1.     Mi trovi su: Homepage #9486163
    Che tipo di gioco ci aspetta? Io mi sono fermato a Demon Soul e Dark Souls, e di questi solo una parte, poi la frustrazione ha vinto. Mentre un gioco simile, ma decisamente più light da questo punto di vista come Lords of the Fallen mi è piaciuto da morire, l'ho giocato tre volte e platinato.
    Quindi non è la difficoltà che da sola mi scoraggia, ma soprattutto la frustrazione, il perdere XP guadagnati con tanta fatica, rigiocare lo stesso pezzo 50 volte perché devo arrivare al boss e non c'è il checkpoint prima.
    Da quanto vedo dai filmati Bloodborne visivamente è notevole, è in terza persona e ha un'ambientazione intrigante. Non lo prenderò al D1 di sicuro (soprattutto dopo il pacco The Order), ma spero possa essere un po' più friendly nella difficoltà, e potermelo godere.


  2.     Mi trovi su: Homepage #9486165
    Friendly non è proprio la parola giusta. Io mi baso sulla mia prova dell'alpha e su quanto letto in vari articoli che parlano del gioco.
    Se i Souls ti sono stati incredibilmente indigesti allora non credo proprio potrai apprezzare Bloodborne.

    Io ti consiglio Dark Souls 2 (che oramai puoi trovare a poco su old gen) che è molto più friendly di Demon's e DS1. Io ho iniziato con quello, per capirci, poiché trovavo troppo difficile giocare ai precedenti. DS2 è più semplice, meno pensato per fregarti e sono veramente poche le zone che realmente ti fanno morire più di uno o due volte anche se sei un novizio. Ti consiglio però di giocarci dopo aver ottenuto qualche consiglio di gioco di modo tale da sapere come muoverti almeno all'inizio (quali statistiche potenzia prima, per dire; in caso se vuoi potrai chiedere anche a me). Dopo aver giocato a DS2 potrai tornare indietro a DS1 o anche direttamente a Bloodborne. Se vuoi giocare su Ps4/XboxOne DS2 esce in versione remaster fra non molto con tutti gli extra. Queste sono le mie idee/consigli.
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  3.     Mi trovi su: Homepage #9486166
    Nox Lucis CaelumFriendly non è proprio la parola giusta. Io mi baso sulla mia prova dell'alpha e su quanto letto in vari articoli che parlano del gioco.
    Se i Souls ti sono stati incredibilmente indigesti allora non credo proprio potrai apprezzare Bloodborne.

    Io ti consiglio Dark Souls 2 (che oramai puoi trovare a poco su old gen) che è molto più friendly di Demon's e DS1. Io ho iniziato con quello, per capirci, poiché trovavo troppo difficile giocare ai precedenti. DS2 è più semplice, meno pensato per fregarti e sono veramente poche le zone che realmente ti fanno morire più di uno o due volte anche se sei un novizio. Ti consiglio però di giocarci dopo aver ottenuto qualche consiglio di gioco di modo tale da sapere come muoverti almeno all'inizio (quali statistiche potenzia prima, per dire; in caso se vuoi potrai chiedere anche a me). Dopo aver giocato a DS2 potrai tornare indietro a DS1 o anche direttamente a Bloodborne. Se vuoi giocare su Ps4/XboxOne DS2 esce in versione remaster fra non molto con tutti gli extra. Queste sono le mie idee/consigli.
    Grazie. Come dicevo non partirò subito con BB quindi dopo qualche settimana dall'uscita dovrei farmi un'idea migliore. DS2 potrei provarlo in effetti, rimasterizzato su PS4 (per una volta qualcosa che non giocato prima su PS3/XBOX360) anche se preferirei dedicarmi robe più nuove pensate per la next gen, soprattutto se si tratta di giochi che richieno diverse decine di ore.


  4.     Mi trovi su: Homepage #9486169
    DuffmanNessuno dei DS è frustrante. Richiedono solo la tua completa attenzione. Per questo sono buoni giochi.

