Genere
Strategico
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 64,99
Data di uscita
27/2/2009

Halo Wars

Halo Wars Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Ensemble Studios
Genere
Strategico
PEGI
16+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
27/2/2009
Data di uscita americana
28/2/2009
Data di uscita giapponese
26/2/2009
Lingua
Italiano
Giocatori
6
Prezzo
€ 64,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Molto accessibile e coinvolgente
  • Grande attenzione ai dettagli
  • Fedele all'universo di Halo

Lati Negativi

  • Troppo facile e piuttosto breve
  • Fluidità rivedibile

Hardware

Per giocare ad Halo Wars sono richiesti una console Xbox 360 in versione europea, oltre al gioco in versione originale europea e al relativo controller compatibile. Una periferica di salvataggio (disco fisso o Memory Unit) è poi necessaria per conservare la posizione raggiunta.

Multiplayer

Un massimo di sei giocatori, se iscritti a Xbox Live in versione Gold, possono sfidarsi sulla Grande Rete giocando in modalità che spaziano dal deathmatch agli scontri a squadre. Sono anche disponibili alcune missioni della campagna single-player che possiamo rigiocare in cooperativa online.

Link

Recensione

Primi passi in un mondo inesplorato

La serie Halo conserva il suo fascino anche dalla distanza.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Per la realizzazione di Halo Wars, il team creativo di Ensemble Studios ha scelto di conservare naturalmente look e gamma di colori caratteristici delle versioni sparatutto, in modo tale che il passaggio dalle uscite "tradizionali" di Halo non fosse traumatico (per i suoi milioni di fan).
Se nelle immagini o nei filmati può non dare questa impressione, il risultato visto in movimento è molto buono, tanto che l'impatto grafico complessivo supera talvolta quello che abbiamo visto nei vari Halo, Halo 2 o Halo 3 se non come spettacolarità - per via della telecamera distante - sicuramente come varietà complessiva e quantità di oggetti su schermo. Nelle righe seguenti proveremo ad analizzare la parte più spiccatamente "tecnica" del gioco, spiegando cosa attende i fan più irriducibili dell'universo creato da Bungie.

dettaglio e spettacolarità prima di tutto

Il motore grafico di Halo Wars, come sempre per un gioco strategico, predilige la quantità di dettaglio piuttosto alla fluidità "a tutti i costi" tipica di altri generi come, appunto, gli sparatutto. Si tratta di una precisazione necessaria per chi non conosce questa categoria e sulle prime dovrà fare i conti con gli immancabili e regolari "scatti" presenti durante la rotazione della visuale o nella gestione delle unità durante le fasi più caotiche. Sicuramente, avremmo apprezzato poter trovare un frame-rate granitico e irreprensibile, ma vista la categoria si tratta quasi più di una richiesta utopica che di una reale possibilità.
Il gioco resta comunque godibile e funzionale in tutti i suoi aspetti, anche con questa "concessione" sul lato della fluidità, giustificata in parte (se non completamente) dall'alto livello di dettaglio presente nei singoli personaggi, nei veicoli e nelle tante animazioni di contorno.
Piuttosto che esagerare sul lato degli effetti speciali, il team creativo ha infatti scelto di inserire nel motore grafico un numero spropositato di animazioni che magari all'inizio non si notano nemmeno, ma che sulla distanza valorizzano il gioco nel suo complesso.
Ne abbiamo alcuni esempi durante la costruzione delle nostre basi, quando vediamo giungere sullo schermo i velivoli che trasportano i vari componenti, potendo osservare in diretta la formazione dei singoli edifici, che non appaiono improvvisamente dal nulla. Ancora, è possibile riconoscere le singole unità nemiche semplicemente osservando il modo in cui si muovono, ripreso esattamente dalle uscite precedenti nella serie Halo.
L'attenzione al dettaglio emerge anche nelle scie luminose lasciate dalle armi e nel modo in cui si danneggiano i veicoli: vedere un mezzo Banshee perdere pezzi prima di precipitare richiamerà sicuramente qualche memoria "storica" se abbiamo giocato le uscite precedenti.

un corso velocizzato di strategia su console

La concentrazione sul lato tecnico e scenografico ha ovviamente lasciato da parte grossi livelli di profondità e "strategia" nel gameplay, che a molti utenti PC (o appassionati del genere strategico) potrà sembrare eccessivamente facile e superficiale.
Infatti, l'estrema linearità delle missioni e i pochi comandi disponibili nel gestire le nostre unità limitano di parecchio le opzioni lasciate al giocatore per risolvere ogni battaglia. Se è vero che esistono obiettivi obbligatori, secondari e facoltativi, è anche vero che quelli opzionali non risultano molto interessanti da completare, essendo più che altro azioni che non hanno nulla a che fare con il gioco in sé (costruire una base, distruggere un certo numero di nemici e così via).
D'altro canto, le battaglie e il modo in cui sono "scriptate" risultano sempre molto divertenti per un fan della serie Halo, spettacolari da vedere (e sentire grazie alle ottime musiche) nonché impegnative per chi non conosce alla lettera le meccaniche del genere RTS.
L'ottima qualità dei filmati di intermezzo, inoltre, dà quella spinta in più a continuare fino alla fine della storia, malgrado una semplicità talvolta veramente eccessiva e uno stile "guidato" degli incarichi che qualcuno potrà disprezzare molto in fretta.
Nel suo complesso, anche considerati i difetti di cui sopra, Halo Wars riesce comunque a realizzare una buona versione strategica di Halo senza compromettere in alcun modo gli elementi che hanno decretato il successo nelle uscite precedenti. Da qualunque lato lo si guardi, un simile risultato è sicuramente degno di nota per non dire insperabile soltanto qualche mese fa.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
<p>Messa da parte una certa semplicità generalizzata, Halo Wars si presenta come un buon avvio "strategico" per la serie targata Microsoft e apre la strada a ulteriori seguiti o miglioramenti della stessa formula, ovviamente se il pubblico risponderà nella giusta maniera. I suoi maggiori pregi si trovano naturalmente nei controlli studiati al millimetro e mai complessi, nell'ottimo impatto scenografico (i video di intermezzo sono eccellenti, ma anche il motore grafico non scherza) e infine nell'impianto di gioco semplice e aperto a ogni tipo di utenza. Se avete sempre avuto un debole per gli strategici, ma temevate di non poterli giocare su console, questo titolo potrebbe fare al caso vostro. L'importante è non aspettarsi grande profondità o complessità, che rimangono esclusive alle migliori offerte di questo tipo presenti su PC.</p>

Commenti

  1. Matteo Camisasca

     
    #1
    aleZ ha scritto:
    Il cerchio si chiude idealmente per la serie Halo con questa prima versione "strategica", se pensiamo che l'intera serie venne concepita da Bungie a fine anni '90 proprio come un titolo derivato dagli RTS. Di acqua sotto i ponti, e milioni di giochi venduti, ne è passata da allora ed infatti pochi si ricordano le primissime presentazioni su PC in cui venivano sottolineati aspetti come "un intero universo credibile" popolato ...
      la discussione si svolge qui
    http://community.videogame.it/forum/t/323187/
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!