Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
39,90 Euro
Data di uscita
27/3/2008

Gran Turismo 5 Prologue

Gran Turismo 5 Prologue Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Sviluppatore
Polyphony Digital
Genere
Guida
PEGI
3+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
27/3/2008
Data di uscita americana
17/4/2008
Data di uscita giapponese
13/12/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
39,90 Euro
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Per giocare con Gran Turismo 5 Prologue occorre una console Sony PlayStation 3, un pad Sixaxis o un volante con Force Feedback e una confezione originale del gioco (o l'equivalente versione, scaricabile via PlayStation Store, per un totale di 1870 MB). Il titolo supporta i pannelli Full HD fino a 1080p e l'audio Dolby Digital 5.1.

Multiplayer

Gran Turismo 5 Prologue è il primo capitolo della storica saga di Kazunori Yamauchi a supportare il gioco online fino a sedici giocatori. È possibile sfidare un amico, in modalità multiplayer con schermo condiviso.

Link

Recensione

Online allo stato embrionale

Gran Turismo va finalmente online, con qualche intoppo…

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

L'aggiornamento che trasforma ciascuna copia di Gran Turismo 5 Prologue (che sia in Blu-ray o si tratti del codice scaricato dal PlayStation Store non fa alcuna differenza) nella versione Spec II (cioè quella che finalmente va online) è, senza ombra di dubbio, una prova di caparbietà, un atto di fede o un logorante test a cui sottoporre il proprio sistema nervoso. Scaricare il pacchetto completo di aggiornamento al primo tentativo, senza incappare in fastidiosi errori nel sistema di download, infatti, è roba da miracolati.

DOWNLOAD IN CORSO

Nel nostro caso sono stati necessari tre diversi tentativi e un imprecisato numero di ore di (lentissimo) trasferimento dati, prima di poter accedere alla tanto sospirata modalità online. Salvo poi scoprire, tramite un comunicato ufficiale di Sony, che il sistema di download relativo all'aggiornamento in questione dispone di un pratico (ma nascosto) sistema di "resume", il quale provvede alla ripartizione dell'intera patch in molteplici file di piccole dimensioni (che vengono salvati in caso di errore). Va da sé che provare e riprovare in maniera estenuante, senza arrendersi mai, neanche dopo decine di tentatativi, è l'unica (lunga) soluzione possibile per giocare via internet con Gran Turismo 5 Prologue. Certo è che non avrebbe guastato affatto una piccola avvertenza, sistemata in un angolo della schermata di download, con cui "tranquillizzare" gli utenti alle prese con il travagliato download.

ACESSO EFFETTUATO?

Ma, ancora, dall'uscita del gioco su Playstation Store a oggi, si è sviluppato un vespaio di polemiche nella community per un qualcosa che non è legato direttamente al gioco online, ma ha a che fare con la connettività Internet della propria console. Il fatto è che la versione in vendita tramite download richiede, sempre e comunque, l'accesso a PlayStation Network, per connettere l'account proprietario e, solo in questo caso, poter avviare il gioco (anche nella sola modalità offline). La cosa ha del bizzarro e lascia perplessi, data la conseguente impossibilità di portare con sé la propria console e giocare con Prologue, magari in villeggiatura, in casa di amici o in qualsiasi altro luogo in cui sia assente un punto di accesso Wi-Fi. Ancora una volta, quindi, ha senso investire i propri soldi nella versione "boxata" in Blu-ray, piuttosto che nella discussa e controversa versione da scaricare via PlayStation Store, dato il medesimo prezzo di copertina.

SI VA ONLINE!

Ma, non appena la mutazione nella versione Spec II prende forma, il menù di Gran Turismo 5 Prologue sboccia con nuove icone luminose e un calendario con meteo in tempo reale. Il canale delle notizie, la GT-TV e la classifica dei migliori piloti al mondo prendono vita, fornendo informazioni di ordine tecnico (risoluzione dei problemi nella configurazione della console per il gioco in internet, ad esempio), interessanti filmati in alta definizione o ranking con ripartizione per modello di auto, circuito e livello di simulazione. L'accesso alle competizioni (previo completamento della modalità Evento offline) non è dei più rapidi, ma costringe a pazientare qualche minuto di troppo, prima di ritrovarsi nel menù dei 35 eventi a cui partecipare.
Per il momento, in attesa di futuri aggiornamenti, sono previste 7 gare preconfezionate per ogni livello di difficoltà (principiante, intermedio e professionista) e 15 prove cronometrate, mentre manca del tutto la possibilità di creare stanze personalizzate, in cui invitare amici per chattare e gareggiare. Non si può, dunque, selezionare la categoria di auto, il numero di giri o il tipo di pneumatici, ma è necessario adeguarsi e soddisfare i requisiti per partecipare all'evento. Un rigido sistema di penalizzazioni, che "stacca" potenza al motore o rende fantasmi le auto dei piloti più dissennati, è il giusto deterrente per le condotte più antipatiche, scorrette e per nulla etiche, ma la partenza lanciata (con griglia assolutamente random) evita ingorghi e code di tamponamenti nelle prime battute di gara.
Di lag, inutile negarlo, ce n'è, ma si sopporta e ci si convive, a patto che l'host della partita disponga di una connessione solida e affidabile (a tal proposito sono possibili due tipologie di infrastrutture, una di tipo Star e l'altra Full Mesh, non selezionabili dagli utenti).

IN SEDICI VIA ETERE

Insomma, seppur problematica, esile e fin troppo acerba, la modalità online di Gran Turismo 5 Prologue rappresenta una novità da accogliere come fucina (per forgiare idee riservate alla versione completa) e insieme zona "lavori in corso" in cui saggiare e mettere al banco nuove opzioni e soluzioni di gioco. Sedici auto in pista raddoppiano quanto di buono aveva già dimostrato il comparto online di Forza Motorsport 2, ma è inutile ribadire che il Live di Microsoft ha ben altra classe, appeal e solidità strutturale. Sarà interessante monitorare, piuttosto, in quanto tempo Sony colmerà (perché dovrà farlo) il gap che oggi accusa nei confronti del pregevole e collaudato impianto online di casa Redmond. E se ne vedranno delle belle, dato che Microsoft non rimarrà di certo inattiva. Signori, sono aperte le scommesse...