Blog

GDC Terzo giorno: kick off!

di Simone Soletta, pubblicato il

Queste quattro ore e mezza di sonno, corroborate da una cena consumata all'una e mezza di notte, mi restituiscono al PC con sensazioni contrastanti.
Probabilmente, uno dei motivi è l'errore gravissimo fatto, appunto, a "cena". Pur conoscendo le abitudini americane, e pur avendo visto quanto subito da Andrea a pranzo, arrivo da Carl's Jr. (catena hamburgerosa americana stile McDonalds, ma meglio perché negli USA peggio di McDonalds non c'è niente) che è l'unico locale aperto e ordino al volo un… Original Six Dollar Hamburger. Menu. GRANDE

Cinque sherpa vengono portati a San Francisco direttamente dall'himalaya per contribuire alla consegna del "barile di coca", il bicchierone fantozziano e homersimpsoniano che pesa sette tonnellate già quando te lo danno. Ed è vuoto. Poi lo riempi tu. E ti viene l'ernia a portarlo al tavolino. Non ho avuto il coraggio di chiedere se c'era il refill gratis.

Ad ogni modo, sensazioni contrastanti: la prima, rabbia perché ieri per mettere online i tanti video di PlayStation Move che vedete ci abbiamo messo tre secoli. Dalla stanza dell'hotel non si andava a più di 10 Kbps in upload, roba che nemmeno nel 1999. Alla fine siamo riusciti a darvi tutto di prima mattina, ma al costo di sbattimenti niente male.

La seconda sensazione? Smarrimento. Nel senso proprio. Di smarrito. Perso. Tipo: "ma dove cavolo ho messo l'articolo - già scritto - di Kick-Ass"? non si trova sulle cartelle del disco rigido, non si trova sulle cartelle del disco esterno, non lo trova spotlight (ovviamente, mai che trovi quel che cerco al primo tentativo). Vabbé, alla peggio mi tocca riscriverlo, che è facile facile. Però, 'eppalle.

La terza: trepidazione. La giornata si preannuncia interessante, niente presentazioni, probabilmente le telecamere restano in hotel (VITTORIA, avete idea di quanto rompa portarsi dietro TUTTO IL GIORNO cavalletto e telecamera?), ci vediamo qualche conferenza davvero spessa e poi, alla sera, gli Awards.

Gli Awards sono forse il motivo che più di tutti mi spinge ad essere qui ogni anno. No, non esageriamo: di certo è uno dei motivi. Ci si diverte un sacco, davvero, specialmente alle premiazioni dei giochi Indie.

La quarta è il mal di piedi che comincia ad affiorare, anche se per fortuna le distanza in fiera sono ridotte rispetto agli anni passati. Certo non fa piacere scoprire che Sony organizza la sua conferenza - bella, per carità - a puttenburgo e nel triangolo delle bermuda dei taxi. Alla fine, dopo aver scarpinato per isolati interi, insieme a due colleghi (un olandese e un neozelandese, sembra una barzelletta) siamo riusciti a convincere un autista a fermarsi e a portarci a destinazione. Del resto, anni di GTA saranno pur serviti a qualcosa!

Della quinta, legata suppongo al Burger di cui sopra, non parlo perché sono un gentiluomo.

La sesta è la necessità di un caffé e la voglia di lanciarsi in una nuova giornata di GDC! A domani!


Commenti

  1. giopep

     
    #1
    Per la cronaca, alla fine la videocamera se l'è dovuta portare dietro.
  2. Dr. Manhattan

     
    #2
    Io te l'avevo detto che Carl Jr. è un no-no...
  3. |Sole|

     
    #3
    Dr. Manhattan ha scritto:
    Io te l'avevo detto che Carl Jr. è un no-no...


    A parte che non c'era scelta, guarda che mi ha sorpreso positivamente. Ricordavo facesse solamente Chili_Burger e similari, invece l'original six dollar è ottimo assai. :D

    Nella sua lega, eh, ovvio. Non che si possa paragonare a Giovanni oppure - ohdio, ohdio - a Barney.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!