1.     Mi trovi su: Homepage #9427061
    Ben venga eh... io la compro al D1, però ho come l'impressione che la PS3 avrebbe potuto tirare dritto un altro paio d'anni. Forse l'xbox un po' meno, e per evitare quanto successo con la 360 vogliono giocare d'anticipo, ma forse le potenzialità della nostra console potevano essere spremute ancora un po'.

    Un'altra cosa che non mi piace per niente è il tanto declamato free to play (vedi editoriale di Fulco). Dato che nessuno dà nulla per nulla (anche giustamente per l'amor del cielo), l'idea di scaricarmi un gioco online gratis e competere insieme a gente che ha armi devastanti e livelli altissimi perché se li è comprati mi piace poco. In generale, una volta i premi nei giochi uno se li guadagnava, ora basta comprarseli.


  2. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9427062
    Dave_CozmoBen venga eh... io la compro al D1, però ho come l'impressione che la PS3 avrebbe potuto tirare dritto un altro paio d'anni. Forse l'xbox un po' meno, e per evitare quanto successo con la 360 vogliono giocare d'anticipo, ma forse le potenzialità della nostra console potevano essere spremute ancora un po'.
    Il discorso è un altro: senza l'iniezione di interesse di una nuova generazione di hardware il mercato è morto. I progetti Alto Rischio/Alto Guadagno, semplicemente non sono più di casa su questa generazione. Chiunque segua il mercato se ne può rendere conto facilmente da quanto serve per essere competitivi rispetto ai rischi di un prodotto che non raccolga al 101% l'attenzione del pubblico.

    Certo, potremmo andare avanti per secoli con giochi indie meravigliosi che girerebbero pure su un 486 (:coff: Lone Survivor :coff:), ma guardati intorno anche solo qua dentro e renditi conto di quanto sia ipotizzabile. Che poi nell'industria ci sia questa forma di stupidità per cui si pensa che buttare soldi a un progetto lo renderà imbattibile, quando un giochino da due soldi come Puzzle & Dragons fa millemilamiliardidimilionialgiorno ti dà la misura di che razza di idiozia sia aver buttato a monte il concetto del gioco low/mid tier, ma qui divago.

    Ovviamente, se guardi la questione dal punto di vista puramente creativo, questa generazione ha tutti i numeri per andare avanti anche 100 anni, ma questo è vero per qualsiasi piattaforma. Se mi fai un Mega Man 11 su NES, per dire, c'è il caso che sia stupendo. Le sue qualità non hanno nulla a che vedere con l'aspetto tecnico.

    Il fatto è che questo è un punto di vista puramente teorico, speculativo, che non ha nulla a che vedere con la realtà dei fatti, troppo spesso dimenticata ad arte o rimossa come una cosa scomoda, che i videogiochi sono dei prodotti. L'evoluzione tecnica, la novità ciclica, la ricerca dello stupore del pubblico, sono parte di quello che li ha tenuti in vita. Parliamoci chiaro: eccetto il passaggio dal 2D al poligono 3D e quello dall'offline alle console interconnesse, non ci sono stati passaggi di generazione davvero rilevanti. La storia dei videogiochi avrebbe potuto essere scritta identica con un decimo dei passaggi che ci sono stati. Eppure se già all'epoca dellla transizione NES›SNES si fosse ragionato su queste linee, il mercato dei videogiochi sarebbe morto e putrefatto da secoli.
  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9427067
    Dave_CozmoSicuramente le nuove console aumenteranno l'interesse, ma rimmarrà l'idea che questa PS3 andrà in pensione senza avere mostrato il massimo delle proprie potenzialità tecniche, cosa che invece a mio parere era avvenuto con PSX e PS2.
    Ha mostrato eccome, e anche se un paio di cose tra 2013 e 2014 (The Last of US, GT6) mostreranno altro, il fatto che Ascension sia solo marginalmente migliore di GOWIII tecnicamente o che tuttora non ci siano titoli tecnicamente avanzati quanto Killzone 2 e 3 o Uncharted 3 ti dà già adesso una misura piuttosto precisa del fatto che i limiti del metallo si sentono. Piuttosto quello che lascia l'amaro in bocca, in questa come nelle altre generazioni, è che siano davvero in pochi ad arrivare a toccarli, e quando vengono toccati i limiti è già ora di sbaraccare.

