Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
17/11/2006

Gears of War

Gears of War Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Epic Games
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
17/11/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8

Hardware

Gears of War è un'esclusiva creata da Epic Games espressamente per Xbox 360.

Multiplayer

Gears of War prevede diverse modalità multigiocatore fruibili sia in System Link sia su Xbox Live. Nel nostro "hands on" abbiamo giocato a un classico Team Deatmatch, quattro contro quattro, in System Link.

Link

Anteprima

[E3 2006] Provato Gears of War! Il reportage...

Una piccola stanza, due LAN di Xbox 360, una guerra da combattere.

di Matteo Camisasca, pubblicato il

Chiudiamo la carrellata con l'attacco ravvicinato effettuabile con la motosega presente al disotto di ogni fucile: lo si effettua tenendo premuto il tasto B e magari evitando di stare a guardare la scena come abbiamo fatto noi in più d'una circostanza, ma portando invece avanti il colpo decisi, "segando" a fondo in nostro nemico.

MA COM'È?

I circa quindici minuti di gioco in questo quattro contro quattro dapprima con gli alieni, poi con gli umani, non ci permettono certo di stendere elucubrazioni su quali siano le tattiche principali in Gears of War o di parlare di aspetti come il bilanciamento delle armi o altro di simile, anche perché i nostri match sono stati piuttosto atipici, se volete poco impegnati, presi come eravamo dallo stupore e dall'emozione di ammirare questa o quest'altra cosa. Il perché di tutto ciò l'abbiamo accennato in apertura: Gears of War è spettacolare, affascina i sensi con le sue architetture splendide e il dettaglio dei personaggi, con le azioni che si possono compiere con immediatezza, con la corsa via steady cam (che - dimenticavamo - non permette altro che guardare senza sparare: in corsa si corre, e basta).
Gears of War è spettacolare al punto che, sulle prime battute, come è successo a noi ti puoi dimenticare cosa sei lì a fare, stordito da tante meraviglie, tanto attese.
Alcune cose però le possiamo dire: sia gli alieni, in particolar modo, sia gli umani messi in campo da Epic Games sono dei veri e propri "armadi ambulanti": il loro peso e la loro fisicità è sensibile negli spostamenti per cui non aspettatevi uno sparatutto dalla frenesia di un qualsiasi TimeSplitters, ma piuttosto un qualcosa di più ragionato e compassato. Anche tutte le possibilità di copertura e di mosse evasive sono infatti lì a dire che c'è un minimo di circospezione e tattica da mettere in campo soprattutto in fatto di spostamenti: la precisazione è d'obbligo perché non c'è dubbio che la frenesia e l'adrenalina degli scontri a fuoco sia a tratti comparabile a quella degli sparatutto più frenetici.
Graficamente, intendendo con questa parola non il mero aspetto poligonale, ma tutto il complesso riferibile al dettaglio di poligoni, texture, effetti speciali, animazioni, illuminazione, rendering della scena, il gioco è eccellente. Le stesse impressioni le avevamo ricavate dalla partita in single player giocata da CliffyB durante il pre-E3 2006: per la prima volta la situazione era in larga parte alla luce del giorno (contro le prime demo sempre avvolte da una cupa notte, cosa che non aiuta a cogliere certe sfumature e certi particolari) mostrando scene assai vivide e brillanti, con architetture diroccate sì, ma splendide e con un dettaglio complessivo che teme pochi rivali e quei pochi che abbiamo visto sono pressoché tutti titoli attesi per il 2007, più o meno inoltrato. Nella presentazione pre-E3 era inoltre presente qualche scatto piuttosto evidente, sparito del tutto nella nostra partita in multiplayer, sempre fluida in tutte le situazioni.

SEGNATE SUL CALENDARIO "EMERGENCE DAY 2006"

L'impressione finale, corroborata dalla nostra breve partita in deathmatch è che Epic Games stia regalando a Xbox 360 qualcosa di grosso, qualcosa veramente del calibro di ciò che fu Halo per il primo Xbox: speriamo solo che tutto il progetto nel suo complesso sia all'altezza della situazione al 100%, fino in fondo, fino alla cura di ogni singolo aspetto, per esempio speriamo che la storia non sia banale e che magari le tinte horror intraviste in più di una sequenza donino ad essa un sapore particolare. Speriamo e aspettiamo, unendoci in alla corale domanda su quando mai sarà "Emergence Day 2006": al lancio americano di Xbox 360, ad Origen, avvenuto il novembre scorso, CliffyB aveva promesso che di lì a un anno il gioco sarebbe stato già realtà. Finora il sorridente Lead Desinger di Epic Games è stato sempre piuttosto di parola e l'aver provato il gioco qui a E3 2006 è un buon segnale: fidiamoci e attendiamo.