1. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #9449739
    Qui a Torino oggi abbiamo avuto qualche problemino coi manifestanti.

    https://scontent-a-ams.xx.fbcdn.net/hphotos-ash3/1488321_10151739432011780_1345969297_n.jpg



    Bah... non sono d'accordo con queste dimostrazioni violente. Comunque in qualche modo è lo specchio di una città che sta diventando sempre più povera e senza lavoro.
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  2.     Mi trovi su: Homepage #9449823
    che c'entra la città ? questi dovrebbero essere quelli dei "Forconi" che stanno manifestando e manifesteranno in tante città, piccole e grandi
    .
    che .. a pelle, a me non convincono per niente; perché andrebbe bene gettare all'aria questo ennesimo governaccio di larghe intese, ma ancora una volta questi si sono mossi in sincrono con le paturnie del Berlusca ed in sintonia con la sua voglia di andare alle elezioni
    .
    ed anche l'inchino dei poliziotti in alcune piazze mi fa pensare che dietro il culo abbiano una Regia e tanti protettori; è interessante vedere come alcuni sindacati di polizia si permettano tranquillamente di SCEGLIERE quelli a cui menare e quelli a cui inchinarsi, a seconda di come li indentifichino politicamente
  3. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #9449871
    commonche c'entra la città ? questi dovrebbero essere quelli dei "Forconi" che stanno manifestando e manifesteranno in tante città, piccole e grandi
    .
    che .. a pelle, a me non convincono per niente; perché andrebbe bene gettare all'aria questo ennesimo governaccio di larghe intese, ma ancora una volta questi si sono mossi in sincrono con le paturnie del Berlusca ed in sintonia con la sua voglia di andare alle elezioni
    .
    ed anche l'inchino dei poliziotti in alcune piazze mi fa pensare che dietro il culo abbiano una Regia e tanti protettori; è interessante vedere come alcuni sindacati di polizia si permettano tranquillamente di SCEGLIERE quelli a cui menare e quelli a cui inchinarsi, a seconda di come li indentifichino politicamente
    Beh, io abito in centro e ieri hanno tenuto in ostaggio punti nevralgici della città. Ancora oggi i cortei proseguono , hanno occupato la stazione di Avigliana (in provincia di Torino). Sono un po' più pacifici, ma intanto i disagi restano, c'è perfin gente che ha paura di uscire di casa. Io stesso faccio moooolta attenzione perchè come detto abito in centro e gentaglia ne ho vista passare.


    Non si capisce nemmeno più chi manifesta e per cosa, sono di destra o di sinistra? Per la Tav o per la tassa rifiuti? Sono i commercianti o gli studenti? Ancora oggi mercati vuoti e in alcuni supermercati picchetti per non far entrare la gente.
    Una cosa è certa c'è tanta gente che fa cagnara, casino, perchè senza lavoro, senza cervello, o solo per il gusto di fare bordello, spaccare le vetrine.
    Se la gente avesse un lavoro, non andrebbe a protestare (in questo modo).


    Ma poi io dico, andate nei centri di potere, non mettete in scacco la gente che vuole lavorare o deve andare a comperare al supermercato. La follia ha svuotato i supermercati, ma ti rendi conto?
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #9449897
    AlexPinturicchio10ma perchè tu sai la differenza in italia?
    in italia si sa c'è la precedenza a destra...ma spesso chi sta a sinistra si crede di stare a destra...ma lo fa solo per passare prima degli altri
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  5.     Mi trovi su: Homepage #9449909
    beppojosefBeh, io abito in centro e ieri hanno tenuto in ostaggio punti nevralgici della città. Ancora oggi i cortei proseguono , hanno occupato la stazione di Avigliana (in provincia di Torino). Sono un po' più pacifici, ma intanto i disagi restano, c'è perfin gente che ha paura di uscire di casa. Io stesso faccio moooolta attenzione perchè come detto abito in centro e gentaglia ne ho vista passare.


    Non si capisce nemmeno più chi manifesta e per cosa, sono di destra o di sinistra? Per la Tav o per la tassa rifiuti? Sono i commercianti o gli studenti? Ancora oggi mercati vuoti e in alcuni supermercati picchetti per non far entrare la gente.
    Una cosa è certa c'è tanta gente che fa cagnara, casino, perchè senza lavoro, senza cervello, o solo per il gusto di fare bordello, spaccare le vetrine.
    Se la gente avesse un lavoro, non andrebbe a protestare (in questo modo).