    La speranza è che l'ambiente di sviluppo più accessibile di PS4 permetta di toccare il plateau tecnico abbastanza presto da consentirne una diffusione degli strumenti più ampia, ma anche qui i rischi ci sono: Xbox 360 ha avuto una senescenza precoce pesante proprio per il fatto che avendo Epic sostanzialmente disegnato l'hardware attorno a GOW, i limiti sono stati raggiunti così presto che i first party non hanno mai avuto nulla di davvero incredibile da mostrare. La differenza tecnico-qualitativa di roba interna Sony rispetto a Ms è impossibile anche solo da paragonare.
  4.     Mi trovi su: Homepage #9427074
    E' stata una delle gen più lunghe, tutti chiedono nuove console: dalle case di sviluppo ai giocatori. Ormai il mercato è fermo(non che mi interessi) ed un rinnovamento ci vuole. Certo con la crisi vediamo come sarà accolta sta next gen.(io ho iniziato a risparmiare per il D1 XD)
  5.     Mi trovi su: Homepage #9427076
    La next gen sarà accolta in base al costo, e penso che Sony e Microsoft questo lo sappiano benissimo.

    Io ho sempre detto (già da un anno) che prima arriva questa benedetta next gen, prima avremo dei titoli che non ricalchino lo scandalo di giochi come F3 e NV, Skyrim, AC III sul fronte dei bug e dei difetti tecnici. Come detto dal Duffo (e da Sony stessa), il più semplice ambiente di sviluppo di PS4, dovrebbe scongiurare ciò e creare nuove dinamiche nei titoli futuri.

    Ma ripeto: dipende quasi tutto dal costo di queste future console.
  6. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9427079
    eziokratosIo ho sempre detto (già da un anno) che prima arriva questa benedetta next gen, prima avremo dei titoli che non ricalchino lo scandalo di giochi come F3 e NV, Skyrim, AC III sul fronte dei bug e dei difetti tecnici.
    Temo che tu abbia aspettative poco realistiche al riguardo. E anche un po' di confusione di fondo sulla faccenda.

    L'auspicata semplicità di sviluppo faciliterà i porting sotto tanti aspetti, ma dubito fortemente che la pulizia dei codici sia tra queste. Il problema, nei casi che citi, sta a monte. E' vero che semplificando lo sviluppo e diminuendo i colli di bottiglia tra PC e console in Skyrim ci sarebbero stati meno problemi (il problema della gestione della RAM che ha portato al baco dei salvataggi non ci sarebbe stato, per dire), ma la qualità della conversione non ha nulla a che vedere con i bug.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9427083
    DuffmanTemo che tu abbia aspettative poco realistiche al riguardo. E anche un po' di confusione di fondo sulla faccenda.

    L'auspicata semplicità di sviluppo faciliterà i porting sotto tanti aspetti, ma dubito fortemente che la pulizia dei codici sia tra queste. Il problema, nei casi che citi, sta a monte.E' vero che semplificando lo sviluppo e diminuendo i colli di bottiglia tra PC e console in Skyrim ci sarebbero stati meno problemi (il problema della gestione della RAM che ha portato al baco dei salvataggi non ci sarebbe stato, per dire), ma la qualità della conversione non ha nulla a che vedere con i bug.




    Ecco, intendevo questo. ^_^
  8. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9427157
    La cosa che mi chiedo io è un'altra: ma non sarebbe ora della console unica?
    Niente più Play, Xbox o Nintendo, ma solo Software House che producono giochi su una piattaforma unica. In questo modo si ridurrebbero i costi dovuti al lavoro per le differenti versioni, la programmazione sarebbe più semplice e veloce, per non parlare del risparmio in marketing.

    Capisco che il mercato ha proprie leggi e regole non scritte, ma quanto sarebbe bello avere una macro-console, magari frutto della collaborazione tra Sony, Microsoft e Nintendo?
  9.     Mi trovi su: Homepage #9427159
    foxhound24La cosa che mi chiedo io è un'altra: ma non sarebbe ora della console unica?
    Niente più Play, Xbox o Nintendo, ma solo Software House che producono giochi su una piattaforma unica. In questo modo si ridurrebbero i costi dovuti al lavoro per le differenti versioni, la programmazione sarebbe più semplice e veloce, per non parlare del risparmio in marketing.

