Blog

Colonizzati

Colonizzati!

di Andrea Maderna, pubblicato il

Oggi ho scoperto un lato nascosto di Lorenzo Antonelli. Un lato femminile. Un lato che non conoscevo e mi mette un po' paura. Un lato che mi ha trascinato in giro per tutti i negozi di vestiti, scarpe, utensili e pentolame della città di Colonia, nel tentativo di scovare la maglietta definitiva, il cappellino finale, il paio di scarpe tacco dodici più adatto alla sua persona. Lorenzo, il nostro Fotone, è schiava della moda. Se non entra in un negozio di scarpe ogni quindici minuti comincia a boccheggiare. Se non acquista un minimo di due magliette al giorno è preda di attacchi isterici. Se non si assicura quelle scarpe, quelle lì, proprio quelle lì, gli parte l'embolo. È fatto così.

Siamo arrivati a Colonia, io, lui e il suo mal di schiena, dopo una notte quasi insonne trascorsa per buona parte nel tentativo (mio: Fotone osservava) di conquistare la duecentoquarantaduesima stella di Super Mario Galaxy 2. Tentativo riuscito, nonostante la nausea, il sonno e il mal di testa, in quasi un'ora e mezza, dopo aver raggiunto una conoscenza del livello in questione tale da poterlo completare a occhi chiusi. Il viaggio, come al solito, è stato più esigente per il mio compare abruzzese, che prima della partenza da Milano si è dovuto sorbire il trasferimento da Chieti. E adesso, dopo aver svolazzato sulle Alpi e viaggiato sull'interregionale delle 13:00 da Dusseldorf a Colonia, siamo arrivati.

Abbiamo trascorso il pomeriggio prendendo possesso della stanza, installandoci con tutto il nostro carico di cianfrusaglie, scorrazzando per il centro di Colonia, facendo provviste alimentari e tecnologiche, affrontando il primo Giant Burger del viaggio (e rimanendoci, perlomeno io, malissimo, di fronte a due pezzetti di carne macinata mosci mosci, insapori, incolori e pure un po' stopposi). E il primo Frappuccino. E la prima mezza dozzina di ciambelle da Dunkin' Donuts. Ora Fotone dorme il sonno dei giusti. Io invece sto cercando di terminare la creazione di alcuni filmati che riassumano le nostre imprese. È roba totalmente idiota e senza senso, assemblata soprattutto per fare pratica con gli strumenti, visto che di solito queste operazioni sono in mano ad altri. E invece, per almeno un paio di giorni, toccheranno a noi, che magari cercheremo di farne meno e meno lunghi, visto che a questo primo tentativo ci siamo fatti prendere dalla videologorrea. E cercheremo di non usare la fotocamera di Fotone, dato che produce materiale inutilizzabile (compreso lo splendido sguardo rubato sulla Frau Blücher di Farmer's).

Mentre il sole cala sullo squallido vicolo che posso osservare dalla finestra della nostra stanza, faccio mente locale. L'albergo è gradevole e situato in posizione centralissima, una volta tanto stracomoda. Domani dobbiamo approcciare per la prima volta l'impianto fieristico, terminare i preparativi, caricarci per la settimana di lavoro. E fare ancora un po' gli scemi in giro per Colonia, ovviamente. Il vero lavoro avrà inizio lunedì, ma siamo già stanchi morti. Siamo troppo vecchi per queste s*******e!

Mentre il Macbook Pro di Fotone arranca nel generare i filmati, impiegando ore e ore, lui se la dorm... iva. È stato infatti svegliato da una telefonata della sua ragazza e ora mi sto sorbendo la sua vocina che biascica una serie di “amoreeee... aaamoooreee... sonostancooo... ammò... ammooo...”, mentre commento con Kitfisto la cosa su Skype. Son bei momenti, che purtroppo non ho avuto la prontezza di documentare in video.


Commenti

  1. |Sole|

     
    #1
    ROTFL, un'ora e mezza di tentativi sull'ultima stella compressi in pochi secondi. Meno male che non si capisce l'audio, sennò ci arrestavano tutti!
  2. |Sole|

     
    #2
    HM, avevo scritto un commento, che fine ha fatto?
  3. |Sole|

     
    #3
    Ah, eccolo. Mah.
  4. giopep

     
    #4
    Purtroppo è finita la batteria della videocamera poco prima del tentativo andato a buon fine, quindi non ho registrato:
    - io che ormai facevo tutto il livello in automatico, sempre allo stesso modo, con sguardo spento e disinteressato, spiegando a Fotone "vedi, qui salto lungo, qua piroetta, qui a destra, qui in basso"
    - la faccia di Fotone strangolata dalla tensione mentre combatto le tartarughe
    - io che, dopo avercela fatta, tranquillissimo, appoggio il pad, mi alzo, come se niente fosse.
  5. teoKrazia

     
    #5
    Aahahahah, Fotone massima solidarietà, pure io ho mal di schiena e non vengo. :D
    Il Giant Burger non è una cosa che ci siamo scelti. È lui che ha scelto noi. Tutte le sere. :-|
    Nel video però non avete detto la cosa più importante: c'è ancora Frau? ^^
  6. giopep

     
    #6
    Frau c'è e l'abbiamo anche immortalata, ma con la fotocamera stupida di Fotone, quindi non possiamo mostrartela.
  7. Franz304

     
    #7
    "play time: porca put...."xD
  8. giopep

     
    #8
    teoKrazia ha scritto:
    Il Giant Burger non è una cosa che ci siamo scelti. È lui che ha scelto noi. Tutte le sere. :-|
     Comunque fa veramente cacare.
    Stasera andiamo alla ricerca di un posto decente dove mangiare. Senza Cirillo dovremmo riuscirci.
  9. teoKrazia

     
    #9
    Bovero Cirillo, coloniano incompreso da tutti, specie da quelli del luogo. :(
  10. mizzorughi

     
    #10
    LOL. Alla fine Sole sei andato veramente ad insegnargli come si montano i video??
Continua sul forum (19)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!