Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
FS Falcon 24,99 Euro
Tornado! 24,99 Euro
Data di uscita
2/8/2003

FS Falcon & Tornado!

FS Falcon & Tornado! Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
LAGO
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
2/8/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
FS Falcon 24,99 Euro
Tornado! 24,99 Euro

Lati Positivi

  • Ottimo modello di volo
  • Splendido dettaglio grafico nelle ricostruzioni
  • Aerei accattivanti

Lati Negativi

  • Manca la possibilità di utilizzare l'imponente aramamento dei velivoli
  • Limitazioni intrinseche a Flight Simulator 2002 e Combat Flight Simulator 3

Hardware

Entrambi i titoli prevedono una configurazione minima che contempla un Pentium II a 500 MHz (decisamente consigliabile almeno un 800 MHz), 128 MB di RAM, 40 MB di spazio su hard disk, ed una scheda video con almeno 16 MB di RAM (32 MB sono caldamente consgliati). Sono ovviamente indispensabili Flight Simulator 2002 (Standard o Professional) oppure Combat Flight Simulator 3.

Link

Recensione

FS Falcon & Tornado!

Due add-on per Flight Simulator 2002 e Combat Flight Simulator 3, portano sugli schermi degli appassionati di simulazione due aerei da guerra tra i più famosi e potenti della storia dell'aviazione: l'F-16 ed il Tornado. Lago ha prodotto due modelli di volo realistici che si aggiungono alle flotte aeree di molti giocatori.

di Marco Nicolò Perinelli, pubblicato il

Tornado! e FS Falcon sono titoli firmati Lago che abbiamo deciso di recensire insieme e che aggiungono due nuovi modelli di volo ai già affermati Flight Simulator 2002 e Combat Flight Simulator 3 di Microsoft. Si tratta di due add-on venduti separatamente, prodotti dalla medesima software house italiana e presentano aspetti molto simili per quel che riguarda il comparto tecnico, mentre sfoggiano caratteristiche molto diverse per quel che concerne il modello di volo. L'F-16 è un aereo da caccia, sviluppato soprattutto per lo scontro aria-aria ed è quindi molto manovrabile e veloce. Il Tornado è invece un velivolo multiruolo, ma che per le sue caratteristiche meglio si adatta al bombardamento ed è in effetti pesante, corazzato e poco manovrabile alle alte velocità.

