1. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #9411552
    claudio-di-caproneQuindi è del tutto normale che se compro un giocatore messo sul mercato che costa più dei v€ che possiedo posso andare sotto zero?

    assolutamente no, il sistema ti blocca, purtroppo però pare essersi verificato un problema tecnico. Per il futuro non capiterà più, dato che abbiamo già rafforzato i controlli.
  2.     Mi trovi su: Homepage #9411556
    In ogni caso il problema è doppio, io ho preso Boateng a 90 (pur non avendoli) ma la società F.C. Ancient Pieve grazie ai quei 90 (fittizi) ha vinto l'asta e preso Balotelli che altrimenti sarebbe andato ad un'altra squadra.
    Ad ora ancient Pieve si ritrova con Boateng e con Balotelli e le altre squadre si ritrovano in questo modo cornute e mazziate.
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #9411559
    Ci spiace, comunque operiamo qualcuno rimarrà scontento o svantaggiato, è la natura di un errore tecnico per il quale non possiamo tornare indietro. Ce ne rendiamo perfettamente conto ma purtroppo questo non è un tipo di errore facilmente sistemabile per il pregresso.
  4. tutto pronto, partiamo!  
        Mi trovi su: Homepage #9412632
    Quando parlavo di aggiustare internamente non pensavo arrivassimo a tanto! La pubblico perchè merita...

    SENTENZA TRIBUNALE ARBITRALE FANTACALCISTICO

    IN FATTO:

    La società Ancient Pieve aveva legittimamente posto in vendita uno dei propri giocatori tesserati, K.P.B. a chi le avesse offerto 90 crediti. Dai fatti di causa allegati dalle parti regolarmente costituite risulta che la società Nuova Samp 2 ha presentato un'offerta telematica per il giocatore, pur non disponendo del capitale necessario al fine di tesserare il giocatore stesso. Tale comportamento si è instaurato in un momento immediatamente precedente all'apertura di un'importantissima asta per il proseguimento del campionato. Tuttavia, a causa di un errore del sistema informatico, il giocatore passava effettivamente nelle file della società offerente a fronte di un versamento di 90 crediti, di fatto non posseduti dalla stessa. Ciò permetteva alla società cedente di pilotare il mercato in modo non rispondente alla sua reale situazione economica, aggiudicandosi uno dei giocatori più gettonati dell'asta, M.B.; dal canto suo la società Nuova Samp 2 si vedeva addebitare il costo della cessione (90 crediti) che azzerando di fatto il suo patrimonio liquido (anzi portandolo in passivo di ca 66 crediti), non le permetteva di partecipare all'asta telematica. Successivamente il sistema provvedeva a ripristinare la situazione antecedente dal punto di vista sia economico che del giocatore K.P.B., pur non potendo porre rimedio agli eventi dell'asta.
    DOMANDE DI PARTE:
    1. Le parti chiedono una penalizzazione con multa a carico della Nuova Samp 2 e una sua inibizione temporanea dal mercato sia in entrata che in uscita.
    La difesa obietta di essere stata in completa buona fede, essendo anzi stata vittima dell'errore del sistema che le ha di fatto precluso la partecipazione all'asta.
    2. Le parti hanno allegato prove riguardanti un tentativo di corruzione da parte del manager della società Nuova Samp 2 chiedendo la procedibilità d'ufficio.
    3. Alcune delle parti chiedono altresì provvedimenti nei confronti della società ancient pieve per non aver tempestivamente denunciato il fatto ed essersi avvalso del denaro ricavato per dirigere meglio il mercato in asta. La difesa si dichiara incolpevole, dato l'errore di sistema di cui non può essere accusata.
    In via riconvenzionale Ancient Pieve chiede una sanzione nei confronti della società Woodcutter per diffamazione, essendo stata accusata di non aver avvisato gli altri manager tempestivamente dell'accaduto.
    Le parti dichiarano di aver raggiunto per la questione M.B. una conciliazione stragiudiziale, salvo il diritto al risarcimento dei danni.

