Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
ND
Data di uscita
8/6/2007

Forza Motorsport 2

Forza Motorsport 2 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Turn 10 Studios
Genere
Guida
PEGI
3+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
8/6/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8

Lati Positivi

  • Estremamente realistico e simulativo
  • Ricco di auto, eventi e competizioni
  • Deformazioni e danni meccanici
  • Ottimo motore grafico
  • Online strepitoso

Lati Negativi

  • Manca una visuale interna all'abitacolo
  • Campionamento del rombo dei motori a tratti ripetitivo
  • Una manciata di circuiti reali in più non avrebbe guastato…
  • Mancano le condizioni meteo variabili

Hardware

Per giocare con Forza Motorsport 2 occorre una console Microsoft Xbox 360, uno o più controller e una confezione originale del gioco. Per aumentare il grado di immersività nella guida Forza Motorsport 2 supporta il volante Xbox 360 Wireless Racing Weel e il multischermo (sono necessari, dunque, tre pannelli), per avere una visione della pista in widescreen. Il gioco, inoltre, supporta il segnale HDTV (480p/720p/1080i).

Multiplayer

La modalità offline di Forza Motorsport 2 supporta il System Link o il gioco con schermo condiviso. Il solido comparto online, privo di lag e assolutamente coinvolgente, regala la possibilità di sfida fino a otto piloti attraverso Xbox Live (caldamente consigliato un abbonamento Gold). Limiti e restrizioni alla gara vengono decise dall'host che imbastisce il torneo, mentre è possibile dedicarsi alla visione della Forza Motorsport TV per assistere da spettatore alle competizioni o prendere parte attiva alle aste, in una sorta di E-Bay automobilistico. Si segnala inoltre la costante e puntuale presenza di tornei (con premi in denaro virtuale o auto elaborate) organizzati dalla stessa Turn 10.

Link

Recensione

Pennellare le traiettorie dal divano...

... non è un gioco da ragazzi, ma roba da veri assi del volante.

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

Laddove in Gran Turismo (e nella maggior parte dei racing game per console) il sistema di guida implori la disattivazione di TCS, ABS e STM per godere di qualche sporadico sovrasterzo di potenza, privarsi da subito degli aiuti elettronici in Forza Motorsport 2 rappresenta un inequivocabile atto di superbia, salvo poi trasformarsi, controller alla mano, in un inferno a quattro ruote. Gestire le auto di categoria R (quelle da competizione, per intenderci) senza alcun ausilio è roba da impavidi. Le auto scaricano a terra i cavalli nella maniera più brusca e inattesa, scalciano in accelerazione e tendono a scomporsi in frenata.
Parzializzare chirurgicamente gli input del controller appare l'unica soluzione alla disfatta, ma l'assenza di un rilevatore di pressione sui tasti frontali (A, B, X,Y) del pad impone l'oculato impiego dei grilletti analogici. Giocare con volante e pedaliera, inutile dirlo, amplifica esponenzialmente il piacere di guida, a beneficio dell'estremo realismo che caratterizza il sistema fisico di Forza Motorsport 2.

INGEGNERI COL PAD

Il nuovissimo e succoso impianto di telemetria, caratterizzato da un HUD per nulla invasivo e richiamabile tramite un semplice colpo di croce direzionale, consente di analizzare il corretto funzionamento dei settaggi impostati sulla propria auto. Pressione delle gomme, angolo di incidenza dei pneumatici, soglia di lavoro del freno motore e ammortizzatori regolabili in estensione e compressione, tra gli altri, permettono di impostare (e collaudare in pista) micro-regolazioni degne di un ingegnere meccanico, per mezzo di un'officina di elaborazioni sensibilmente più completa e sofisticata rispetto a Gran Turismo 4.
E il tuning estetico, ancora, dispone di un editor dalle potenzialità senza eguali. Attraverso sovrapposizioni di layer si può dar vita a personalizzazioni decisamente accattivanti (a patto di esser dotati di una spiccata vena artistica), da sfoggiare nelle competizioni online o vendere in rete al miglior offerente tramite il sistema di aste.

QUESTIONE DI PUNTI DI VISTA

Nel computo delle quattro visuali disponibili (due esterne e due in soggettiva) manca una visuale interna all'abitacolo, à la Project Gotham Racing per intendersi, che avrebbe sicuramente enfatizzato l'immersione nella competizione. Resta, comunque, un motore grafico di prim'ordine, pregevole su un pannello HD e perennemente ancorato ai 60 fotogrammi al secondo.
E non capita di rado sorprendersi nell'ammirare, magari in modalità fotografica, le sgargianti texture che ricoprono una semplice utilitaria da inizio carriera.
L'architettura dei tracciati è quanto di più realistico ci potesse aspettare, a cominciare dalla granulosità dell'asfalto o dei cordoli, fino alla più credibile planimetria di salite e discese. E, sebbene sia assente la possibilità di variazioni climatiche in-game, ogni gara riesce a trasmettere sensazioni veraci, di puro godimento a quattro ruote. Gli splendidi effetti particellari, inoltre, accompagnano ogni scodata sul terriccio, mentre il coinvolgente comparto audio, dagli sbuffi dei motori su di giri all'accattivante colonna sonora, accompagna piacevolmente la navigazione nei menu e la discesa in pista.

FORZA ONLINE

Ma è online, una volta attivato il proprio abbonamento Xbox Live Gold, che Forza Motorsport 2 mette alla berlina qualsiasi concorrente e sfodera la sua vera natura multigiocatore. Il chiacchiericcio degli otto piloti che anticipa la competizione (con o senza restrizioni di categoria) ha del conturbante. Campionati, premi e classifiche espandono vertiginosamente le già enormi potenzialità offline del titolo di Turn 10 e, se si aggiunge la possibilità di aste di compravendita online, tornei ufficiali organizzati dal team di sviluppo del gioco e la Forza Motorsport TV per assistere da spettatori alle gare altrui, si intuisce senza troppa difficoltà che Forza Motorsport 2 e il servizio Xbox Live rappresentano una connubio inscindibile e una Community in continua espansione. E senza la minima traccia di lag.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Il verdetto è semplice, chiaro e fin troppo evidente: Forza Motorsport 2 è attualmente il miglior simulatore automobilistico per console. Il modello di guida, bisognoso di dedizione e caratterizzato da una curva di apprendimento lunga e mai frustrante, sa appagare con sensazioni di puro realismo, mentre il comparto online (è caldamente consigliato un abbonamento Xbox Live Gold) arricchisce esponenzialmente l'esperienza di gioco, portandola a picchi ludici senza eguali. Da comprare, dunque, senza alcun indugio.