    Al di là delle morti per difficoltà, che ci stanno, in genere si muore perchè due secondi prima, quando hai avuto il momento "magari chiudo" non lo hai fatto.
    Beh non credo sia solo questo. Poi è anche questione di cosa uno intenda per frustrante. Credo che in questi giochi (LotF compreso) per sconfiggere un boss o anche certi tipi di nemici particolarmente ostici, o si guarda una guida, oppure si deve scoprire con il sangue quale sia l'approccio migliore. E per fare questo spesso si muore 10-20 volte. Ecco, se per tornare al combattimento devo rigiocarmi diversi minuti che non mi danno nulla, anzi devo stare attento per non morire di nuovo facendo ogni volta esattamente la stessa cosa, io lo trovo frustrante. Poi ogni tanto ci sta, dà "valore" alla vita ed è questo a mio modo di vedere il vero valore aggiunto di giochi di questo tipo, ma se diventa quasi solo questo, vale il discorso che ho fatto altre volte, per me il gioco è svago e non ansia.


  5.     Mi trovi su: Homepage #9486171
    Dave_CozmoBeh non credo sia solo questo. Poi è anche questione di cosa uno intenda per frustrante. Credo che in questi giochi (LotF compreso) per sconfiggere un boss o anche certi tipi di nemici particolarmente ostici, o si guarda una guida, oppure si deve scoprire con il sangue quale sia l'approccio migliore. E per fare questo spesso si muore 10-20 volte. Ecco, se per tornare al combattimento devo rigiocarmi diversi minuti che non mi danno nulla, anzi devo stare attento per non morire di nuovo facendo ogni volta esattamente la stessa cosa, io lo trovo frustrante. Poi ogni tanto ci sta, dà "valore" alla vita ed è questo a mio modo di vedere il vero valore aggiunto di giochi di questo tipo, ma se diventa quasi solo questo, vale il discorso che ho fatto altre volte, per me il gioco è svago e non ansia.
    Anch'io più o meno l'ho sempre pensata così.
    Concordo anche con Duffman: questi giochi non sono assolutamente pensati per essere frustranti; sono titoli ben curati per donarti una sfida soddisfacente. Il problema è che se mal approcciati diventano frustranti.


    Per quanto riguarda i boss, nello specifico, la maggior parte posso essere raggiunti con un po' di rushing organizzato levandoti quindi l'impiccio di dover combattere ogni volta contro gli stessi nemici, se non lo ritieni necessario; però, rispetto a DS1, i boss di DS2 sono più sconfiggibili alla prima, non hanno grandi meccaniche da comprendere. Ovviamente devi giocare con attenzione e senza fretta: appena ti spazientisci anche in DS2 le prendi senza grandi possibilità.
    Infine specifico che in DS2 i nemici scompaiono dopo un po' di volte che li hai eliminati (una quindicina di volte, direi) quindi se certi nemici prima di un boss ti danno problemi puoi donare qualche ora a farli sparire ottenendo quindi anche un bel po' di anime per potenziarti rendendo quindi più semplice il prosieguo. Io l'ho fatto in un paio di punti: diciamo che rifare molte volte la stessa cosa ha un vantaggio a breve termine che ti semplifica la vita in maniera definitiva diminuendo la frustrazione che tendi a provare tu.
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  6.     Mi trovi su: Homepage #9486392
    Nox Lucis CaelumAnch'io più o meno l'ho sempre pensata così.
    Concordo anche con Duffman: questi giochi non sono assolutamente pensati per essere frustranti; sono titoli ben curati per donarti una sfida soddisfacente. Il problema è che se mal approcciati diventano frustranti.