    IN DIRITTO:

    Quanto ai punti 1 e 2: va chiarito che ai sensi dell'art. 2043 cc "qualunque fatto doloso o colposo che cagioni ad altri un danno ingiusto obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno". Ora a parere di questo giudice il comportamento della società Nuova Samp 2 è da classificarsi come colposo e non doloso, in quanto il manager della società non poteva verosimilmente rappresentarsi quanto sarebbe accaduto, avendo contribuito a ciò un errore di sistema. Tuttavia la condotta risulta scorretta in base alle più elementari regole di buona fede nelle trattative contrattuali e più in generale nella gestione dei rapporti in essere con le altre parti del campionato. A ciò si vada ad aggiungere il successivo comportamento del manager di Nuova samp 2, il quale, resosi conto dell'accaduto poneva in essere pratiche finalizzate alla truffa ai danni delle altre società partecipanti al campionato. Tale comportamento non ha però portato al perfezionarsi del reato di truffa in quanto non appoggiato dalla società Ancient Pieve. Lo stesso è tuttavia punibile come truffa tentata.
    Ai fini della determinazione dell'eventuale penalità da comminare alla società Nuova samp 2 va tenuto in considerazione il seguente parametro. L'art. 1225 cc dispone che in caso di concorso di terzi o di elementi esterni nel provocare il danno, il risarcimento va commisurato a quanto effettivamente poteva essere prevedibile dalla parte agente nel momento in cui poneva in essere la condotta. Ora, visto che nel momento della condotta non era ipotizzabile astrattamente una tale reazione del sistema informatico, il danno prevedibile è da rintracciarsi nella sola pratica scorretta ai danni della Ancient Pieve e va commisurato alla remota possibilità, ricercata dall'agente, di un mal funzionamento del sistema. Il danno subito dall'agente non può essere invocato a sua discolpa in quanto un'azione illecita non può valutarsi alla stregua dei danni subiti o meno dal suo ideatore.

    Quanto al punto 3: risulta dagli atti di causa che la società Ancient Pieve era a conoscenza dell'accaduto già prima della sua partecipazione all'asta. l'aumento di liquidità le ha permesso di ottenere vantaggi nell'asta stessa, pur se successivamente annullati/mitigati dall'avvenuta transazione stragiudiziale tra le parti. Pertanto va valutato quale sia il reale vantaggio/svantaggio ottenuto dalla società in questione. In secondo luogo l'aver utilizzato in asta il denaro percepito indebitamente nonostante la conoscenza di tale indebito concretizza per ciò stesso un comportamento poco corretto. Il fatto di non aver potuto impedire la vendita di K.P.B. tuttavia, attenua tale responsabilità della società stessa in quanto essa, non potendo essere sicura di come i mediatori avrebbero risolto la questione, si è trovata a dover rimpiazzare K.P.B., attacante di non poco peso in rosa.
    Quanto alla richiesta nei confronti di Woodcutter, essa esula dalle attribuzioni attuali di questo giudice, in quanto questione meramente processuale.

    P.Q.M. (per questi motivi) in forza del potere conferitogli il presente giudice dispone quanto segue:

    1. Dichiara efficace a tutti gli effetti l'accordo transattivo raggiunto tra le Società per il ri-trasferimento di M.B. ad High Quality per 149 crediti e il ri-trasferimento di K.P.B. a Ancient Pieve.

    2. Dichiara efficace a tutti gli effetti l'asta svoltasi, relativamente agli altri giocatori aggiudicati.

    3. Condanna la Società Nuova Samp 2 ad una penalizzazione in classifica di punti 3 (tre) per truffa tentata e ad una inibizione dal mercato in entrata fino al 23/02/2013 per comportamento scorretto.

    4. Dichiara la non colpevolezza in termini di risarcimenti economici della società Ancient Pieve per condotta scriminata dallo stato di necessità/forza maggiore.

    5 Non ritiene di dover condannare la Nuova Samp 2 ad alcun risarcimento economico per imprevedibilità del danno nei termini in cui si è verificato.

    6. Il presente decreto è immediatamente esecutivo e andrà applicato fin dalla comunicazione.

    Le parti possono presentare appello al presente giudice entro il 9/2/2013 allegando prove a sostegno dei motivi di ricorso, salva l'immediata applicazione della presente sentenza.


    Così è deciso. Brescia, Tribunale fantacalcistico, 8/2/2013. Firma assolta in forma digitale.

  Scudetto Web

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina