Genere
Guida
Lingua
Italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 64,98
Data di uscita
14/10/2011

Forza Motorsport 4

Forza Motorsport 4 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Turn 10 Studios
Genere
Guida
PEGI
3+
Data di uscita
14/10/2011
Data di uscita americana
11/10/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 64,98

Lati Positivi

  • Feeling di guida
  • Audio dei motori realistico
  • Comparto grafico monumentale
  • Carriera lunga e mai frustrante
  • Multiplayer eccelso e privo di lag

Lati Negativi

  • Sensibile aliasing
  • Sporadici cali di frame-rate nella visuale dello specchietto
  • Opzioni di configurazione piuttosto limitate

Hardware

Forza Motorsport 4 è un'esclusiva Xbox 360. È possibile guidarlo con il classico joypad, con Kinect (ovvero simulando d'impugnare un volante) o con attrezzatura espressamente dedicata, quale volante e pedaliera Fanatec. Il gioco dispone anche del riconoscimento vocale attraverso Kinect, per muoversi tra i menu semplicemente impartendo comandi a voce.

Multiplayer

Il comparto multigiocatore di Forza Motorsport 4 mette a disposizione innumerevoli scelte, dallo split-screen al gioco online su Xbox Live fino a sedici partecipanti, con l'introduzione di numerose novità e sensibili migliorie a tutto ciò che aveva già consacrato il terzo capitolo. Oltre ai tornei e alle competizioni classificate già note agli appassionati, infatti, si potrà creare vere e proprie scuderie con altri utenti (modalità Car Club, in cui condividere il garage e le abilità) o sfidare in differita amici e contendenti da tutto il mondo nella cosiddetta Rival Mode (si corre su sette tracciati, a loro volta suddivisi in dieci eventi distinti, contro i ghost avversari). Ovviamente serve un abbonamento al servizio di Xbox Live (meglio se Gold), sia per accedere alle competizioni che al Marketplace del gioco, così da entrare nella community di Forza Motorsport 4.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto una copia del gioco da Microsoft Italia, oltre all'attrezzatura Fanatec (CSR Wheel, CSR Elite Pedals e CSR Shifter Set) per eseguire una prova ancora più approfondita. Al momento della stesura del pezzo, abbiamo raggiunto il quarantesimo livello in carriera, oltre ad aver già percorso migliaia di chilometri sia in Time Trial che contro la soddisfacente (ma non impeccabile) intelligenza artificiale. Nella copia ricevuta (versione promozionale e non definitiva) bisogna segnalare la presenza di un paio di bug, che ci hanno precluso l'utilizzo della Mini Cooper S e della Corvette.

Link

Recensione

Where Dreams are Driven

Ma alla fine come si guida 'sto Forza Motorsport 4?

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

Nei contenuti dello spazio virtuale vi è una debolissima e mediata presenza della gravità, il che rende piuttosto instabile il quadro di riferimento percettivo dell'utente. Alla scena virtuale viene dunque a mancare quel forte ancoraggio dell'ossatura percettiva che è essenziale nella realtà. Ciononostante, quando un Fanatec marchiato FM scalcia in accelerazione, borbotta al passaggio sui cordoli, s'alleggerisce in contropendenza, s'imbizzarrisce se si esagera col piede destro e s'indurisce proprio quando serve, viene da pensare che l'unica mancanza di Forza Motorsport 4 sia quella di non essere venduto in bundle con un cabinato idraulico che sbatacchia a destra e sinistra il suo pilota. Allora il titolo di Turn 10 sarebbe anche meglio della realtà, per via delle funzionalità del tasto rewind.

The Real Automotive Simulator

Se si è disposti a investire denaro (parecchio) per assicurare un volante e una pedaliera professionali al proprio playseat (artigianale o meno), allora Forza Motorsport 4 tira fuori gli artigli e incomincia a mordere l'asfalto con foga ed estremo sdegno nei confronti dei conducenti più timorosi. Si ha la netta sensazione che la concentrazione richiesta per controllare e padroneggiare al meglio il titolo di Turn 10 appartenga a un ordine superiore, proprio dei più blasonati simulatori disponibili per PC e decisamente differente rispetto al rassicurante rollio di un Gran Turismo 5 in curva. In altre parole, se gli appuntamenti fieristici con Forza Motorsport 4 non avevano dato chissà quale risalto al rinnovato handling powered by Pirelli (soffocato dagli aiuti elettronici, mortificato dalle traiettorie multicolore e annegato nella caciara della musica di sottofondo), un'accurata prova domestica, liberi di cucirsi addosso il sistema di guida delle più belle auto da sogno, può consacrare adesso Forza Motorsport 4 quale il simulatore più adrenalinico e appagante che si possa giocare/guidare su console. Lo sconforto maturato dagli hardcore driver dinanzi ai proclami ufficiali di Dan Greenawalt ("… un simulatore per le masse, con il quale chiunque potrà divertirsi"), in buona sostanza, non ha più motivo d'esistere: Forza Motorsport 4 è "una cosa seria". Bisogna solo aggrapparsi con forza allo sterzo, parzializzare il gas, entrare lenti e uscire il più velocemente possibile dalla curva, come del resto insegnava Sir Jackie Stewart in tenuta scozzese.

