Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Game Industry

Notizia

L’industria giapponese è “in difficoltà”

Akira Yamaoka dice la sua sul momento difficile dei team nipponici.

di Gianluigi Villecco, pubblicato il

Non è solo Keiji Inafune di Capcom a pensare che l’industria videoludica giapponese sia incapace di competere con l’Occidente, nella sua forma attuale. A rincarare la dose arrivano le affermazioni di Akira Yamaoka, il compositore delle colonne sonore di Silent Hill che recentemente ha prestato il suo talento per lo shooter Sine Mora, disponibile su Xbox Live Arcade.

In una intervista a Edge, Yamaoka afferma quanto segue: “Probabilmente abbiamo raggiunto il massimo che potevamo sperare di offrire, e dobbiamo ammetterlo. Credo che gli sviluppatori giapponesi incapaci di comprendere la cultura d’oltreoceano non saranno in grado di creare titoli appetibili sul mercato globale”.

“Creare videogiochi è un servizio”, ha continuato, “e se non puoi, o non vuoi rapportarti con gli utenti di tutto il mondo, allora non riuscirai a realizzare qualcosa che gli possa davvero interessare”.

Theodore Reiker, direttore creativo dello sviluppatore ungherese Digital Delivery che ha collaborato con Grasshopper allo sviluppo di Sine Mora, si trova d’accordo. “I videogiochi giapponesi hanno dominato il mondo per molti anni, ma ora i tempi stanno cambiando, con numerosi giochi di fascia media che si danno battaglia. Gli sviluppatori giapponesi creano ancora giochi fantastici e originali… ma come è avvenuto per l’Europa che ha perso il predominio nel Cinema a favore di Hollywood, i giapponesi si sono arresi ai titoli blockbuster e ai social network. Sarà interessante osservare come si adatteranno alla nuova situazione”.

Yamaoka ha suggerito infine che, a dispetto degli scarsi dati di vendita, un seguito di Shadows of the Damned, la recente collaborazione tra Shinji Mikami e Suda51, potrebbe essere possibile.




Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!