Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
19/11/2010

Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1

Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
EA Bright Light Studio
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
19/11/2010
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • E' pur sempre Harry Potter
  • Qualche idea interessante non manca...

Lati Negativi

  • ...ma è sviluppata male
  • Poco divertente
  • A tratti frustrante
  • Tecnicamente sotto la media
  • Gameplay ripetitivo e mal congegnato
  • Trama confusa

Hardware

Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 richiede unicamente una copia originale del gioco, una console Xbox 360 e un joypad. Sono disponibili anche le versioni per PlayStation 3, Wii, Nintendo DS e PC.

Multiplayer

L’unica concessione al multiplayer è offerta dalle appositi sezioni di rail-shooting per Kinect, in cui si può gareggiare con un altro giocatore al proprio fianco.

Link

Recensione

L’ultimo spettacolo di Harry

Il mago di Hogwarts cambia pelle e si dà allo sparatutto.

di Francesco Destri, pubblicato il

L’ultimo avvistamento di Harry Potter su console HD risale a pochi mesi fa, quando l’ottimo LEGO Harry Potter: Anni 1-4 portava il pittoresco universo del maghetto di Hogwarts nella coloratissima e contagiosa formula della serie di Traveller's Tales. Ne usciva un mix di azione e puzzle assolutamente delizioso per i fan (ma non solo) di Harry Potter, decisamente superiore ai capitoli ufficiali della saga di J.K. Rowling portati avanti nel corso degli anni da Electronic Arts, il cui ultimo Harry Potter e Il Principe Mezzosangue dello scorso anno non aveva aggiunto granché alla serie. Questa volta, in contemporanea con l’uscita nelle sale dell’omonimo film, tocca a Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1, settimo e penultimo capitolo della saga affidato ancora una volta alle cure di EA Bright Light Studio che però, dopo sei titoli molto simili tra loro, ha preferito cambiare genere.

in fuga da voldemort

Se infatti i titoli potteriani del passato erano incentrati su una miscela abbastanza divertente e originale di azione, combattimenti, esplorazione e mini-giochi da affrontare con numerosi incantesimi (ma anche lo sfondo di Hogwarts giocava un ruolo molto importante), questa volta il team inglese ha scelto l’approccio dello shooter in terza persona misto a sezioni stealth. Una decisione bizzarra, se pensiamo alle caratteristiche del protagonista e al passato della serie, ma teoricamente controllare un Harry Potter più letale, rabbioso e scatenato del solito non sarebbe una brutta idea, anche perché lo stesso romanzo taglia piuttosto nettamente con il lato più fiabesco della saga e diventa quasi un horror a tutto tondo. Ben venga quindi questo cambio di rotta, ma basta poco per accorgersi di come i risultati in termini videoludici si siano rivelati disastrosi.
Tanto per cominciare la trama è estremamente confusa e chi non ricorda nulla della fine del sesto episodio (o ha comunque poca esperienza con l’epopea potteriana) ci capirà ben poco. Riassumendo, Harry è in fuga con Hermione e Ron dopo che Hogwarts è caduta nelle mani di Voldemort, ma prima di affrontare una volta per tutte il suo arcinemico il giovane mago deve vedersela con molti altri pericoli e ritrovare tutti gli Horcrux, oggetti che contengono al loro interni frammenti dell’anima di Voldemort. Peccato che di tutto questo nel gioco si capisca poco e certe missioni nulla centrano con gli avvenimenti narrati nel libro e visti nel film, con un’ulteriore confusione per chi si getta nel gioco sperando di seguire una trama chiara e coerente.

il maghetto sparatutto

Non è però questo il difetto principale di Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1. I frangenti shooter, che rappresentano la vera ossatura del gameplay, lasciano a desiderare sotto tutti i punti di vista. Già dalla prima sezione di gioco, in cui dobbiamo colpire in volo decine di nemici con la nostra bacchetta magica, ci si accorge della ripetitività del tutto, dell’assurda difficoltà nel prendere la mira e dell’approssimazione con cui è stato concepito il sistema di controllo. Le cose non migliorano una volta scesi a terra; qui il sistema di copertura tipico di ogni shooter in terza persona funziona piuttosto male anche a causa di una scellerata gestione della telecamera e, come se non bastasse, certi frangenti vedono un respawn continuo (e a dir poco fastidioso) dei nemici.
Anche se nel corso del gioco Harry può acquisire un buon quantitativo di incantesimi e pozioni, la maggior parte di essi, oltre a sortire un effetto molto simile, risulta pressoché inutile per sconfiggere gli avversari. Questi e altri difetti (la “stupidità” nemica e amica, la scomodità nel gestire le coperture, la ripetitività degli scontri) rendono il gioco un vero supplizio non solo per i fan potteriani, ma anche per chi ama un genere che negli ultimi tempi ha sfornato titoli di primissimo piano e che qui, invece, sembra essere regredito di anni e anni.

c’è anche kinect!

