Genere
Sparatutto
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
Gratuito
Data di uscita
1/2/2010

Global Agenda

Global Agenda Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Hi-Rez Studios
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
1/2/2010
Lingua
Inglese
Prezzo
Gratuito

Hardware

I requisiti hardware di Global Agenda prevedono un processore single-core a 2,4 GHz, 2 GB di RAM (che salgono a 3 GB in ambiente Vista e 7) e scheda video compatibile con la Shader Model 3.0 e con almeno 256 MB di memoria; oltre ovviamente a una connessione a banda larga. Provato su un PC con Core i7 a 2,8 GHz, 6 GB di RAM e scheda video GeForce GTX 260, non abbiamo riscontrato alcun rallentamento e anche il lag ci è sembrato abbastanza contenuto.

Multiplayer

Global Agenda è un gioco esclusivamente multiplayer che prevede molteplici modalità: Sonoran Desert Open Zone, Special Ops PvE (da 1 a 4 giocatori) 10v10 Mercenary PvP, 4v4 Arena PvP, Double Agent PvPE, 10-person Defense Raids e Agency vs Agency (AvA).

Modus Operandi

Abbiamo provato la versione gratuita Free Agent per circa 11 ore con un personaggio di classe Robotics.

Link

Speciale

Dopo di me il deserto

La dura vita dell'agente speciale.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Uno degli errori più banali che un publisher o sviluppatore può compiere, nel fare il primo passo nel mercato dei MMORPG, è quello di lanciare un prodotto incompleto, sperando di portarlo a termine strada facendo. Un errore a cui non si sono sottratti gli studi Hi-Rez che, per fortuna, hanno comunque puntato su un'ambientazione fantascientifica, meno abusata del solito fantasy, pur non riuscendo a caratterizzare esteticamente il gioco in modo originale. La storia che fa da sfondo, con il suo - banalotto - intrecciarsi di eventi apocalittici, culminanti con l'immancabile Terza Guerra Mondiale, si riduce ben presto a rumore indistinto tra una missione e l'altra, portata magari a termine senza nemmeno leggere per intero i dialoghi.

Un Robotics di classe 22 mostra il suo arsenale di droni e torrette - Global Agenda
Un Robotics di classe 22 mostra il suo arsenale di droni e torrette
In realtà, lo scenario "comune" di tipo PvE che fa somigliare Global Agenda a un MMORPG è arrivato molto dopo l'uscita del gioco, sotto forma di espansione, ed è infatti abbastanza piccolo. Il grosso dei contenuti è invece basato su "instance" sia PvE che PvP, ovvero in cooperativa o in competizione, ambientate in vari luoghi sparsi per il globo e a livello crescente di difficoltà. Anche qui, il dover ripetere più e più volte la stessa missione, per guadagnare quel tanto di esperienza che consente di sbloccare la successiva, può facilmente invogliare a mettere mano al portafogli.

mira al cuore

Un pregio abbastanza evidente di una struttura come quella appena delineata è che si ha sempre qualcosa da fare: anche volendosi o dovendosi fermare nella mini-campagna PvE, per mancanza di esperienza o di amici con cui formare una squadra, le missioni separate e le modalità PvP costituiscono un sostanzioso diversivo con cui ingannare il tempo, accumulare esperienza e spesso divertirsi anche in modo genuino. Nel corso della nostra prova, troppo breve per potersi lanciare in giudizi definitivi, che rimandiamo a un futuro articolo, la parte slegata da qualunque trama ci è sembrata nel complesso più sviluppata e ramificata, grazie anche alla varietà di ambientazioni e modalità, rispetto alle lunghe e un po' noiose sgroppate nel deserto della campagna in stile MMORPG. Non per niente costituiva in origine l'unica offerta ludica del pacchetto.

Per fortuna gli NPC non si dilungano troppo in chiacchiere e vanno subito al sodo - Global Agenda
Per fortuna gli NPC non si dilungano troppo in chiacchiere e vanno subito al sodo
Forse anche grazie all'adozione di un motore collaudato come Unreal Engine 3, il versante tecnico e dei controlli è quello che ci è sembrato in assoluto più in forma. La visuale in terza persona tipica dei MMOG si lega senza difficoltà al gameplay shooteristico, risultando un filo poco versatile per via della telecamera ancorata vicina al personaggio e per l'assenza di una classica visuale in prima persona - che in certe situazioni tendiamo a considerare più "naturale". Nel suo essere il frutto di un compromesso difficile tra immediatezza e tatticismo, Global Agenda riesce a indicare una via originale e interessante, resa purtroppo poco appetibile da una caratterizzazione grafica tendente un po' troppo al generico. La "smania" di potenziare il proprio personaggio rimane comunque il motore principe dell'azione e, una volta che ci si è lasciati catturare dal discreto bilanciamento del gameplay, per molti sarà difficile dire basta, soprattutto dopo aver trovato qualcuno con cui giocare stabilmente in squadra.


Commenti

  1. Bruce Campbell87

     
    #1
    invogliato dal pezzo scaricato pure io.. sei sicuro sia l'unreal engine?si può attivare senza impazzire l'aa. Dopo due ore mi posso sbilanciare meno di te, dalla "campagna" sembra un borderlands più brutto però con persone random che giocano, a dire la verità poche. Boh, tanto è gratis ormai, ci continuo a giocare magari cercando qualche utente.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!