    Ma poi io dico, andate nei centri di potere, non mettete in scacco la gente che vuole lavorare o deve andare a comperare al supermercato. La follia ha svuotato i supermercati, ma ti rendi conto?
    il problema non è che è manifestazione di destra o sinistra, ma che questi sembrano muoversi ad orologeria, con l'intento di mettere i bastoni tra le ruote ad governo non perché rivendichino qualcosa in particolare ma perché gli è stato ordinato (e magari ora gli si sarà accodato chiunque)
    sul modo di manifestare (non di loro ma parlando in generale), non sono proprio d'accordo; la gente normale NON ha altri modi per far capire anche al resto del popolo che c'è qualcosa che non va; già così manifestare non serve a niente e ti mette solo a rischio di esser pestato o dipinto come terrorista; figurarsi se si dovesse maniefstare con l'intento di non dar fastidio a nessuno, magari in periferia e di domenica mattina
    Ed in ultimo, questa Italia è talmente inguaiata che pensare che la gente manifesti o faccia caciara solo perché non è occupata a fare altro mi pare ragionamento da persona alquanto distante dalla vita reale
  6.     Mi trovi su: Homepage #9449925
    scudettoweb"Questi". Quando le manifestazioni NON si muovono a orologeria, da che mondo è mondo? :)

    ... quelle che ho fatto io, ad esempio, sono state nella stragrande maggioranza dei casi su argomenti o EVenti precisi, ben identificabili
    ad esempio in concomitanza con qualcuna delle tante riforme del lavoro, delle pensioni, della Scuola (lo farei in ValDi Susa) etc
    quindi per me .. da sempre
  7. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #9449970
    common... quelle che ho fatto io, ad esempio, sono state nella stragrande maggioranza dei casi su argomenti o EVenti precisi, ben identificabili
    ad esempio in concomitanza con qualcuna delle tante riforme del lavoro, delle pensioni, della Scuola (lo farei in ValDi Susa) etc
    quindi per me .. da sempre
    Non vedo la differenza fra la Val di Susa e questa situazione: l'Evento è il fallimento delle politiche di questo governo.

    Intendiamoci, non sto dicendo che questo è un movimento puramente spontaneo, sto dicendo che nessun movimento è puramente spontaneo (in Val di Susa la protesta non è stata organizzata? Quando vanno 500.000 lavoratori a Roma a protestare ci vanno da soli o vengono portati? Domande chiaramente retoriche).

    Dico però una cosa su questo specifico movimento. Dovrebbe essere dell'Italia che non ne può più delle tasse. Noi, la nostra realtà aziendale, stiamo affogando nelle tasse, e tutto abbiamo fuorché il tempo di andare a bloccare il traffico. Che questo sia un Paese ostile a chi crea lavoro è testimoniato dalla tassazione alle aziende più alta al mondo (fra le altre cose), ma chi ha scelto di creare lavoro pensi a fare quello. La miglior protesta non è aprire spazi in cui gli anarchici sguazzano o perdere tempo a dar fastidio a chi va a lavorare. La migliore protesta, se uno non ne può più, è chiudere l'attività e non fare più il creatore di posti di lavoro, se davvero la situazione è drammatica. Quella sarebbe una protesta che farebbe fare due conti al governo, non ste robe.
  8.     Mi trovi su: Homepage #9449977
    scudettowebNon vedo la differenza fra la Val di Susa e questa situazione: l'Evento è il fallimento delle politiche di questo governo.

    Intendiamoci, non sto dicendo che questo è un movimento puramente spontaneo, sto dicendo che nessun movimento è puramente spontaneo (in Val di Susa la protesta non è stata organizzata? Quando vanno 500.000 lavoratori a Roma a protestare ci vanno da soli o vengono portati? Domande chiaramente retoriche).