Se le missioni in terza persona risultano quindi sconsolanti, non va molto meglio con quelle in prima persona, incentrate su un approccio stealth a dir poco dozzinale. In tali frangenti dobbiamo indossare il mantello dell’invisibilità e farci largo in diverse location senza essere toccati dai PNG, pena il fallimento della missione e l’obbligo di dover ricominciare tutto da capo. Non bastasse la comicità involontaria della cosa (sembra quasi di controllare un fantasma ubriaco), questi passaggi possono diventare davvero frustranti; spesso infatti i personaggi non giocanti spuntano dal nulla e ci toccano senza che possiamo fare nulla per impedirlo e, mentre stiamo fermi per ricaricare il mantello, capita a volte che Harry si muova da solo senza nessun intervento da parte nostra.
Un bug davvero fastidioso (che tra l’altro pare non presentarsi nella versione per PlayStation 3), ma quello che più colpisce in questa scelta di gameplay è la sua completa inutilità e l’assenza di ogni riferimento al carattere potteriano dei giochi precedenti. Inoltre è già difficile fare un buon stealth-game in terza persona, ma con visuale in soggettiva (a meno di non chiamarsi Thief) si rischia davvero di combinare un mezzo disastro e questo è proprio il caso di Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1. Ma non si salva davvero nulla in questa ultima fatica di EA Bright Light Studio? Purtroppo no. Anche tecnicamente infatti il lavoro del team inglese è al di sotto della sufficienza, osservando soprattutto le cut-scene, le animazioni, il dettaglio dei volti dei protagonisti e l’approssimazione delle location. A dire il vero non siamo riusciti a provare i livelli di rail-shooting esclusivi per Kinect, ma dubitiamo che tali frangenti, a parte l’aggiunta di un secondo giocatore, possano risollevare le sorti di un titolo da considerarsi tra i peggiori (se non il peggiore) dell’intera serie.

Voto 1 stelle su 5
Voto dei lettori
Spiace ammetterlo, ma trovare qualche spunto positivo in questo nuovo episodio di Harry Potter è una vera impresa. Tecnicamente scialbo, confuso nella narrazione e basato su un mix di shooting e stealth approssimativo e mal realizzato, Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 farà fatica a trovare qualche sostenitore anche tra i fan più indefessi del mago di Hogwarts, a cui il cambiamento di genere ha nuociuto in tutti i sensi. Speriamo solo che il prossimo (e ultimo) capitolo della serie si risollevi e concluda degnamente una saga che, pur tra alti e bassi, si è comunque mantenuta su livelli più che dignitosi.

Commenti

  1. jpeg

     
    #1
    Non sono un fan di Harry Potter, tantomeno dei vari tie-in... Tempo fa avevo visto (su Sky, mi pare) un trailer di questo gioco e m'aveva fatto sorridere per via del suo piglio 'cool' e sborone, col Nostro che avanzava a suon di BOOOMHEADSHOT! con la sua bacchettina di legno.
    Letta la rece per curiosità, mi sembra che questa immagine ne riassuma tutta l'essenza. Roba che fa sembrare Quantum Theory bello e solido...
  2. evil_

     
    #2
    jpeg ha scritto:
    Letta la rece per curiosità, mi sembra che questa immagine ne riassuma tutta l'essenza. Roba che fa sembrare Quantum Theory bello e solido...
      X(
  3. defender

     
    #3
    jpeg ha scritto:
    Roba che fa sembrare Quantum Theory bello e solido...
      :DD
  4. SixelAlexiS

     
    #4
    jpeg ha scritto:
    Non sono un fan di Harry Potter, tantomeno dei vari tie-in... Tempo fa avevo visto (su Sky, mi pare) un trailer di questo gioco e m'aveva fatto sorridere per via del suo piglio 'cool' e sborone, col Nostro che avanzava a suon di BOOOMHEADSHOT! con la sua bacchettina di legno.
    Letta la rece per curiosità, mi sembra che questa immagine ne riassuma tutta l'essenza. Roba che fa sembrare Quantum Theory bello e solido...
     omfg!!! chiedo scusa per aver criticato QT, ecco il novo RE :DD
  5. Stefano Castelli

     
    #5
    checco ha scritto:
    L’ultimo spettacolo di Harry: Il mago di Hogwarts cambia pelle e si dà allo sparatutto.
     Ammazza che tragedia!
  6. dis-astranagant

     
    #6
    checco ha scritto:
    L’ultimo spettacolo di Harry: Il mago di Hogwarts cambia pelle e si dà allo sparatutto.
     Terribile..

    Pensare che L'ordine della fenice e Il principe mezzosangue erano titoli più che discreti e ben confezionati (lasciando stare le orride versioni portatili)

    Questo sembra buttato sul mercato alla pene di cane giusto perchè alla fine qualche gonzo fanatico all'ultimo stadio lo compra, il segnale che Harry Potter non tira più?
  7. Stefano Castelli

     
    #7
    dis-astranagant ha scritto:
    Questo sembra buttato sul mercato alla pene di cane giusto perchè alla fine qualche gonzo fanatico all'ultimo stadio lo compra, il segnale che Harry Potter non tira più?
     Naaah. Segnale che per dare una volta così netta devi anche esserne capace.
  8. defender

     
    #8
    Mah... e' che come al solito di tie-in ne viene bene uno su dieci...
  9. Meshuggah 81

     
    #9
    Ma fatemi capire una cosa, il film è diviso in 2 parti e va bene..
    Ma faranno anche due giochi???
  10. SixelAlexiS

     
    #10
    Meshuggah 81 ha scritto:
    Ma fatemi capire una cosa, il film è diviso in 2 parti e va bene..
    Ma faranno anche due giochi???
      ebbeh, il gioco si basa sul film eh :DD
Continua sul forum (16)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!