Blog

Quarta giornata

di Andrea Maderna, pubblicato il

La quarta giornata di GDC 2010 si apre con una delusione: tutto esaurito alla conferenza sulla narrazione tramite gli ambienti di gioco. Peccato, era sicuramente interessante. Però, considerando che gli altri appuntamenti della mattina toccano a Simone, questo significa che posso tornare in albergo a produrre articoli per i miei avidi lettori. Ma non prima di aver prelevato un bicchierone di caffè e un danish da Starbucks, ovvio.

La prima cosa che faccio una volta tornato in stanza è trascorrere venti minuti seduto sulla tazza. La seconda cosa che faccio è accogliere la cameriera che è venuta a rassettare e, improvvidamente, decide di partire dal bagno. La terza cosa che faccio è chiuderne il cadavere in un sacco di plastica che provvederò poi a gettare nello scarico della lavanderia.

Da lì in poi la giornata è in discesa, nonostante per la prima volta dal nostro arrivo si sia messo a piovere anche di giorno. Nonostante nel pomeriggio l'organizzazione decida di tagliare i rifornimenti di caffè. Nonostante la conferenza su Final Fantasy sia appassionante e comprensibile come un libro di Stephen Hawking tradotto dall'inglese al giapponese e poi di nuovo all'inglese utilizzando Babelfish (evidentemente solo Nintendo può permettersi un interprete in grado di parlare). Nonostante il mal di testa che continua ad andare e venire e che mi sta trapanando le meningi. Nonostante sia finita la coca cola.

Ma una giornata che si conclude con la divertentissima Game Design Challenge è sempre un'ottima giornata. Nonostante il mal di testa fosse ormai diventato fisso e corroborato da una potente nausea. Per risolvere la situazione, ho optato per mangiarmi una bistecca da Mel's e dormire dodici ore. Ora sono fresco e riposato, pronto ad affrontare l'ultima giornata di GDC con già in corpo un caffè “large”, un butter croissant e un blueberry muffin, prontamente acquistati allo Starbucks integrato con l'albergo. Fra l'altro, dato che coi dolcificanti americani non si capisce niente, ne ho versato nel caffè quattro bustine diverse. Così, per provarli tutti. Ed è rimasto amaro. :-)

Della Game Design Challenge, di Deus Ex: Human Revolution e di altre cosette sfiziose, beh, ve ne parlerò in un altro momento. Tanto non mi legge nessuno, lo so. Cattivi.


Commenti

  1. Magallo

     
    #1
    Si che ti leggiamo!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!