Genere
Azione
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
€ 22,99
Data di uscita
26/5/2011

Frozen Synapse

Frozen Synapse Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Mode 7 Games
Genere
Azione
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
26/5/2011
Lingua
Inglese
Giocatori
2
Prezzo
€ 22,99

Lati Positivi

  • Semplice ma profondo
  • Campagna ben strutturata
  • Grafica funzionale
  • Longevità infinita

Lati Negativi

  • Manca una modalità cooperativa

Hardware

Come requisiti hardware troviamo un PC con sistema operativo Windows XP, 2000, Vista, 7 o Mac OSX Leopard 10.5.8 o Snow Leopard 10.6.3 , dotato almeno di processore a 1,6 GHz e 512 MB di RAM, sono supportati tutti i moderni chip grafici compresi quelli di fascia bassa presenti nei netbook. Sul nostro PC con Core i7 a 2,8 GHz e 6 GB di RAM non abbiamo riscontrato alcun rallentamento, com'era ampiamente prevedibile.

Multiplayer

Sono disponibili cinque modalità multiplayer, che raddoppiano di numero se contiamo la variante "al buio" di ciascuna modalità. Il numero di sfidanti è sempre limitato a due.

Modus Operandi

Abbiamo giocato alla versione completa del gioco per alcune ore grazie a un codice fornitoci dagli sviluppatori. In precedenza abbiamo avuto accesso alla versione beta.

Link

Recensione

Fino a nuovo ordine

La guerra del futuro è tutta blu.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

L'esempio già fatto riguardo alla serie di azioni che è possibile impostare per ogni unità era volutamente "complicato", nel senso che non c'è quasi mai bisogno di intervenire così in profondità; nella maggior parte dei casi basta decidere come muovere le proprie unità perché queste facciano esattamente quello che serve, che a volte può ovviamente non bastare se l'avversario si è mosso in modo imprevisto o ci ha sovrastato con il suo acume tattico. Il timore iniziale di dover stare molto tempo a pianificare le proprie mosse svanisce nel giro di qualche partita, non appena ci si rende conto che Frozen Synapse è invece un gioco frenetico nell'animo, che può comunque essere piegato a un ritmo più riflessivo quando è necessario ma al costo di un investimento eccessivo (di tempo e neuroni) in uno scontro che potrebbe volgere comunque al peggio ne giro di due turni.

Durante la campagna single-player ci si imbatte spesso in mappe dotate di un design specifico ma con elementi generati a caso  - Frozen Synapse
Durante la campagna single-player ci si imbatte spesso in mappe dotate di un design specifico ma con elementi generati a caso
Una regola che abbiamo imparato a nostre spese è quella per cui conviene rischiare il più possibile all'inizio, quando ricominciare da capo non costa nulla, piuttosto che ritrovarsi a dover generare nuovamente una missione dopo tanti turni, con la frustrazione che ne consegue. Detto ciò, il rigore della simulazione di Frozen Synapse è tale che anche la partita che sembra volgere al meglio può trasformarsi in un disastro nel giro di un turno; come corollario (ed è un bel corollario), bisogna constatare che anche la partita iniziata sotto i peggiori auspici, magari con la squadra quasi completamente massacrata, può concludersi vittoriosamente se si riesce a spendere al meglio quel poco che si ha; non di rado ci è capitato di vincere con una sola unità sopravvissuta, ovviamente con un punteggio basso.

pochi ma buoni

Una scelta saggia compiuta dagli sviluppatori è stata quella di ridurre al minimo sindacale le variabili che avrebbero potuto rallentare troppo il gioco o rendere più confusa la pianificazione; ecco perché in questo futuro iper-tecnologico le uniche armi con cui si combatte sono tre tipi di fucile (a pompa, d'assalto e da cecchino), i lanciamissili e i lanciagranate; non sembrano inoltre esistere giubbotti antiproiettile, caschi, scudi o protezioni di sorta, sicché ogni colpo andato a segno è un colpo mortale. L'unica difesa dei nostri soldati sul campo sono le pareti delle stanze e le coperture dietro cui accucciarsi; i fattori che pesano sull'esito di uno scontro sono anch'essi molto pochi: l'arma impugnata, la distanza e la presenza di coperture. Il fattore più importante di tutti è però la sorpresa: se si riesce a prendere alle spalle il nemico, o al limite arrivando lateralmente, la vittoria del singolo scontro a fuoco è assicurata.

La trama non è esente da situazioni eticamente complesse, in cui la perdita di vite umane viene vissuta con un certo pathos - Frozen Synapse
La trama non è esente da situazioni eticamente complesse, in cui la perdita di vite umane viene vissuta con un certo pathos
Trattandosi di un gioco creato da sole tre persone non c'era da aspettarsi una grafica molto realistica, che infatti non c'è, anche se questo non vuol dire che Frozen Synapse non trasmetta una buona sensazione di realismo, tutt'altro. L'aspetto così fortemente stilizzato, per cominciare, è di grande aiuto nell'evidenziare gli elementi portanti del gameplay: a colpo d'occhio si capisce subito dove sono posizionate le unità, quale arma stanno impugnando e dove possono trovare riparo. In quei pochi secondi in cui si dipana l'azione, tra un turno e l'altro, il buon lavoro svolto sulle animazioni e il sangue che zampilla dai soldati colpiti contribuiscono a dare un po' di impatto emotivo a questa fase di pura e semplice osservazione del risultato. C'è poi il sonoro, che ovviamente gioca un ruolo importante ed è caratterizzato da effetti secchi e realistici per le armi da fuoco, ad accrescere ancora di più la sensazione che laggiù, in quello strano mondo di pavimenti blu e sagome al neon, si stia combattendo una battaglia vera. La ciliegina sulla torta è costituita dalla colonna sonora vagamente "ambient", che alterna toni malinconici a tappeti strumentali di puro relax e che, nel suo piccolo, riesce ad essere memorabile; peccato che i brani si somiglino un po' tutti tra loro.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
L'azione tattica a turni non è mai stata così violentemente bella, frenetica e appagante. Divertente e vario in single-player, eterno in multiplayer, cosa chiedere di più?

Commenti

  1. Gidus

     
    #1
    Che toni entusiastici :)
    Sembra veramente una piccola perla. Peccato sia allergico al genere in ogni sua forma
  2. Bruce Campbell87

     
    #2
    chi non lo compra muore :D
  3. babalot

     
    #3
    Bruce Campbell87chi non lo compra muore :D
    il solito esagerato. cmq dalla quantità di gente che ci giocava nei giorni scorsi direi che ha venduto benino. oppure erano tutti beta tester a scrocco come me ma spero di no.
  4. Nihil_82

     
    #4
    sto a rota con sto gioco! sfidatemi sono SonicTooth su steam, il concetto che le mosse si possono mandare anche con i rispettivi giocatori offline stile scacchi mi fa godere!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!