Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
5/5/2002

GameCube

GameCube Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
5/5/2002
Lingua
Tutto in Italiano

Link

Speciale

Babbo Natale con salopette e baffi neri

Il mondo videoludico ha la capacità di rendere il Natale una festività più laica che mai, grazie alla tipica praticità che contraddistingue il videogiocatore: cuori più buoni, ma anche portafogli aperti e belli gonfi! Che ne dite allora di regalare o regalarvi un GameCube? Considerate anche che, con la sua pratica maniglia, può essere direttamente appeso sul vostro alberello casalingo!

di Andrea Focacci, pubblicato il

Forse non ci siamo mai divertiti così tanto e quello del 2002 si annuncia come uno dei periodi natalizi più ricchi e interessanti dal punto di vista videoludico che si ricordi da qualche anno a questa parte. Tanto e nulla è cambiato: Sega è ormai una società multipiattaforma a tutti gli effetti e il mercato ha visto l'entrata in scena di un pretendente autorevole all'eccellenza del calibro di Microsoft, con Sony che si conferma più in salute che mai nonché inarrestabile macchina schiacciasassi sotto il punto di vista della quantità e dei profitti. Se le livree nere delle due precedenti console non collimano con il vostro umore, se vi piace fare la "difference"... allora sappiate che, nonostante tutto, Nintendo è ancora al suo posto, con intramontabili ritorni e brillanti novità!

SUPER MARIO SUNSHINE

Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Nintendo
Distributore: Cidiverte / Halifax
Prezzo: 62,00 Euro

Parafrasando un noto spot pubblicitario, che Natale sarebbe senza Super Mario? Miyamoto sembra non porre limiti alla propria evoluzione videoludica e la sensazione traspare nitida e cristallina dal codice binario di Super Mario Sunshine: forse non un punto di svolta epocale come ebbe la presunzione di essere Mario 64, forse non un capolavoro di design come seppe essere Super Mario World ma, sicuramente, l'innegabile conferma che i tempi cambiano, ma l'idraulico italiano è capace di adattarsi a ognuno di essi. Pur non imprimendo significativi cambi di rotta alla tradizionale struttura a piattaforme, Super Mario Sunshine introduce alcune novità come lo zaino ad acqua che, se in un primo tempo sembrano vani tentativi per svecchiare un genere ormai storico, col passare delle ore di gioco si insinuano nel sangue del giocatore tanto da intaccarne lo stesso DNA originario. Abituati a fluttuare tranquillamente per i livelli, al momento di abbandonare il nuovo gadget si può essere scossi da una sorta di trauma primordiale da platform: dove eravamo, dove siamo e dove, volenti o nolenti, finiremo per andare.
Ma come già accaduto in passato, Super Mario Sunshine è anche una scelta a colpo sicuro, un titolo eclettico capace di toccare le corde sensibili di ogni giocatore disposto ad avvicinarsi: facile, difficile, longevo, frustrante, totale, coinvolgente, ispirato, colorato, ripetitivo, appagante... sarebbe impresa ardua concordare su tutto ma, anche se è difficile crederlo, il titolo Nintendo per antonomasia è tutto questo. Come definire, quindi, in poche parole un videogioco per cui è difficile trovare accordo comune anche sulla stessa telecamera – per alcuni minata da qualche difetto di troppo, per altri il compromesso migliore incontrabile in questo tipo di produzioni? In sintesi, forse uno dei migliori platform game di sempre.

