Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
39,90 €
Data di uscita
11/11/2010

God of War: Ghost of Sparta

God of War: Ghost of Sparta Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Ready at Dawn
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
11/11/2010
Data di uscita americana
2/11/2010
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
39,90 €

Hardware

Parlando di un'esclusiva PSP, saranno richiesti la console portatile di casa Sony e il gioco, acquistabile nei negozi su disco UMD o via PlayStation Store direttamente online.

Multiplayer

Il team di sviluppo ha già escluso la presenza di opzioni multigiocatore: anche questo episodio resta concentrato sulla sola campagna single-player.

Link

Eyes On

Kratos a caccia di fantasmi

Un'altra prova di forza per gli studi Ready at Dawn?

di Alessandro Martini, pubblicato il

Proprio nel momento in cui si parlava di nuovi capitoli in alta definizione, o espansioni del terzo God of War, ecco arrivare a sorpresa la conferma del secondo episodio per PSP, sottotitolato Ghost of Sparta. Apparso nelle voci di corridoio varie volte, ma sempre smentito fino all'annuncio fatidico, il gioco riconferma il team di sviluppo originale, ovvero Ready At Dawn. Un'accoppiata vincente già apprezzata in God of War: Chains of Olympus, ancora oggi considerato come uno dei migliori titoli per PSP e da vedere a questo punto come un'ottima anteprima di quello che ci attende nel seguito.

più storia e meno carneficine

Naturalmente, visto il successo raccolto con le uscite precedenti e i milioni di fan in tutto il mondo, gli sviluppatori non hanno alcuna intenzione di stravolgere la formula tradizionale della serie. Anche questo capitolo segue alla lettera le basi del gameplay tradizionale di God of War, con una campagna per giocatore singolo e nessun multiplayer, già escluso dal team creativo. L'inquadratura rimane alle spalle di Kratos e la dinamica dei livelli passa da combattimenti frenetici a sezioni leggermente più "tranquille" con piccoli enigmi, piattaforme e intermezzi filmati. Nulla di veramente nuovo, insomma, e del resto i molti appassionati di God of War non cercano particolari spunti di originalità o sorprese clamorose. Che comunque potrebbero esserci, almeno sul lato narrativo: Ready at Dawn ha infatti lavorato molto sul personaggio di Kratos per svelare vari retroscena sulla sua storia e sull'odio viscerale che nutre nei confronti degli Dei.
A detta degli sviluppatori, ci saranno fasi di gioco più prettamente legate alla trama e meno alla carneficina "tout court" tipica delle ultime uscite casalinghe. Fasi in cui non solo dovremo usare un pizzico di cervello, ma anche seguire più da vicino l'evoluzione dei personaggi. Non a caso si parla di un quarto di gioco in più (25% extra nella durata totale) rispetto a Chains of Olympus, che tra i pochi difetti faceva annotare una storia e una longevità piuttosto brevi.

tecnica tutt'altro che spartana

L'hardware di PSP sta per compiere sei anni ma riesce a tenere il passo delle ultime novità in materia portatile, grazie alla capacità di reggere lo scorrere del tempo e l'aumento della concorrenza. Il ritorno di Kratos intende rafforzare questa posizione dominante: Ready at Dawn è già una sicurezza nel settore della grafica applicata ai giochi PSP e per il secondo episodio promette diversi miglioramenti. Si parla di più personaggi su schermo, texture migliorate, ambienti più vasti e una maggiore varietà di scenari, ma anche di boss più grandi e vicini (per dimensioni e spettacolarità) agli episodi da casa.
Ovviamente bisogna valutare come si muoverà tutto questo in termini di fluidità, dato che il predecessore aveva qualche incertezza nel frame-rate, ma le premesse sono senza dubbio interessanti. Avere un nuovo God of War portatile ancora più vicino alle versioni casalinghe farà piacere a molti, sopratutto se la struttura di gioco e l'affidabilità dei controlli rimangono quelli di sempre. Nel sistema di combattimento, sono attese alcune novità sul fronte delle mosse disponibili e delle armi che potremo potenziare in modi differenti rispetto alle vecchie uscite. I dettagli su queste novità saranno svelati più avanti, come sempre nelle presentazioni alla stampa e nei futuri annunci.

doppio team per una sola odissea

Dal punto di vista prettamente creativo, gli studi con sede a Santa Monica interni a Sony collaborano al progetto non solo per dare una mano a Ready at Dawn nelle questioni prettamente tecniche, ma anche per assicurare la piena fedeltà verso le altre uscite nella serie God of War. Troveremo infatti vari collegamenti al terzo episodio sotto il profilo narrativo e dei personaggi, ma sopratutto richiami ai primi due capitoli usciti su PlayStation 2, la vera base di partenza per questa produzione.
La storia ci parlerà di tutto il microuniverso che ruota attorno a Kratos e che è stato messo in moto dopo lo scontro con Ares nel primo episodio: in particolare, i legami con la sua famiglia e con le varie divinità che abitano la Grecia antica tipicamente "heavy metal" di questa saga. Sarà interessante valutare i risultati ottenuti dai due studi in questo settore, perché tuttora (nonostante livelli qualitativi sempre molto alti) la serie God of War non è certo ricordata per la qualità di storia e personaggi. Naturalmente rimandiamo le prime impressioni su questo e altri aspetti del gioco ai futuri "hands-on" che sapranno dirci a che punto si trovano i lavori e se, come molti già sperano, la strada intrapresa è quella di un altro successo.


Commenti

  1. Mosy

     
    #1
    Un altro capolavoro per PSP ! Da avere !!!!! :sbav:

    [Modificato da Mosy il 14/05/2010 10:51]

  2. DarkGod

     
    #2
    non vedo l'ora!!!
    non ho piu bisogno di prendere dante, eheh!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!