Genere
Sparatutto
Lingua
Inglese
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
19/10/2007

Half-Life 2: Episode Two

Half-Life 2: Episode Two Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Valve Software
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
19/10/2007
Lingua
Inglese
Giocatori
1

Hardware

The Orange Box è in fase di rifinitura su PlayStation 3, Xbox 360 e PC.
Anteprima

Apriamo l'Orange Box...

Una prima occhiata alle novità di Valve.

di Simone Soletta, pubblicato il

Non incontravamo Doug Lombardi da molto tempo: Half-Life 2 doveva ancora uscire (anzi, ufficialmente avrebbe dovuto uscire proprio nei giorni del nostro incontro...) e si avvertiva papabile la tensione accumulata durante una lavorazione problematica, culminata con il famoso "fattaccio" del furto di codice.
Molto più rilassato e a suo agio, il simpatico Doug ci ha accolti con entusiasmo, pronto a mostrarci alcune delle cose che troveremo nell'Orange Box, la confezione attraverso la quale verrà distribuito Half-Life 2: Episode 2 con i "bonus" di Portal e Team Fortress 2 e il pacchetto completo fino ad oggi pubblicato di Half-Life 2 in dotazione. La presentazione è stata organizzata per mostrare la natura multipiattaforma di quest'ultima produzione di Valve, anche se – curiosamente – a soffrirne è stato il PC...

XBOX 360: EPISODE 2

Entriamo in Orange Box dalla porta principale, impossessandoci del joypad per ritrovarci nuovamente nel mondo di Gordon Freeman. Il primo impatto è positivo: Source è stato adattato alla console in modo più che valido e il gioco scorre con una buona velocità di base e senza tentennamenti di sorta. Certo, a livello di effettistica il tempo è passato e si vede, non tanto nel gioco in sé, quanto osservando i tanti titoli sviluppati con l'Unreal Engine III presenti in fiera. Ad ogni modo, ritroviamo intatte le scelte cromatiche tipiche del gioco di Valve e anche l'adattamento al joypad si dimostra più che valido.
La demo ci offre una prima corsa su un'auto, che dovremo guidare con Alyx al nostro fianco lungo una strada, attraverso un fiume e su strade sterrate fino a raggiungere una casa diroccata. Qui affrontiamo un piccolo enigma, una serie di prese di corrente da riconfigurare per superare un'interruzione sulla linea, per arrivare a un incontro davvero spiacevole.
Ripristinata la corrente e riattivato l'ascensore per risalire dalle cantine alla superficie, avvertiamo un pesante rumore di passi in avvicinamento: neanche il tempo di nasconderci ed ecco che i temibili Hunter, gironzolando attorno alla casa, ci scorgono e cominciano a sparare. E non sparano confetti, visto che parte della parete della stanza in cui ci stiamo nascondendo va letteralmente in frantumi.
L'unico modo per eliminare questi Hunter è colpirli con violenza con un oggetto per renderli più vulnerabili ai colpi delle nostre armi da fuoco.
Usciti dal nascondiglio precario in cui ci trovavamo, quindi, abbiamo apprezzato la disposizione dei tasti sul joypad della console: tramite il tasto RB si passa rapidamente dalla Gravity Gun all'arma selezionata attraverso la croce digitale. Il passaggio rapido tra l'arma principale e la Gravity Gun è fondamentale: usciti all'esterno, premiamo rapidamente RB e raccogliamo un barile infiammabile, lo lanciamo all'Hunter e, con una semplice, nuova pressione, siamo già pronti a colpirlo con il mitragliatore. Ovviamente è possibile lanciare agli Hunter ogni tipo di oggetto: pneumatici, bancali, una carriola, ottenendo su per giù lo stesso tipo di effetto. Il problema è che non incontriamo mai un Hunter solitario e che si tratta di nemici abbastanza letali. Ad ogni modo, con un po' di attenzione, riusciamo a ripulire i dintorni e a giungere al termine della demo.
Half-Life Episodio 2 per Xbox 360, insomma, è visivamente gradevole pur non essendo ai livelli dei giochi più complessi, e si gioca senza alcun problema nonostante l'abitudine di vivere le avventure di Gordon Freeman utilizzando mouse e tastiera.

PLAYSTATION 3: I PORTALI

Passiamo su PlayStation 3 per dare una rapida occhiata a Portal: il gioco prevede una serie di stanze di complessità crescente dalle quali dovremo uscire utilizzando oggetti e aprendo portali. In pratica, agendo sui due grilletti del Sixaxis, possiamo piazzare sui muri, sui pavimenti, sul soffitto della stanza un portale blu e uno arancione: entrando in uno usciremo dall'altro e viceversa. Lo scopo è quello di arrivare su piattaforme altrimenti irraggiungibili piazzando nel modo corretto i portali tenendo in considerazione anche la velocità necessaria per superare gli ostacoli. Per fare un esempio, oltrepassare una sorta di burrone richiede di uscire dal portale con una certa velocità in dotazione, e per questo è necessario piazzare l'ingresso in modo intelligente: se si è già in alto, meglio posizionarlo sul pavimento della stanza e saltarci attraverso: la velocità accumulata durante la caduta ci permetterà di superare l'ostacolo una volta usciti dal portale di destinazione.
In più, avanzando nel gioco i livelli si faranno molto più complessi e verrà introdotta un'ulteriore variabile, rappresentata dagli oggetti che potremo raccogliere con la Portal Gun e piazzare su tasti o attivatori.
Un puzzle game alle cui regole è necessario abituarsi e che, parola di Doug Lombardi, è sempre pronto a introdurre una variabile più complessa non appena ci si sente a proprio agio.

PC: TEAM FORTRESS 2

Purtroppo di Team Fortess 2 abbiamo potuto vedere solo una demo non interattiva, abbastanza per apprezzare il look cartoonesco del gioco e la sua grande caratterizzazione (tre mosse "taunt" per ogni personaggio), ma ovviamente non possiamo dare alcuna indicazione sulla giocabilità vera e propria. Il gioco presenterà comunque mappe vecchie e nuove, e quelle "storiche" ereditate da Team Fortress hanno subito – giura Doug Lombardi – un restyling molto attento e rispettoso delle aspettative dei fan del gioco.