1.     Mi trovi su: Homepage #9454407
    Giusto per ravvivare un po' questo forum.

    Da un po' di tempo a questa parte avrete notato che anche in Italia si sta muovendo qualcosa per porre fine al tabù e liberalizzare la cannabis. Attualmente nel nostro Paese vige la legge Fini-Giovanardi (DPR 309/90), che non fa alcuna distinzione tra i tipi di sostanze né tra l'uso personale, la vendita o la quantità posseduta.

    Siete pro o contro la legalizzazione delle cosiddette "droghe" leggere? Cosa sapete a riguardo?
  2. Ninja della sacra scuola di Playgeneration  
        Mi trovi su: Homepage #9455179
    Castu1983e invece una nazione di drogati si.....
    Liberalizzare le droghe leggere non significa che tutte le persone poi si drogano (vedi Spagna, è qua vicino, non sono tutti matti). Il fumo di sigaretta è libero, mica tutti fumano sigarette, mentre le canne sono proibite per legge, ma di "drogati" ce ne sono e come. Io abito a Perugia, c'è il proibizionismo, ma secondo studi pubblicati, dallo studio delle acque delle fogne sono emersi dati allarmanti sul consumo di varie tipologie di droghe, c'è gente che ne fa uso, in clandestinità.
  3.     Mi trovi su: Homepage #9455194
    se ne fanno uso in clandestinità è un problema loro, non vedo perchè se qualcuno fa qualcosa di male allora bisogna dagli anche la possibilità di sbagliare legalmente.Se altri stati sbagliano perchè dobbiamo sbagliare anche noi? da altri vanno prese idee buone e vaccate del genere.non vanno nemmeno considerate.Le droghe vanno combattute in tutte i suoi generi, portano solo problemi.
  4. Ninja della sacra scuola di Playgeneration  
        Mi trovi su: Homepage #9455227
    Castu1983se ne fanno uso in clandestinità è un problema loro, non vedo perchè se qualcuno fa qualcosa di male allora bisogna dagli anche la possibilità di sbagliare legalmente.Se altri stati sbagliano perchè dobbiamo sbagliare anche noi? da altri vanno prese idee buone e vaccate del genere.non vanno nemmeno considerate.Le droghe vanno combattute in tutte i suoi generi, portano solo problemi.
    Anche altre "droghe" sono perfettamente legali, vedi alcool e tabacco che portano solo "problemi" come le canne. Io personalmente non ho mai fatto uso di droghe, ma se una persona vuole farsi una canna a casa sua perchè non può farlo? La legge fini-giovanardi è piena di errori (le droghe pesanti sono equiparata a quelle leggere) andrebbe cambiata al più presto.
  5.     Mi trovi su: Homepage #9455231
    KingcesareAnche altre "droghe" sono perfettamente legali, vedi alcool e tabacco che portano solo "problemi" come le canne. Io personalmente non ho mai fatto uso di droghe, ma se una persona vuole farsi una canna a casa sua perchè non può farlo? La legge fini-giovanardi è piena di errori (le droghe pesanti sono equiparata a quelle leggere) andrebbe cambiata al più presto.
    vorrei vedere se fosse tuo figlio a farsi le canne se glielo permetteresti. E con il tuo ragionamento se uno volesse farsi di eroina a casa perchè non potrebbe farlo? Se uno non ci arriva che le droghe fanno male in tutte le forme forse è lo stato che dovrebbe tutelarlo e cercare i modi di farlo smettere e non incentivarlo. L' alcool usato con moderazione non è una droga, l abuso lo puo diventare, ma bere un bicchiere di vino a tavola non fa male. Poi bhe il tabacco è una droga legalizzata che fa molte vittime e se la gente non ci arriva solo perchè è legalizzata non è colpa mia. Poi spiegami perchè virgolettare la parola problemi come se non ne portassero, quando le droghe leggere comportano problemi respiratorio molto maggiori del fumo e in piu ti rende stordito e alterato.E poi la legge equipara le leggere alle pesanti e non il contrario.
  6.     Mi trovi su: Homepage #9455368
    @Castu: lo aspettavo un commento come il tuo!