Il senso di velocità di FM4 è un giro a Sedona Raceway, in totale apnea, con una Mazda Furai o una Lamborghini Sesto Elemento - Forza Motorsport 4
Il senso di velocità di FM4 è un giro a Sedona Raceway, in totale apnea, con una Mazda Furai o una Lamborghini Sesto Elemento

YOU ARE THE STIG

Se accessoriato di gran carriera e con gli aiuti elettronici disattivati, dunque, Forza Motorsport 4 trasforma ogni buon pilota virtuale in Sandro "il Drago" Munari o in The Stig, quindi stampa in volto un ghigno di soddisfazione estrema nella gestione della derapata controllata, fatta di necessarie, lineari e realistiche correzioni sullo sterzo. Dipende poi dal tipo di vettura condotta, se a trazione posteriore o anteriore, col motore centrale o avanzato, il tipo d'approccio richiesto per farla scorrere al meglio sul tracciato. Ogni auto, dalle meno potenti fino alle folli R1 da gara, si trasforma così in una continua ed eccitante scoperta, da imparare a conoscere giro dopo giro, guidando sempre col pelo sullo stomaco, osando mano a mano di più nelle ripartenze e pennellando ogni staccata. In fondo poco importa che manchino le gare in notturna (al quarantesimo livello non ve n'è ancora traccia, c'è solo l'alba) e le tanto ambite condizioni meteo sfavorevoli (pioggia): basta un giro funambolico con una vecchia M3, un tornante ben assestato col Deltone o un brivido intenso a bordo di una Merc Stirling Moss, per sentirsi subito al volante di un simulatore di guida d'eccezione, avido di dedizione e stracolmo di contenuti. Ogni gara appare così autentica, oltremodo serrata e combattuta, tanto che l'head-tracking via Kinect non è più un vezzo hi-tech, ma un gesto ovvio, naturale e strettamente necessario per rintuzzare tutti i tentativi di sorpasso e chiudere la proverbiale porta in faccia all'avversario. Nonostante tutto il godimento, in Forza Motorsport 4 permane ancora un sensibile sottosterzo (non così eccessivo come nella build mostrata nelle anteprime fieristiche), una marcata aderenza in certe zone fuoristrada (ma perché lamentarsene, in fondo?) e qualche altra atavica idiosincrasia tipica dei videogiochi di guida. Eppure c'è così tanta strada da percorrere… Così tanto asfalto da battere alla ricerca della traiettoria perfetta o della frenata al limite… Pendenze così tanto "reali" da far sbigottire, alleggerire o indurire sempre lo sterzo… C'è così tanta veridicità automobilistica e così tanto da scoprire, insomma, che il purista della bella guida non se ne farà certo un cruccio, perché già occupato in un orgasmo prolungato, illimitato. Appunto, The Real Automotive Simulator: guidatelo responsabilmente, altrimenti giocateci con Kinect.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Forza Motorsport 4 è attualmente la massima espressione dell'automobilismo videoludico. Da guidare possibilmente con volante e pedaliera (ma basta anche un joypad ), per non smettere mai, o almeno fino al quinto capitolo della serie.

Commenti

  1. RALPH MALPH

     
    #1
    bellarecezio!

    ho letto che lo consigli anche senza volante ma boh... non so... magari provo la demo
  2. GioB

     
    #2
    3 domande
    1-la modalità rivals consente di creare sfide?
    2-jeremy clarkson è stato doppiato?
    3-ci sono i premi avatar?
  3. Fotone

     
    #3
    1 - No.
    2 - Si/No (l'intro è con voce originale, ma le descrizioni delle auto sono doppiate)
    3 - Si
  4. GioB

     
    #4
    grazie delle risposte

    mi è venuta in mente un altra cosa,in fm3 si potevano uploadare fino a 30s di filmato a 720,in fm4 si può fare?hanno aumentato i secondi a disposizione?
  5. AngeloCT

     
    #5
    Che recensione, complimentoni!
  6. Andhaka

     
    #6
    FotoneLa curva, la strada, Dan Greenawalt che compie il miracolo!
    .




    Mai letta una recensione più... laida di questa. :DD Non vuoi davvero sapere la sorta di immagini mentali che evoca. :P





    Rimane il fatto che persino ad un disinteressato dei giochi di guida come il sottoscritto tu sia riuscito a mettere la pulce nell'orecchio. Respect.




    Cheers
  7. jpeg

     
    #7
    Prenotata la CE da Amazon. :3
  8. Morpheus86

     
    #8
    Quello che leggo non corrisponde a quello che ho provato, col pad, sia chiaro, nella demo.

    Aiuti nascosti invasivi o davvero la demo è vecchia?


    Possibilità di qualifiche nelle gare online? Mescole, consumi?
  9. Capp96100

     
    #9
    Bene. GT5 asfaltato quindi...
    Speriamo allora che si riprenda prima di soccombere definitivamente...è ancora in tempo, dopotutto capitata a tutti di fare un passo falso.
  10. Morpheus86

     
    #10
    GT5 si è asfaltato da solo. Ma siamo OT, attendo sempre le mie risposte...... :rolleyes:
Continua sul forum (831)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!