Genere
Strategico in tempo reale
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
19,90 Euro
Data di uscita
12/10/2006

Heroes of Annihilated Empires

Heroes of Annihilated Empires Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
GSC Game World
Genere
Strategico in tempo reale
PEGI
12+
Distributore Italiano
KOCH Media
Data di uscita
12/10/2006
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
7
Prezzo
19,90 Euro

Hardware

Heroes of Annihilated Empires è in lavorazione ufficialmente solo per PC. È comunque possibile, come traspare dall'intervista, un suo arrivo anche nel mondo console, in primo luogo su Xbox 360.

Multiplayer

Heroes of Annihilated Empires prevede diverse modalità multigiocatore online in grado di conivolgere fino a sette partecipanti.

Link

Intervista

Tra eroi e tecnologia: intervista a GSC Game World!

Heroes of Annihilated Empires ha suscitato in noi alcune domande...

di La Redazione, pubblicato il

Nextgame.it: Hai dichiarato di essere interessato al mercato console: ti stai muovendo in questo senso? Hai in cantiere una conversione per console di Heroes of Annihilated Empires, e se sì, su quale piattaforma?

Oleg Yavorsky : Ci stiamo pensando, sì. Il fatto è che non ci sono giochi strategici "decenti" su console, principalmente perché la mancanza di una tastiera rende difficile gestire tutte le unità. Modificando la giocabilità un poco, magari enfatizzando le sezioni d'azione in terza persona che riguardano gli eroi e la loro crescita in esperienza, potremo ottenere un buon risultato. Dal punto di vista hardware, probabilmente la piattaforma più semplice a cui avvicinarsi è Xbox 360.

Nextgame.it: Avete pianificato una trilogia: come si relazionano i giochi con i libri "estratti" dagli eventi dei giochi?

Oleg Yavorsky : Per ogni parte del gioco realizzeremo un nuovo libro, con il primo introdurremo il mondo del gioco, la sua storia, i "perché" della situazione, cosa sta accadendo e così via, in modo che i giocatori possano comprendere al meglio le vicende del primo gioco.

Nextgame.it: Pensate di pubblicare i libri al di fuori dell'Ucraina, o avete pianificato edizioni speciali che offrano gioco e libro insieme?

Oleg Yavorsky : Ci piacerebbe, sono tutte possibilità che si può provare a perseguire, ma per farlo dovremmo trovare un buon accordo con un editore e, soprattutto, valutare i costi di traduzione, che rappresentano lo scoglio più grande. Abbiamo attualmente un accordo con un editore russo, per il quale la nostra idea è decisamente una novità perché non è consueto realizzare la promozione di un libro e di un videogioco contemporaneamente.
Solitamente iniziative simili nascono da proprietà intellettuali già ben radicate, come i giochi di Harry Potter, per esempio, mentre noi abbiamo seguito un'altra strada: lanciamo il libro per preparare il giocatore e poi proponiamo il gioco.

Nextgame.it: Le idee nei libri, quindi, sono tutte vostre, sviluppi ulteriori della trama che troviamo nel gioco...

Oleg Yavorsky : Sì, il nostro scrittore lavora alle trame dei giochi, ma come tutti gli scrittori ha tantissime idee non è mai contento dei limiti che per forza di cose bisogna mantenere in un gioco. I libri sono un modo per lui di esprimere liberamente la sua creatività e spiegare tutto nel dettaglio.

Nextgame.it: Quali sono state le vostre fonti di ispirazione? La miscela tra fantasy e tecnologia, uniti dalla piramide che abbiamo visto ovviamente ricorda un po' Stargate: ci sono film o libri che vi hanno in qualche modo guidato?

Oleg Yavorsky : Il nostro obiettivo era rendere il gioco molto epico, sullo stile del Signore degli Anelli per capirci, con grandi eserciti ed eroi mitici capaci di combattere contro i non-morti. Siamo partiti da quest'obiettivo e da questa idea per lo sviluppo, cercando di realizzare comunque una storia interessante su cui basare le vicende del gioco.