    Dico però una cosa su questo specifico movimento. Dovrebbe essere dell'Italia che non ne può più delle tasse. Noi, la nostra realtà aziendale, stiamo affogando nelle tasse, e tutto abbiamo fuorché il tempo di andare a bloccare il traffico. Che questo sia un Paese ostile a chi crea lavoro è testimoniato dalla tassazione alle aziende più alta al mondo (fra le altre cose), ma chi ha scelto di creare lavoro pensi a fare quello. La miglior protesta non è aprire spazi in cui gli anarchici sguazzano o perdere tempo a dar fastidio a chi va a lavorare. La migliore protesta, se uno non ne può più, è chiudere l'attività e non fare più il creatore di posti di lavoro, se davvero la situazione è drammatica. Quella sarebbe una protesta che farebbe fare due conti al governo, non ste robe.
    mi spiace ma se uno mi dice: vuoi venire con me a protestare contro la Riforma delle pensioni ed io accetto perché condivido, e perché ho chiaro un Obiettivo (anche far cascare quel governo che emana quella riforma); l'obiettivo di questi invece è far casino perché il Berlusca ha bisogno di tornare al potere (fregandosene del dettaglio che forse il principale artefice dello sfacelo è proprio LUI); questo ha la stessa puzza di tutti gli scioperi degli avvocati che si sono succeduti negli ultimi anni e la stessa puzza della precedente scesa in campo dei forconi
    .
    poi gli si sta accodando di tutto perché l'ITalia ormai è una fogna a cielo aperto e veramente ci sarebbero tutte le ragioni per manifestare
    --------------------------------------------------------------
    sui metodi e le visioni che hai tu, le vedo sempre unilaterali; osservo che la tendenza ormai acclarata e consolidata è proprio quella che sembri vaticinare: è assodato che non conviene più creare impresa perché è più facile far soldi coi soldi; ma perché e per merito di chi ?
    a noi sfaccendati rimane sempre l'impressione di vedere un serpente che si morde la coda: l'Italia che produce ricchezza (per scimmiottare lo slogan di un certo omuncolo) si lamenta della troppa tassazione, si lamenta della enorme burocrazia e per le troppe regole (modificate l'articolo 18 e verranno imprenditori anche dall'estero ad investire in Italia ... yuppi), poi ovviamente si vede che la tassazione è così alta ANCHE perché è fuori scala l'evasione (arte in cui proprio quell'ITalia che dovrebbe produrre ricchezza è specializzata), poi si vede che l'Italia è profondamente corrotta e che quella corruzione consuma ricchezza, porta burocrazia, complicazioni ed inefficienza e sai che proprio quell'Italia che produrrebbe ricchezza è stata la prima stampella di quelli che quella corruzione l'hanno seminata a piene mani e si sapeva l'avrebbero fatto (lo sapevo io cittadino comune ..)
    e pensi che magari sono proprio tanti di quell'Italia che produrrebbe ricchezza che hanno partecipato attivamente a produrre questa Italia; TU non ne fai parte ? sei una vittima ? e sapessi quanta gente normale è vittima di questa Italia e non può certo SCEGLIERE se produrre, starsene a casa o andarsene via.
    .
    per tornare in Topic, tra i primi sostenitori dei Forconi ci sono proprio i "commercianti"; non sono forse artisti dell'avasione ? non sono stati proprio loro (NON TUTTI, è OVVIO) ad ingrassarsi a dismisura raddoppiando i prezzi quando ci fu il passaggio tra lira ed Euro, cosa che ovviamente ha seccato le riserve di quella massa che ora non ha più niente da spendere, dato che di certo non ha recuperato con l'aumento delle retribuzioni ? - Qualche sfaccendato che ogni tanto impiega il suo tempo dando fastidio, fa bene a pensare che questa ITalia è stata costruita così proprio da loro ?
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #9450152
    Common, volevo rispondere a un tuo punto per fare un discorso più ampio ma il lavoro ha preso il sopravvento. Però voglio riportare stralci di un articolo di Forquet sul Sole 24 Ore di oggi:

    "La sofferenza dei tanti che in questa crisi infinita sono trascinati ogni giorno più in basso esige rispetto, non le strumentalizzazioni degli arruffoni di sempre, pronti a costruirsi con cinismo il proprio vantaggio sulla disperazione e la debolezza altrui. Gli artigiani stanchi di uno Stato tutto tasse e niente servizi, i disoccupati di ogni età e nessun futuro, gli imprenditori allo stremo, i trasportatori che vedono a rischio la tenuta delle proprie famiglie, i giovani da sempre precari e i cinquantenni che si scoprono improvvisamente precari, tutti coloro - insomma - che in questi giorni sentono di dover gridare la loro protesta meritano risposte, non di essere presi in giro da chi la sofferenza vera non sa neppure dove sia di casa.

