Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

GeForce N7800GTX TOP

Speciale

Hardware sotto l'albero

Natale è finalmente arrivato, e così anche il classico speciale festivo sull'hardware di Nextgame. Vi proponiamo dunque l'ampia selezione di prodotti che Babbo Natale ha lasciato quest'anno sotto il nostro albero, dagli alimentatori alle schede madri, dagli hard disk alle memorie, senza ovviamente trascurare le schede grafiche. Troverete sicuramente ciò che fa per voi...

di Antonino Tumeo, pubblicato il

HARD DISK

Seagate Barracuda 7200.8 SATA NCQ Freschissima di annuncio dell'acquisto di Maxtor, Seagate si pone sempre di più senza dubbio come una delle realtà più importanti e determinanti nel segmento dei supporti di massa magnetici. Non si può neanche negare il grande successo riscosso fin qua dalla serie di hard disk Barracuda, che hanno fatto della silenziosità di funzionamento il proprio cavallo di battaglia coniugandola sempre a prestazioni molto buone per hard disk con velocità di rotazione di 7200 RPM. Un'altra prima di Seagate con la serie Barracuda è stato il supporto a Native Command Queuing (NCQ), una delle funzionalità introdotte con la seconda revisione dello standard Serial ATA. Con NCQ si intende una modalità di riordinamento dei comandi di lettura e scrittura in arrivo per ridurre il più possibile le latenze di spostamento per accedere alle varie zone del disco, e Seagate è stata tra le prime società a proporre soluzioni che la integrassero, anche se con l'utopica promessa di fornire prestazioni da dischi da 10.000 RPM su soluzioni a 7200.

Ancora, è evidente come nella società stia anche emergendo la volontà di offrire più soluzioni possibili adatte ai giocatori e agli utenti che sfruttano appieno la multimedialità, e che per questo necessitano di grandi supporti di memorizzazione dalle buone prestazioni.
Un ottimo esempio dell'approccio Seagate al mercato è sicuramente costituito dal Barracuda 7200.8 da 400 GB.
Dotato di interfaccia SATA a 1,5 Gb/s, i tempi di seek dichiarati sono di 11 ms mentre la latenza media è di 4,16 ms. La cache, multisegmentata, è invece di 8 MB. Caratteristica distintiva, come accennato sopra, è la costruzione mirata a ridurre il più possibile la rumorosità: sotto il nome di sound barrier technology (SBT) si nasconde l'insonorizzazione del disco e sotto il nome SoftSonic il particolare motore fluid dynamic bearing di Seagate, che dà come risultati rumorosità che variano tra i 2,8 e i 3,7 bels.
Alla prova pratica il disco ha fornito buoni risultati: l'interfaccia risulta sfruttata abbastanza adeguatamente, ed il transfer rate si assesta nei dintorni dei 57 MB/s medi, una cifra certamente molto interessante in quanto non dista poi moltissimo dai poco più che 61 dei Raptor di Western Digital (a 10.000 RPM). Un po' penalizzato risulta però il tempo d'accesso medio registrato, che supera i 15 ms a dispetto degli 11 ms dichiarati.
Di notevole interesse appare sicuramente una configurazione RAID 0 con due di questi Hard Disk: fornisce spazio a volontà (quasi 800 GB di memoria) e transfer rate di tutto rispetto, in grado di raggiungere quasi i 100 MB/s. Il tutto a prezzi certamente elevati, ma assolutamente comparabili ad una soluzione dotata di due Raptor, che risultano sì più veloci (ma solo marginalmente) ma possono offrire uno spazio drasticamente inferiore alla soluzione con i due Barracuda.
Insomma, questa proposta di Seagate si configura certamente come una solida soluzione per gli utenti che richiedano grandi quantitivi di spazio ma non vogliano rinunciare alle prestazioni, necessità che sicuramente l'utilizzatore tipico multimediale e il giocatore ha ben presenti.

Prezzo: 250 Euro

SCHEDE GRAFICHE

ASUS Extreme N7800GTX TOP

Non si può negare che GeForce 7800 GTX, si sia dimostrato un prodotto decisamente interessante, anche per le condizioni del mercato che hanno visto ATI in ritardo, per i noti problemi produttivi, con il diretto antagonista Radeon X1800. Ed è altrettanto evidente come NVIDIA si fosse lasciata lo spazio necessario per l'introduzione di una versione Ultra (anche se poi non è stata chiamata Ultra ed è rimasta identificata solo dal fatto di essere dotata di 512 MB di memoria) visto che la soluzione presentata dalla società californiana si appoggiava ad un semplice sistema di raffreddamento a singolo slot. Questa cosa è stata così evidente che buona parte dei produttori più importanti di schede grafiche ha ben pensato di presentare delle versioni più spinte, anche se magari solo in edizione limitata, che offrissero velocità di clock più elevate dei 430 MHz per la GPU e i 600 MHz (1200 DDR) per le memorie proposte come default da NVIDIA.
Ovviamente tra questi produttori non poteva mancare ASUS, certamente uno dei partner più importanti per entrambe le due grandi compagnie di progettazione di chip grafici.
La ASUS Extreme N7800GTX TOP si presenta con un voluminoso sistema di raffreddamento che appare subito, ad una prima occhiata, come una versione allungata del tipico sistema di raffreddamento adottato da HIS sulle sue soluzioni IceQ. Tale sistema altro non è che un prodotto di Arctic Cooling, denominato NV Silencer 5, costituito da una soluzione con corposo dissipatore di rame "intubato" e raffreddato da un'ampia ventola, che gira a bassa velocità e spinge l'aria verso l'esterno del PC. Sotto il sistema di raffreddamento, comunque, la board segue praticamente le specifiche di riferimento di NVIDIA. Bisogna segnalare comunque segnalare che l'occupazione di tale sistema di raffreddamento è forse un po' di più che il classico doppio slot: infatti, se si volessero utilizzare due di queste schede in configurazione SLI, i sostegni sulla faccia opposta di una delle due schede con un solo slot di spazio tra i due PCI-E x16 impedirebbero il montaggio dell'altra. Dunque, per una installazione SLI con due schede di questo tipo risulta necessario utilizzare una scheda madre con due slot di spazio tra gli alloggiamenti per le schede grafiche, cosa che limita la scelta praticamente solo alle soluzioni di ASUS stessa.

Dunque, rispetto alle frequenze di default delle GeForce 7800 GTX, questo sistema di raffreddamento ha consentito ad ASUS di innalzare le frequenze della GPU a 486 MHz e quelle dei 256 MB di memoria GDDR3 a 675 MHz (1,35 GHz DDR), un aumento abbastanza significativo che è in grado effettivamente di fornire un buon boost prestazionale.
Ricordiamo che le caratteristiche base di GeForce 7800 GTX annoverano 8 motori geometrici e 24 pixel pipeline compatibili con lo Shader Model 3.0, anche se i render output, che supportano alternativamente o antialiasing o blending in floating point per l'HDR, rimangono sempre 16 (anche perché comunque di più risulterebbero inutili, visto che anche con un bus di 256 bit la banda di memoria rimane comunque limitata). Da ricordare il supporto a PureVideo, per l'accelerazione e il post processing della riproduzione video, che con l'architettura 7800 dovrebbe anche garantire il supporto ai formati HD (anche se al momento non c'è ancora nulla di realmente concreto). L'architettura 7800 supporta anche le funzionalità avanzate di AntiAliasing per le superifici trasparenti e, in modalità SLI, permette l'utilizzo di AntiAliasing 16X.
E certamente è verificabile un aumento di prestazioni abbastanza interessante rispetto alle soluzioni standard. Da 3D Mark 05, che riporta un guadagno che può raggiungere quasi i 1000 punti, ci si assesta intorno al 10% con tutti i titoli di maggior richiamo: Far Cry, Doom 3, Fear, Call Of Duty 2. Sicuramente rilevante è poi la soluzione SLI, che come poco più sopra citato dà effettivamente la possibilità di utilizzare l'AntiAliasing avanzato, e comunque con i titoli giusti come già più volte verificato i guadagni ci sono e risultano piuttosto sensibili.
Per quanto riguarda le potenzialità di overclock, bisogna innanzitutto sottolineare che la soluzione di raffreddamento adottata permette alle schede di funzionare a temperature inferiori, con le loro impostazioni già spinte, rispetto alle schede impostate a frequenze standard con il sistema di raffreddamento normale. Ciò si rispecchia perfettamente nella possibilità di spingere la GPU ancora più in su, oltre la soglia dei 500 MHz, senza grossi problemi. D'altra parte però la memoria utilizzata da ASUS sembra già essere spremuta sui suoi limiti, e ciò indubbiamente può rappresentare un collo di bottiglia visto che è abbastanza evidente di come la banda di memoria sia ciò che più frena al momento già le prestazioni di una 7800 GTX a velocità standard.
Un po' povero risulta il bundle fornito a corredo della scheda, soprattutto se paragonato ad altre soluzioni di fascia alta che presentano sempre più giochi completi di ultimo grido. Il pacchetto oltre al CD dei driver comprende: Project Snow Blind, Xpand Rally, Second Sight, Power Drome, Chaos League, ASUS DVD, Media & Show e Power Director 3. Dunque sicuramente interessante il supporto multimediale (anche per via della compatibilità VIVO, indicate anche dalla presenza del box di espansione per la connessione degli input e output video), mentre la parte di giochi lascia un po' con l'amaro in bocca.
In definitiva, comunque, il prodotto risulta sicuramente buono, e al momento si pone come una significativa alternativa ad alte prestazioni alle 7800 GTX standard, dato il limbo in cui sembra trovarsi la GeForce 7800 GTX 512, che, con il suo raffreddamento doppio slot e frequenze di 550 MHz per la GPU e 800 MHz per la memoria, è si in grado di superare nettamente il prodotto ASUS, ma è attualmente irreperibile.

Prezzo: 560 Euro