Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 39,99
Data di uscita
15/11/2011

Halo: Combat Evolved Anniversary Edition

Halo: Combat Evolved Anniversary Edition Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
Microsoft
Data di uscita
15/11/2011
Lingua
Italiano
Prezzo
€ 39,99

Lati Positivi

  • La perfetta riedizione pompata dell'originale
  • Sette nuove mappe multiplayer
  • Comparto audio ancora da riferimento

Lati Negativi

  • Mancano alcune delle mappe originali in multiplayer
  • La biblioteca rimane sempre quella…
  • Kinect implementato male

Hardware

Per giocare ad Halo: Combat Evolved Anniversary Edition servono una copia originale del gioco, una console Xbox 360, ed eventualmente la periferica Kinect per sfruttare tutte le feature presenti.

Multiplayer

Il gioco prevede il multiplayer sia online che offline e include la modalità cooperativa giocabile su ambo i fronti e la presenza di sette nuove mappe assimilabili al sistema multiplayer di Halo: Reach.

Modus Operandi

Abbiamo dedicato tre giornate intere all'approfondimento del gioco, tentando di testare il tutto e comparandolo anche alla vecchia versione Xbox. La postazione utilizzata è composta da console, Kinect, TV 3D 55 pollici, amplificatore multicanale e impianto audio 5.1. Abbiamo infine deciso di prenderci un po' di tempo in più per provare il multiplayer online, considerando i pochi giocatori presenti prima del lancio ufficiale.

Link

Recensione

Per molti ma non per tutti

Le nostre conclusioni sul pacchetto completo.

di Nikola Togut, pubblicato il

Oltre alla parte legata alla fase di gioco competitiva, rimane da segnalare come anche in questo caso il multiplayer preveda la possibilità di personalizzare a proprio piacere le partite, oppure andare a impattare sulla struttura degli schemi con la modalità Fucina, o ancora farsi una rapida capatina stile "pop corn" nella modalità cinema. Insomma tutti gli elementi caratterizzanti il multiplayer di Halo: Reach fanno la loro bella presenza, contribuendo ad arricchire un bouquet già di per sé decisamente ricco di opzioni. Ma non solo questo: la presenza delle funzionalità legate a Waypoint permetterà di integrare totalmente i dati delle nostre battaglie sui server online, di prendere atto dei vari progressi fatti e dei possibili obiettivi da raggiungere. Un portale, quest’ultimo, che rappresenta la Bibbia delle statistiche di ogni giocatore di Halo, che da oggi inoltre risulta pienamente consultabile pure dai possessori di uno smartphone con sistema operativo Windows Phone 7 (piccoli passi di convergenza per le piattaforme Microsoft).

La modalità sparatoria, fra tutte, è quella maggiormente dedicata allo splatter puro dei nemici - Halo: Combat Evolved Anniversary Edition
La modalità sparatoria, fra tutte, è quella maggiormente dedicata allo splatter puro dei nemici
Ma al di là di tutto ciò che di buono si possa dire in merito alle mappe e funzionalità qui inserite, a nostro avviso ciò che rappresenta in pieno lo spirito originale del gioco è soprattutto la modalità cooperativa durante la campagna principale dove, assieme a un fedele compagno di gioco, potremo sfogare tutta la nostra rabbia sui Covenant e i Flood. A tale scopo 343 Industries è stata particolarmente generosa di opzioni: per chi non possedesse un abbonamento Live basterà un altro pad per la soluzione classica a schermo condiviso, mentre per i più facoltosi è invece prevista la connessione in system link con due console. Se invece godete di un abbonamento online basterà pescare dalla lista amici a disposizione. Da questo punto di vista, ciò che risulta importante non è il sistema usato (tutti ottimi, anche in versione Live), quanto la possibilità di disporre di un compagno di gioco affiatato. Perché, a discapito di tutto, riuscire a terminare la campagna a livelli di difficoltà alti (specialmente con i teschi attivati) non è sicuramente impresa da tutti i giorni, e la capacità di far squadra sul campo di battaglia determinerà il successo o meno della stessa.

Nonostante l'agilità ridotta, il primo Spartan rimane sempre una macchina inarrestabile - Halo: Combat Evolved Anniversary Edition
Nonostante l'agilità ridotta, il primo Spartan rimane sempre una macchina inarrestabile

AT THE END OF THE RAINBOW

Dopo tanto peregrinare fra opzioni, sfide, avversari e quant'altro siamo dunque giunti al capitolo finale della recensione di Halo: Combat Evolved Anniversary Edition. Abbiamo visto come 343 Industries si sia impegnata a fondo nel tentativo di fornire ai giocatori un'esperienza il più possibile fedele all'originale, e da questo punto di vista possiamo tranquillamente affermare che le promesse fatte sono state mantenute in toto. La rivisitazione del primo capitolo dedicato a Master Chief è un misto di ricordi ed emozioni tale da porla fra i migliori remake di sempre… se non altro per ciò che concerne la nostra personale galleria dei ricordi.
Ciò nonostante rimane un problema, ovverosia quello legato al giudizio complessivo, che riguarda pur sempre un titolo con dieci lunghi anni alle spalle. Gioco da riavere oppure fan service? A nostro avviso la prima affermazione è sicuramente quella più calzante: il primo capitolo di Halo, pur fra luci e (poche) ombre, rimane sempre il punto di riferimento emozionale per ogni appassionato che si rispetti, e questo di per sé vale molto di più di qualsiasi critica più o meno giustificata. Il livello della Biblioteca, in fondo, rimane pur sempre una insignificante pagliuzza immersa in un mare di straripante amore videoludico…

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Un'avventura mozzafiato da vivere dall'inizio alla fine. Halo: Combat Evolved Anniversary Edition è il perfetto tributo al primo episodio della serie, un titolo da possedere ad ogni costo e che non mancherà di fare la gioia di chi, da dieci anni a questa parte, di day one di Master Chief non se ne è perso nemmeno uno. È proprio il caso di dirlo: ti amiamo caro vecchio Spartan.

Commenti

  1. dis-astranagant

     
    #1
    Il maggior difetto di questo gioco è il vergognoso prezzo di lancio.
  2. AVV.

     
    #2
    si infatti dis potevano alzare il prezzo di 10-15 euro ed includere tutte le mappe multy come fatto con halo odst

    ops, non era quello che intendevi?
  3. toghy

     
    #3
    Di vergognoso ci sono le riedizioni di ben altri giochi. I 39,90 euro di acquisto valgono ogni singolo centesimo per un appassionato della serie.
  4. dis-astranagant

     
    #4
    toghyDi vergognoso ci sono le riedizioni di ben altri giochi.

    Tipo?
  5. utente_deiscritto_5167

     
    #5
    Però non sono d'accordo sull'assenza dei 60 fps. Dai, era FATTIBILISSIMO. E avrebbe cambiato l'aspetto estetico, eccome. Con buona pace dell'effetto nostalgico (che sarebbe stato comunque presente).
  6. toghy

     
    #6
    dis-astranagantTipo?


    Tipo uno nato come esclusiva su una console, riproposto sulla macchina concorrente, piazzato pure su pc e poi copiato paro paro da quest'ultimo e venduto via digital delivery come rivisitazione hd dello stesso. E non fatemi dire nomi...
  7. toghy

     
    #7
    Shin XPerò non sono d'accordo sull'assenza dei 60 fps. Dai, era FATTIBILISSIMO. E avrebbe cambiato l'aspetto estetico, eccome. Con buona pace dell'effetto nostalgico (che sarebbe stato comunque presente).

    Che fosse fattibilissimo lo so, difatti l'ho ribadito nella rece, ma questo è la copia perfetta del primo halo pompato graficamente. I 60fps non ci stanno in questo contesto.
  8. Bluemoon

     
    #8
    toghyChe fosse fattibilissimo lo so, difatti l'ho ribadito nella rece, ma questo è la copia perfetta del primo halo pompato graficamente. I 60fps non ci stanno in questo contesto.

    infatti.. sarebbe voluto dire andare a influenzare forse un po' troppo il gameplay. probabilmente non tutti posso fare un'operazione simile, ma come remake... magari fossero tutti così. poi, ovvio, se non si ha mai avuto interesse verso il gioco anniversary non sarà il titolo che farà cambiare idea. anche nella parte rifatta, è per sempre un remake.
    toghy, hai avuto occasione di confrontare direttamente l'audio con l'originale? tipo mettere su il vecchio halo e il nuovo? non ricordo se è solo rimasterizzato o se hanno proprio riregistrato tutte le tracce in 5.1 con l'orchestra.
  9. utente_deiscritto_5167

     
    #9
    toghyChe fosse fattibilissimo lo so, difatti l'ho ribadito nella rece, ma questo è la copia perfetta del primo halo pompato graficamente. I 60fps non ci stanno in questo contesto.

    Se fosse stato pompato un po' di più, potrei anche capire. Ma le migliorie apportate sono tali da far rimpiangere i 60 fps. Almeno a me. In fondo parliamo di un gioco che ha fatto la storia e che doveva solo essere rieditato migliorando la grafica.

    Ora i fps fanno parte del comparto tecnico esattamente come il numero di poligoni, le texture o gli effetti di luce. Perché questo assunto dovrebbe essere sbagliato? Tutto IMHO, ovvio. :)
  10. toghy

     
    #10
    a me l'impianto fa partire tutto in 5.1, ma potrebbe intervenire un semplice algoritmo di codifica inserito ad hoc. Insomma è impossibile saperlo con certezza. In ogni caso a impressionare, a livello audio, sono soprattutto le armi. Magnum e granata al plasma su tutte.
Continua sul forum (130)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!