    Per quanto riguarda i boss, nello specifico, la maggior parte posso essere raggiunti con un po' di rushing organizzato levandoti quindi l'impiccio di dover combattere ogni volta contro gli stessi nemici, se non lo ritieni necessario; però, rispetto a DS1, i boss di DS2 sono più sconfiggibili alla prima, non hanno grandi meccaniche da comprendere. Ovviamente devi giocare con attenzione e senza fretta: appena ti spazientisci anche in DS2 le prendi senza grandi possibilità.
    Infine specifico che in DS2 i nemici scompaiono dopo un po' di volte che li hai eliminati (una quindicina di volte, direi) quindi se certi nemici prima di un boss ti danno problemi puoi donare qualche ora a farli sparire ottenendo quindi anche un bel po' di anime per potenziarti rendendo quindi più semplice il prosieguo. Io l'ho fatto in un paio di punti: diciamo che rifare molte volte la stessa cosa ha un vantaggio a breve termine che ti semplifica la vita in maniera definitiva diminuendo la frustrazione che tendi a provare tu.
    Anch'io avevo paura e sono inesperto ma tuttavia non me la sto cavando male. Ancora devo finirlo, però attualmente l'ho interrotto e non perchè mi sono bloccato ma perchè mi serviva una pausa e perchè sto giocando ad altro.
    Secondo me giochi cosi non sarebbe una cattiva idea cominciarli, giocare fino ad accumulare una certa esperienza per comprenderli (parlo di te non del personaggio) e ricominciarli da capo evitando gli errori commessi la prima volta.
    Procedimento assolutamente non necessario ma io facendo così mi sono trovato meglio.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9486913
    Dave_CozmoAlla fine lo prenderò anch'io, anche se invece temo di pentirmene. Per adesso però ho altro in ballo, tanto vale aspettare.
    Ti dico: devi giocare bene; è molto action, frenetico e non perdona gli errori, ma non è nulla di improponibile per quel che ho giocato io finora. Inoltre ti ricompensa costantemente con lo sblocco di tantissimi shortcut che ti permettono di non rifare la stessa strada mille volte se non vuoi.
    Inoltre atmosfera e stile generale sono stupefacenti.
    Ti do un consiglio per quando giocherai: come prima arma scegli "Ascia da cacciatore", semplifica molto la vita nelle prime fasi e ti permette di prenderci la mano.
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  8.     Mi trovi su: Homepage #9486922
    Io ho scelto il Bastone Filettato. Forse non è la scelta più indicata per un principiante (mi riferisco a me), ma come previsto mi permette di attaccare sia da una certa distanza che più nemici contemporaneamente, cosa utile sia in fase offensiva che in quella difensiva nel caso si viene attaccati da un secondo nemico quando si è alle prese già con uno.
  9.     Mi trovi su: Homepage #9486938
    Balmung89Io ho scelto il Bastone Filettato. Forse non è la scelta più indicata per un principiante (mi riferisco a me), ma come previsto mi permette di attaccare sia da una certa distanza che più nemici contemporaneamente, cosa utile sia in fase offensiva che in quella difensiva nel caso si viene attaccati da un secondo nemico quando si è alle prese già con uno.
    Devo essere sincero e ammettere che il Bastone non l'ho mai provato (l'unico tra le prime armi). Ho consigliato l'ascia da cacciatore poiché è pesante e fa perdere l'equilibrio ai nemici grossi: questo è il punto forte. Un R2 caricato dell'arma in forma estesa risolve molte situazioni.
    Inizialmente si vociferava che ci sarebbero state meno armi, ma io sono ancora nelle prime fasi e ne ho trovate un discreto numero e soprattutto tutte diverse tra loro: come hanno detto più volte meno armi, ma più qualità; e io condivido.
    DS2, ad esempio, sotto questo punto di vista era pessimo: tante armi tutte uguali tra di loro per moveset con minimi cambiamenti di statistiche.
    I miei romanzi: L'ineluttabile Fine (genere drammatico-romantico);

    Io e Yoko - La volontà del mare (esclusiva Amazon kindle);

  Bloodborne, per molti ma non per tutti?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina