Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 39,99
Data di uscita
15/11/2011

Halo: Combat Evolved Anniversary Edition

Halo: Combat Evolved Anniversary Edition Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
Microsoft
Data di uscita
15/11/2011
Lingua
Italiano
Prezzo
€ 39,99

Hardware

Per giocare ad Halo: Combat Evolved Anniversary Edition servono una copia originale del gioco, una console Xbox 360, ed eventualmente la periferica Kinect per sfruttare tutte le feature presenti.

Multiplayer

Il gioco prevede il multiplayer sia online che offline e include la modalità cooperativa giocabile su ambo i fronti e la presenza di sette nuove mappe assimilabili al sistema multiplayer di Halo: Reach.

Modus Operandi

Abbiamo dedicato tre giornate intere all'approfondimento del gioco, tentando di testare il tutto e comparandolo anche alla vecchia versione Xbox. La postazione utilizzata è composta da console, Kinect, TV 3D 55 pollici, amplificatore multicanale e impianto audio 5.1. Abbiamo infine deciso di prenderci un po' di tempo in più per provare il multiplayer online, considerando i pochi giocatori presenti prima del lancio ufficiale.

Link

Recensione

Uno sguardo al multiplayer

Come rinasce il primo Halo sulla grande rete?

di Nikola Togut, pubblicato il

Abbiamo speso ore intere ad aggirarci nei meandri del "nuovo" anello, cercando di carpirne ogni sorta di segreto al fine di confrontare nuovo e vecchio. I risultati, come già scritto in precedenza, sono stati davvero lusinghieri, con tanto di alcune novità (i teschi e i terminali contenenti pezzi di narrazione ancora non conosciuti) introdotte ad hoc per donare, laddove fosse necessario, ulteriore appeal al gioco. Ma nel porre le basi per questo piccolo capolavoro di nostalgia, 343 Industries non si è certamente voluta dimenticare del gioco in multiplayer, cosa già presente – sebbene in misura limitata - nell'originale, e che qui viene ripresa sfruttando un piccolo trucco di nome Halo: Reach.

Abituarsi al matchmaking online dopo aver giocato alla campagna in singolo non sarà così semplice - Halo: Combat Evolved Anniversary Edition
Abituarsi al matchmaking online dopo aver giocato alla campagna in singolo non sarà così semplice

TEMPO DI INCROCIARE LE LAME

Chi avrà modo di utilizzare i servizi online dedicati al multiplayer ci impiegherà davvero poco a rendersi conto che, qualsiasi sia la mappa scelta per la partita, ciò che ritroverà non sarà il motore grafico della modalità campagna, bensì quello più aggiornato e decisamente più robusto di Halo: Reach. Una piccola delusione per chi fosse convinto di trovare l'appeal originale del gioco, ma alla fine dei conti anche una scelta piuttosto ovvia: affidarsi al motore più moderno permette infatti di sfruttare un codice già adeguato al gioco online, rendendo di fatto il multiplayer di Halo: Combat Evolved Anniversary Edition nulla più che una vera e propria costola dell'attuale community, basata proprio sul "predecessore".
E dunque ecco apparire sette nuove mappe, di cui una dedicata espressamente alla modalità Sparatoria. Interessante, da questo punto di vista, la possibilità di installare tutto su disco rigido rendendo le stesse disponibili anche inserendo il disco di Halo: Reach, nonché la possibilità data ai possessori di quest'ultimo di acquistare il pacchetto completo spendendo la cifra di 1200 MS Point. A conti fatti una espansione vera e propria che non potrà che far piacere a chi, fra i suoi scaffali, è solito pescare a piene mani fra tutte le incarnazioni della serie.

Da ora in poi i fan di Halo troveranno le loro statistiche su Waypoint ancora più precise e accurate - Halo: Combat Evolved Anniversary Edition
Da ora in poi i fan di Halo troveranno le loro statistiche su Waypoint ancora più precise e accurate

BALZANDO DI MAPPA IN MAPPA

Come abbiamo avuto modo di testare, le mappe proposte non sono la copia spudorata di quelle presenti dieci anni fa nel gioco, ma ciò nonostante ne pescano alcuni scenari importanti, andando ad affiancarli ad altre celebri vedute della serie. A tale scopo sarà inoltre possibile cimentarsi in tutte le modalità introdotte dai dettami del passato recente: concentrarsi su una o sull'altra dipenderà esclusivamente dalla volontà del giocatore e, lo immaginiamo, dalla sua passione per una precisa tipologia di sfida. Fra i ripescaggi legati al mondo del primo episodio ci sono Canyon della battaglia (terza riedizione) e Solitario, che vedranno i giocatori impegnati su fronti di battaglia in parte all'aperto oppure strutturati su più livelli. Si prosegue poi con A rotta di collo, anch'essa con una gran parte di sviluppo verticale nonché dotata di alcune zone pensate appositamente per i giocatori amanti del gioco da cecchini, e poi ancora Cresta Montuosa, che con i suoi enormi spazi si rivela ottimale per il gioco fino a sedici partecipanti. Ultime due mappe del pacchetto classico sono Penitenza e Mezzogiorno, a loro volta strutturate in modo tale da contrapporre stili di gioco di tipo attendista a quelli di tipo più battagliero. Insomma, tutte e sei le mappe hanno un loro particolare fascino e qualche caratteristica distintiva, in modo tale da rendere il pacchetto proposto il più omogeneo possibile.
Discorso diverso invece per quanto riguarda Installazione 04 che rappresenta, a nostro avviso, l'aggiunta più interessante del pacchetto, considerando il numero non certamente elevatissimo di mappe dedicate alla modalità Sparatoria. In questo caso ci ritroveremo catapultati nei pressi di una delle stazioni presenti nell'entroterra di Halo, nel tentativo di sfruttare tutto ciò che avremo a disposizione (compagni di gioco in primis) allo scopo di resistere alle imperterrite ondate di nemici in arrivo.


Commenti

  1. dis-astranagant

     
    #1
    Il maggior difetto di questo gioco è il vergognoso prezzo di lancio.
  2. AVV.

     
    #2
    si infatti dis potevano alzare il prezzo di 10-15 euro ed includere tutte le mappe multy come fatto con halo odst

    ops, non era quello che intendevi?
  3. toghy

     
    #3
    Di vergognoso ci sono le riedizioni di ben altri giochi. I 39,90 euro di acquisto valgono ogni singolo centesimo per un appassionato della serie.
  4. dis-astranagant

     
    #4
    toghyDi vergognoso ci sono le riedizioni di ben altri giochi.

    Tipo?
  5. utente_deiscritto_5167

     
    #5
    Però non sono d'accordo sull'assenza dei 60 fps. Dai, era FATTIBILISSIMO. E avrebbe cambiato l'aspetto estetico, eccome. Con buona pace dell'effetto nostalgico (che sarebbe stato comunque presente).
  6. toghy

     
    #6
    dis-astranagantTipo?


    Tipo uno nato come esclusiva su una console, riproposto sulla macchina concorrente, piazzato pure su pc e poi copiato paro paro da quest'ultimo e venduto via digital delivery come rivisitazione hd dello stesso. E non fatemi dire nomi...
  7. toghy

     
    #7
    Shin XPerò non sono d'accordo sull'assenza dei 60 fps. Dai, era FATTIBILISSIMO. E avrebbe cambiato l'aspetto estetico, eccome. Con buona pace dell'effetto nostalgico (che sarebbe stato comunque presente).

    Che fosse fattibilissimo lo so, difatti l'ho ribadito nella rece, ma questo è la copia perfetta del primo halo pompato graficamente. I 60fps non ci stanno in questo contesto.
  8. Bluemoon

     
    #8
    toghyChe fosse fattibilissimo lo so, difatti l'ho ribadito nella rece, ma questo è la copia perfetta del primo halo pompato graficamente. I 60fps non ci stanno in questo contesto.

    infatti.. sarebbe voluto dire andare a influenzare forse un po' troppo il gameplay. probabilmente non tutti posso fare un'operazione simile, ma come remake... magari fossero tutti così. poi, ovvio, se non si ha mai avuto interesse verso il gioco anniversary non sarà il titolo che farà cambiare idea. anche nella parte rifatta, è per sempre un remake.
    toghy, hai avuto occasione di confrontare direttamente l'audio con l'originale? tipo mettere su il vecchio halo e il nuovo? non ricordo se è solo rimasterizzato o se hanno proprio riregistrato tutte le tracce in 5.1 con l'orchestra.
  9. utente_deiscritto_5167

     
    #9
    toghyChe fosse fattibilissimo lo so, difatti l'ho ribadito nella rece, ma questo è la copia perfetta del primo halo pompato graficamente. I 60fps non ci stanno in questo contesto.

    Se fosse stato pompato un po' di più, potrei anche capire. Ma le migliorie apportate sono tali da far rimpiangere i 60 fps. Almeno a me. In fondo parliamo di un gioco che ha fatto la storia e che doveva solo essere rieditato migliorando la grafica.

    Ora i fps fanno parte del comparto tecnico esattamente come il numero di poligoni, le texture o gli effetti di luce. Perché questo assunto dovrebbe essere sbagliato? Tutto IMHO, ovvio. :)
  10. toghy

     
    #10
    a me l'impianto fa partire tutto in 5.1, ma potrebbe intervenire un semplice algoritmo di codifica inserito ad hoc. Insomma è impossibile saperlo con certezza. In ogni caso a impressionare, a livello audio, sono soprattutto le armi. Magnum e granata al plasma su tutte.
Continua sul forum (130)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!