Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Game & Watch

Game & Watch Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Speciale

Handheld che mancano

Il centro nevralgico dei videogiochi portatili?

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

Le nove conversioni dei Game&Watch presenti sul canale DSiWare saranno pur sufficienti per consegnare alla nuova Touch Generation un'importantissima parte della storia videoludica, ma di fatto rappresentano solamente un'esigua porzione dell'intera collezione prodotta da Nintendo. Mancherebbero all'appello, insomma, una cinquantina di videogiochi (certamente non tutti irrinunciabili) che hanno segnato un'epoca, rivoluzionando per sempre il mondo delle console portatili.

LOST AND FOUND

Il primo posto della "fanta-lista" dei desideri da girare a Nintendo spetta senza dubbio a Donkey Kong, assurto a vera e propria icona assieme al suo pregevole guscio arancione Multi Screen, quando Mario si chiamava ancora Jumpman, la principessa da salvare era Pauline e volavano barili dappertutto. E giacché sognare non costa nulla, una riedizione fedele del portatile datato 1982, oggi, rischierebbe addirittura di avere mercato e riscuotere successo tra gli appassionati. Non guasterebbe neppure poter mettere le mani su Zelda, pubblicato in versione Game&Watch nel 1989 a giochi ormai praticamente conclusi. La prospettiva, come del resto per Donkey Kong, era a scorrimento verticale, mentre Link era chiamato a sconfiggere otto draghi e riportare la pace nel regno di Hyrule. E piacerebbe, magari, una riedizione della vendetta di Donkey Kong II (Multi Screen, 7 marzo 1983), dell'insolito Mario Bros. (Multi Screen orizzontale, con apertura "a libro") nella fabbrica di bottiglie dei due fratelli baffuti, o addirittura degli ottimi Mickey Mouse, Snoopy, Popeye o Mario's Bomb Away (originariamente pubblicati in versione Panorama Screen). Facile a intuirsi, l'elenco ideale sarebbe quello che possa comprendere tutti (o quasi) i Game&Watch che Nintendo produsse tra il 1980 e il 1991.

THE OTHERS

Se la Virtual Console di Nintendo consente oggi di giocare con sistemi quali Sega Mega Drive, Neo Geo, Commodore 64, Sega Master System o PC Engine, inoltre, sarebbe del tutto lecito attendersi dal canale DSiWare un revival di vecchie glorie portatili: Sega Game Gear, Atari Lynx, Neo Geo Pocket e WonderSwan (prodotto da Bandai e sviluppato da Koto Laboratory di Gunpei Yokoi). Stando a certi prodigi tecnologici fatti segnare dal Nintendo DSi, difatti, appare fin troppo ovvio che le potenzialità della macchina di Kyoto sarebbero in grado di gestire conversioni del genere con spiccata disinvoltura. Al limite, a voler trovare il pelo nell'uovo, il problema riguarderebbe solamente certe licenze e concessioni. Dinanzi a una simile eventualità (tanto intrigante sulla carta quanto fantasiosa nella realizzazione), insomma, l'elenco dei migliori giochi da convertire per l'occasione potrebbe espandersi vertiginosamente, da Sonic a Wonder Boy, passando poi per Shinobi, Ninja Gaiden, Shadow of the Beast, Metal Slug, Fatal Fury, Chips Challenge, Hard Drivin', Streets of Rage o persino California Games, facendo del Nintendo DSi (o XL) un perfetto centro nevralgico del bel videogioco portatile di una volta. Non resta altro, per il momento, che l'immaginazione e quanta più speranza possibile, affinché tutto questo possa succedere davvero, un giorno. Come è già accaduto su Virtual Console, del resto.


Commenti

  1. HiroshiShiba

     
    #1
    Bellissimi!Appena vista la foto della notizia nell'homepage,una lacrima nostalgica ha solcato il mio volto nel riconoscere uno dei miei game&watch!vado a cercarli... :)
  2. Dna

     
    #2
    bell'articolo: mi hai fatto venire in mente quando alle elementari in gita si passava tutto il tempo a giocare agli schiacciapensieri!

    io a casa ne ho ancora qualcuno...devo vedere quali sono, ma quasi sicuramente non sono quelli di nintendo...
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!