Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
7+
Prezzo
49,90 Euro
Data di uscita
11/6/2002

Golden Sun

Golden Sun Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Camelot Software Planning
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
7+
Distributore Italiano
Take2 / Halifax
Data di uscita
11/6/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
49,90 Euro

Lati Positivi

  • Buon sistema di combattimento
  • Tutto in italiano
  • Graficamente sfavillante

Lati Negativi

  • Scontri random
  • La modalità multiplayer poteva essere sfruttata meglio

Hardware

Per giocare a Golden Sun è necessario avere un Game Boy Advance e la cartuccia del gioco. Indispensabile anche il cavo link se si vuole giocare in multiplayer.

Multiplayer

Se avete un amico dotato di GameBoy Adcance con la sua copia di Golden Sun, utilizzando il cavo link, potrete sfidarvi nell'Arena in un testa a testa fra i due party.

Link

Recensione

Golden Sun

Il Game Boy Advance sta diventando sempre più la console per gli amanti dei GdR nipponici! Ora fra tanti gloriosi remake già pubblicati o annunciati, Camelot per prima sviluppa un titolo originale pensato esclusivamente per la console portatile di Nintendo. Può un Gioco di Ruolo per GBA, competere con i "fratelli maggiori" per console di nuova generazione? Scopriamolo leggendo la recensione di Golden Sun...

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

L'aver inserito il Djinn permette di dinamizzare l'azione in battaglia e offre più scelte strategiche per risolvere uno scontro. Gli sconti casuali non sono eccessivi nel loro numero e spesso si possono abbandonare con facilità, ma combattere è necessario, poiché aumentando l'esperienza del party si guadagnano sempre nuove abilità. Ma la cosa più interessante è che l'uso dei Djinn e della psinergia non si limita solo alle situazioni di battaglia.
I diversi dungeon sono disseminati di enigmi e alcuni per esser risolti necessitano dell'uso di poteri magici. Sbloccare un passaggio, spostare degli elementi che bloccano un accesso, creare un ponte gelando dell'acqua, leggere nella mente di qualcuno sono solo alcuni dei momenti in cui sarà necessario far ricorso ai poteri dei diversi personaggi.
Non c'è però un cartello che vi informa sul da farsi: capire cosa fare e quale magia utilizzare fa parte del gioco.
Alla luce di tutto questo, la struttura tradizionale di Golden Sun, acquista in originalità e godibilità. Con il progredire dell'avventura si incrementano la mole di poteri dei personaggi, rendendo così possibile tornare a risolvere quegli enigmi rimasti insoluti. Alternare i soliti scontri casuali, con momenti di soluzione di enigmi che sono parte fondamentale del gioco e con l'esplorazione di aree diversificate, rende l'azione articolata e con l'introduzione dei Djinn, il sistema di combattimento risulta più vario.
Golden Sun in poche parole risulta sì un Gioco di Ruolo molto classico, ma nel contempo si dimostra anche originale e divertente, arricchito da dungeon ben congeniati e momenti in cui bisogna spremersi le meningi per capire cosa bisogna fare per procedere.

MERAVIGLIE PORTATILI

Una particolare menzione va riservata all'aspetto estetico del gioco. Golden Sun risplende di una grafica veramente sfavillante, con ambientazioni varie e ben realizzate. Il tutto ha il sapore di un gioco fantasy basato su un motore quasi in 3D con ambientazioni bucoliche e ricche di colori.
L'interno di una casa con oggettini sparsi o le foreste variopinte sono solo un esempio dei piccoli particolari che dimostrano la grande cura posta dagli sviluppatori per rendere al meglio le diverse ambientazioni.
Come tradizione vuole, ci sono sempre da ispezionare vasi o casse per scovare un oggetto nascosto. Non mancano i classici negozi dove comprare armi o accessori e anche le diverse località sono ben realizzate e differenziate fra loro. Tutto è reso in maniera ottima e quasi non ci si rende conto della limitata palette di colori che il GBA può supportare.
I personaggi che si incontrano sono numerosi e tutti molto diversi, visualizzati dai classici "portrait" (ritratti) che tanto hanno caratterizzato i GdR più tradizionali. Sia i nemici (alcuni sono molti buffi), sia i personaggi principali sono realizzati con cura e i Djinn sono molto carini. Insomma lo stile adottato da Golden Sun è tutt'altro che infantile.
Le magie sono arricchite con effetti luce ben realizzati e le Evocazioni sono molto spettacolari. Eccellente anche la possibilità di divertirsi con un amico.
Golden Sun, non offre solo la modalità in singolo, infatti è possibile accedere all'Arena, che permette al singolo giocatore di scontrarsi con i vari mostri incontrati durante il gioco, una modalità che può dare soddisfazioni relative, dato che non fa guadagnare punti esperienza o soldi. Meglio sfruttare il cavo link e sfidare un altro giocatore, in un testa a testa fra i due party. Anche qui non si guadagnano punti esperienza, ma si accumulano record di vincite. Infine, tenendo presente che il gioco è sviluppato per una console portatile, risultano comode la possibilità di salvare quando si vuole e l'opzione per mettere il gioco in pausa, risparmiando l'energia delle batterie. Concludendo, Golden Sun è un buon titolo, ben realizzato e con delle buone idee alla sua base. E' un Gioco di Ruolo che gli appassionati del genere non possono lasciarsi sfuggire e, se queste sono le premesse, il desiderio di vedere come potrà evolversi su GameCube non può che aumentare.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Golden Sun è un ottimo GdR. Non solo si presenta con uno stile grafico sfavillante e accattivante, ma il sistema di combattimento, grazie all'uso dei Djinn diventa assai divertente. La trama forse non è delle più originali e i personaggi non sono di quelli che ricorderemo per anni, ma i dungeon sono ben costruiti, gli enigmi richiedono un minimo di riflessione per esser risolti e la volontà di recuperare tutti i ventotto Djinn per poter scatenare potenti Evocazioni, diventa un ottimo meccanismo per condurre il giocatore fino alla fine di questa prima avventura. Sì, perchè Golden Sun è il primo di una serie di GdR che coinvolgeranno anche il GameCube. A completare il quadro più che positivo del titolo sviluppato da Camelot, c'è anche la possibilità, sfruttando il cavo link, di fare un testa a testa fra due party, peccato che non ci siano premi interessanti in palio.