ETERNAL DARKNESS: SANITY'S REQUIEM

Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Silicon Knights
Distributore: Cidiverte / Halifax
Prezzo: 62,00 Euro

Chi ha detto che Nintendo è solo idraulici, principesse e funghetti? L'accordo stipulato con Capcom, che porterà larga parte della saga horror di Resident Evil in esclusiva su GameCube, lascia già intravedere le nuove strategie della casa nipponica... ma se Resident Evil Rebirth può già essere ragionevolmente nella case di molti utenti europei, la cosa non potrebbe essere così scontata per Eternal Darkness: Sanity's Requiem. Il titolo, prodotto da Nintendo stessa e sviluppato da Silicon Knights, pur appartenendo come la famosa saga degli zombie al genere horror, si discosta dal best seller della categoria presentando un approccio più dinamico e dedito all'azione: non un survival horror in senso stretto, dunque ma un'avventura che, oltre ad abbondanti dosi di sangue, gioca le proprie carte su un impianto narrativo particolarmente curato per una produzione di questo tipo e per alcune interessanti novità. La più eclatante di esse è il Sanity Meter: durante l'incedere della vicenda, il protagonista di turno finirà per vacillare mentalmente a ogni nuova apparizione orrorifica fino a giungere, oltre una certa soglia, a produrre da sé allucinazioni spaventose o bizzarre, perfettamente incastonate fra i reali momenti di gioco. Se alcune trovate risultano un po' ingenue, altre centrano l'obiettivo di spiazzare l'utente e donano ulteriore profondità al gioco.
E' bene chiarire subito, però, che Eternal Darkness: Sanity's Requiem non è pauroso tanto quanto la più famosa saga di Resident Evil o, quanto meno, produce un altro tipo di inquietudine, maggiormente giocata su chiaro-scuri, su un magnifico sonoro bisbigliante e su un persistente senso di precarietà: il titolo Nintendo è un ottimo omaggio allo stile narrativo e ai romanzi di Lovecraft. Chi ha amato almeno uno dei suoi scritti non può che rimanere colpito di fronte all'approccio scelto da Eternal Darkness: Sanity's Requiem, un piccolo saggio di letteratura videoludica.

STARFOX ADVENTURES

Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Rare
Distributore: Cidiverte / Halifax
Prezzo: 62,00 Euro

Già carico di aspettative ancora prima della sua uscita americana, StarFox Adventures ha assunto nuovi e particolari significati al momento di conoscere il nuovo cammino intrapreso dalla storica Rare, software house che, per molto tempo, ha incrociato il suo destino a quello di Nintendo stessa. La nuova avventura di Fox McCloud, tuttavia, non poteva costituire commiato migliore dalla casa dell'idraulico baffuto, presentandosi con una veste grafica spettacolare e all'altezza delle aspettative e proponendo un'impostazione di gioco che si discosta drasticamente dai precedenti episodi della serie: dal suo debutto su Super Nintendo e dopo due sparatutto sul groppone, Rare ha scelto di adottare per il suo StarFox Adventures il collaudato schema di gioco già incontrato nell'intramontabile Zelda: Ocarina Of Time, tanto da apparirne a più riprese un suo "clone", dalla disposizione dei tasti sino al loro utilizzo, passando per la stessa interfaccia utente. La cosa, ovviamente, non può che essere sinonimo di qualità e di grande giocabilità per un'avventura in cui ritornano tutti i personaggi storici che abbiamo imparato ad amare nella serie: Fox McCloud, il Generale Pepper, Slippy Toad e Peppy Hare, di nuovo uniti per salvare dalla distruzione il Dinosaur Planet.
Uno squisito mix di avventura e azione, in cui fasi prettamente esplorative si fondono con passaggi dediti al combattimento e una trama che è capace di coinvolgere l'utente grazie alla sua suggestiva atmosfera. I nei purtroppo non mancano e StarFox Adventures non è quel capolavoro che in molti si aspettavano, risultando a tratti sin troppo pilotato e facile e con qualche carenza dal lato dei combattimenti. Tuttavia un impatto grafico a più riprese meraviglioso, la superba regia a cui ci ha abituato Rare e l'ottima realizzazione sonora fanno di StarFox Adventures un titolo perfetto da collocare sotto l'albero di Natale.

SEGA SOCCER SLAM

Produttore: Sega / Infogrames
Sviluppatore: Visual Concepts
Distributore: Infogrames Italia
Prezzo: 69,00 Euro

Uno dei punti di forza delle precedenti console Nintendo è sempre stato quello del supporto per più giocatori, grazie a più di un gioco capace di proporre avvincenti modalità multiplayer oltre a un interessante apparato in single player. A questo proposito, la predisposizione immediata del GameCube a connettere quattro joypad in contemporanea non poteva restare infruttuosa e le prime proposte a coinvolgere più amici non si sono fatte attendere. Stravolgendo la tradizione Nintendo, però, abbiamo deciso di non prendere come punto di riferimento del genere il nuovo Mario Party 4 – comunque già disponibile e sempre avvincente – bensì il prodotto calcistico creato da Sega.
Sega Soccer Slam ripropone il tradizionale calcio arcade degli Anni '90 presentandolo sotto una vesta ancor più frenetica e spettacolare del solito: le squadre in campo sono composte da quattro elementi – portiere compreso – per una variante piuttosto acrobatica del tradizionale calcetto, infarcita di tiri speciali e colpi proibiti. Il gameplay immediato e divertente è confermato dalla semplicità dei controlli, che sfruttano solo due tasti – rispettivamente per il tiro e il passaggio – lasciando alla fantasia dell'utente tutto il resto. Il divertimento è maggiormente accentuato da una realizzazione tecnica certamente non strabiliante, ma che propone animazioni ed effetti speciali perfettamente in linea con il contesto proposto. La longevità è garantita da un buon numero di tornei e modalità alternative ma, come è facile intuire, il meglio di Sega Soccer Slam deriva dalla possibilità di scontrarsi con altri tre amici in partite all'ultimo sangue o attraverso i mini giochi creati da Sega per l'occasione: un videogioco non certo eterno ma che, prima di venire a noia, vi avrà già fatto ridere un bel po'!

TIMESPLITTERS 2

Produttore: Eidos Interactive
Sviluppatore: Free Radical Design
Distributore: Leader
Prezzo: 69,00 Euro

Gli amanti dello sparatutto tridimensionale sono uno tipologia di videogiocatore che, soprattutto negli ultimi tempi, va moltiplicandosi anche in un ambiente originariamente non troppo congeniale a questo tipo di produzioni come quello console: in precedenza, tutto quella che ci poteva aspettare erano conversioni ottimizzate in modo approssimativo dal mercato PC mentre ora, grazie alle inversioni di tendenza innescate da Electronic Arts con il suo Medal of Honor e da Bugie Software con il pluri-premiato Halo, è possibile godere di prodotti appositamente creati per i nostri joypad e non per la tastiera. In quest'ottica, TimeSplitters 2 è il seguito ufficiale di uno dei primi sparatutto approdati su PlayStation 2 ma che, con questa seconda incarnazione, intraprende la strada del multipiattaforma: bisogna dire, però, che una delle console sul quale sembra maggiormente a suo agio sia proprio quella Nintendo, visto anche che il team responsabile dello sviluppo è composto dagli stessi talenti fautori di quell'indimenticabile capolavoro per Nintendo 64 che corrisponde al nome di 007 Goldeneye. La vicenda di gioco si dipana attraverso varie epoche storiche, ognuna delle quali con proprie ambientazioni e armi appositamente studiate, attraverso le quali il giocatore deve combattere la venuta di una razza aliena mutaforma e recuperare i preziosi cristalli del tempo. La costruzione dei livelli, non eccessivamente estesi, ma caratterizzati da più obbiettivi, costringe non solo a un approccio frenetico, ma anche a una sana dose di strategia che può facilmente essere perseguita anche grazie al buon utilizzo del pad GameCube che permette un controllo all'inizio forse un po' ostico, ma di certo molto pratico e funzionale.
In chiusura, oltre all'ottimo – per quanto altalenante – impatto grafico del titolo, va ricordata l'ispiratissima sezione multiplayer che, oltre alle classiche modalità del genere, propone divertenti aggiunte e la possibilità di giocare in cooperativa anche nell'avventura in singolo: sotto questo aspetto uno dei migliori esponenti nel suo genere.