Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
19/6/2009

Ghostbusters

Ghostbusters Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Terminal Reality
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
19/6/2009
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
4
Prezzo
€ 59,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

La versione del gioco cui si riferisce il nostro test è quella sviluppata per PlayStation 3. Oltre alla console, per vivere l'avventura sarà sufficiente dotarsi di una confezione originale del gioco, oltre al relativo spazio per i file di salvataggio.

Multiplayer

La modalità multiplayer di Ghostbusters consente fino a un massimo di quattro giocatori di prendere parte all'avventura, andando di fatto a costituire il "quartetto" protagonista della campagna. Inutile precisare come, in compagnia di amici, il gioco riesca ad essere ben più divertente e appassionante di quanto già non lo sia giocato con il supporto dell'IA.

Link

Recensione

Brivido e Spettacolo

Un infernale motore sputa-fantasmi.

di Jacopo Mauri, pubblicato il

Uno degli aspetti più interessanti di Ghostbusters è sicuramente quello che riguarda la realizzazione tecnica. Il team di sviluppo ha infatti progettato internamente (per circa 7 anni) il motore grafico, definito “Infernal Engine”, che gestisce tutti gli elementi su schermo, occupandosi anche di curare la dimensione “fisica” del mondo di gioco.

Realtà parallele fluttuanti

Ghostbusters non lesina in quanto a spettacolarità e, sebbene le prime fasi di gioco siano ambientate in livelli dall’aspetto piuttosto consueto, non per questo l’impatto grafico risulta meno positivo. La ricostruzione della città di New York, ad esempio, è ricca di particolari scenografici e, pur essendo delineata dagli inevitabili “muri invisibili”, riesce a restituire una discreta sensazione di libertà nei movimenti. La possibilità poi di entrare e uscire da enormi edifici, risalendoli in verticale e osservando nella sua globalità la metropoli, conferisce un aspetto di grande realismo – che va a congiungersi con grazia a quella di perenne precarietà scatenata dalla continua presenza di nemici da fronteggiare.
Il discorso cambia con il procedere nel gioco, dal momento che ben presto sarà possibile fare incursioni in ambienti decisamente più caratteristici: un esempio lampante è la biblioteca, che quando sembra ormai essere giunta al suo termine si apre – con grande spettacolarità – su mondi e realtà parallele, idea sempre affascinante che viene utilizzata più volte nel procedere dei livelli, anche con l’aggiunta di interessanti portali dimensionali.
Inoltre, il senso di precarietà va a coinvolgere non solo l’azione del giocatore, ma anche gli stessi ambienti di gioco, che in più frangenti paiono quasi disgregarsi sotto l’effetto di quell’enorme e maligna forza che sembra avanzare minacciosamente eppure in maniera così poco tangibile. Il classico cataclisma delle “dimensioni” che si incontrano e si scontrano torna dunque a rendere turbolente le giornate dei nostri eroi, e di noi stessi in primis, conferendo al tutto un’atmosfera davvero intrigante.

Fisica spettrale e metafisica

La spettacolarità del tutto è poi rafforzata dal motore che gestisce la fisica del mondo di gioco. Non solo è possibile spostare, urtare e far cadere oggetti che, più o meno realisticamente, rimbalzeranno o si schianteranno a terra con un tonfo sordo; il motore fisico si premura infatti di gestire anche tutto quell’apparato “sovrannaturale” che conferisce magnificenza al gioco stesso.
Camminando per la biblioteca sarà ad esempio possibile vedere alcuni libri che, all’improvviso, inizieranno a fluttuare nell’aria. O, ancora, intere stanze che, come colpite da qualche forza sovrannaturale, vedranno lievitare lentamente tavoli e sedie, in grado poi di prendere il volo bruscamente come travolte da un tremendo uragano.
In tutto ciò bisogna ulteriormente sottolineare la pregevole fattura grafica che, a fronte di texture non sempre eccezionali e di una prevalenza a tratti noiosa di toni eccessivamente bui, annovera un gran numero di effetti speciali nella realizzazione dei flussi protonici così come nelle altre armi a disposizione, per non parlare ovviamente delle affascinanti architetture che sfoggiano un design dei livelli sovente davvero molto ispirato, in grado di catturare l’attenzione e il gusto estetico del giocatore.
A chiudere il lato tecnico troviamo poi anche un buona realizzazione del sonoro, che oltre alle voci originali (in inglese sottotitolate in italiano, nella nostra versione - ma il gioco nei negozi comprende anche il doppiaggio in italiano) include anche suggestivi effetti e incalzanti musiche d’accompagnamento: una resa, decisamente, d’atmosfera, con lugubri rumoreggiamenti ad opera degli spettri e improvvisi rumori in grado di regalare qualche sensazione forte.


Commenti

  1. Kacacevic

     
    #1
    mio all'uscita
  2. utente_deiscritto_19700

     
    #2
    Kacacevic ha scritto:
    mio all'uscita
     
    mi  accodo alla fila.....e mi piazzo bel bello davanti al negozio il 24/6 per prenderlo appena apre.
  3. Solidino

     
    #3
    la versione italiana è doppiata? Hai testato quella?
  4. Andhaka

     
    #4
    Must buy assoluto!!! Bello, brutto, divertente, noioso non ha importanza!!
    Cheers
  5. robbe_881

     
    #5
    già preso, apetto con ansia che arrivi!
    busters makes me feel good!
  6. Il Vero Demone

     
    #6
    MIO !!!:sbav:
  7. dis-astranagant

     
    #7
    Versione 360 region free confermata?
  8. robbe_881

     
    #8
    dis-astranagant ha scritto:
    Versione 360 region free confermata?
     in teoria si, c era una notizia di next a proposito, quindi credo sia ufficiale. in piu qualcuno dice che sia in multilingua (ma questa è solo una voce).
  9. utente_deiscritto_19700

     
    #9
    robbe_881 ha scritto:
    in teoria si, c era una notizia di next a proposito, quindi credo sia ufficiale. in piu qualcuno dice che sia in multilingua (ma questa è solo una voce).
     
    la recensione di next dice che la versione da loro provata e' eng sub-ita.Io spero sia in italiano ma anche se fosse,per l'ennesima volta,vi ripeto :

    NON VI ILLUDETE CHE CI POSSANO ESSERE LE VOCI ORIGINALI ITALIANE.Due doppiatori sono morti......e cmq mi pare alquanto improbabile che si ingaggino doppiatori professionisti,che costano,per doppiare un videogioco.Salvo rarissimi casi,vedi per esempio i simpsons,ci si ritrova sempre con la voce del gatto doraemon.
  10. robbe_881

     
    #10
    alexspooky ha scritto:
    la recensione di next dice che la versione da loro provata e' eng sub-ita.Io spero sia in italiano ma anche se fosse,per l'ennesima volta,vi ripeto :
    NON VI ILLUDETE CHE CI POSSANO ESSERE LE VOCI ORIGINALI ITALIANE.Due doppiatori sono morti......e cmq mi pare alquanto improbabile che si ingaggino doppiatori professionisti,che costano,per doppiare un videogioco.Salvo rarissimi casi,vedi per esempio i simpsons,ci si ritrova sempre con la voce del gatto doraemon.
     hai fatto bene a precisare, comunque a me non interessa la lingua (l ho scritto nel post precedente solo per informazione) tant è che lo preso dall UK prima che sentissi quei rumors.
Continua sul forum (440)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!