    Capisco che il mercato ha proprie leggi e regole non scritte, ma quanto sarebbe bello avere una macro-console, magari frutto della collaborazione tra Sony, Microsoft e Nintendo?
    Mi sa che è un po' utopia. Come dire che Milan Inter Napoli e Juve si fanno una squadra unica: vincerebbero la Champions e spenderebbero di meno... però... ;)


  10. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9427164
    Dragon90Non ho mai ben capito se i bug dipendono dalla console non abbastanza al top per il gioco X, o se è il gioco X fatto a sminchia.
    Sono cose diverse, anche se per l'utente finale il risultato cambia poco, e spesso i problemi sono intrecciati tra loro.

    L'esempio di Skyrim (come di Fallout, Oblivion & co) è particolarmente significativo perchè ci sono in mezzo problemi di entrambi gli ordini. Parlo da profano per spiegare ad altri profani, quindi se passa di qua Pete Hines non si faccia venire uno spanteco :D

    Il problema dei salvataggi monstre e dei rallentamenti nasce da una gestione del Gamebryo (ereditata poi dal Creation) che è stata sempre stata adatta ai PC, non alle console. Nel senso che su PC il problema non sussiste per le risorse tendenti a infinito, e su console, fino a - toh - Oblivion, non era mai evidente perchè i mondi di gioco erano più semplici (ma c'era già).

    Quando il contenuto ha strabordato dal contenitore, è andato a ramengo un po' tutto, perchè non erano preparati a gestire la cosa per rigidità del motore. Se in un contenitore da 1 litro provo a mettere 2 litri e cade metà, tu come lo definisci? Un limite del contenitore, o un limite di chi ci versa la roba dentro? In effetti, quindi, si intrecciano dei limiti pratici, e delle difficoltà di sviluppo che sono state affrontate nel modo sbagliato.

    Preparare un contenitore diverso (entro i limiti delle possibilità delle console) non era impossibile. Ti faccio un esempio cretino: non è essenziale all'esperienza di gioco che se sposto una forchetta nella Locanda del Troll Ubriaco a Sfrappatork, quando torno la trovo ancora lì. Eppure, per dire al gioco "sticazzi, evita di piantarti", ci voleva un lavoro ritagliato su misura per le console, e con tutta evidenza non era compatibile con i tempi e i costi di sviluppo. Magari hanno calcolato che il grosso della gente non avrebbe toccato ogni cazzo di forchetta in ogni locanda di Sfrappatork, o hanno privilegiato l'impatto rispetto alla pulizia del codice, tenendosi i limiti del gioco com'erano e puntando su altro.

    Ovviametne la cosa è più complessa di così, ma dovrei anche lavorare, in giornata XD
  11. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9427166
    foxhound24La cosa che mi chiedo io è un'altra: ma non sarebbe ora della console unica?
    Niente più Play, Xbox o Nintendo, ma solo Software House che producono giochi su una piattaforma unica. In questo modo si ridurrebbero i costi dovuti al lavoro per le differenti versioni, la programmazione sarebbe più semplice e veloce, per non parlare del risparmio in marketing.

    Capisco che il mercato ha proprie leggi e regole non scritte, ma quanto sarebbe bello avere una macro-console, magari frutto della collaborazione tra Sony, Microsoft e Nintendo?
    Sono anni che leggo questa cosa, e confesso che non ho mai capito a) se chi la propagandava parlava sul serio, e b) esattamente, in quale campo dell'umana esperienza un monopolio abbia finito per creare dei vantaggi agli utenti.

    L'agganciamento che genera il super robot e tutti sono felici non esiste al di fuori di Voltron. E anche lì, il risultato finale faceva un po' pena. Per farvi un'idea, ipotizziamo che Microsoft compri Nintendo e Sony. Andate a vedere come si è regolata nella sua storia con le acquisizioni, e avrete un quadro preciso di quanto sia realistica la favola della console unica con Mario, Master Chef e Snake, e i costi risparmiati per il marketing investiti in Shenmue 3. La versione realistica è: una console unica sarebbe esattamente come Xbox 720. Ma senza la concorrenza, con tutto quel che ne consegue, e con un ambiente ancora più competitivo in cui creatività e indipendenza sono ancora meno premiate.

    Il mondo è bello perchè è vario, credetemi.

  Ma c'era davvero bisogno di una nuova generazione?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina