Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Giochi di carte collezionabili

Aggiungi alla collezione

Hardware

Per giocare al VS System in modo ufficiale servono mazzi da 60 carte l'uno, ma in commercio ci sono mazzi già preparati (due per pacchetto) da 40 carte per iniziare a giocare da subito. Il limite minimo di carte per un mazzo di Yu-Gi-Oh è invece di 40 e quello di Winx di 30. Tutti questi giochi richiedono ovviamente più giocatori (per Winx il minimo è tre, per gli altri due).

Multiplayer

Sia per Yu-Gi-Oh che per il VS System esistono vari formati di gioco, il più diffuso - dopo il classico uno contro uno - è lo scontro a coppie. A Winx giocano invece da tre a cinque partecipanti.
Speciale

Speciale giochi di carte collezionabili - I titoli di Upper Deck

Cosa accomuna Pokémon, Yu-Gi-Oh, Shaman King, Marvel, Vampire, Il Signore degli Anelli e Star Wars? Da tutte queste serie sono stati tratti videogiochi, direte voi. Giusto! Ma non solo! Tutti questi marchi hanno prodotto anche giochi di carte collezionabili di vario successo, che nel corso degli anni hanno cercato di rubare la corona all'originale Magic The Gathering. Scopriamo questo mondo nella proposta di Upper Deck!

di Alberto Torgano, pubblicato il

Attualmente i prodotti di queste due serie sono venduti in pacchetti separati, in modo che un giocatore possa acquistare solo carte del mondo Marvel o del mondo DC ma, da un punto di vista teorico, è possibilissimo mischiare i due set tra di loro per creare mazzi originali, esattamente come se fossero due espansioni dello stesso gioco. Il retro delle carte Marvel e DC è infatti marchiato con un grosso VS, una scelta intelligente che non blocca la strada al futuro inserimento di nuove serie, come Spawn o, chissà, Street Fighter. Con la premessa che il gioco è ancora piuttosto giovane, il VS System si classifica a metà tra un gioco complesso come Magic e uno più immediato come Yu-Gi-Oh, puntando da un lato sugli eroi / creature e sul combattimento, dall'altro su un sistema di costi di lancio e di fasi che deve molto al gioco Wizards of the Coast.
Nel gioco ci sono quattro categorie di carte: eroi, equipaggiamenti, luoghi e colpi di scena; ognuna di queste carte può essere utilizzata come risorsa e, una volta ottenuta la giusta quantità di punti risorsa, si possono reclutare gli eroi e iniziare a combattere. Buona parte del gioco è incentrata sul combattimento: il giocatore può creare squadre di attacco e di difesa e gestire in modo relativamente complesso i rapporti tra gli eroi, fedelmente allo spirito dei personaggi. I luoghi e i colpi di scena servono invece per scatenare effetti permanenti o temporanei sulla partita in corso.

Particolarità del gioco è poi l'unicità e le "versioni" dei personaggi: nel mazzo ci possono essere anche quattro copie del Dr. Octopus versione Dock Ock e quattro copie della versione Otto Octavius (le abilità delle due versioni sono diverse), ma in campo lo stesso giocatore non può avere più di una copia dello stesso personaggio, indipendentemente dalla versione, le altre possono servire o per potenziare temporaneamente la copia in gioco o per sostituirla.
Nel complesso il gioco pare funzionare abbastanza bene, le carte sono ben differenziate e soprattutto ricchissime di abilità, tuttavia è ancora presto per dire se il TCG di Marvel e DC potrà resistere sulle lunghe distanze. Il VS System è comunque consigliato agli appassionati di personaggi Marvel (a differenza del poco riuscito gioco di carte degli X-Men) e DC, non così complesso da giocare come Magic e soffre meno del previsto dei classici difetti dei giochi "giovani" (regolamento a spanne e carte tutte uguali), anche se il libretto incluso nella confezione lascia spazio a qualche dubbio.
Un esperimento riuscito che mira alle lunghe distanze e che almeno il teoria dovrebbe avere le "carte" in regola per crearsi un pubblico fedele.

NON SOLO GIOCHI COMPLESSI

Tre le proposte Upper Deck infine da citare l'originale gioco di carte di Winx, tratto dal cartone animato (sulla falsariga del fumetto di successo Witch) omonimo trasmesso anche in Italia e dedicato a un pubblico di ragazzine. Questo gioco di carte è chiaramente indirizzato a un target di bambine e cerca di avvicinare il pubblico femminile a un mondo finora esclusivo appannaggio maschile (o quasi). Dalle regole molto singolari e per certi versi simile a un normale gioco da tavolo, in Winx Club le giocatrici (da tre a cinque) impersonano le eroine della serie TV e devono sconfiggere in una serie fissa di turni le nemiche Trix. Particolarità del gioco sono anche gli anelli solari, dei gadget inclusi nei pacchetti di carte che strizzano l'occhio ai giocattoli per bambine. Naturalmente meno profondo degli altri due giochi presentati nell'articolo, Winx Club va comunque citato per come si sforza di avvicinare un pubblico nuovo con un approccio sostanzialmente diverso.

CARTOMANTI

Considerando i costi degli attuali giochi di carte e i requisiti richiesti per giocare in modo soddisfacente (una certa quantità di carte e un gruppo di amici), non è consigliabile buttarsi alla cieca nel colorato mondo dei TCG, tuttavia può essere interessante di tanto in tanto scostarsi dal classico Magic per provare approcci nuovi, come quello di Yu-Gi-Oh e del VS System. Dal canto nostro abbiamo trovato piuttosto soddisfacente il gioco Marvel e DC, grazie alle regole sufficientemente complesse e all'ottima resa (anche grafica) del mondo degli eroi, più ingenuo e disimpegnato Yu-Gi-Oh, che però può vantare grande ascendente sul pubblico della serie TV. A patto di avere amici desiderosi di sperimentare, entrambi potrebbero valere la pena di essere provati. In particolare il VS System è particolarmente consigliato agli amanti di Magic che seguono con piacere i fumetti supereroistici. Yu-Gi-Oh rispetto al gioco Wizard è invece un passo indietro in quanto a strategia e approccio, nondimeno è un ottimo mezzo per avvicinare al mondo dei TGC i più giovani.