    Innanzitutto le "droghe" leggere non sono droghe. O meglio, sono molto più "pesanti" l'alcol, il tabacco o il caffè (poi spiegherò anche il perché, ma prima voglio concentrarmi su altro).
    Tu parli di problemi respiratori molto maggiori del fumo (del tabacco presuppongo), ma è semplicemente falso. La cannabis ha l'effetto contrario, dilata i bronchi, può irritare le vie respiratorie solo il consumo dentro la cartina per il processo stesso di combustione, ma la sostanza non c'entra nulla. Infatti è un errore consumarla in questo modo, l'ideale è il vaporizzatore.
    Non ti rende stordito, sei capace di far tutto, e l'alterazione causata non ha connotati negativi.
    Ovviamente non è tutto rosa e fiori (come nulla in natura), l'abuso fa sempre male e se consumata in maniera eccessiva prima che il cervello si sia sviluppato del tutto (dai 20 ai 25 anni) può scombussolare i lobi frontali, dove si concentrano maggiormente i recettori endocannabinoidi (nessun danno permanente, ma ci vogliono un po' di settimane perché torni tutto alla normalità).
    Parlavi anche dell'alcol: è vero che l'alcol a dosi contenute non può far male, così come è vero che ci sono bevande e bevande. Se una persona ha un basso livello di enzimi, anche un bicchiere di una bevanda alcolica al punto giusto agisce quanto basta sul sistema nervoso per rendere scoordinati.

    C'è un discorso lungo da fare, spero che tu non sia il solito tipo incapace di discutere civilmente o di accettare opinioni altrui! Una cosa che chiedo a tutti è di non basarsi sul "sentito dire", anche perché la discussione diventa banale se ci si basa sul nulla.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9455376
    MadPlayer95@Castu: lo aspettavo un commento come il tuo!

    Innanzitutto le "droghe" leggere non sono droghe. O meglio, sono molto più "pesanti" l'alcol, il tabacco o il caffè (poi spiegherò anche il perché, ma prima voglio concentrarmi su altro).
    Tu parli di problemi respiratori molto maggiori del fumo (del tabacco presuppongo), ma è semplicemente falso. La cannabis ha l'effetto contrario, dilata i bronchi, può irritare le vie respiratorie solo il consumo dentro la cartina per il processo stesso di combustione, ma la sostanza non c'entra nulla. Infatti è un errore consumarla in questo modo, l'ideale è il vaporizzatore.
    Non ti rende stordito, sei capace di far tutto, e l'alterazione causata non ha connotati negativi.
    Ovviamente non è tutto rosa e fiori (come nulla in natura), l'abuso fa sempre male e se consumata in maniera eccessiva prima che il cervello si sia sviluppato del tutto (dai 20 ai 25 anni) può scombussolare i lobi frontali, dove si concentrano maggiormente i recettori endocannabinoidi (nessun danno permanente, ma ci vogliono un po' di settimane perché torni tutto alla normalità).
    Parlavi anche dell'alcol: è vero che l'alcol a dosi contenute non può far male, così come è vero che ci sono bevande e bevande. Se una persona ha un basso livello di enzimi, anche un bicchiere di una bevanda alcolica al punto giusto agisce quanto basta sul sistema nervoso per rendere scoordinati.

    C'è un discorso lungo da fare, spero che tu non sia il solito tipo incapace di discutere civilmente o di accettare opinioni altrui! Una cosa che chiedo a tutti è di non basarsi sul "sentito dire", anche perché la discussione diventa banale se ci si basa sul nulla.
    guarda che parli con un ex consumatore quindi conosco gli effetti e di tante vaccate che ho letto in tutta la mia vita la tua spiegazione delle droghe è una delle piu grandi. Gia parti con il non definire droghe quello che per definizione lo sono.
    Infatti quando fumavo se provavo a farmi un tiro di erba mentre avevo problemi respiratori sputavo i polmoni direttamente, altro che aiuta.
    Non ti rende stordito??? infatti consigliano di guidare sotto cannobiloidi.
    Ma dulcis in fundo la perla: l' alterazione non ha connotati negativi, no infatti se prendi sostanze che cambiano il tuo umore non ci sono ripercussioni su di te?
  8.     Mi trovi su: Homepage #9455394
    Castu1983guarda che parli con un ex consumatore quindi conosco gli effetti e di tante vaccate che ho letto in tutta la mia vita la tua spiegazione delle droghe è una delle piu grandi. Gia parti con il non definire droghe quello che per definizione lo sono.
    Infatti quando fumavo se provavo a farmi un tiro di erba mentre avevo problemi respiratori sputavo i polmoni direttamente, altro che aiuta.
    Non ti rende stordito??? infatti consigliano di guidare sotto cannobiloidi.
    Ma dulcis in fundo la perla: l' alterazione non ha connotati negativi, no infatti se prendi sostanze che cambiano il tuo umore non ci sono ripercussioni su di te?

