1. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #9420644
    Premetto di non avere giocato gli altri due Bioshock e non posso fare confronti, però, anche se non l'ho ancora finito posso tranquillamente dire che è uno dei giochi più belli che io abbia mai giocato.


    Diablos1996
    MANNAI_97, ti dichiaro ufficialmente il miglior grafico di immagini trash del forum!:lol:
  2. "I'M BACK IN TOWN BABY!"  
        Mi trovi su: Homepage #9420718
    Secondo me si può considerare come Bioshock 3. Gioco che è un capolavoro di regia artistica per le emozioni che Columbia suscita in chi la esplora. Per la prima volta un mondo colorato, energico e pulsante al posto di un mondo scialbo e grigio semidistrutto. Lo prenderò quando cala di prezzo ma sarà MIO di sicuro. Ottima rece!
    SET by LAMPO

  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9423792
    Io andrò controcorrente...Bioshock infinite mi ha deluso. Ho trovato notevoli pecche nel game design che non mi hanno fatto divertire ma mi hanno solo frustrato. Volevo divertirmi, ho cercato in tutti i modi di farlo, ma il gioco mi mette in mano così tante possibilità (tante armi, tanti vigor e tanti upgrade) e così pochi momenti per apprezzare tali possibilità finendo per farmi fare le solite scelte. Lo voglio paragonare a un gioco di 8 anni con cui condivide diverse similitudini: half life 2. Entrambi sparatutto in prima persona, entrambi hanno una compagna che segue il protagonista. Bioshock sembra avere un mondo più vasto, più libertà, più tutto....la mia impressione generale è che non è così. Half life 2 ha sezioni di gioco da giocare in modo diverso, ti toglieva tutto e ti lasciava con la gravity gun, o con i feromoni, o con le mine, o con l'auto...ti spingeva a imparare a giocare in maniera figa, quando ti trovavi con più possibilità cercavi di non usare le armi e ti sentivi un figo a lanciare bidoni e usare elementi dell'environment, ti veicolava sì, ma facendo così ti faceva sentire protagonista di un filmone. Bioshock non ci riesce, ci riesce un po' qua e un po' là, in mezzo ci son tanti combattimenti in arene vittoriane diverse collegate tra loro. Poi oh, sta Elizabeth così tanto pubblicizzata...Alyx era molto più verosimile anche se scriptata...e ripeto, un gioco di 8 anni fa!
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9423816
    mikeb87Io andrò controcorrente... Bioshock infinite mi ha deluso.
    "Controcorrente" proprio no. Come tutti i titoli sopra la media, in teh intarnetz c'è la fila per stroncarlo.


    Ho trovato notevoli pecche nel game
    design che non mi hanno fatto divertire ma mi hanno solo frustrato.
    C'è anche da dire che è un gioco il cui sviluppo è stato funestato da problemi pesanti. Ometto di citare le figure di spicco di Irrational che se ne sono andate a metà viaggio, o il rincalzo portato a bordo da Epic esclusivamente per quagliare il tutto anche a costo di tagli evidenti (e che ha abbandonato Irrational dopo il lancio del gioco, a conferma della natura emergenziale del provvedimento). alla luce di questo, anche al netto delle 2000 cose tagliate (basta che vi andiate a vedere le nostre prime preview, in cui venivano mostrate cose che nel gioco non ci sono) il gioco è un miracolo di gioco per compattezza ludica e coerenza.

    Detto questo, sono d'accordo che non sia perfetto. I compromessi ci sono, eccome. Se non fosse per design e grafica che sono una spanna o due sopra, la superiorità del primo (e per certi versi persino del secondo) BioShock sarebbe netta. Ma anche così, e sempre premesso che HL2 è un capolavoro, il confronto col gioco Valve mi sembra un po' tirato per i capelli.

    Tanto è stato frutto di compromessi il primo, quanto il secondo (Valve Time, anyone?) è il simbolo del concetto di "esce quando è pronto". A parte questo, il gameplay emergente del secondo nel primo praticamente non esiste (HL2 è costruito interamente attorno a quello), la struttura e complessità narrativa del primo nel secondo non esiste (BI poggia pesantemente proprio su quello), e i paragoni sulla compagna IA mi sembrano francamente pretestuosi: Alyx era deliziosa per caratterizzazione, ma non meno di Elizabeth, che per giunta rispetto a HL2 è inserita nel piano narrativo del gioco in modo più integrale. Il profilo ludico della piccoletta è invece da dimenticare, essendo stato imho uno dei punti più mortificati in fase di "quaglio" dello sviluppo. Ergo andando al di là di una riflessione su un mercato in cui "ci vorrebbero più sparatutto-sparatutto come HL2", non vedo grossi parallelismi.

    Rimanendo su BI:

    Volevo divertirmi, ho cercato in tutti i modi di farlo, ma il gioco mi
    mette in mano così tante possibilità (tante armi, tanti vigor e tanti
    upgrade) e così pochi momenti per apprezzare tali possibilità finendo
    per farmi fare le solite scelte.
    Non nella singola run, vero. Ma la cosa non lo penalizza se uno non si pone limiti arbitrari da solo e usa un minimo di creatività. La scelta inoltre contribuisce in modo pesante alla rigiocabilità. Le due run che ho fatto (hard e 1999) sono state radicalmente diverse tra loro, potenziando armi e puntando su vigor molto diversi, e avendo capito come sfruttare alcuni poteri (Carica su tutti) dei quali non avevo colto l'importanza all'inizio. Alla seconda, nonostante la difficoltà, mi sono divertito enormemente di più, sapendo su cosa puntare, a riprova del fatto che il gioco è calibrato alla perfezione eccetto un paio di rilevanti dettagli.

    Per il resto, se possibile non solo non sono d'accordo con quello che dici, ma penso che il problema sia addirittura l'inverso, ovvero il fatto che rispetto al primo BioShock il gioco sia parecchio più compatto (limitato?) tatticamente per le armi portate a 2 e la scelta di scoraggiare la combinazione di più di due Vigor alla volta. Fortunatamente, per lo meno il resto del gioco è stato ritagliato attorno a questa caratteristica, che quindi è ascrivibile alle scelte degli sviluppatori con cui si può non essere d'accordo, ma che almeno hanno senso.

    Al di là di questo, l'unica VERA, GRANDE sciocchezza del gioco, mi è parsa l'introduzione dello scudo ricaricabile, che ha costretto a bilanciare alcune sezioni e nemici in modo delirante. sull'argomento si è espresso l'autore di Braid, Jonathan Blow, in un pezzo che potete trovare facilmente via google.
  5.     Mi trovi su: Homepage #9426233
    C'è da dirlo... questo è un capolavoro, come tutti gli altri Bioshok d'altronde. Il problema però rimane quello! Io siccome me ne ero innamorato tantissimo, ci giocai a diritto e lo finii in tre giorni. Una volta finito, mi capitò la stessa cosa che mi successe con i primi due....... "Aaaah... che capolavoro, che scenografia... ma ora che faccio??". Non so se anche ha voi è successa la stessa cosa, ma io adesso mi ritrovo con un gioco che ho pagato € 69,90 e non lo uso più! Lo anche ricominciato, ho preso il massimo dei trofei che potevo prendere, ma ora, non so più veramente cosa farci. Diciamo che ci ho giocato un totale di 7-8 ore, al contrario di giochi come Skyrim (120h), GTA IV (82h), Red Dead Redemption (98h), e i due Fallout (sulle 200h di gioco), insomma giochi a cui o dedicato tanto tempo, impegno e divertimento. Non dico che ho sbagliato a prenderlo, per carità. Ma non credo nemmeno che il prezzo sul mercato possa essere quello! Insomma non puoi farmi pagare settanta Euro, per un gioco che finisco in cinque ore di gioco! Non vi sto sconsigliando di comprarvelo, ma almeno vi ho avvertiti su questo fronte. Magari il consiglio che posso darvi è di comprarlo quando calerà il prezzo. Comunque resta senza dubbio, uno dei migliori capolavori videoludici di questi ultimi tempi!
  6.     Mi trovi su: Homepage #9428650
    mikeb87Poi oh, sta Elizabeth così tanto pubblicizzata...Alyx era molto più verosimile anche se scriptata...e ripeto, un gioco di 8 anni fa!
    Condivido, 8 anni fa un gioco com Half Life 2 con grafica molto meno spinta riusciva a coinvolgerti molto di più. Alyx era scripted solo in relativamente poche situazioni, per il resto era guidata da un IA decisamente credibile. Elizabeth è meno viva, anche se come IA si comporta degnamente, ma (come già detto) 8 anni dopo ci si aspetterebbe qualcosa di meglio.Deludente il livello di interazione con l'ambiente: sembrerà una cosa stupida, ma il fatto che in HL2 potevi maneggiare (o almeno spingere o percuotere) qualsiasi oggetto (anche se inutile ai fini del gioco) rendeva il mondo più reale. In BI è tutto fisso, gli oggetti non li puoi spostare, compresi i corpi dei morti che sembrano più statue che cadaveri. Non puoi salire o scalare quasi nulla, non dico che dovevano darti la libertà di scalare come in Assassins Creed (fantastica l'architettura di Firenze o Venezia vista da sopra) ma almeno non farti sentire un fantoccio che si muove solo rasoterra... ah, ma c'è il gancio magnetico che ti fa fare salti prodigiosi (ammesso che ci siano gli appositi sostegni a portata), il che rende l'interazione ancora più falsa.

  Recensione BioShock Infinite: Oltre l'infinito... l'abisso

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina