Genere
Guida
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
23/3/2007

Full Auto 2: Battlelines

Full Auto 2: Battlelines Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Sviluppatore
Pseudo Interactive
Genere
Guida
Data di uscita
23/3/2007
Giocatori
8

Lati Positivi

  • Incredibilmente distruttivo
  • Buona varietà di auto, circuiti e armamentario
  • Impatto visivo pulito, impreziosito da buoni effetti grafici...

Lati Negativi

  • ... ma inconcepibilmente soggetto a cali di frame-rate
  • Gameplay poco profondo
  • Giocabilità non proprio immediata

Hardware

Per prendere parte alle gare distruttive di Full Auto 2: Battlelines sono necessari una console PlayStation 3, un joypad e una confezione originale del gioco. Il supporto per l'alta definizione assicura un dettaglio e una pulizia visiva di buona qualità, sebbene il risultato in termini puramente tecnici venga vanificato da un motore grafico poco stabile. Nulla di importante per quanto riguarda il comparto sonoro: temi rockeggianti poco ispirati e ripetitivi si affiancano a effetti sonori allo stesso modo scarsamente incisivi. La recensione si riferisce alla versione NTSC del titolo: Full Auto 2: Battlelines sarà disponibile in Europa al lancio di PlayStation 3 il 23 marzo prossimo.

Multiplayer

Full Auto 2: Battlelines supporta una buona modalità online che ben rispecchia lo spirito frenetico del titolo, capace di divertire in maggior misura proprio in compagnia di amici: fino a otto persone si possono sfidare in gare tradizionali, competizioni a squadra o sfide in cui dare l'assalto alla lepre.

Link

Recensione

Corazzati fino al carburatore

Full Auto 2: Battlelines semina distruzione anche su PlayStation 3.

di Francesco Sauda, pubblicato il

Nonostante sia stato accolto "timidamente" dal mondo dei piloti virtuali su Xbox 360, Full Auto ha rappresentato una discreta alternativa alle serie racing dal tono distruttivo del più blasonato Burnout. L'attuale assenza del titolo appena citato nell'acerbo portfolio di PlayStation 3 costituisce indubbiamente un ottimo trampolino di lancio per Full Auto 2: Battlelines: casco in testa, una mano al volante e l'altra alla mitraglia...

SCEGLIAMO LE NOSTRE ARMI...

Pur non snaturando la struttura del suo predecessore, Full Auto 2: Battlelines non disdegna di apportarne alcune interassanti novità: se l'aver dotato il gioco di una trama più consistente costituisce solo un pretesto per arricchire i momenti morti tra una gara e l'altra, molto più appetibili risultano essere la presenza di nuove categorie di auto e la possibilità di accoppiare a piacimento le svariate tipologie di armi a disposizione, cosa in precedenza ben lungi dall'essere possibile.
Ne deriva un'approccio quasi tattico alle diverse competizioni cui avremo modo di partecipare: se l'obiettivo è quello di tagliare per primi il traguardo, perchè non montare sul nostro bolide mezzi di disturbo quali mine esplosive o erogatori di denso fumo nero? E ancora, se il nostro compito è quello di distruggere i rivali all'interno di un arena, perchè non puntare invece su un'accoppiata mitraglia-benna spazzaneve per cancellare tutto ciò che si presenta di fronte al nostro cofano?

DEVASTAZIONE FUORI CONTROLLO

Di contro, a livello di gameplay Full Auto 2: Battlelines non muta di una virgola rispetto al passato: questo significa semplicemente che chi ha amato il primo capitolo non potrà che accogliere con gioia la distruzione proposta in questo seguito. La frenesia e la devastazione che si raggiungono durante ogni gara sono davvero impressionanti: in ogni caso, anche se ciò può apparire di buon auspicio, in realtà esso cela anche degli effetti controproducenti. In alcuni momenti si ha addirittura la sensazione di perdere di mano la situazione, tale è la confusione generata tra macchine che esplodono, staccionate divelte e mitragliate avversarie.
Purtroppo, la giocabilità non certo immediata ma indubbiamente ostica in termini di gestione delle diverse opportunità attuabili (pensate a dover frenare, poi attivare il turbo, mirare e fare fuoco con due armi contemporaneamente...), non rasserena il quadro globale forse eccessivamente frenetico. Ne consegue un'esperienza di gioco decisamente furiosa e adrenalinica, ma parimenti povera di profondità in fatto di puro gameplay. Del resto, Full Auto 2: Battlelines si propone come un titolo da giocare senza troppi pensieri per la testa, magari intraprendendo gare infuocate online: ovvio sottolineare come in tal caso l'adrenalina aumenti in modo esponenziale, per un risultato che giova indubbiamente al crudo divertimento.

IL VIZIO DI BALBETTARE

Discorso a parte va condotto in merito alla realizzazione tecnica di Full Auto 2: Battlelines. Se infatti la resa visiva proposta dal titolo di Pseudo Interactive risulta impeccabilmente pulita e impreziosita da effetti grafici davvero ben fatti, è inconcepibile come su PlayStation 3 si debba assistere a maledetti cali di frame-rate (tra l'altro presenti anche nel precedente capitolo su Xbox 360): basta anche solo virare traiettoria di pochi gradi per assistere a fastidiosi balbettii nello scorrimento dello scenario stesso. L'impatto dunque positivo garantito dal dettaglio nella riproduzione dei danni, dal motion-blur di ottima fattura e da una sensazione di velocità che fissando gli occhi sull'asfalto è persino impressionante, viene presto vanificato da un motore grafico purtroppo poco solido ad uno sguardo più globale.
Accettati - a fatica - tali difetti tecnici, Full Auto 2: Battlelines dimostra a conti fatti pregi e difetti del suo predecessore: poca sostanza ma tanta devastazione e adrenalina. Ingredienti appetibili per chi è alla ricerca di divertimento senza troppe pretese, meno digeribili per chi invece punta ad un racing-game più completo e profondo in termini di gameplay.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Full Auto 2: Battlelines porta distruzione e adrenalina su PlayStation 3: accanto ad alcune interessanti innovazioni tipologiche, il gameplay fracassone e devastante apprezzato nel primo capitolo viene riproposto pari pari in questo seguito, che ne acquisisce pregi e difetti. Frenesia e divertimento si accostano a una giocabilità non proprio immediata e a un'esperienza ludica non certo ricca in termini di sostanza. Anche sul lato tecnico Full Auto 2: Battlelines si trascina il vizio di cadere in cali di frame-rate decisamente fastidiosi, seppur affiacati da una resa visiva pulita e impreziosita da buoni effeti grafici. Compromessi accettabili solo per chi cerca "semplice" e furiosa devastazione: i due punti forti di Full Auto 2: Battlelines.