    Io queste cose le studio anche, insieme a gente che colleziona 30 alla facoltà di medicina... penso di sapere di ciò che parlo.

    Perché parli di droga? Genera dipendenza? Tolleranza? No.

    Come ti dicevo, l'irritazione delle vie respiratorie avviene se si consuma con la cartina, per il processo di combustione della carta. Ma di per sè la cannabis rilassa e dilata i passaggi bronchiali, è una sua caratteristica!

    Nella storia, i casi di incidenti causati da gente sotto cannabis si contano sulle dita di una mano (se ce ne sono in realtà), diventi più lento ma non ha lo stesso impatto di una sostanza come l'alcol. Ho letto di più test, soprattutto l'Ibidem che penso sia il più dettagliato sotto questo punto di vista, in cui venivano sottoposti alla guida un campione di ubriachi ed un campione di gente che aveva appena consumato marijuana: non è andato realmente bene nessuno, ma tutti i fumatori avevano passato il test completando il percorso senza rischiare incidenti. Comunque, se si ha un po' di buon senso si sa che non ci si mette alla guida se non si è in perfette condizioni, nemmeno se sei assonnato devi guidare figurati se hai assunto qualcosa (dall'alcol ad altro).

    L'alterazione non ha connotati negativi perché agisce sull'amigdala e stimola il rilascio di dopamina.
  9.     Mi trovi su: Homepage #9455422
    MadPlayer95Io queste cose le studio anche, insieme a gente che colleziona 30 alla facoltà di medicina... penso di sapere di ciò che parlo.

    Perché parli di droga? Genera dipendenza? Tolleranza? No.

    Come ti dicevo, l'irritazione delle vie respiratorie avviene se si consuma con la cartina, per il processo di combustione della carta. Ma di per sè la cannabis rilassa e dilata i passaggi bronchiali, è una sua caratteristica!

    Nella storia, i casi di incidenti causati da gente sotto cannabis si contano sulle dita di una mano (se ce ne sono in realtà), diventi più lento ma non ha lo stesso impatto di una sostanza come l'alcol. Ho letto di più test, soprattutto l'Ibidem che penso sia il più dettagliato sotto questo punto di vista, in cui venivano sottoposti alla guida un campione di ubriachi ed un campione di gente che aveva appena consumato marijuana: non è andato realmente bene nessuno, ma tutti i fumatori avevano passato il test completando il percorso senza rischiare incidenti. Comunque, se si ha un po' di buon senso si sa che non ci si mette alla guida se non si è in perfette condizioni, nemmeno se sei assonnato devi guidare figurati se hai assunto qualcosa (dall'alcol ad altro).

    L'alterazione non ha connotati negativi perché agisce sull'amigdala e stimola il rilascio di dopamina.
    Guarda che non genera dipendenza fisica, ma mentale si perchè conoscevo gente che il suo unico obbietttivo della serata era farsi una canna. Poi forse non ti sei accorto che l unica persona che non la definisce droga sei te, perchè se si chiamano droghe leggere un motivo ci sarà.
    posto un link del corriere sull uso di cannabis alla guida


    http://www.corriere.it/salute/12_febbraio_13/cannabis-guida-incidenti-pasqua_a0f97dd2-5631-11e1-b61e-fac7734bea4a.shtml
  10.     Mi trovi su: Homepage #9455451
    Castu1983Guarda che non genera dipendenza fisica, ma mentale si perchè conoscevo gente che il suo unico obbietttivo della serata era farsi una canna. Poi forse non ti sei accorto che l unica persona che non la definisce droga sei te, perchè se si chiamano droghe leggere un motivo ci sarà.
    posto un link del corriere sull uso di cannabis alla guida


    http://www.corriere.it/salute/12_febbraio_13/cannabis-guida-incidenti-pasqua_a0f97dd2-5631-11e1-b61e-fac7734bea4a.shtml
    Non puoi argomentare con le tue conoscenze anziché rifilarmi qualche articoletto preso a caso su Internet? :)

