ad occhi chiusi. Perderebbe la fama che si è, meritatamente, guadagnato.


    D'altro canto, però, è pure giusto accontentare tutti: per alcuni, come me, i videogiochi sono una passione ed una sfida dove farsi valere... Per altri un semplice passatempo.
    E rendere il gioco una filosofia o dire "se sei nabbo, cambia gioco" è fanatismo... E si sa che è sbagliato.
    Non abbiamo nessun diritto di privare, a chi non la pensa come noi, di questo magnifico gioco.
    Inoltre "il nostro DS" rimarrà intaccato e, per questo, allargare il mercato potrà solo portare del bene: più soldi per gli sviluppatori = un seguito migliore (si spera).

    Ribadisco il concetto: per quanto vada contro ai "nostri principii", in realtà, potremo giocare esattamente come prima... Sul concreto, non cambierebbe nulla.

    Straquoto
  13.     Mi trovi su: Homepage #9382742
    Valerio95L'annuncio di apportare una modalità facile per Dark Souls (gioco rinomato per la la sua osticità) emesso da uno degli sviluppatori del gioco ha sollevato un polverone. Pur se la dichiarazione è stata prontamente smentita dicendo che si è trattato di un "fraintendimento", e i fan del gioco sono stati rassicurati, il popolo del web si è diviso in due fazioni: tra chi sostiene che sia giusto mantenere un unico e arduo grado di difficoltà, difendendosi dalla "casualizzazione" (una vera e propria piaga per molti), e chi invece pensa che sia un bene affiancare una modalità facile, per rendere il gioco più accessibile ma mantenendo anche il livello "hard", s'intende, in modo da avere l'opzione di decidere da sé a quale livello di sfida sottoporsi.

    Personalmente mi schiero a favore dei "puristi". Per come la vedo un gioco non deve essere necessariamente accessibile a chiunque. Una volta ti sentivi soddisfatto al termine di un videogioco perché, appunto, i giochi erano difficili e basta. Mentre ciò ora avviene raramente.
    Inoltre trovo spesso disarmante il fatto che la maggior parte delle volte, all'inizio di un gioco, mi debba trovare nella situazione di scegliere il grado di difficoltà: perché se scelgo il livello normale spesso la sfida non è all'altezza; mentre se scelgo quello difficile e poi mi blocco è sconfortante, perché la logica impone di ricominciare il gioco al livello inferiore mentre se invece fosse stato direttamente difficile senza troppi fronzoli avrei tentato e ritentato fino al raggiungimento dell'obiettivo.
    Ovviamente è anche giusto che ci siano giochi "soft", ma veder sparire l'elevata difficoltà in quei videogiochi che una volta erano "tosti" da portare a termine (nella carriera, campagna o storia principale, intendo) mi manda davvero a male.


    Qual è la vostra opinione?
    Ognuno sceglie la difficoltà in base alle proprie abilità e all'esperienza che cerca. Non ha senso invece fare giochi con un livello di difficoltà unico , specie se assurdo come quello di Dark Souls o del suo predecessore. Io li ho finiti e mi sono piaciuti anche ma non li ho rigiocati per la difficoltà.




  14.     Mi trovi su: Homepage #9382745
    ale9441Ognuno sceglie la difficoltà in base alle proprie abilità e all'esperienza che cerca. Non ha senso invece fare giochi con un livello di difficoltà unico , specie se assurdocome quello di Dark Souls o del suo predecessore. Io li ho finiti e mi sono piaciuti anche ma non li ho rigiocati per la difficoltà.

    Dire che è assurdo è un po' esagerato, suvvia. Nel contesto del gioco la difficoltà è bilanciata alla perfezione, mica come certi giochi (praticamente tutti), dove a Normale sei pseudo-invincibile e a Difficile sei un rammollito che va giù con 2 colpi. In Dark sei in costante pericolo ed è questa l'essenza del gioco. Mettere una modalità facile, è come dice Valerio, aggiungere una musica leggera ad un film horror.


    Ok che ancora non sappiamo ancora come si svilupperà la cosa e se questa aggiunta influisca sul gioco "originale", però è una questione di principi. Non voglio che l'unica serie con le "palle", vada a mescolarsi nella matassa di giochi adatti a tutti solo per vendere ancora di più. Esistono apposta le categorie di videogiochi creati su misura per i casual gamer, perché l'unico gioco di nicchia un po' famoso deve essere contaminato?


    Poi ripeto, stiamo discutendo su una cosa che ancora non è certa e non sappiamo come sarebbe il risultato finale, se migliore o peggiore.
    21/06/2012 - Best Troll Evah

    Grazie Krona


    eziokratosDopo questa chicca......

    TI NOMINO UFFICIALMENTE SPARA TROLLATE DELIRANTI SU SKYRIM

  ► Il livello di difficoltà e il sopravvento del casual

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina