Blog

Ultima notte a Colonia

Pensierini dal cuscino verde e un po' di cose che non capirà nessuno.

di Andrea Maderna, pubblicato il

È l'una di notte, qui a Colonia. Sono l'unico ancora in piedi (non è vero: sono seduto), anche se probabilmente almeno Pocoto e Fotone sono ancora svegli e si chiedono che cacchio stia scrivendo. Fotone, fra l'altro, si è dimenticato di passarmi le sue fotografie. Adesso vado a tirargli il collo.

Fatto.

Oggi si è chiusa la nostra Gamescom, domani si riparte. La giornata è stata piuttosto serena: in mattinata, Sole e Scamu sono andati in fiera a fare cose brutte e sconce in sala stampa, mentre quelli dell'albergo svernavano e il quartetto Falinovix-Fotone-giopep-Pocoto si aggirava a caso per Colonia, spendendo soldi, bevendo beveroni, mangiando schifezze e rotolandosi nell'erba. Poi siamo tornati tutti a casa per l'ultima diretta e ci siamo separati di nuovo. Il quartetto scemo, a quel punto, è rimasto a casa, a lavorare duramente. A parte Fotone, che non si sa cosa caspita abbia fatto, chiuso in camera abbracciato al cuscino di Pocoto.

Io ho passato il pomeriggio sdraiato per terra davanti alla finestra spalancata, a prendere il sole mentre scrivevo di Resistance 3.

Poi, in serata, momenti di delirio, fra Fotone che rifà la messa in piega a teoKrazia, la scofanata al ristorante giapponese (buono, ma non come il vietnamita di venerdì sera), Pocoto che ci fa tirare tardi coi suoi video sconci e le sue idiozie...

E adesso son qui da solo, che non prendo sonno nell'unica sera in cui proprio quello dovrei fare. E non so bene che fare, quindi scrivo un vuoto post per il blog di Videogame.it.

Si chiude un'altra Gamescom, e sono contento di tornare a casa, anche se un po' mi dispiace, perché in fondo, nonostante la stanchezza, nonostante il fastidio per certi aspetti della fiera, nonostante in fondo ci si odi un po' tutti, è bello stare qua a divertirsi e a fare i sciemi. E perché comunque, nonostante tutti i meh e mah, almeno una, due, talvolta perfino tre cose belle belle al giorno le ho fatte. Roba di cui mi sono sentito proprio soddisfatto, eh, mica pizza e fichi! Roba che ancora non tutta ha visto la luce, e che pian piano arriverà sugli schermi di chi ci segue. Roba, insomma.

Poi ho anche rivisto un po' di persone che, da quando vivo a Monaco, ho davvero poche occasioni di vedere. Gli altri nove sciemi della spedizione di Videogame.it, certo, ma anche qualche simpatica faccia della concorrenza, incrociata fra un corridoio e l'altro, scambiando un saluto veloce, magari due insulti, qualche battuta e un po' di scherzi. E pure qualche simpatica faccia di quelle che stanno dall'altra parte della barricata e che di solito vedo solo sotto forma di nomi in fondo a comunicati stampa. Insomma, dai, alla fine è sempre una bella esperienza.

Soprattutto perché oggi la fiera non l'abbiamo vista manco da lontano. Sessantaduemilapersone, ma siamo matti? Secondo me non è neanche legale. Roba assurda, davvero.

Comunque, sto divagando, sto parlando del nulla.

Il carosello delle fiere si ferma anche quest'anno.

Oppure no, vai a sapere, magari quest'anno al Tokyo Game Show ci andiamo.

Chi lo sa.

L'importante è che adesso dovrei starmene a casa per un po'. Sarebbe il caso, visto che fra giugno, luglio e agosto ci sarò stato un totale di due settimane circa.

Quindi niente press tour, casomai ce ne fossero a breve.

A meno che non siano per i giochi 2K.

(Ciao Fotone)

Eccola, è lei, è la postazione da cui ho operato tutta la settimana. Ma ditemi voi come si deve ridurre uno per fare questo lavoro... - Gamescom 2011
Eccola, è lei, è la postazione da cui ho operato tutta la settimana. Ma ditemi voi come si deve ridurre uno per fare questo lavoro...

Va detto che poi finisci per intervistare uno che ha creato tre o quattro generi di videogioco, frequenta un campione del mondo e ha viaggiato nello spazio - Gamescom 2011
Va detto che poi finisci per intervistare uno che ha creato tre o quattro generi di videogioco, frequenta un campione del mondo e ha viaggiato nello spazio

Mi hanno fatto i complimenti per due giorni, per la scelta del ristorante vietnamita. E l'aveva proposto Fotone! - Gamescom 2011
Mi hanno fatto i complimenti per due giorni, per la scelta del ristorante vietnamita. E l'aveva proposto Fotone!

La colazione dei campioni - Gamescom 2011
La colazione dei campioni

Il pranzo dei campionissimi - Gamescom 2011
Il pranzo dei campionissimi

Fotone pettina il bambolotto comprato nel negozio di giocattoli sabato mattina - Gamescom 2011
Fotone pettina il bambolotto comprato nel negozio di giocattoli sabato mattina

Comunque shame on gli sciemi: questa settimana abbiamo messo sul blog solo due post, prima di questo, firmati da me e Fotone. Non siamo più gli inviati sciemi di una volta. Colpa delle dirette che ci prosciugano?


Commenti

  1. Do-You.Frank

     
    #1
    Grandissimi ragazzi, è la prima volta che vi riesco a seguire quasi per intero in una fiera, e mi avete divertito tantissimo!
  2. MinatoNamikaze97

     
    #2
    Grandissimi,avete divertito tutti nelle dirette e sicuramente anche me tantitssimo!
    Siete fantastici!
  3. rocky balboa

     
    #3
    Dove si firma per farvi andare al Tokyo Game Show???
  4. giopep

     
    #4
    Ci stiamo ragionando e secondo me e' tutto sommato probabile che si finisca per andarci, anche se sicuramente a contingente ridotto. Vedremo.
    Da parte vostra, di sicuro se continuate a mostrare questo entusiasmo e, magari, a consigliare il nostro sito ai vostri amici, beh, certo male non fa. Grazie, fra l'altro. :)

    (Sto postando dall'aeroporto, col telefono, incrocio le dita e premo invia... :D)
  5. teoKrazia

     
    #5
    Sì, io zero bloggate, quando di solito in queste occasioni apro il cervello e lascio le mosche che c'ho in testa libere di impiastricciare il sito. Vergogna. Ma sì, probabilmente è colpa delle dirette.

    Gamescom strana BTW.
    Dopo l'emozione che mi ha dato il passare velocemente tra i padiglioni ancora freschi il primo giorno, il nulla.
    Nel senso che ho preso così tanti cazzotti che tra un appuntamento e l'altro non vedevo quasi più niente. E il poco che riuscivo a mettere a fuoco assomigliava a Pocoto.
  6. ilgrantrebeobia

     
    #6
    Con resoconti e dirette mi è sembrato di essere un po' lì :P
  7. Mdk7

     
    #7
    Con resoconti e dirette mi è sembrato di essere un po' lì

    ...missione compiuta allora, era esattamente quello che speravamo di riuscire a fare.
    Grazie a tutti!! ^_^
  8. MinatoNamikaze97

     
    #8
    Lo mostremo di certo questo entusiasmo per le dirette!Sono fighissime!
  9. giopep

     
    #9
    teoKraziaSì, io zero bloggate, quando di solito in queste occasioni apro il cervello e lascio le mosche che c'ho in testa libere di impiastricciare il sito. Vergogna. Ma sì, probabilmente è colpa delle dirette.

    Gamescom strana BTW.
    Dopo l'emozione che mi ha dato il passare velocemente tra i padiglioni ancora freschi il primo giorno, il nulla.
    Nel senso che ho preso così tanti cazzotti che tra un appuntamento e l'altro non vedevo quasi più niente. E il poco che riuscivo a mettere a fuoco assomigliava a Pocoto.

    Colpa delle dirette sia perché ci facevano tirare tardi e ci succhiavano le energie, quindi giustamente poi ci dedicavamo agli articoli prima di svenire a letto (cacchio, ho tirato le tre di notte abbondanti tutti giorni tranne uno... ), sia perché comunque durante le dirette raccontavamo un sacco di roba che tipicamente finisce appunto nel blog. :)

    Cmq il "problema" vero di 'sta Gamescom è che le robe "forti" e "nuove" ce le siamo divise abbastanza equamente, quindi alla fine abbiamo tutti l'impressione di aver visto poca roba di peso. Almeno, questa è l'impressione mia: se guardo alla mia Gamescom, ci sono stati due o tre giochi davvero pesi, ma se guardo a tutto in generale, di cose ce n'erano.

    Aggiungi il fastidio per la bolgia da giovedì in poi, le scarpinate, l'esserci comunque beccati tutti un tot di demo e di presentazioni identiche a quelle dell'E3, ed ecco che la sensazione generale diventa strana. :)
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!