1.     Mi trovi su: Homepage #9396006
    Deadly Premonition

    Data di uscita: Disponibile

    Genere: Survival/Horror

    Piattaforme: Xbox 360, PlayStation 3 ( solo Oriente )

    Sviluppo: Access Games

    Produttore: Rising Star Games




    Il 2010 è ormai lontano, anno di grandi titoli che hanno movimentato critica e pubblico, titoli come Red Dead Redemption, Fable III, Alan Wake, Castelvania e molti altri. Tra tutti questi colossi acclamati a gran voce però, fa la sua comparsa qualcosa di nuovo, qualcosa di unico nel bene e nel male: Deadly Premonition.
    Ce l'avrà fatta questo titolo low budget nato dalla contorta mente del team SWERY a reggere il confronto con i tanti titani del 2010?




    Benvenuti a Twin P... ehm, Greenvale
    ( Storia )

    Vai a Greenvale dicevano... è una città tranquilla, dicevano...


    La trama di Deadly Premonition, per quanto contorta e intricata, si può riassumere con due parole... o meglio, con due nomi: York e Zach. Infatti, per tutta la durata del titolo vestiremo i panni di Francis York Morgan, un'agente dell'FBI stranamente attratto da omicidi riguardanti giovani ragazze, tabagista e caffeinomane, amante e divulgatore di vecchi film di serie B di terza mano, dei quali sembra andare pazzo. Francis inoltre, avrà al suo fianco il fedele Zach, suo più caro amico e compagno fidato; peccato che Zach non sia altro che il frutto della sua più fervida immaginazione. L'agente York sprecherà ore e ore del suo ( e vostro ) tempo a conferire con Zach, e non solo in privato, ma anche in luoghi affollati o nel bel mezzo di importanti discussioni. Francis, chiamato a risolvere il caso riguardante l'omicidio di una giovane ragazza, si ritroverà nella piovosa cittadina di campagna Greenvale, dal quale non uscirà ( per sua sfortuna ) facilmente. La trama si intreccia e si complica più volte, mostrando risvolti soprannaturali e indirizzando gli avvenimenti principali su di una doppia strada, razionale e illogica. La nemesi principale di Francis sarà il misterioso Assassino dall'impermeabile rosso, e durante il corso dell'avventura verranno svelati segreti sul passato del nostro agente e sui misteriosi omicidi che Greenvale si trascina dietro. Il comparto narrativo è di sicuro il punto forte del titolo, capace di entusiasmare e di incuriosire il giocatore per tutta la sua durata, ponendo risvolti prevalentemente trash in grado di far scappare una risata persino a un morto. Il memorabile protagonista, l'ormai celebre " Assassino dall'impermeabile rosso " e la bella Emily non verranno dimenticati facilmente, una volta finito il gioco. L'ottima caratterizzazione dei personaggi e le atmosfere uniche nel loro genere forniscono un'ulteriore miglioramento narrativo, ma vengono smorzate da ciò che sono i difetti peggiori della produzione: grafica e gameplay.


    La dura legge delle Texture
    ( Grafica )

    Ommioddddddio, non mi sono fatto la barba!



    Al primo impatto, Deadly Premonition può essere traumatico, nel vero senso della parola. Il primo impulso, dopo aver dato un'occhiata al rottambolesco menu di pausa, e dopo aver assaporato i primi minuti di gioco, è indubbiamente quello di spegnere la vostra console e di tornare al negozio dove avete acquistato il titolo, lamentandovi con il commesso di turno per la grafica a dir poco oscena di Deadly Premonition. Ma è inutile girarci intorno: graficamente parlando, Deadly Premonition è un gioco da PlayStation 2 inadatto a console di questa generazione, ma la cosa non dovrebbe sorprendere constatato lo scarso budget di fondo. Le Texture sono poco profonde e ripetute all'inverosimile, i pop up sono continui, e le animazioni dei personaggi sono quasi sempre legnose e macchinose. Se ci si fermasse solo alla grafica, ora io non sarei qui a scrivere questa recensione, e voi non sareste qui a leggerla, ma a raccontare ai vostri amici di quell'orribile gioco che mai avreste più ripreso in mano. Alcuni tocchi di classe ci sono, pochi ma buoni, talvolta collegati a oggetti importanti ai fini narrativi.



    Zombie in tavola
    ( Gameplay )

    E questo, chi l'ha invitato?