    Comunque, l'articolo è solo parzialmente corretto: innanzitutto non si fa distinzione tra quantità e varietà di sostanza assunta né vengono inseriti dati certi. Che campione è stato utilizzato, ad esempio? Inoltre passate 2 ore (massimo 2 ore e mezza) gli effetti della cannabis svaniscono del tutto.

    Dell'articolo prendo volentieri una parte del paragrafo finale:

    "In generale va detto poi che la cannabis suggerisce un comportamento quasi più prudente e genericamente cauto, ma a tradire il guidatore sballato è l’emergenza e la situazione imprevista, a fronte della quale chi si è appena fatto una canna tende a reagire in modo impacciato e poco pronto."

    Non ho mai detto che sia consigliabile mettersi alla guida dopo aver fumato marijuana, ma come sempre bisogna contestualizzare. A dosi basse non succede nulla, a dosi più elevate è possibile effettuare esercizi ripetitivi e a cui siamo abituati (come dimostrato da studi ben più dettagliati e approfonditi), ma il THC non rende pronti a situazioni che richiedono risposte di frazioni di secondo. Non sta al buon senso del cittadino capire quando sia opportuno o meno decidere di mettersi in macchina?



    Per quanto riguarda la questione dipendenza: tutto può generare dipendenza psicologica, dall'andare in bagno allo shopping.



    Per quanto riguarda la definizione di droga: la cannabis è una droga, certo, così come tutte le sostanze che contengono principi attivi (la definizione di droga è questa). Negli ultimi cento anni, però, il significato della parola è stato storpiato, e la cannabis di certo non rientra in questa storpiatura. Non sono solo io a sostenerlo ma chiunque mastichi un po' di medicina.
  11. Ninja della sacra scuola di Playgeneration  
        Mi trovi su: Homepage #9455492
    MadPlayer95Non puoi argomentare con le tue conoscenze anziché rifilarmi qualche articoletto preso a caso su Internet? :)

    Comunque, l'articolo è solo parzialmente corretto: innanzitutto non si fa distinzione tra quantità e varietà di sostanza assunta né vengono inseriti dati certi. Che campione è stato utilizzato, ad esempio? Inoltre passate 2 ore (massimo 2 ore e mezza) gli effetti della cannabis svaniscono del tutto.

    Dell'articolo prendo volentieri una parte del paragrafo finale:

    "In generale va detto poi che la cannabis suggerisce un comportamento quasi più prudente e genericamente cauto, ma a tradire il guidatore sballato è l’emergenza e la situazione imprevista, a fronte della quale chi si è appena fatto una canna tende a reagire in modo impacciato e poco pronto."

    Non ho mai detto che sia consigliabile mettersi alla guida dopo aver fumato marijuana, ma come sempre bisogna contestualizzare. A dosi basse non succede nulla, a dosi più elevate è possibile effettuare esercizi ripetitivi e a cui siamo abituati (come dimostrato da studi ben più dettagliati e approfonditi), ma il THC non rende pronti a situazioni che richiedono risposte di frazioni di secondo. Non sta al buon senso del cittadino capire quando sia opportuno o meno decidere di mettersi in macchina?



    Per quanto riguarda la questione dipendenza: tuttopuò generare dipendenza psicologica, dall'andare in bagno allo shopping.

    Quoto, anche chi beve alcol e si mette alla guida non riesce a far fronte alle situazione di emergenza tempestivamente ... per quanto riguarda la dipendenza in effetti tutto può dare dipendenza psicologica, anche i videogame o le slot machine, questo non vuol dire niente.

  Legalizzazione delle droghe leggere in Italia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina