Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
24/5/2012

Tom Clancy's Ghost Recon: Future Soldier

Tom Clancy's Ghost Recon: Future Soldier Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Ubisoft
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
24/5/2012

Hardware

Ghost Recon: Future Soldier sarà disponibile dal 25 maggio su PC, PS3 e Xbox 360.

Multiplayer

Ghost Recon: Future Soldier disporrà di modalità multigiocatore sia cooperative che competitive.

Modus Operandi

Abbiamo provato per circa due ore e mezza Ghost Recon Future Soldier affrontando la modalità Guerriglia e una parte dello Story Mode. La versione provata è stata quella Xbox 360.
Hands On

Insieme verso la vittoria

In azione con i soldati del futuro di Ubisoft...

di Marco Ravetto, pubblicato il

Ghost Recon: Future Soldier, la cui uscita è prevista per la fine di maggio, è sicuramente uno dei titolo più attesi dagli appassionati di sparatutto bellici con una forte componente strategica. Per verificare come procede lo sviluppo del gioco abbiamo vestito per un paio di ore i panni di un membro della squadra Ghost protagonista di questa nuova avventura…

L’ARSENALE DEL PERFETTO SOLDATO

Prima di tuffarci nella sessione di gioco che ci ha permesso di sperimentare due differenti modalità di Ghost Recon: Future Soldier, ci siamo recati velocemente nell’armeria per verificare il funzionamento dell’editor delle armi. Il livello di personalizzazione è veramente elevato, con la possibilità di smontare ogni modello in tutte le sue componenti per poi operare singolarmente le modifiche desiderate. L’aspetto più interessante di questa opzione, che sicuramente sarà apprezzato dagli appassionati di armi, è che i cambiamenti operati hanno un impatto evidente e mutano in maniera consistente il comportamento di ogni modello. Se escludiamo la possibilità di modificare la colorazione (si può applicare una vernice mimetica per rendere meno agevole l’individuazione), tutte le altre voci disponibili riguardano infatti elementi strutturali delle armi. Sarà quindi possibile equipaggiare il proprio fucile di precisione con differenti mirini, decidere quali caricatori (e di conseguenza quali proiettili) utilizzare, scegliere il grilletto (fondamentale per decidere se eseguire colpi singoli oppure raffiche), apportare modifiche a sottocanna, calcio e ad ogni altra componente “meccanica” di tutti i modelli presenti. Per valutare se i cambiamenti operati producono l’effetto desiderato non è fortunatamente necessario aspettare di trovarsi in battaglia; avere un’arma che non risponde alle proprie esigenze nel bel mezzo di un conflitto a fuoco è l’incubo di ogni soldato, e per evitarlo è possibile recarsi a un poligono di tiro e scaricare qualche caricatore su bersagli fissi.

L'obiettivo della modalità Guarriglia è quello di difendere il proprio quartier generale e di eliminare tutti i nemici presenti - Tom Clancy's Ghost Recon: Future Soldier
L'obiettivo della modalità Guarriglia è quello di difendere il proprio quartier generale e di eliminare tutti i nemici presenti

SALVATE IL QUARTIER GENERALE

Il nostro debutto sul campo in Ghost Recon: Future Soldier è avvenuto con una partita nella modalità Guerriglia. Si tratta, in estrema sintesi, di una sfida cooperativa nella quale è necessario difendere una postazione dall’assalto di un numero variabile di nemici collaborando con altri tre giocatori. Procedendo nei livelli il numero di avversari da eliminare aumenta costantemente, così come diventa sempre più vario e ricco l’arsenale a loro disposizione. Le diverse tipologie di nemico richiedono differenti approcci per essere sconfitte (quelli con scudi protettivi, ad esempio, devono essere aggirati per avere qualche possibilità di successo), e la presenza di mezzi corazzati in corrispondenza di particolari missioni inserisce un ulteriore elemento di sicuro interesse. L’elemento cardine per riuscire a portare a termine ogni missione è sicuramente il lavoro di squadra, partendo dalla fase di scelta del proprio arsenale (prima di ogni livello è possibile rifornirsi di proiettili e cambiare arma primaria e secondaria) fino ad arrivare al supporto ai propri compagni in battaglia. Coordinare i propri movimenti e stabilire una strategia offensiva è fondamentale per avere qualche speranza di successo, così come è importante essere sempre pronti a intervenire per rianimare un giocatore colpito da un nemico. Se infatti è vero che la perdita di un compagno non preclude la possibilità di terminare una missione, è altrettanto innegabile che ridurre la propria potenza di fuoco del 25% possa rivelarsi un fardello insopportabile soprattutto nelle fasi avanzate.

Avvicinandosi ai nemici senza essere individuati permette di mettere sotto tiro "automatico" fino a quattro bersagli contemporaneamente - Tom Clancy's Ghost Recon: Future Soldier
Avvicinandosi ai nemici senza essere individuati permette di mettere sotto tiro "automatico" fino a quattro bersagli contemporaneamente

TUTTI PER UNO, UNO PER TUTTI!

La componente strategica, già caratteristica portante della modalità Guerriglia, è ulteriormente amplificata nello Story Mode. La campagna principale di Ghost Recon: Future Soldier è infatti incentrata sull’utilizzo di tattiche belliche, sullo studio delle postazioni nemiche e sulla capacità di decidere in maniera razionale in che ordine eliminare i propri bersagli. Avvicinarsi a un gruppo di nemici senza essere individuati attiva una particolare meccanica di gioco, che permette di mettere sotto tiro fino a quattro bersagli (uno per ogni componente del team) e di eliminarli dalla distanza senza dare loro la possibilità di reagire. Si tratta di una possibilità da sfruttare soprattutto nelle fasi di avanzamento, quando si incontrano pattuglie formate da pochi soldati che perlustrano la zona o proteggono un avamposto. Sin da queste situazioni di calma apparente è evidente il buon lavoro svolto dal team di sviluppo per quanto riguarda l’intelligenza artificiale; i nemici non sono infatti dei fantocci immobili che attendono solo di essere colpiti ma si spostano ed eseguono tutta una serie di azioni (come abbassarsi per allacciarsi una scarpa) con assoluta naturalezza.
Se lavorare di squadra è quindi importante in fase di avvicinamento al proprio obiettivo, la collaborazione diventa fondamentale durante gli scontri a fuoco. Lanciarsi in azioni solitarie degne di un emulo di John Rambo è infatti il modo migliore per farsi ammazzare e, considerando che la morte di un solo componente del team è sufficiente per il fallimento della missione, è anche il miglior modo per giungere rapidamente alla conclusione della partita.

UN GIOCO DI SQUADRA

Un titolo ricco come Ghost Recon: Future Soldier richiede un lungo periodo di prova per essere apprezzato pienamente, ma le due ore e mezza trascorse tra la modalità Guerriglia e lo Story Mode ci hanno comunque permesso di notare quanto di buono ha da offrire il nuovo nato in casa Ubisoft. Racchiuso in un comparto tecnico di assoluto livello troviamo una simulazione bellica piuttosto ricca, capace di unire in maniera convincente strategia e spettacolarità nei combattimento. L’unico grosso interrogativo a cui questa prova non ha potuto rispondere riguarda la gestione dei nostri compagni di squadra da parte della cpu; avendo giocato infatti sempre in compagnia di tre colleghi non abbiamo avuto modo di verificare se il livello di intelligenza artificiale dei nostri commilitoni sia all’altezza della missione che ci attende.


Commenti

  1. Great75

     
    #1
    sta venendo su un giocone...
  2. YARKAN63

     
    #2
    ma le mappe multy player si sa quante sono..?
  3. Castu1983

     
    #3
    dai che manca poco
  4. El-PaneZ_

     
    #4
    Sembra molto promettente, ma non so se prendere quello o max payne 3 (:
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!