1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9436423
    Riccardo MinisolaCriticare la serie Tales Of per la grafica è un po' come lamentarsi che Battaglia Navale non ha trama. È meglio spendere il budget su gameplay, ost e trama piuttosto che su poligoni e ombre.

    Queste sono valutazioni rimesse alle priorità del singolo. Chi deve parlare del gioco a tutti non può convenientemente glissare su aspetti a piacere suo. Specialmente perché il fatto che xillia sia stato tirato via per lanciarlo nel 15ennale della serie è cosa nota, così come è evidente a tutti, tranne i fan square più ciechi, che un tales of con valori di produzione da FF sarebbe il gdr della generazione. Ergo no, direi che non sia affatto la stessa cosa, e proprio in omaggio alla bontà del titolo è opportuno fare la punta al ca**o dove serve.
    Detto questo, sfido chiunque, tra un mondo di xillia sviluppati in due anni e di ff13 sviluppato in 6, a scegliere quest'ultimo.
  2.     Mi trovi su: Homepage #9436425
    Io sono disposto a scegliere Final Fantasy XIII, non perchè ci sono voluti circa 6 anni per vederlo, ma perchè mi piace la storia in se. Questo non per dire che le storie dei Tales Of siano peggiori, (anzi ci ho giocato pure io a qualche Tales Of, e mi sono piaciuti in generale come storie, ad eccezione forse per i gameplay), ma perchè semplicemente preferisco le storie dei Final Fantasy, sono gusti personali alla fine. Quindi, se mi venisse chiesto di aspettare un po di anni (tipo 7 anni) per scegliere un Final Fantasy, o di aspettare meno tempo (tipo 1 anno) per un'altro, sceglierei sempre Final Fantasy, senza nulla togliere a tutte le cose positive che può avere l'altro titolo (o tutti i titoli che possono uscire in quegli anni). Semplicemente perchè per me Final Fantasy e sinonimo di storia, bellezza, cambiamento, distruzione, rinascita, tecnica e vita.

    p.s. : Se nell'attesa si volesse poi provare qualcos'altro va benissimo, ma Final Fantasy e Kingdom Hearts saranno per sempre primi nella mia classifica personale.
    Fantasy Genaration

  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #9436426
    Fantasy FrancySemplicemente perchè per me Final Fantasy e sinonimo di storia, bellezza, cambiamento, distruzione, rinascita, tecnica e vita.

    Francamente penso che siano anni che è sinonimo solo di bancarotta creativa. Persino roba fatta con il budget del parrucchiere di nomura e sviluppata nel tempo che gli serve a decidere il colore dei capelli della protagonista gli dà due piste come freschezza e contenuti. Il loro modo di fare videogiochi aveva senso una generazione fa. Oggi sono poco più che guardiani del cimitero.
  4. adventure time  
        Mi trovi su: Homepage #9436432
    La serie Tales Of è davvero ottima, con quello stile di Gameplay nelle battaglie veramente particolare. E per le eventuali limitatezze grafiche, direi che l'aver puntato sullo stile "anime" per la grafica in-game risolve il problema quasi del tutto (Diciamocelo, nel cel-shading una eventuale povertà del comparto grafico si nota meno). E visto che "ci hanno degnato" di una versione in Italiano, oserei dire che Tales Of Xillia sia una scelta quasi obbligata per chiunque apprezzi gli RPG, di sicuro se si apprezzano gli RPG Giapponesi!

    Io lo giocai in una "sessione di prova" un annetto fa, grazie al mio amico che è così matto da comprare i giochi import; lo apetto da allora, e quando uscirà lo prenderò di sicuro (che poi, esce tipo fra qualche giorno!)
  5.     Mi trovi su: Homepage #9436571
    Una domanda: il livello di difficoltà dei combattimenti nel gioco si mantiene costante o ci sono picchi di difficoltà?
    Chiedo poichè per ora (per dare un'idea diciamo che ho quattro personaggi ) i combattimenti non sono stati minimamente impegnativi (giocando a "Normale", la difficoltà preimpostata) e non sono costretto a impegnarmi al massimo.
    Stavo pensando quindi di alzare il livello, ma non vorrei doverlo riabbassare più avanti (mi sentirei in colpa... lo so, non c'è bisogno che lo diciate: ho dei problemi).
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  6.     Mi trovi su: Homepage #9436620
    Nox Lucis CaelumUna domanda: il livello di difficoltà dei combattimenti nel gioco si mantiene costante o ci sono picchi di difficoltà?
    Chiedo poichè per ora (per dare un'idea diciamo che ho quattro personaggi ) i combattimenti non sono stati minimamente impegnativi (giocando a "Normale", la difficoltà preimpostata) e non sono costretto a impegnarmi al massimo.
    Stavo pensando quindi di alzare il livello, ma non vorrei doverlo riabbassare più avanti (mi sentirei in colpa... lo so, non c'è bisogno che lo diciate: ho dei problemi).

    leggendo in giro altri utenti ho letto che ci sono dei picchi di difficoltà. Io non capisco sta storia dei livelli di difficoltà in un jrpg, non dovrebbero esistere(anche se so che sono tipici della serie). Anche io sto giocando a normale e per adesso sono morto solo prendendo una via secondaria dove c erano dei mostri di livello 40 mentre io ero a 17. Bho anche io non so che fare, se metto difficile e poi devo livellare decine di ore per passare un boss non mi va, quindi me lo gioco cosi per adesso.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9436801
    Castu1983leggendo in giro altri utenti ho letto che ci sono dei picchi di difficoltà. Io non capisco sta storia dei livelli di difficoltà in un jrpg, non dovrebbero esistere(anche se so che sono tipici della serie). Anche io sto giocando a normale e per adesso sono morto solo prendendo una via secondaria dove c erano dei mostri di livello 40 mentre io ero a 17. Bho anche io non so che fare, se metto difficile e poi devo livellare decine di ore per passare un boss non mi va, quindi me lo gioco cosi per adesso.
    Io seguendo la via principale non sono mai morto a Normale e quindi (probabilmente intorno al livello 17, come te) ho deciso di alzare a "moderato" (e ho beccato uno scontro uno contro uno che ho dovuto ripetere 5 volte prima di vincere). Sono soddisfatto per ora (sono al livello 32), non sono mai morto (oltre a quello scontro 1 vs 1), ma almeno è importante parare e in alcuni scontri ho dovuto giocare un po' in difesa sfruttando le abilità di cura in link. Per ora non sono costretto a livellare troppo.
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  Recensione Tales of Xillia: Il JRPG non morirà mai

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina