Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
19/9/2007

Heavenly Sword

Heavenly Sword Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
19/9/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1

Hardware

Per giocare a Heavenly Sword saranno necessari una copia originale del gioco, una console PlayStation 3 e un pad Sixaxis.

Multiplayer

Heavenly Sword non prevede modalità multigiocatore.

Link

Intervista

Intervista con i ninja

Nina Kristensen e Tameem Antoniades ai nostri microfoni.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Nextgame.it: Considerato il crescente successo dei cosiddetti casual games, l'emergere di piattaforme come PlayStation Network e Xbox Live Arcade e l'affermarsi di console come Wii e DS, ritieni che l'aspetto tecnologico dei videogiochi stia diventando sempre meno importante rispetto a quello creativo?

Tameem Antoniades: Sì, credo di sì. Anche guardando a Heavenly Sword, che pure ha un'ottima base tecnologica, tra due o tre anni sarà graficamente alla pari con molti altri giochi sul mercato. Un tempo le novità tecnologiche avevamo un'importanza fondamentale nel decretare il successo di un gioco; al giorno d'oggi, invece, giochi come Heavenly Sword, God of War, Assassin's Creed non hanno nulla di tecnologico che sia dirompente; il loro valore risiede soprattutto nell'esperienza che riescono a offrire, nella trama e nelle meccaniche di gioco, ovvero in quelli che chiamiamo i "contenuti" di un videogioco. Parlando di PlayStation Network, potremmo addirittura realizzare un gioco originale con il motore di Heavenly Sword, sarebbe certamente più "leggero" ma non per questo meno bello da un punto di vista grafico.

Nextgame.it: A questo proposito, pensate di cedere in licenza il motore grafico di Heavenly Sword?

Tameem Antoniades: Attualmente siamo più interessanti a realizzare qualcosa per PlayStation Network: gli strumenti di sviluppo che abbiamo realizzato per Heavenly Sword sono abbastanza avanzati da consentirci di realizzare un gioco più piccolo con estrema facilità. Parlando di licenze, non potremmo effettivamente cedere alcunché in licenza dal momento che molte delle tecnologie che utilizziamo appartengono a Sony. In ogni caso, come già detto, non penso che le tecnologie abbiano alcuna importanza nella realizzazione di un gioco e lo stesso Heavenly Sword sarebbe potuto nascere anche su altre piattaforme come per esempio Gamebryo o Unreal Engine, non è quello il punto. La creatività è ciò che ha più valore oggi, basta guardare progetti come LittleBigPlanet.

Nextgame.it: Come mai, quindi, avete voluto sviluppare una nuova base tecnologica partendo da zero?

Tameem Antoniades: Perché quando abbiamo iniziato a pensare a Heavenly Sword, più di quattro anni fa, non c'era ancora nemmeno un rumor sulle date di uscita di Xbox 360 e PlayStation 3 e noi volevamo assolutamente essere dei "pionieri" della nuova generazione di console. Avremmo potuto realizzare un altro gioco per le console di vecchia generazione e poi magari andare sul sicuro e sviluppare Heavenly Sword su Unreal Engine ma abbiamo preferito rischiare.

Nextgame.it: Definiresti quindi lo sviluppo di Heavenly Sword come una specie di "o la va o la spacca"?

Tameem Antoniades: Sì, certamente, ma è una definizione più adatta agli anni passati. Adesso Heavenly Sword è praticamente completato e speriamo che sia il primo, grande gioco per PlayStation 3. Ciò che voglio dire è che fino a qualche anno fa non eravamo "nessuno" ed erano in pochi a conoscerci... adesso siamo conosciuti quantomeno grazie a Heavenly Sword e questa sorta di reputazione può aiutarci a trovare nuove opportunità molto più facilmente che in passato.