    Il secondo punto dolente della produzione Rising Star Games è il legnoso e alquanto antiquato gameplay, che rovina il puro divertimento a tutti coloro che fanno della giocabilità il caposaldo dei videogiochi. I controlli sono antichi e complicati, e la mira automatica toglie molto divertimento, per non parlare della pistola munita di colpi infiniti. Ma il vero problema non è il come del gameplay, ma il perchè. Difatti, la struttura allo sparatutto in terza persona alla Resident Evil, e i soliti antagonisti che ci troveremo a sfidare, copiati spudoratamente dall'Other World di Silent Hill, non ci azzeccano per niente col filo conduttore della trama, ne risolvono misteri irrisolti. I simpatici zombie di cui solo Francis sembra accorgersi, che faranno capolino di consueto nel corso dell'avventura sembrano riempire un vuoto di gameplay che si sarebbe formato, vista la volontà di non fare un completo gioco alla L.A. Noire da parte del team SWERY. Però, fino a prova contraria, i punti forti del particolare gameplay di Deadly Premonition sono proprio le missioni di investigazione, le quali non richiedono di certo una gran capacità logica per essere risolti, ma restano comunque piacevoli da giocare. Un'altro appunto positivo è la gran varietà ed estensione dell'ambiente di gioco: Deadly Premonition, in quanto freeroaming, vanta una gran varietà di spazi di gioco, e Greenvale si presenta davvero enorme. Con le 15 ore per la storia principale, e le altre 10 per le missioni secondarie sarà un piacere viaggiare liberamente per tutta l'area... anche se queste esplorazioni a ruota libera vengono parzialmente vanificate da una guida di veicoli sempre lineare e poco piacevole e da una mappa complicata e senza la possibilità di piazzarci il classico " segno destinatore " tipico dei freeroaming odierni. Le quest secondarie sono molto varie: dal raccogliere carte da gioco, a compiere svariate missioni per conto degli abitanti della cittadina, fino a trovare e nascondere gli ossi nella tana di un cagnolino. Il gameplay presenta inoltre una cura essenziale del proprio Francis York Morgan, in quanto il giocatore potrà fargli crescere o tagliargli la barba, cambiarlo d'abito, gestire i momenti di sonnolenza e appetito e inoltre portarlo a pescare ( che bello eh? ). Se la benzina delle automobili finirà e noi non faremo rifornimento al più presto, ci ritroveremo in ospedale, e alla fine di ogni capitolo ci verrà dato del denaro, utile per comprare armi o vestiti.



    Grottesco o Inappropriato?
    ( Colonna Sonora )

    Sono bello, ricco, e non pago il tizio che spinge la mia carrozzella... fuck yeah!


    Con una delle colonne sonore più anticonformiste che esistano, Deadly Premonition merita un'encomio per la sua originalità e il suo coraggio, che hanno dato vita a quei pochi ma meravigliosi brani che la produzione vanta. Le musiche di per se sono poche: il tema principale, un fischiettio irriverente, una musichetta addobbata al protagonista tipica dei peggiori polizieschi anni ottanta.. e il resto potete immaginarlo. Ma la genialità o irriverenza dei produttori non sta nel vero e proprio componimento dei brani, bensì nel loro utilizzo. Immaginatevi, una vivisezione in sala operatoria, un momento cruciale per la trama del gioco, e all'improvviso la musica cambia, un fischiettio che rasserena tutti su quanto sia bella la vita viene messo in evidenza, e York e compari si mettono allegramente a parlare di strategie per giocare agli scacchi mentre un pericoloso assassino gira libero per le strade della città. Grottesco, inappropriato o geniale? Spetta solo a voi dirlo...






    Tirando le Somme


    Deadly Premonition è qualcosa di nuovo nel panorama videoludico, qualcosa che non si è mai visto. Unisce la suspance e le ambientazioni di un thriller alla Twin Peaks a una colonna sonora irriverente e alquanto geniale. I difetti non mancano, i colpi di scena e le emozioni neppure: insomma, Deadly Premonition ha tutto, nel bene o nel male. Francis York Morgan non verrà di certo dimenticato, e il suo carisma non si vede tutti i giorni in altri protagonisti stereotipati di altre produzioni ben più colossali. Il prezzo è più che ottimo, 19,90, e l'acquisto è sconsigliato a tutti coloro che fanno della grafica e del gameplay degli elementi troppo fondamentali per non essere curati a dovere. Se invece siete dotati di un'ironia pungente, e riuscite ad adorare questo gioco, indubbiamente il re del genere trash, e se siete nostalgici della old gen, interessati a storie eccezionali e ben congegnate, allora per voi l'acquisto è d'obbligo. Se possedete questi requisiti, non resterete affatto delusi, e vi godrete ridendo insieme a York e a Zach uno dei titoli più geniali della storia videoludica.




    .Storia: 97


    .Longevità: 85


    .Giocabilità: 70


    .Grafica: 50


    .Colonna Sonora: 92

    Voto Globale: 90

  Deadly Premonition: Recensione

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina