Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Game & Watch

Game & Watch Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Speciale

Monogiochi da viaggio

La collezione di una volta torna oggi su DSWare.

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

I 59 modelli di Game & Watch che produsse la Nintendo vendettero in tutto il mondo cifre da capogiro (dal 1980 al 1991) moltiplicandosi nel corso degli anni in undici varianti a schermo singolo, doppio o addirittura triplo. Dalle primissime versioni Silver, Gold e Wide Screen (1980-1981) alle più impegnative Table Top e Panorama (veri e propri coin-op da tavolo), in sostanza, la serie dei Game&Watch offriva addirittura modelli appositamente congegnati per il multiplayer (Micro Vs. System, 1984, con due minuscoli controller estraibili), quindi introdusse la rivoluzione della croce direzionale con i Multi Screen (1982-1989) e culminò persino nello schermo trasparente (ma fin troppo avido di luce) delle versioni Crystal Screen (1986). Solo quando il Game Boy (1989) impose nuovi standard di portabilità ludica, infine, la produzione di Game&Watch fu sospesa e accantonata, per fare posto alla nuova console con giochi intercambiabili.

CLASSICAMENTE TOUCH?

I primi titoli della Game&Watch Collection (Ball, Fire, Judge e Vermin) furono pubblicati da Nintendo nel 1980 in versione Silver, ovvero con scocca in alluminio e un design della console piuttosto elementare. Oggi, tramite il canale DSiWare, è possibile riscoprire nove classici senza tempo, da acquistare per 200 Nintendo Points ciascuno con un tocco di stilo e da giocare alla maniera di una volta, ovvero senza l'utilizzo del touch screen (in quanto purissime prova d'abilità, riflessi e coordinazione occhio-mano). Si tratta, in buona sostanza, di veri e propri "schiacciapensieri", caratterizzati da un gameplay obsoleto eppure ancora attuale, per due soli livelli di difficoltà: Game A (normale) e Game B (difficile). Ball vanta di essere il primo Game & watch mai prodotto: nei panni di un giocoliere bisogna destreggiarsi sino al punteggio massimo sostenibile. Donkey Kong Jr., però, è senz'altro il migliore dell'intera collezione disponibile: Mario ha rapito Donkey Kong, quindi il piccolo Donkey Kong Jr. dovrà saltare, arrampicarsi, poi schivare uccelli e coccodrilli, così da raggiungere le chiavi della gabbia e liberare il papà. Flagman coinvolge parimenti memoria e riflessi, mostrando al giocatore una serie di numeri da memorizzare e ripetere in rapidissima successione. In Helmet, invece, Mr. Game&Watch dovrà attraversare un cantiere per raggiungere l'ufficio, stando ben attento a evitare con rapidi destra-sinistra una miriade di attrezzi che piove dal cielo. In Vermin, poi, si è alle prese con un'invasione di talpe (da schiacciare senza remore), mentre la sistemazione di piattaforme in Manhole muterà ben presto in mania ludica compulsiva, per salvare quante più vite possibili e strappare il miglior record.

GAME A & GAME B

Mario's Cement Factory - assieme a Donkey Kong Jr. - va acquistato senza alcuna remora: se è vero che bisogna pur mandare avanti la fabbrica, Mario sarà costretto agli straordinari, in un vertiginoso saliscendi tra ascensori, piattaforme semoventi, dispencer di cemento da svuotare e camion che attendono il carico. Judge, ancora, consentirà di sfidare un amico (in modalità Game B) in una competizione tanto geniale quanto esilarante: due sfidanti sorreggono dei pannelli sui quali, dopo un conto alla rovescia, appariranno dei numeri. Il giocatore con il numero più alto, dunque, potrà colpire l'avversario con un martello e segnare il punto, mentre l'altro non potrà far altro che tentare di schivare il colpo. Ogni giocatore può anche giocare d'azzardo e attaccare prima della fine del conto alla rovescia, rischiando però di ottenere un numero inferiore a quello dell'avversario e perdere il punto. Chef, infine, vedrà Mr. Game & Watch impegnato in una cucina tanto frenetica quanto maldestra, con un gatto che cercherà di afferrare il cibo e tre prelibatezze culinarie (quattro in Game B) da raccogliere con la padella.
Seppure sia fin troppo evidente che si tratta di "giochini" caratterizzati da meccaniche ludiche assolutamente rudimentali, sarà piacevole sorprendersi dinanzi al grado di assuefazione e coinvolgimento che un Game&Watch riesce a dispensare ancora oggi: basta anche un solo minuto per capirlo e per non staccarsi più, almeno sino a nuovo record.


Commenti

  1. HiroshiShiba

     
    #1
    Bellissimi!Appena vista la foto della notizia nell'homepage,una lacrima nostalgica ha solcato il mio volto nel riconoscere uno dei miei game&watch!vado a cercarli... :)
  2. Dna

     
    #2
    bell'articolo: mi hai fatto venire in mente quando alle elementari in gita si passava tutto il tempo a giocare agli schiacciapensieri!

    io a casa ne ho ancora qualcuno...devo vedere quali sono, ma quasi sicuramente non sono quelli di nintendo...
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!