Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

GeForce 3

Aggiungi alla collezione
Speciale

GeForce 3 svelato - La tecnologia - Seconda parte

Evoluzione o rivoluzione? Dopo aver trattato ampiamente dell'nFiniteFX engine, con le sue unità di Vertex e Pixel Shading, passiamo a discutere delle funzioni di High Resolution Anti Aliasing e del nuovo sistema di gestione della memoria della GPU nVidia che secondo i maggiori sviluppatori cambierà, di nuovo, il mondo della grafica 3D nei giochi.

di Antonino Tumeo, pubblicato il

NON CI RESTA CHE CONCLUDERE

Dopo questa estenuante maratona tecnologica, possiamo dire che effettivamente il GeForce 3 mette molta carne al fuoco. Un po', per utilizzare un'espressione di Carmack, come fu per l'introduzione del Voodoo 2, o come per il GeForce 256, che mostrò per la prima volta al mondo le unità di T&L on board.
Resta da vedere quanto tempo ci vorrà perché i programmatori comincino ad implementare le nuove ed interessanti funzioni dell'nFiniteFX nei loro giochi: ovviamente DirectX 8.0 fornisce il supporto diretto a Vertex Shader e Pixel Shader programmabili (del resto, come nVidia stessa ha affermato, le nuove API Microsoft e il GeForce 3 sono stati legati intrinsecamente nel loro sviluppo, anche per via del progetto Xbox che coinvolge direttamente le due società), e nVidia ha già da lungo tempo approntato le necessarie estensioni per OpenGL. Ma come è stato necessario aspettare per lo sfruttamento completo delle unità di T&L statiche, certamente dovrà passare un po' di tempo per vedere utilizzata a fondo l'unità di Vertex Shading programmabile. Anche perché, naturalmente, non tutti hanno la possibilità di comprarsi un GeForce 3 ai prezzi con cui uscirà inizialmente (intorno al milione e quattrocentomila lire, lira più lira meno). E bisognerà vedere se poi la velocità con cui tutte le nuove funzioni saranno gestite sarà tale da non renderne penalizzante l'uso. Ma se effettivamente Pixel, e soprattutto Vertex Shader, dovessero mostrare di concretizzare tutte le potenzialità prospettate, allora potremmo assistere ad un nuovo radicale cambiamento del modo di giocare e del realismo dei titoli su PC. Lo stesso John Carmack, alla presentazione del GeForce 3 in versione Macitosh al Mac World Expo, ha dato un assaggio del suo nuovo motore utilizzato per Doom 3 sul chip nVidia, e la sensazione che possa effettivamente concretizzarsi in qualcosa di strepitoso è stata forte. E tutti gli sviluppatori più importanti hanno dato il loro assenso al nuovo chip grafico e alle nuove funzioni, affermando in molti casi di essere già in fase avanzata per supportarle pienamente nei loro prossimi giochi. Se, come si dice, il buongiorno si vede dal mattino...
Nel frattempo, comunque, chi dovesse scegliere di affrontare la spesa per un tale acquisto, si troverebbe comunque con la scheda video più veloce sul mercato, grazie alle nuove tecniche di ottimizzazione della banda di memoria, che le dovrebbero consentire di battere le vecchie dominatrici basate sul suo predecessore GeForce 2 Ultra, pur con 50 MHz di meno. E avrebbe a disposizione comunque a disposizione un prodotto finalmente in grado di permettere l'utilizzo dell'Anti-Aliasing anche a quella che ormai è (giustamente, a nostro parere) la risoluzione standard su PC: 1024x768x32 bit. Come al solito starà all'utente valutare se prospettive di utilizzo e possibilità di sfruttamento attuale si bilanciano a quello che gli è possibile spendere.
Da parte nostra, non vediamo l'ora di poter mettere le mani sopra le prime schede dotate di questo chip per poter eseguire le prove e dirvi se effettivamente, tutte queste promesse, si concretizzano (nel caso della Lightspeed Memory Architecture e dell'High Resolution Anti Aliasing) o hanno veramente le potenzialità per farlo (nel caso dell'nFiniteFX engine). Dunque, una volta più che mai, restate con noi!