    Serve verità oggi in Italia. E la prima verità è che le violenze in piazza, i blocchi illegali, gli insulti e il vero e proprio assalto, verbale e non solo, contro le istituzioni dello Stato democratico possono aiutare qualche capetto dalle indicibili ambizioni politiche a far carriera, ma di certo allontanano il tempo delle soluzioni, aggravano la crisi e la sofferenza di chi già è allo stremo e abbattono sul Paese macerie dalle quali potrebbe diventare poi impossibile tirarsi su. Chi oggi vende soluzioni semplificate e o si esercita nella violenta individuazione di un nemico di comodo, sia esso un politico o un giornalista, non ha capito nulla della crisi che stiamo attraversando".

    Questo per me da un lato va salvato e tirato fuori a ogni manifestazione in cui un gruppo di persone usa la violenza o la demagogia per fermare un processo democratico. Dall'altro sottolinea ciò che dicevo l'altro giorno: in Italia ci sono tanti creatori di lavoro e di ricchezza che, essendo onesti, in Italia vengono umiliati da incostituzionalità, burocrazia, giochi di potere, ecc. Quelli, in questi giorni, sono a lavorare per mandare avanti la loro attività, non a impedire che gli altri si muovano e lavorino.
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #9450157
    scudettowebCommon, volevo rispondere a un tuo punto per fare un discorso più ampio ma il lavoro ha preso il sopravvento. Però voglio riportare stralci di un articolo di Forquet sul Sole 24 Ore di oggi:

    "La sofferenza dei tanti che in questa crisi infinita sono trascinati ogni giorno più in basso esige rispetto, non le strumentalizzazioni degli arruffoni di sempre, pronti a costruirsi con cinismo il proprio vantaggio sulla disperazione e la debolezza altrui. Gli artigiani stanchi di uno Stato tutto tasse e niente servizi, i disoccupati di ogni età e nessun futuro, gli imprenditori allo stremo, i trasportatori che vedono a rischio la tenuta delle proprie famiglie, i giovani da sempre precari e i cinquantenni che si scoprono improvvisamente precari, tutti coloro - insomma - che in questi giorni sentono di dover gridare la loro protesta meritano risposte, non di essere presi in giro da chi la sofferenza vera non sa neppure dove sia di casa.

    Serve verità oggi in Italia. E la prima verità è che le violenze in piazza, i blocchi illegali, gli insulti e il vero e proprio assalto, verbale e non solo, contro le istituzioni dello Stato democratico possono aiutare qualche capetto dalle indicibili ambizioni politiche a far carriera, ma di certo allontanano il tempo delle soluzioni, aggravano la crisi e la sofferenza di chi già è allo stremo e abbattono sul Paese macerie dalle quali potrebbe diventare poi impossibile tirarsi su. Chi oggi vende soluzioni semplificate e o si esercita nella violenta individuazione di un nemico di comodo, sia esso un politico o un giornalista, non ha capito nulla della crisi che stiamo attraversando".

    Questo per me da un lato va salvato e tirato fuori a ogni manifestazione in cui un gruppo di persone usa la violenza o la demagogia per fermare un processo democratico. Dall'altro sottolinea ciò che dicevo l'altro giorno: in Italia ci sono tanti creatori di lavoro e di ricchezza che, essendo onesti, in Italia vengono umiliati da incostituzionalità, burocrazia, giochi di potere, ecc. Quelli, in questi giorni, sono a lavorare per mandare avanti la loro attività, non a impedire che gli altri si muovano e lavorino.
    occhio però a non generalizzare, ci sono manifestazioni e... manifestazioni, non tutte si possono definire come " degli sfaccendati che aiutano solo un capetto e che disturbano chi lavora", perchè magari fra quelle persone...c'è chi vorrebbe tanto lavorare.


    e non tutti i partecipanti di alcune manifestazioni stanno lì...per perder tempo o per sfasciare qualcosa.




    l'articolo citato generalizza parecchio, fa un pò di demagogia e soprattutto mette come "soluzione" un qualcosa che in Italia con questo parlamento è impensabile: dire che queste manifestazioni "allontanano il tempo delle soluzioni" come se non fosse colpa dell'inefficienza e corruzione che in 20 anni e oltre c'è nelle istituzioni a fermare le "soluzioni".


    lo trovo un articolo molto + politico di quello che vuol sembrare.
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Proteste a Torino

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina