Genere
Azione
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
22/8/2004

GunBound

GunBound Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
GOA.COM
Sviluppatore
Softnyx
Genere
Azione
Data di uscita
22/8/2004
Lingua
Inglese
Giocatori
8

Lati Positivi

  • Immediato e divertente
  • Ottimo stile grafico
  • Gioco gratuito

Lati Negativi

  • Un po' ripetitivo
  • Nessuna modalità offline

Hardware

GunBound richiede come configurazione consigliata un PC equipaggiato con un processore Pentium III a 800 MHz, 64 MB di RAM e una scheda video 3D con almeno 16 MB di memoria (oltre ovviamente agli immancabili mouse, tastiera e scheda sonora). Necessaria l'installazione di DirectX 8 o superiori, nonché ovviamente l'utilizzo di una connessione a Internet (meglio se a Banda Larga, vista la grande quantità di patch che gli sviluppatori rilasciano).

Multiplayer

In GunBound è possibile organizzare partite per un massimo di otto partecipanti, suddivisi in due squadre di quattro membri. Il gioco non prevede alcuna opzione di gioco offline.

Link

Recensione

GunBound

Esiste un angolino della Grande Rete dove migliaia di utenti hanno deciso di farsi guerra. E hanno scelto di farlo mettendosi a cavallo di strani mezzi come piccoli carri armati, mini-robot e persino bizzarri animali. Nextgame.it incontra uno dei più singolari videogame gratuiti del momento: volete mettere anche voi alla prova le vostre doti balistiche?

di Stefano Castelli, pubblicato il

Nella parte alta dello schemo è presenta una sorta di striscia piena di icone: si tratta delle regole che vanno a influenzare i turni di gioco: la striscia scorre turno dopo turno verso sinistra e quando un'icona si trova all'interno dell'indicatore la regola corrispondente entra in gioco. Abbiamo così colonne di energia o di fulmine che "potenziano" i colpi che le attraversano, tornadi che deviano i proiettili e persino attacchi speciali provenienti da satelliti che orbitano nell'area di gioco: sapere sfruttare a proprio favore questi eventi speciali è di vitale importanza. Un giocatore viene eliminato quando la sua energia vitale raggiunge lo zero o quando il terreno sotto i suoi "piedi" viene distrutto (con conseguente caduta nel baratro sottostante...).

TU DI CHE MOBILE SEI?

A questo punto è doveroso parlare dei diversi Mobile che possono venire utilizzati in GunBound, ciascuno caratterizzato da differenti abilità speciali o eventuali debolezze: per un elenco completo è consigliabile consultare la chiara pagina informativa del sito ufficiale. I mobile sono suddivisi in tre categorie: Mechanic (veri e propri automezzi, generalmente specializzati in attacchi esplosivi), Shield (residui di antiche civiltà, portati per gli attacchi laser) e Bionic (animali bionici e altre strane creature, predisposte ad attacchi elettrici). Ciascun mezzo ha differenti valori per quanto riguarda resistenza, potenza di attacco, mobilità e scudi, ma ciò che differenzia maggiormente un mobile dall'altro è il set di attacchi. Ciascun mezzo è infatti dotato di tre differenti attacchi: uno debole ma veloce, uno potente ma lento e uno speciale (utilizzabile poche volte all'interno della partita).
Proiettili, raggi laser, incantesimi e boomerang sono solo alcuni dei colpi che vedremo svolazzare per l'area di gioco. Ciascun mobile è così differente dagli altri da richiedere un buon allenamento per essere "assorbito" a sufficienza dal giocatore e sfruttato a dovere. Se in pochi minuti di gioco potrete padroneggiare senza troppi problemi un Mage o un Bigfoot, state pur certi che mezzi come il Boomer o un NakMachine vi daranno seriamente del filo da torcere, risultando mezzi maggiormente adeguati per giocatori esperti.
A mano a mano che un giocatore vince delle partite si accumulano punti-esperienza (che definiscono il livello dell'utente, creando delle gerarchie) e denaro: quest'ultimo può essere speso nell'apposito negozio, dove troviamo in vendita centinaia di diversi capi d'abbigliamento per il nostro pilota. Indossando i vari indumenti è possibile modificare le caratteristiche del pilota, potenziandolo. Chi volesse può anche convertire denaro (tramite carta di credito) in moneta "virtuale" e acquistare così più rapidamente un buon equipaggiamento per il proprio personaggio, mentre i giocatori che vogliono estraniarsi da questa corsa al potenziamento possono semplicemente accedere ai server in cui l'abbigliamento è disattivato (livellando così l'abilità dei giocatori). Non manca infine la possibilità di creare una propria gilda di giocatori, proprio come in un Gioco di Ruolo Online, sebbene le possibilità di aggregazione degli utenti siano attualmente limitate a questo.

ALLA PORTATA DI TUTTI?

Tecnicamente parlando GunBound è un gioco tanto modesto quanto carino da vedere. La grafica è interamente bidimensionale e caratterizzata da un ottimo stile "rotondo", di stampo orientale, da animazioni molto curate e buffe e da una buona quantità di effetti grafici che accompagnano i vari attacchi.
Grazie alla leggerezza del motore grafico e alla possibilità di adattarlo alle potenzialità del proprio PC, GunBound si presta ad un'ampia fascia di utenza. Da segnalare anche la buona qualità del sonoro del gioco, ricco di belle musichette e tanti effetti sonori azzeccatissimi.
Parlando dei servizi legati al gioco online, GunBound poggia su un'organizzione molto ben articolata: ci sono continui controlli sui giocatori per evitare frodi e comportamenti scorretti e in generale i server paiono molto solidi. Il client di gioco viene inoltre aggiornato continuamente con patch e nuove caratteristiche (inclusi alcuni eventi periodici molto simpatici).
In sostanza, GunBound potrebbe rapirvi sin dalla prima partita con la sua carica di simpatia e semplicità e imprigionarvi in un mondo di personaggi pacioccosi, esplosioni e bizzarri vestitini. Certo, difficilmente riuscirà a sostituire una complessa partita a WarCraft III o una frenetica sparatoria di Counter-Strike, e di sicuro non vuole nemmeno provarci: il gioco va a posizionarsi in quella fascia di passatempi leggeri (ma non per questo poco profondi) che riescono a divertire senza troppe pretese e che potrebbero rivelarsi più interessanti e gradevoli di quanto potevate anche solo sospettare.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
"Installare con cautela" è quanto vorremo veder scritto prima di avviare le operazioni di Setup di GunBound. Si tratta infatti di un passatempo enormemente accattivante che grazie alla sua grande semplicità e giocabilità riesce letteralmente a rapire il giocatore e a contagiarlo con la temuta sindrome del "Ne faccio solo un'altra e poi spengo". Alla natura sostanzialmente gratuita del gioco corrisponde un prodotto di qualità, ben programmato, stabile e in continua evoluzione. Da provare, a meno che siate dei convinti detrattori di questo genere di videogiochi. <i>Stefano Castelli</i> <b>SECONDO COMMENTO</b> Frizzante, allegro e divertente. Bastano queste tre parole per definire GunBound, il titolo prodotto dalla coreana Softnyx che riprende in mano Worms e lo reinterpreta con personaggi e ambientazioni disegnati in stile manga. Ogni partita è combattuta tra due squadre, ognuna delle quali può contare fino a quattro giocatori: un numero più che adeguato per elevare ai massimi livelli il grado di coinvolgimento. Vi ritroverete a esultare per aver messo a segno un buon colpo danneggiando pesantemente un avversario o a maledire il vento che ha cambiato direzione impedendovi di vincere definitivamente la partita. Purtroppo non mancano alcuni difetti: le mappe sono relativamente poche e ci si può stancare di giocare sempre nei soliti scenari. Inoltre, GunBound funziona solo via Internet (niente Rete Locale). Il titolo raggiunge comunque una valutazione molto alta: insomma, se avete una connessione a banda larga, provatelo. Non ve ne pentirete! <i>Emanuele Gesuato</i>