Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 79,90
Data di uscita
29/4/2008

Grand Theft Auto IV

Grand Theft Auto IV Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Rockstar Games
Sviluppatore
Rockstar North
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
29/4/2008
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 79,90

Hardware

Per giocare a Grand Theft Auto IV sono richiesti una console Xbox 360 oppure una PlayStation 3, una confezione originale del gioco e un controller compatibile oltre alla periferica di memorizzazione dove salvare i risultati raggiunti. Nel caso di PlayStation 3, è sufficiente il disco fisso standard che richiede comunque un'installazione al primo avvio.

Multiplayer

Fino a sedici giocatori possono prendere parte alle modalità online via Internet se presenti un abbonamento Xbox Live Gold e una connessione di rete a banda larga. Il gioco in rete è invece gratuito su PlayStation 3, previa registrazione (sempre gratis) a PlayStation Network.

Link

Recensione

Malfattori presi nella rete

GTA sbarca online: un colpo riuscito perfettamente?

di Alessandro Martini, pubblicato il

Le due puntate di Grand Theft Auto apparse su PSP già avevano offerto una qualche forma di gioco "online" attraverso il multiplayer senza fili in rete locale, ma finora nessun episodio aveva mai tentato la strada di Internet.
Grand Theft Auto IV lo fa presentando la sua modalità multiplayer alla maniera tradizionale dei titoli moderni, ovvero come un gioco separato dalla campagna principale single-player. Infatti, è possibile accedervi in qualsiasi momento dal menu del nostro cellulare, ma ciò significa lasciare del tutto le avventure di Niko Bellic.

strade piene di occasioni... e rischi

La scelta delle modalità disponibili è fin troppo estesa, tanto da intimorire e confondere quando si è agli inizi o poco esperti del gioco online. Ovviamente troviamo classici come deathmatch (tutti contro tutti basato sul punteggio, denaro in questo caso) e gioco a squadre, ma sono presenti parecchie variazioni sul tema GTA visto più volte nella fase per giocatore singolo.
Per esempio, possiamo prendere parte, con altri giocatori, alle missioni commissionate da Kenny Petrovich, boss della mala che fornisce precisi obiettivi da completare a intervalli regolari, come proteggere una determinata persona, eliminare alcuni "concorrenti" in affari e così via.
Le missioni si svolgono come un qualsiasi compito di GTA, ovvero puntando all'obiettivo nel minor tempo possibile e cercando, successivamente, di restare vivi sotto la pioggia di proiettili. Il fattore "X" è rappresentato in questo caso dal divertimento aggiuntivo derivante dalla presenza di altre persone collegate online, che possono dare agli incarichi quel tocco di follia in più collaborando con noi o mettendoci i bastoni tra le ruote.
Va detto che non sono posti limiti alle possibilità di movimento del multiplayer: in altre parole, possiamo spostarci liberamente attraverso tutta Liberty City, fissando nel pre-partita eventuali requisiti come il tempo massimo o l'intensità di traffico e passanti.

i più ricercati del gioco online

Per essere la prima volta che questa serie sbarca nel gioco online, il risultato può dirsi molto positivo soprattutto considerando l'ampia scelta (una decina almeno) di modalità e la performance complessiva, per quanto riguarda fluidità e giocabilità.
Infatti, restando attorno alla decina di giocatori in contemporanea non si verificano grossi problemi di lag o altri imprevisti come disconnessioni inattese, avvicinando l'esperienza di gioco al single player per quanto riguarda "l'efficienza" del motore grafico e la libertà connessa all'azione.
Inoltre, le eventuali riduzioni a grafica e sonoro non sono così evidenti come ci si poteva aspettare: è ovvio che alcuni dettagli ed effetti speciali siano stati rimossi per alleggerire il carico sulla nostra connessione, ma Liberty City appare vasta e "viva" proprio come lo è nel gioco in singolo, anche considerato che rivediamo passanti e relative auto a spasso sulle strade.
Di contro, la fluidità appare leggermente più bassa e alcune animazioni del nostro personaggio (aperto alla modifica per quanto riguarda aspetto e abiti) rimangono troppo lente soprattutto nelle modalità più "istintive" come il deathmatch.
L'ultimo riferimento va soprattutto alle capriole laterali, una mossa evasiva che ha senso nel single-player ma che in rete appare quasi un suicidio: infatti per quando è terminata l'animazione avrete "guadagnato" almeno una decina di proiettili gratis dal nemico.

e se invece facessimo un giro in città?

In mezzo all'ampia scelta di modalità preparate dagli sviluppatori, la cosa più divertente da fare in rete è spesso...non fare nulla.
Ovvero: come avviene da sempre in Grand Theft Auto, spesso è più divertente crearsi da soli i propri passatempi giocando con gli elementi a nostra disposizione, siano essi veicoli, scenario o molto più spesso altri giocatori (che partecipano volontariamente o come vittime).
Non è raro, infatti, trovarsi a girovagare liberamente per la città sfrecciando in moto o su una fiammante auto sportiva, magari alla ricerca di un altro utente che ci ha investiti "per caso" pochi minuti prima. Ancora, possiamo dedicarci alle evoluzioni alla guida esplorando zone mai viste del gioco assieme ad altre persone collegate in rete, magari (ma raramente) in maniera pacifica senza sparare un solo colpo.
In alternativa, possiamo anche dimostrare la nostra abilità con il combattimento ravvicinato usando solo armi da mischia, scatenando piccole risse con chiunque incroci il nostro cammino. L'importante è essere pronti a fuggire quando si presenta, inevitabilmente, qualcuno che gioca contro le regole: chi ha detto "bombe a mano"?