FS-FALCON

FS-Falcon riproduce l'F-16 Falcon un aereo che ha svolto e svolge tutt'ora un ruolo fondamentale nei teatri bellici di tutto il mondo, garantendo la supremazia aerea alle nazioni che lo possiedono. Le sue caratteristiche tecniche gli permettono di effettuare manovre ad alta velocità che altri caccia difficilmente riescono ad eseguire. E' studiato per il combattimento contro altri velivoli da caccia e per questo la sua agilità è eccezionale, ma può anche ricoprire il ruolo di bombardiere con estrema precisione e allontanarsi velocemente dopo un'operazione di questo tipo. Il potente motore e la leggerezza sono i suoi più grandi punti di forza e gli permettono perfino di salire verticalmente per breve tempo, garantendogli un vantaggio enorme nel combattimento aereo ravvicinato. Su questo caccia i piloti sono sottoposti a forze G impressionanti e l'abitacolo è studiato in modo tale da garantire il maggior comfort possibile all'occupante. Ne esistono due versioni, a uno e due posti, attualmente in forze all'esercito U.S.A. e ad alcune nazioni europee, tra cui l'Olanda. Nell'add-on sviluppato da Lago sono riprodotte entrambe le versioni e la ricchissima gamma di texture che ricoprono i modelli tridimensionali comprendono più di venti differenti "pelli", fra cui quelle dell'esercito U.S.A., alcune europee, quelle della Guardia Nazionale Americana, quelle da addestramento e da manifestazione.
Ai modelli tridimensionali sono state applicate numerose animazioni, tra cui alcune davvero insolite, come la possibilità di far alzare o abbassare la visiera del casco del pilota e l'apertura del tettuccio. La cabina di un F-16 è un insieme vastissimo di leve, levette, pulsanti, interruttori e manette, anche se per poterlo portare in volo in realtà basta una pedaliera, una manetta e la cloche. In effetti il velivolo è studiato per far sì che il pilota possa concentrarsi sulle manovre da eseguire in volo, senza dover perdere tempo a cercare i comandi durante un combattimento, potento così tenere tutte e due le mani fisse sui controlli di volo. La simulazione effettuata per Flight Simulator 2002 comprende numerosi sistemi ed è eccitante poter far decollare uno di questi bestioni a reazione al massimo del realismo. Le manovre che questo aereo può compiere sono eccezionali e volare sui cieli di tutto il mondo compiendo azioni impossibili ad altri velivoli è incredibile. Per poter tenere sotto controllo tutti gli strumenti del velivolo, il team di Lago ha suddiviso la cabina in otto pannelli facilmente selezionabili, che consentono di focalizzare la vista su un punto preciso dell'abitacolo per poter accedere ai comandi.
In ciascun pannello compaiono diversi strumenti e molti di essi sono utilizzabili nella simulazione. Alcuni sistemi però sono troppo complessi per essere riprodotti con l'engine di Flight Simulator e sono quindi inutilizzabili, cosa che però non incide particolarmente sul realismo del modello simulativo. La strumentazione di volo è sostanzialmente simile a quella della maggior parte dei velivoli, anche se vi sono alcuni pannelli che non si trovano sugli aerei civili e quindi non saranno familiari a coloro che sono soliti volare su questi mezzi.
La prima cosa che salta all'occhio e probabilmente la più importante, è l'HUD, il pannello frontale trasparente che visualizza tutte le informazioni di volo necessarie al pilota. In questa simulazione esso è stato semplificato, così come il suo sistema di controllo, sia per facilitarne l'uso e la lettura ai giocatori, sia perché molti dati riguardanti il sistema di controllo di questo aereo sono ancora segreti. Attraverso lo schermo, in visione frontale, è possibile visualizzare tutti i dati sulla navigazione e consultare immediatamente quelli relativi al volo. Attraverso gli altri pannelli si possono leggere dati specifici, consultare il piano di volo, vedere direttamente gli strumenti e attivare tutti i pannelli possibili. Gli indicatori ed i comandi del F-16 sono stati riprodotti quanto più fedelmente possibile, sebbene alcune spie e indicatori non siano stati simulati per i limiti tecnici che il motore di Flight Simulator 2002 impone.
Anche l'assetto delle armi e quindi l'aspetto dell'aereo, può essere variato, ma soltanto modificando direttamente il file aircraft.cfg, operazione in realtà tutt'altro che complicata, grazie al pratico ausilio del manuale. In Flight Simulator 2002, però, le armi non sono utilizzabili, poiché il programma non lo prevede, mentre in Combat Flight Simulator 3 non è possibile sparare quelle guidate, leggere il radar e aiutarsi con le opzioni di rifornimento.
Pilotando questo aereo sembra di sentire la potenza del motore tra le mani: è possibile eseguire ogni sorta di manovre e spesso usare la forza bruta della spinta permette di effettuare azioni impossibili. Lo scenario in cui ci si muove sfila a velocità incredibile ed è emozionante poter portare in volo questo aereo sui cieli tanto familiari del nostro simulatore.

TORNADO!

Aereo da guerra sviluppato da un progetto del 1968, nato dalla collaborazione tra Gran Bretagna, Germania ed Italia, il Tornado è un vero carro armato dell'aria, potente, corazzato e molto distruttivo. E' un aereo dalle linee massicce, dotato di due grandi motori che garantiscono una potenza enorme in qualsiasi azione. La sua struttura presenta un'ala ad assetto geometrico variabile, per poter sfrecciare ad altissime velocità (mach 2,2) oppure per garantire un buona manovrabilità a basse velocità. Il Tornado è stato impiegato in moltissime azioni di guerra ed è balzato agli onori della cronaca quando nel 1992 il suo uso massiccio garantì la riuscita di numerose missioni durante la Prima Guerra del Golfo. Questo aereo è stato superato tecnicamente nel corso degli anni dalle nuove generazioni di caccia-bombardieri e dai missili teleguidati, ma le sue caratteristiche lo rendono tuttora attuale: la sua destinazione principale è il bombardamento a bassa quota e vederlo sfrecciare nei cieli incute certamente timore. La sua superficie di volo è variabile grazie alla geometria delle ali, che possono ruotare tra i 25° ed 67°, garantendo un buon comportamento in tutto il suo profilo di volo, e le superfici di controllo di grandi dimensioni permettono di effettuare manovre anche a basse velocità.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Tornado! e FS Falcon sono add-on di giochi già pienamente affermati sul mercato e ne sfruttano al meglio le caratteristiche. Il modello di volo è molto realistico, l'aspetto grafico è molto curato e l'impianto sonoro d'effetto. La longevità di questi titoli è limitata al fatto che in effetti essi presentano solo due nuovi modelli di volo e quindi non aggiungono molto per chi non ama questi giochi, ma saranno sicuramente una piacevole sorpresa per coloro che sono appassionati di simulatori di volo. Si tratta, in entrambi i casi, di modelli ben riusciti e realizzati con cura, che indubbiamente soddisferanno chi vuole provare l'emozione di pilotare questi aerei, ma con tutti i limiti che i motori di Flight Simulator 2002 e Combat Flight Simulator 3 impongono. Due prodotti da non perdere, dunque, per chi ama questi simulatori!